Liquore di mirto

Bevande
Liquore di mirto
73 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Dosi per: 10 persone

Presentazione

Il liquore di mirto è in Sardegna, sinonimo di liquore tipico tradizionale.
Nei ristoranti, a fine pasto, si ordina o viene offerto un liquore di mirto, e in molte case, ancora oggi, questo liquore viene preparato in modo tradizionale.
Il sapore e il colore unico del liquore di mirto sono dovuti al frutto della pianta di mirto
(Myrtus communis), che genera bacche di colore blu violaceo, che rendono unico questo liquore.

Ingredienti
Mirto bacche 600 gr
Acqua 1 l
Zucchero 600 g
Alcol puro a 90° 1 litro

Preparazione

Mettete le bacche di mirto in un recipiente a chiusura ermetica abbastanza grande da contenere sia le bacche che l’alcool.
Coprite le bacche di mirto con l’alcool e lasciate riposare il tutto in un posto buio e fresco per almeno 40 giorni, agitando di tanto in tanto il recipiente.
Trascorso questo tempo filtrate l’alcool dalle bacche di mirto e dai residui e strizzate delicatamente le bacche con un canovaccio o con della stamina per ricavarne tutti i succhi e le essenze che hanno assorbito.
Nel frattempo preparate uno sciroppo facendo bollire l’acqua, e sciogliendovi lo zucchero; una volta ottenuto lo sciroppo, fatelo raffreddare e poi miscelatelo con l’alcool aromatizzato. Filtrate di nuovo il tutto, imbottigliate e lasciate riposare il liquore così ottenuto per almeno un mese, meglio se due, in un luogo fresco.

Consiglio

E' possibile modificare le quantità di acqua e di zucchero per rendere il liquore di mirto più adatto al vostro gusto, ricordandovi che se si possiede 1 litro di essenza (con alcool a 90°), unendovi 1 litro di sciroppo si dividerà la gradazione volumetrica dell’alcool per due, quindi si otterrà un liquore che avrà una gradazione di 45° circa. Aumentando la quantità di sciroppo, si otterrà quindi, una gradazione minore.
In alcune zone della Sardegna il mirto viene preparato sostituendo una parte o tutto lo zucchero con l’equivalente peso di miele (spesso di corbezzolo).

Curiosita'

Il periodo migliore per fare il liquore di mirto è senza dubbio nel periodo invernale, infatti le bacche di mirto devono essere raccolte quando hanno raggiunto il loro inconfondibile colore nero e non sono ancora diventate troppo dure; ciò avviene da novembre a gennaio in dipendenza del clima e dell’esposizione dei cespugli di mirto.

Altre ricette

I commenti (73)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • sergio ha scritto: venerdì 15 aprile 2016

    quanto zucchero devo mettere.3 chili e 650 grami di bacche di mirto .e anche di acqua scusate

  • Marusca ha scritto: mercoledì 06 aprile 2016

    Ciao a tutti e se passo con l'estrattore di succo le bacche?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 08 aprile 2016

    @Marusca:Ciao Marusca , per questa ricetta è preferibile usare le bacche intere smiley

  • angelo ha scritto: domenica 03 aprile 2016

    Come mai è necessario che l'infuso di mirto e alcool sia conservato in un recipiente ermetico? Io l'ho messo in una semplice zuppiera.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 04 aprile 2016

    @angelo: Ciao Angelo, utilizzando un contenitore ermetico tutti i profumi resteranno all'interno e l'alcool tenderà ad assorbirli! 

  • ada ha scritto: domenica 28 febbraio 2016

    ho messo il mirto con l' alcol 95° vi sapro dire grazie dei vostri consigli.

  • gianni cecchini ha scritto: martedì 16 febbraio 2016

    dopo la macerazione e la successiva spremitura delle palline, le stesse palline possono essere utilizzate per fare qualche altra cosa, magari unitamente alle foglie ?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 17 marzo 2016

    @gianni cecchini: Ciao Gianni! Purtroppo no, avranno già trasferito tutto il loro sapore! 

  • mirto sardo ha scritto: domenica 14 febbraio 2016

    Si puo' fare con la grappa?

  • Paola ha scritto: sabato 13 febbraio 2016

    per fare lo sciroppo con lo zucchero si può usare l'acqua della bollitura delle bacche?

  • Vincenzo ha scritto: venerdì 12 febbraio 2016

    Ho preparato il liquore di mirto, ma mi da un colore verdastro !?.....come è possibile ? Non ho assolutamente usato le foglie (mirto verde). Per la mescola ho usato arnesi in acciaio....non capisco....

  • Paolo ha scritto: venerdì 12 febbraio 2016

    Ciao non ho sciolto lo zucchero nell'acqua bollente ma l'ho messo direttamente insieme all'acqua nell'alcol dopo 40 gg cosa verrà fuori ?

  • cristiano ha scritto: giovedì 04 febbraio 2016

    Aiuto per il secondo anno ho fatto il mirtosolomche questo annome successo che nelle bottiglie di liquore si forma una sostanza strana in sospensione ed il mirto fa schifo che cosa e successo??? Qualcuno lo sa

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 13 aprile 2016

    @cristiano:Ciao Cristiano potrebbe dipendere dal tipo di bacche che hai usato, è consigliabile non consumarlo.

10 di 73 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento