Nidi di rondine

Primi piatti
Nidi di rondine
139 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: elevata
  • Preparazione: 50 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio
  • Nota: + 30 minuti per riposare la pasta e 20 per il rassodamento

Presentazione

Nidi di rondine

Si dice che una rondine non faccia primavera ma i nidi di rondine che vi presentiamo oggi, invece, fanno proprio ricetta della domenica in famiglia. Una sfoglia di pasta fresca preparata in casa, proprio come quella che faceva la nonna con farina e uova fresche e poi farcita con funghi, prosciutto e formaggi... un irresistibile piatto domenicale ricco e saporito. Queste deliziose girandole oltre ad essere buone sono anche molto belle da vedere, infatti il loro ripieno arrotolato nella sfoglia all’uovo ricorda molto una rosa... sì, ma tutta da mangiare! Per questa domenica provate i nidi di rondine, siamo sicuri che faranno la gioia dei vostri commensali e anche la vostra nel sentirvi dire che siete stati dei cuochi bravissimi!

Ingredienti per 20 nidi
Farina 00 200 g
Uova intere medie a temperatura ambiente 2
per la besciamella
Latte fresco intero 550 g
Farina 00 40 g
Burro 50 g
Sale 1 pizzico
Noce moscata grattugiata 1 pizzico
per il ripieno
Funghi champignon 150 g
Prosciutto cotto a fette 140 g
Emmentaler a fette 140 g
Parmigiano reggiano grattugiato 50 g
Vai alle ricette con Farina 00

Farina 00

La Farina Barilla tipo 00 è indicata per ogni tua creazione in cucina che non richiede particolari modalità di impasto o lunghi tempi di lievitazione.
Ideale per pasta sfoglia, frolle, dolcetti, biscotti, besciamella, pastelle per fritture e creme.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Nidi di rondine

Per preparare i nidi di rondine cominciate dalla pasta fresca. In un recipiente versate la farina (1) poi spostatevi su una spianatoia, o sul piano d’appoggio, e aggiungete le uova a temperatura ambiente. Ricordate sempre di tenere da parte un po’ della farina poiché le uova potrebbero non riuscire ad assorbirla tutta (2). Cominciate mescolando con una forchetta (3).

Nidi di rondine

Dopodiché continuate con le mani (4) e quando avrete ottenuto un impasto più compatto trasferitevi sulla spianatoia, continuando ad impastare per bene fin quando il panetto non sarà liscio ed omogeneo: aggiungete farina al bisogno (5). Avvolgete la pallina nella pellicola trasparente e lasciate riposare, a temperatura ambiente, per una mezzora (6).

Nidi di rondine

Intanto dedicatevi alla preparazione della besciamella. In un pentolino mettete a scaldare 500 g di latte (7) e aromatizzatelo grattugiando della noce moscata (8). In un altro pentolino invece sciogliete il burro (9)

Nidi di rondine

e quando sarà sciolto unite la farina (10) e mescolate con una frusta cuocendo per un paio di minuti, otterrete così la base addensante chiamata roux (11). Stemperate con il latte caldo mentre mescolate (12)

Nidi di rondine

e proseguite la cottura, lavorando continuamente con la frusta, fino a quando la salsa non avrà raggiunto il bollore (13). Trasferite il tutto in una ciotola (14) e coprite con pellicola trasparente a contatto e lasciate raffreddare a temperatura ambiente (15).

Nidi di rondine

Passate al ripieno: iniziate pulendo i funghi champignon. Per prima cosa eliminate la base (16), poi con un pennellino raschiate tutto il terriccio presente (17) e infine affettate sottilmente (18). Ricordate che è consigliabile non lavare i funghi, per non fargli assorbire troppa acqua e perdere così di sapore e consistenza. Soltanto se questi sono particolarmente sporchi si può procedere con una sciacquata veloce sotto acqua fresca oppure pulirli con un panno umido.

Nidi di rondine

Riprendete la pasta e tiratela con un matterello su una spianatoia leggermente infarinata (19), dovrete ottenere un rettangolo di 50x30 dello spessore di circa 1-2 mm (20), eventualmente potrete pareggiare i bordi tagliandoli con una lama. Trasferite la pasta su un foglio di carta forno (21);

Nidi di rondine

Distribuite quindi 2-3 cucchiaiate abbondanti di besciamella stendendola accuratamente su tutta la superficie e lasciando un paio di centimetri dai bordi (22). Poi cominciate a farcire, quindi disponete le fettine di prosciutto (23), i funghi e cospargeteli con il Parmigiano grattugiato (tenendone un po’ da parte) insieme ad un pizzico di sale (24).

Nidi di rondine

Per finire adagiate l’Emmentaler a fette (25). Bagnate i bordi con pochissima acqua, così da farli diventare adesivi (26) e infine arrotolate l’impasto aiutandovi con la carta forno (27).

Nidi di rondine

Avvolgete il rotolo nella carta (28) e adagiatelo su un vassoio riponendo il tutto in freezer per circa 20 minuti (29). Questo procedimento è indispensabile affinché mantenga perfettamente la forma al taglio. Intanto versate qualche altra cucchiaiata di besciamella in una pirofila da 30x20 e distribuite accuratamente su tutta la superficie (30).

Nidi di rondine

Poi stemperate la besciamella con i 50 grammi di latte restanti, così da renderla molto più morbida e tenetela da parte: servirà per condire successivamente (31). Trascorso il tempo di rassodamento, riprendete il rotolo e affettatelo ottenendo 20 girandole da un paio di centimetri ognuna (32). Poi sistemate queste ultime nella pirofila adagiandole una sopra l’altra e leggermente sovrapposte e inclinate (33).

Nidi di rondine

Cospargete la superficie con la besciamella diluita (34), spolverizzate con il restante Parmigiano (35) e cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 40 minuti. I vostri nidi di rondine sono pronti per essere impiattati e gustati (36)!

Conservazione

I nidi di rondine possono essere cotti e conservati per 1-2 giorni, tenendoli in frigorifero e coperti con pellicola trasparente.

Si sconsiglia di preparare con troppo anticipo l’impasto, poiché la pasta all’uovo tende a scurirsi e la besciamella renderebbe troppo molle la base.

Consiglio

Provate diversi mix di ingredienti per soddisfare il vostro palato! Provate i nidi di rondine anche in versione ortolana: basterà farcire con un mix di verdure grigliate.

I commenti (139)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Laura ha scritto: mercoledì 13 luglio 2016

    Un rettangolo 100 X 60 diviso in due parti dà due rettangoli 50 X 60 oppure due da 100 X 30. O si deve dividere in 4? Euclide si sta rivoltando poveretto ????

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 27 luglio 2016

    @Laura: Ciao Laura, abbiamo di recente rivisto la ricetta e la misura corretta è 50x30!

  • Andreea ha scritto: martedì 28 giugno 2016

    Potrei aggiungere anche i funghi porcini insieme ai champignon?Grazie mille!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 28 giugno 2016

    @Andreea: Certo, puoi usare il ripieno che preferisci!

  • eva ha scritto: giovedì 14 aprile 2016

    Si può usare la sfoglia per lasagna gia pronta?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 14 aprile 2016

    @eva: Ciao Eva noi ti consigliamo di realizzarla a casa, le cose fatte a mano sono sempre più buone! Ma se preferisci o se hai già acquistato quelle puoi utilizzarle! 

  • Elena ha scritto: lunedì 28 marzo 2016

    Ottime!

  • erminia ha scritto: venerdì 18 marzo 2016

    Si può usare la pasta filo ?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 21 marzo 2016

    @erminia:Ciao Erminia, si può provare anche questa variante, considera però che la pasta fillo è più delicata e richiede tempi di cottura diversi.

  • cristina ha scritto: venerdì 19 febbraio 2016

    Bene, domani li preparo con prosciutto, provola affumicata e noci allora! Un'ultima domanda: ho comprato la pasta pronta in fogli da 16x22 circa...meglio creare dei piccoli nidi o assemblare 2 fogli insieme? Grazie in anticipo!

  • cristina ha scritto: martedì 16 febbraio 2016

    Ma se sostituisco nel ripieno i funghi con delle noci spezzettate?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 16 febbraio 2016

    @cristina: ciao Cristina! Le noci andranno benissimo smiley

  • cri ha scritto: domenica 31 gennaio 2016

    ma la pasta non va prima lessata grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 01 febbraio 2016

    @cri: ciao! Per questa ricetta non è necessario smiley

  • Gianna ha scritto: giovedì 14 gennaio 2016

    Ciao! Io vorrei sapere se non è opportuno cuocere la pasta per un paio di minuti prima di assemblare o basta già la cottura in forno?

  • Luigina ha scritto: mercoledì 06 gennaio 2016

    Preparate oggi deliziose.

10 di 139 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy