Mozzarella in carrozza

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 8 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

La mozzarella in carrozza è una tipica ricetta campana, molto usata anche nel Lazio: un gustoso antipasto fritto composto da fette di pane in cassetta dal ripieno di filante mozzarella passate nel la farina, nell’uovo e poi fritte.
Questa pietanza va consumata con moderazione, ma non concedersela ogni tanto, sarebbe davvero un peccato!
Per realizzare la mozzarella in carrozza, sarebbe appropriato utilizzare  preferibilmente mozzarella di bufala oppure fiordilatte.
Vi proponiamo qui le due versioni più diffuse: quella campana si prepara con mozzarella di bufala mentre quella romana con fiordilatte acciughe e prosciutto.
La mozzarella in carrozza è un antipasto sfizioso, per gustarla al meglio servitela ben calda!

Ingredienti
Uova 3
Latte intero 100 ml
Farina 00 q.b.
Sale fino 1 pizzico
Pepe nero q.b.
Acciughe sott'olio filetti 10
Pane bianco in cassetta 6 fette
Mozzarella di bufala 200 g
Mozzarella tipo fiorilatte 200 g
Prosciutto cotto 4 fette
per friggere
Olio di semi di arachide q.b.

Preparazione

Per realizzare la mozzarella in carrozza, prendete le fette di pane in cassetta o di pancarrè ed eliminate la crosta intorno al bordo con un coltello affilato (1). Per la versione campana: affettate la mozzarella di bufala ricavando delle fette di circa 1 cm di spessore che andrete a  disporre su una fetta di pancarrè, richiudete con un' altra fetta di pane e tenete da parte. Per la versione romana: tagliate il fiordilatte a fettine (2) e disponetele su due fette di pane in cassetta; la mozzarella non deve sbordare, eventualmente eliminate la parte in eccesso.

Poi farcite un sandwich con prosciutto cotto (4) e l'altro con le acciughe (5),  richiudete ciascuno con una fetta di pane (6).

Per distinguere le due versioni, tagliate la mozzarella in carrozza campana diagonalmente per ottenere due triangolini (7) mentre per la versione romana ricavate dei rettangoli (8) e dei quadrotti (9) .

In una ciotola ponete le uova, aggiungete il latte (10) il sale e il pepe e sbattete il composto con una frusta (11) o una forchetta. In un'altra ciotola versate la farina poi  prendete i sandwich e passateli da entrambi i lati prima nella farina (12), prestando particolarmente attenzione a ricoprire bene anche i bordi laterali,

poi immergeteli nel composto di uova e latte (13); con questa procedura, si formerà un sigillo che eviterà la fuoriuscita della mozzarella durante la frittura. Fate una doppia panatura per i quadrotti più piccoli. Passate alla cottura: ponete sul fuoco una padella ampia con abbondante olio di semi di arachide (scegliete l’olio di semi di arachide perché ha un punto di fumo più alto ovvero brucia a temperature più alte). La temperatura ottimale per la frittura è di 170°-180°, per verificarla si consiglia l'uso di un termometro per alimenti. Immergetevi i sandwich pochi alla volta (14) per non abbassare la temperatura dell’olio, fateli dorare in modo uniforme da ambo i lati (15).

Quando saranno pronti, scolateli (16-17) e poneteli su un vassoio rivestito di carta assorbente (18). Servite la mozzarella in carrozza ben calda.

Conservazione

Consigliamo di consumare la mozzarella in carrozza al momento.

Consiglio

Ricordate di non utilizzare mai il pane per tramezzini, perchè è troppo cedevole e rischia di rompersi durante la cottura. Piuttosto, ricorrete al pane da pagnotta, avendo cura di tenerlo nell'uovo un po' più a lungo. Se volete esagerare, potete passare il sandwich  nel pangrattato o nei semi di papavero prima della frittura, così la mozzarella in carrozza risulterà ancora più croccante!

Curiosità

Si dice che questa ricetta campana si nata per riciclare la mozzarella avanzata, che, ormai non più freschissima, non era possibile mangiare da sola.

Leggi tutti i commenti ( 237 )

I commenti (237)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

Leggi tutti i commenti ( 237 ) Scrivi un commento

Outbrain

Ultime ricette

Ho voglia di

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.