Liquore di mirto

Bevande
Liquore di mirto
45 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Dosi per: 10 persone

Presentazione

Il liquore di mirto è in Sardegna, sinonimo di liquore tipico tradizionale.
Nei ristoranti, a fine pasto, si ordina o viene offerto un liquore di mirto, e in molte case, ancora oggi, questo liquore viene preparato in modo tradizionale.
Il sapore e il colore unico del liquore di mirto sono dovuti al frutto della pianta di mirto
(Myrtus communis), che genera bacche di colore blu violaceo, che rendono unico questo liquore.

Ingredienti
Mirto bacche 600 gr
Acqua 1 l
Zucchero 600 g
Alcol puro a 90° 1 litro

Preparazione

Mettete le bacche di mirto in un recipiente a chiusura ermetica abbastanza grande da contenere sia le bacche che l’alcool.
Coprite le bacche di mirto con l’alcool e lasciate riposare il tutto in un posto buio e fresco per almeno 40 giorni, agitando di tanto in tanto il recipiente.
Trascorso questo tempo filtrate l’alcool dalle bacche di mirto e dai residui e strizzate delicatamente le bacche con un canovaccio o con della stamina per ricavarne tutti i succhi e le essenze che hanno assorbito.
Nel frattempo preparate uno sciroppo facendo bollire l’acqua, e sciogliendovi lo zucchero; una volta ottenuto lo sciroppo, fatelo raffreddare e poi miscelatelo con l’alcool aromatizzato. Filtrate di nuovo il tutto, imbottigliate e lasciate riposare il liquore così ottenuto per almeno un mese, meglio se due, in un luogo fresco.

Consiglio

E' possibile modificare le quantità di acqua e di zucchero per rendere il liquore di mirto più adatto al vostro gusto, ricordandovi che se si possiede 1 litro di essenza (con alcool a 90°), unendovi 1 litro di sciroppo si dividerà la gradazione volumetrica dell’alcool per due, quindi si otterrà un liquore che avrà una gradazione di 45° circa. Aumentando la quantità di sciroppo, si otterrà quindi, una gradazione minore.
In alcune zone della Sardegna il mirto viene preparato sostituendo una parte o tutto lo zucchero con l’equivalente peso di miele (spesso di corbezzolo).

Curiosita'

Il periodo migliore per fare il liquore di mirto è senza dubbio nel periodo invernale, infatti le bacche di mirto devono essere raccolte quando hanno raggiunto il loro inconfondibile colore nero e non sono ancora diventate troppo dure; ciò avviene da novembre a gennaio in dipendenza del clima e dell’esposizione dei cespugli di mirto.

Altre ricette

I commenti (45)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • giuseppe ha scritto: mercoledì 12 febbraio 2014

    per kg 1.5 di mirto ci vuole nella infusionen lt. 1.2 di alcool. e altretanti alla fine della macerazione.

  • mattia ha scritto: mercoledì 22 gennaio 2014

    Scusate la mia ignoranza ma dove le compro le bacche di mirto??

  • franca ha scritto: giovedì 16 gennaio 2014

    salve mi serve un aiuto ho messo kg1,5 di bacche di mirto in infusione con250ml di alcol come mi regolo per fare il liquore? mi potresti dare le dosi. Ti ringrazio un saluto

  • Stefano ha scritto: venerdì 13 dicembre 2013

    Giusto oggi ho preparato su due bottiglioni 1800 gr. di bacche suddivise per 50% sui due bottiglioni con 1 litro di alcool ciascuno, mi sai dire le misure di acqua e zucchero? Io ne ho una e vorrei sapere un'altra voce per poter avere un liquore abbastanza corposo e poco alcolico. Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 18 giugno 2013

    @pulaster: Ciao, noi abbiamo provato con quelle fresche. Il periodo migliore per fare il liquore di mirto è senza dubbio tra novembre e gennaio quando le bacche sono scure ma non dure. magari se acquisti quelle essiccate troverai le indicazioni per la preparazione del liquore!

  • pulaster ha scritto: venerdì 14 giugno 2013

    salve!!! smiley ma questo procedimento vale per le bacche fresche o anche per quelle essiccate? nel caso di bacche essiccate cosa cambierebbe? bisogna prima idratare le bacche, giusto? in che modo? ciao e grazie a chi mi sa dare una risposta!! smiley pul

  • Rosita ha scritto: venerdì 22 marzo 2013

    Volevo solo ringraziare Max,grazie!

  • sirboni ha scritto: martedì 05 marzo 2013

    Il mirto veramente sardo In Ogliastra (zona centrale della sardegna)lo facciamo cosi; 600 grami di bacche di mirto 500 grami di zucchero 1 litro di acquavite la bucia di 1 limone mettete tutto insieme al macero in un contenitore per 40 giorni circa e almeno ogni due giorni agitate il contenitore in modo che lo zucchero si sciolga bene.dopo trascorso il tempo filtrate tutto e imbottigliate. Un consiglio tenetelo sempre ghiacciato e servitelo cosi vedrette che ottimo.Fatemi sapere

  • mariolina ha scritto: martedì 25 dicembre 2012

    in Sardegna esistono tre varietà di mirto una con le bacche rotonde e quasi nere , una con le bacche rossastre leggermente allungate e una con le bacche bianche, a mio avviso meno aromatico, ma il liquore è ottimo con tutte e tre le varietà

  • raffaele ha scritto: giovedì 29 novembre 2012

    vorrei sapere se ò possibile fare il mirto con le foglie ed eventualmente se potreste darmi la ricetta con le dosi giuste grazie ed un saluto da raffaele

10 di 45 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento