Orata al cartoccio

Secondi piatti
Orata al cartoccio
89 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 2 persone
  • Costo: medio

Presentazione

L'orata al cartoccio è un secondo piatto genuino e saporito che esalta il gusto delicato di questo pesce di mare. La cottura al cartoccio non solo preserva le sostanze nutritive dell’alimento ma permette di ridurre i grassi insaporendo con leggerezza; noi abbiamo scelto erbe aromatiche come il timo e il prezzemolo, il limone e l’aglio per rendere speciale questa pietanza nella sua semplicità. Una volta pulita l’orata seguendo la nostra scuola di cucina, la preparazione sarà un gioco da ragazzi. Portate in tavola l’orata intera nel cartoccio per poi sfilettarla al momento, così sprigionerà tutti gli aromi e profumi.

Ingredienti per 4 orate
Orata da 400 gr ciascuna 4
Aglio 8 spicchi
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Prezzemolo 4 ciuffi
Timo 4 rametti
Olio extravergine d'oliva 40 g
Limoni 8 fette

Preparazione

Orata al cartoccio

Per realizzare l’orata al cartoccio iniziate con la pulizia dell’orata: con le forbici operate un taglio sul ventre e procedete dritto fino sotto la testa (1), quindi estraete le interiora. Lavate bene il ventre del pesce sotto l’acqua corrente (2) per togliere ogni traccia di sangue rimasta. Sempre con le forbici tagliate per prima la pinna laterale vicino alla testa (3), poi tagliate la pinna caudale situata sotto il ventre e quella dorsale. Capovolgete il pesce dal lato opposto ed eliminate l’altra pinna laterale e quella caudale. Con l’apposito attrezzo squamatore, o con la lama di un coltello, squamate accuratamente l’orata, passando ripetutamente l'attrezzo dalla coda verso la testa. Passate di nuovo l’orata sotto l’acqua corrente, lavandola con cura anche all’esterno.

Orata al cartoccio

Lavate e tritate il prezzemolo (4). Appoggiate un foglio di carta da forno su una teglia adagiate al centro l’orata pulita, salate (5) e pepate (6) l’interno.

Orata al cartoccio

poi farcite con gli aromi: i rametti di timo (7) precedentemente lavati e asciugati, gli spicchi di aglio interi ma sbucciati, le fettine di limone (8)e l’olio extravergine di oliva  (9).

Orata al cartoccio

Versate in filo di olio di oliva anche sopra l’orata (10) poi richiudete il foglio di carta da forno arrotolando le due estremità (11). Avvolgetelo poi nella carta stagnola (12)

Orata al cartoccio

arricciando anche in questo caso le estremità per sigillare (13). Adagiate l'orata su una teglia (14) e cuocete in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 30 minuti (con forno ventilato a 160° per 20  minuti) . A cottura ultimata sfornate l’orata, lasciatela intiepidire e poi servitela nel cartoccio stesso spolverizzandola con il prezzemolo fresco (15).

Conservazione

Conservate l’orata in frigorifero in un contenitore ermetico per un giorno. Potete congelarla se avete utilizzato ingredienti freschi, meglio da cruda già pulita.

Consiglio

Chi ama i sapori decisi può aggiungere del peperoncino fresco al ripieno di aromi.

Altre ricette

I commenti (89)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Lisa ha scritto: mercoledì 29 giugno 2016

    I miei ragazzi oggi hanno pescato orate e cefali, siamo al mare.Posso usare le.ricette sopra per entrambi i pesci? Grazie per le Vs pratiche , utili e comode ricette! Evviva voi!!!!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 29 giugno 2016

    @Lisa: Puoi anche provare le nostre ricette dell'orata al forno, orata in padella o anche delle deliziose llinguine al profumo di cefalo dal blog @alfredo! Un saluto! smiley

  • vecchio ha scritto: martedì 31 maggio 2016

    Sono poco pratico del forno a microonde,vorrei sapere se si può usare la carta stagnola come riportato nella ricetta Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 01 giugno 2016

    @vecchio: Ciao! Nella maggior parte dei microonde non si può utilizzare la carta stagnola! 

  • Gabriella ha scritto: domenica 29 maggio 2016

    Buona veramente! Come tutte le ricette che pubblicati!

  • anto ha scritto: giovedì 19 maggio 2016

    Buonissime le ho cucinate ieri

  • mara ha scritto: mercoledì 27 aprile 2016

    Ciao Sonia, le tue ricette sono semplici ma gustose anche per i principianti! Volevo chiederti se posso usare le trote. Grazie.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 29 aprile 2016

    @mara:Certo Mara smiley

  • elisa ha scritto: sabato 02 aprile 2016

    Ciao potrei sapere come è meglio cuocere un ' orata x me che sono a dieta? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 04 aprile 2016

    @elisa: Ciao Elisa! Questa ricetta è perfetta se preferisci puoi omettere l'olio e aggiungerne giusto un filo a crudo! 

  • Selene ha scritto: venerdì 25 marzo 2016

    Il tempo di cottura indicato nella ricetta non serve neanche a dare calore al pesce. Ci vuole un'ora minimo se non anche un'ora e mezza. Considerate con il cartoccio (stagnola + carta forno) il pesce è come se fosse protetto dal calore e quindi ci mette più tempo a cuocere.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 25 marzo 2016

    @Selene: Ciao Selene, certamente dipende da forno a forno, purtroppo non tutti cuociono alla stessa maniera! Noi utilizzando delle orate di 400 grammi e cuocendole 30 minuti abbiamo ottenuto dei pesci ben cotti! 

  • Cetty ha scritto: venerdì 12 febbraio 2016

    Perché scrivete 20 minuti di cottura quando ci vuole almeno 1 ora?? Non è corretto avrei fatto altro..

  • Dario UCCHIELLO ha scritto: martedì 29 dicembre 2015

    Per una orata da un chilo e mezzo quanto tempo deve durare la cottura?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 31 dicembre 2015

    @Dario UCCHIELLO : Ciao, prova a verificare che sia cotto dopo 35-40 minuti! smiley

  • Magda ha scritto: lunedì 21 dicembre 2015

    Come cucinare orata congelata di 3 kg. Devo scorgerla prima di cuocerla? Quali sono i tempi di cottura?? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 24 dicembre 2015

    @Magda: Ciao, si il pesce va scongelato in frigorifero la sera prima di quando vuoi prepararlo. Poi sciacqualo bene sotto acqua corrente, quindi tamponalo con carta da cucina e cucinalo come desiderato! smiley

10 di 89 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI