Nidi di rondine

Primi piatti
Giallozafferano - Barilla La qualità degli ingredienti fa la differenza in ogni ricetta
Nidi di rondine
198 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 45 min
  • Cottura: 50 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: medio
  • Nota: + il tempo di riposo della pasta fresca (circa 1 ora)

Presentazione

I nidi di rondine sono un primo piatto di pasta fresca all'uovo, ottimo da mangiare e molto bello da vedere. Dopo averli preparati, rimarrete stupiti non solo per il loro gusto ricco, ma anche per l' aspetto, molto particolare ed elegante, che ricorda la forma di una rosa. I nidi di rondine che vi proponiamo sono dei rotoli realizzati con dell'ottima pasta fresca fatta in casa, farcita con un appetitoso ripieno di prosciutto cotto, funghi, formaggio e besciamella. Fatevi un regalo e portate in tavola questo piatto: il suo mix di sapori particolarmente invitante non passerà certo inosservato! I nidi di rondine sono davvero adatti per ogni occasione e potranno rivelarsi anche una bellissima e originale idea da realizzare per la Festa della Mamma!

Ingredienti per la pasta fresca (per 16 nidi)
Farina tipo 00 400 g
Uova intere medie a temperatura ambiente 4
per la besciamella
Latte fresco intero 1 l
Farina tipo 00 80 g
Burro 100 g
Sale 1 pizzico
Noce moscata grattugiata 1 pizzico
per il ripieno
Funghi champignon 300 g
Prosciutto cotto a fette 400 g
Emmentaler a fette 300 g
Parmigiano reggiano grattugiato 60 g
per cospargere
Parmigiano reggiano grattugiato 20 g

Preparazione

Nidi di rondine

Per preparare i nidi di rondine iniziate dalla pasta fresca all'uovo. Setacciate e disponete a fontana la farina sul piano di lavoro (1), poi formate un incavo nel centro e rompetevi, una alla volta, le uova a temperatura ambiente. Mescolate con una forchetta partendo dal centro (potete usare anche un cucchiaio) (2), prendendo man mano la farina dai bordi; lavorate poi con le mani l’impasto, raccogliendo poco a poco tutta la farina che si trova sul piano di lavoro (3) (nel caso l’impasto non risultasse leggermente duro, aggiungete uno o due cucchiai di acqua tiepida).

Nidi di rondine

Continuate a impastare fino a quando il composto risulterà liscio e compatto (4); a questo punto avvolgete la pasta ottenuta nella pellicola trasparente e lasciatela riposare per circa 1 ora in un luogo fresco e asciutto (5). Nel frattempo preparate la besciamella: mettete a scaldare leggeremnte in un pentolino il latte fresco e a parte fate sciogliere il burro a fuoco basso; quando il burro si sarà ben sciolto, spegnete il fuoco e aggiungete la farina setacciata a pioggia, mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi (6).

Nidi di rondine

Successivamente rimettete sul fuoco dolce e tostate la farina, fino a farla diventare dorata; avrete così ottenuto il roux. Aromatizzate il latte con la noce moscata e un pizzico di sale, poi unitelo poco alla volta al roux (7), mescolando energicamente il tutto con la frusta. Cuocete per 5-6 minuti a fuoco dolce finché la salsa si sarà addensata e inizierà a bollire (8). Spegnete dunque il fuoco e mettete la besciamella che avete ottenuto in una ciotola coprendola con la pellicola trasparente a contatto perché non si crei la pellicina in superficie (9).

Nidi di rondine

Passate ora alla pulizia dei funghi: con un coltellino affilato dalla lama liscia cominciate a eliminare la parte terrosa sul gambo, raschiandolo con delicatezza fino ad eliminare qualsiasi traccia di terra (10). Se i funghi sono abbastanza puliti, eliminate i pochi residui di terra con un pennello oppure con un panno di cotone (11) (se invece sono ancora molto sporchi, passateli velocemente sotto un getto di acqua corrente fredda). Terminata la pulizia, tagliate i funghi interi nel senso della lunghezza (12) e metteteli da parte.

Nidi di rondine

Trascorsa un’ora, togliete la pasta fresca dal frigorifero: la sua consistenza dovrà risultare più morbida ed elastica. Infarinate il piano di lavoro e prima di stendere la pasta  appiattite il vostro panetto effettuando una leggera pressione con le dita (13). Stendete la sfoglia (14), arrotolando un'estremità dell'impasto sul mattarello e tenendo ferma con una mano l'altra estremità della sfoglia, e fate scorrere il mattarello. Occorre fare pressione quando si spinge il matterello verso l'esterno e diminuire la pressione quando si sposta il mattarello verso l'interno. Fate fare un quarto di giro alla sfoglia e ripetete lo stesso movimento fino a quando otterrete una sfoglia piuttosto sottile di circa 1-2 mm delle dimensioni di 100x60 cm. A questo punto con una spatola dividetela in due parti uguali della dimensione di 50x30 cm (15); adagiatele una alla volta su un foglio di carta da forno che taglierete leggermente più largo rispetto alla sfoglia di pasta e che vi aiuterà nella preparazione del rotolo.

Nidi di rondine

Passate poi ad assemblare i nidi di rondine: prendete una delle due parti di pasta fresca che avete ottenuto e con un cucchiaino stendete su tutta la superficie uno strato di besciamella (16); avanzate una parte della besciamella, poichè successivamente vi servirà per coprire i nidi, una volta completati. Coprite tutta la superficie della pasta fresca con le fette di prosciutto cotto (17), quindi distribuite in maniera uniforme i funghi che avete tagliato e aggiungete anche il formaggio grattugiato, avanzandone due cucchiaini (18).

Nidi di rondine

Regolate di sale (19) e pepe a vostro piacimento, dopodiché completate il ripieno adagiando le fettine di Emmentaler (20). Arrotolate la pasta fresca su se stessa, aiutandovi con la carta forno (21), ponetela in una teglia coperta da pellicola trasparente e mettete in freezer per 10-20 minuti.

Nidi di rondine

Nel frattempo preparate l’altro rotolo procedendo nello stesso modo, quindi lasciatelo riposare in freezer sempre per 10-15 minuti (22). Prendete una teglia delle dimensioni di 25x35 cm e cospargete il fondo con la besciamella che avevate preparato in precedenza (23). Trascorso il tempo necessario, togliete i rotoli dal freezer e tagliateli a fette dello spessore di 2 cm (24): dovrete ottenere 16 nidi di rondine.

Nidi di rondine

Disponete nella pirofila i nidi in modo che aderiscano bene l’uno all’altro (25) e copriteli con la besciamella che avete tenuto da parte, quindi da ultimo spolverateli con il Parmigiano avanzato (26). Fate cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per circa 40 minuti (o in forno ventilato a 160° per circa 30 minuti), finché la besciamella non si sarà ben dorata. Trascorso il tempo necessario, spegnete il forno e servite i nidi di rondine ben caldi (27).

Conservazione

Potete conservare i nidi di rondine in frigorifero, coperti con pellicola trasparente o in un contenitore ermetico per 1-2 giorni. Potete prepararli il giorno prima, mantenerli in frigorifero coperti con pellicola trasparente e cuocere il giorno dopo. E’ possibile congelare i nidi, solo se si sono utilizzati tutti ingredienti freschi, meglio da crudi: per cuocerli sarà sufficiente scongelarli in frigorifero circa 24 ore prima e poi infornarli. Se vi avanza la besciamella, una volta fredda, potete conservarla in frigorifero, chiusa in un contenitore ermetico, per 2-3 giorni al massimo. All'occorrenza per farla tornare liscia e cremosa, basterà lavorarla con le fruste di uno sbattitore elettrico; se necessario potete aggiungere poco latte per renderla più fluida durante la lavorazione con le fruste. La besciamella si può congelare per circa 1 mese.

Il consiglio di Sonia

Questi nidi di rondine sono davvero gustosi, ma perché non provarli anche nella versione vegetariana con verdure grigliate? Saranno ottimi con le zucchine! Se invece volete un gusto più deciso, al posto del prosciutto cotto potete farcire i vostri nidi con dell’ottimo speck. E ancora, provateli con il ragù oppure con la ricotta e gli spinaci: largo alla fantasia!

Scopri tutte le ricette

I commenti (198)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • cri ha scritto: domenica 31 gennaio 2016

    ma la pasta non va prima lessata grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 01 febbraio 2016

    @cri: ciao! Per questa ricetta non è necessario smiley

  • Gianna ha scritto: giovedì 14 gennaio 2016

    Ciao! Io vorrei sapere se non è opportuno cuocere la pasta per un paio di minuti prima di assemblare o basta già la cottura in forno?

  • Luigina ha scritto: mercoledì 06 gennaio 2016

    Preparate oggi deliziose.

  • Lella tufano ha scritto: mercoledì 06 gennaio 2016

    Si possono usare le fettuccine non all'uovo?

  • LAURA ha scritto: venerdì 18 dicembre 2015

    con una pasta fresca gia pronta in fogli quanti fogli ci vogliono per fare sedici nidi? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 18 dicembre 2015

    @LAURA: ciao Laura, ci vorranno circa 500 grammi di pasta fresca! 

  • roberta ha scritto: giovedì 12 novembre 2015

    Provateli con speck +radicchio rosso e besciamella oppure funghi salsiccia e besciamella sono uno spettacolo robby

  • Marco ha scritto: lunedì 02 novembre 2015

    Bellissima ricetta, semplice, ma gustosissima. Io ad esempio mi sono appassionata ai nidi di rondine piacentini grazie a un mio viaggio in questa pianura, ma essendo lontana ho dovuto ricercare gli stessi prodotti e grazie al sito salumievinipiacentini.com ho riscoperto il gusto di questo piatto. Consiglio a tutti di provare la ricetta anche con i tortelli di zucca e burro e salvia!

  • Anna ha scritto: martedì 27 ottobre 2015

    Fatte! Solo che io non ho potuto utilizzare i funghi perché mio marito non li mangia. Comunque buonissimi anche con solo prosciutto e formaggio all'interno.

  • Nuny ha scritto: domenica 25 ottobre 2015

    Ciao Sonia , seguo sempre alla lettere le tue ricette , e mi riescono sempre alla meraviglia! Questa volta però la pasta , una volta cotta nei tempi indicati , è diventata durissima e immangiabile. Ho messo abbondante besciamella, quindi non erano secca era proprio dura. Come mai ? Grazie

  • Mah vah ha scritto: martedì 20 ottobre 2015

    Faro questa ricetta domenica prossima. E sarà sicuramente buonissima. Perché tutte le ricette di giallo zafferano che ho realizzato sono state sempre un successo. Tutte.brava Sonia.

10 di 198 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento