Confettura di pesche

Marmellate e Conserve
Confettura di pesche
94 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 40 min
  • Costo: basso
  • Nota: + 7 ore di macerazione e il tempo della sanificazione dei barattoli

Presentazione

Con l’arrivo dell’estate è impossibile lasciarsi sfuggire la bontà della frutta di stagione, e chi di voi sa rinunciare alle pesche? Dolci, succose e colorate, si prestano perfettamente a tantissime preparazioni, soprattutto deliziosi dessert come crostate, torte e magari freschi frullati. Se ne avete in abbondanza e volete conservarle, quale rimedio migliore se non preparare un’ottima confettura di pesche? Questa preparazione è quasi un rito che spesso ci ricorda le nostre nonne, un dolce momento in cui si sprigiona in tutta la casa un profumo intenso di frutta fresca. Perfetta da gustare a colazione o merenda, spalmata su una fetta di pane tostato insieme ad un filo di burro, ma anche ideale per arricchire i vostri dolci o dessert. Preparate la confettura di pesche e non vedrete l’ora di assaggiarla…La soluzione migliore per conservare intatto il gusto e il sapore di questi deliziosi frutti ed averlo subito a portata di mano!

Ingredienti per 600 gr di confettura
Pesche intere a pasta gialla 1 kg
Zucchero 250 g
Limoni succo 50 g

Preparazione

Confettura di pesche

Per preparare la confettura di pesche iniziate dalla scelta dei frutti: prendete delle pesche ben mature e dalla polpa soda, lavatele sotto l’acqua corrente (1), pelatele (2) e togliete il nocciolo (3).

Confettura di pesche

Tagliatele a cubetti grandi circa 2 cm (4), mettetele in una pentola (5) e aggiungete lo zucchero (6).

Confettura di pesche

Spremete un limone (7) e unite il succo nella pentola (8). Mescolate (9) e lasciatele macerare per un tempo non inferiore a 7 ore ma che non superi le 12 ore.

Confettura di pesche

Una volta trascorso il tempo di macerazione, ponete la pentola sul fuoco (10) e portate ad ebollizione,
mescolando con una spatola di tanto in tanto (11). Se necessario schiumate il composto (12), in modo che la vostra confettura non risulti opaca.

Confettura di pesche

Lasciate bollire a fiamma moderata per circa 40 minuti (13), fino a raggiungere i 108° (utilizzate un termometro da cucina per misurare la temperatura esatta). Mescolate di tanto in tanto affinché il composto non si attacchi al fondo della pentola. Mentre la confettura cuoce dedicatevi alla sanificazione dei barattoli e dei tappi, come indicato nelle linee guida del Ministero della Salute riportate in fondo alla ricetta. Una volta che avrete svolto questa operazione, tornate alla vostra confettura, che sarà ormai pronta: trasferitela in una ciotola in modo da fermare la cottura (14) e trasferitela ancora calda nei vasetti che avete sanificato, aiutandovi con un mestolo e un imbuto per confetture (15). Abbiate cura di lasciare 1 centimetro dal bordo del barattolo.

Confettura di pesche

Avvitate bene i tappi (16), ma senza stringere troppo, e lasciateli raffreddare. Potete capovolgerli (17) oppure evitare questo passaggio: grazie al calore si formerà comunque il sottovuoto, che permetterà al prodotto di conservarsi a lungo. Una volta che i barattoli si saranno raffreddati verificate se il sottovuoto è avvenuto correttamente: potete premere al centro del tappo e, se non sentirete il classico "click-clack", il sottovuoto sarà avvenuto (18). In caso contrario potete far bollire i barattoli in un tegame capiente per circa 30 minuti, con il tappo rivolto verso l'alto e coperti con acqua fino a metà barattolo. Dopodiché dovrete farli asciugare e raffreddare, sempre capovolti. In alternativa, basterà mettere i barattoli in microonde per circa un minuto e mezzo. La vostra confettura di pesche è pronta per essere gustata!

Conservazione

La confettura di pesche si conserva per circa 3 mesi, purché il sottovuoto sia avvenuto correttamente e i barattoli siano conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore. Si consiglia di attendere almeno 2-3 settimane prima di consumare la confettura. Una volta aperto ogni barattolo, conservare in frigorifero e consumare nel giro di 3-4 giorni al massimo.

Consiglio

Se non avete un luogo fresco per far macerare la frutta con lo zucchero, fate la stessa operazione in una bacinella ben capiente e lasciatela in frigorifero coperta da pellicola. Potete gustare la confettura di pesche su fette di pane fresco o utilizzarla per guarnire e farcire i vostri dolci!

Per una corretta preparazione delle conserve alimentari

Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa è necessario rispettare le linee guida indicate dal Ministero della Salute, riportate qui: Linee guida per la corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico. Si tratta di un elenco di regole di igiene della cucina, della persona e degli strumenti utilizzati, così come indicazioni su una corretta sanificazione dei barattoli, trattamento degli ingredienti, pastorizzazione e conservazione. Prima di preparare una conserva (marmellate, confetture, composte, chutney, sottoli, sottaceti, frutta sciroppata, gelatine di frutta, marinature, pesto) è bene leggere attentamente le indicazioni riportate nel link in modo da non incorrere in rischi per la salute.

Altre ricette

I commenti (94)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Deborah ha scritto: mercoledì 08 giugno 2016

    ho delle pesche noci in giardino belle mature, posso utilizzare quelle? grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 08 giugno 2016

    @Deborah: Ciao! Certamente smiley 

  • maria ha scritto: martedì 29 settembre 2015

    posso sterilizzare i vasetti nel micro onde?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 06 ottobre 2015

    @maria: Ciao, ti consiglierei di sterilizzarli come indicato bollendoli nel metodo tradizionale oppure di sterilizzarli in lavastoviglie!

  • jessica ha scritto: lunedì 28 settembre 2015

    La quantità di zucchero non dovrebbe essere del 70% rispetto alla frutta?!o almeno è questo che ho letto in rete.. sono un po' confusa. baci smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 06 ottobre 2015

    @jessica: Ciao, per il rapporto frutta- zucchero la questione è variabile, molto dipende dalla dolcezza del frutto e dalla conservazione.. più zucchero è presente e più a lungo si può conservare!

  • Benedetta ha scritto: mercoledì 23 settembre 2015

    Mi hanno aperto alcuni vasetti: non mi rimane che consumarla al più presto o posso rimediare in altro modo (ulteriore bollitura, per esempio)?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 23 settembre 2015

    @Benedetta : Ciao Benedetta, una volta aperti è preferibile consumarli smiley Però potresti provare anche ad usarla in modo decisamente goloso: finanzieri alle noci con confettura di pesche e crostata in cui tu puoi sostituire la confettura di albicocche con quella alle pesche smiley

  • Tom ha scritto: martedì 15 settembre 2015

    Bisogna correggere la ricetta perché scrivere "Lasciate bollire a fiamma moderata senza mai mescolare per circa 40 minuti (16)," e poi nei commenti dire "@alessandra: Ciao Alessandra! E' importante mescolare durante la cottura per evitare che il composto si attacchi al fondo della pentola bruciando" è leggermente fuorviante!!! correggete

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 22 settembre 2015

    @Tom: Ciao Tom! Grazie per la segnalazione smiley Confermiamo la cottura sul fuoco di 40 minuti fino al raggiungimento di 108°C e la necessità di mescolare di tanto in tanto gli ingredienti per evitare che si attacchino al fondo della pentola smiley

  • Silvia ha scritto: domenica 06 settembre 2015

    Per addensare io ho usato 2 mele. È risultato un capolavoro!

  • alewow ha scritto: mercoledì 02 settembre 2015

    Ho provato a fare diverse marmellate/confetture, inclusa questa, ma il risultato è sempre molto, troppo liquido. Dove sbaglio?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 03 settembre 2015

    @alewow: ciao! Probabilmente la marmellata non è cotta a sufficienza! In ogni caso considera che una volta raffreddata tende molto ad addensarsi! Se hai già fatto questa prova la prossima volta prova a cuocerla per una decina di minuti in più! 

  • nonna1961 ha scritto: mercoledì 02 settembre 2015

    Non ho il termometro,come posso ovviare?grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 03 settembre 2015

    @nonna1961: Ciao, mi dispiace ma purtroppo in molte preparazioni il termometro si rivela indispensabile. Ti consiglio di acquistarne uno, anche online! Ad ogni modo posso consigliarti di portare la confettura alla consistenza che desideri. Un saluto!

  • Oriana ha scritto: martedì 01 settembre 2015

    Cara Sonia vorrei sapere se è possibile utilizzare il frullatore o il setaccio per ottenere una marmellata bella liscia e senza pezzetti..grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 17 settembre 2015

    @Oriana: ciao Oriana! Puoi farlo tranquillamente, segui il procedimento normalmente, dopodichè frullala! 

  • Eleonora ha scritto: mercoledì 26 agosto 2015

    Posso sostituire lo zucchero semolato con lo zucchero di canna? E se sì, quanto ne serve per un kg di frutta? Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 03 settembre 2015

    @Eleonora: Ciao! Puoi farlo e considerare la stessa quantità! smiley

10 di 94 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy