Orata al forno

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 2 persone
  • Costo: medio
  • Nota: + il tempo di pulizia del pesce; il tempo di cottura del pesce può variare in base alle sue dimensioni

Presentazione

Ogni volta che vi trovate davanti al banco del pesce ve ne andate sconsolati perché non sapete mai come cucinarlo? Dovete organizzare una cenetta intima e scartate a priori i piatti di pesce per paura delle temutissime lische? Niente paura: pulire e cuocere il pesce è più facile di quanto pensiate! Se poi il pesce è una saporitissima orata farete un figurone con i vostri ospiti. Magari potete cominciare con un piatto di pasta. Scegliendo per esempio l'armonia tra mare e monti grazie al condimento di pesto di pistacchi, gamberi e pomodori che abbiamo fatto per la pasta senza glutine! L’orata al forno è un secondo piatto di pesce semplice da preparare, per gustare tutto il buono del pesce esaltato dal profumo di limone e delle erbe aromatiche che lo impreziosiscono in cottura. Accompagnata con gustose patate, l’orata al forno è ideale per una cena o un pranzo importanti, dove il gusto si sposa con la leggerezza. Cosa state aspettando? Mettete da parte i dubbi: una volta portata in tavola non potrete che ricevere i complimenti dei vostri commensali!

Guarda anche: Orata al cartoccio »
Ingredienti:
Orata 900 g
Patate 400 g
Aglio 2 spicchi
Rosmarino 1 rametto
Timo 1 rametto
Origano secco 1 pizzico
Limoni 2 fette
Fiocchi di sale q.b.
Pepe nero q.b.
Sale fino q.b.
Olio extravergine d'oliva 40 g

Preparazione

Per preparare l’orata al forno si parte dalla pulizia dell’orata: con una forbice tagliate le pinne (1), poi desquamatela sotto l’acqua corrente utilizzando il dorso di coltello o, se l’avete, con l’apposito attrezzo per desquamare il pesce (2) oppure con la lama di un coltello. Con un paio di forbici praticate un taglio sul ventre dell’orata, procedendo dritto fino a sotto la testa (3).

A questo punto levate le interiora (4) e sciacquate bene l’orata sotto l’acqua corrente per eliminare le impurità (5). Riempite la cavità con i rametti di rosmarino (6),

i rametti di timo (7), i due spicchi d'aglio scamiciati, salate e pepate (8) e aggiungete da ultimo due fette di limone. Mettete l'orata da parte per un momento e passate alle patate: lavatele e sbucciatele con un pelapatate (9),

poi tagliatele a fettine molto sottili con una mandolina (10). Mettete le patate in una ciotola e condite con olio (11) e origano secco (12).

Aggiungete anche i fiocchi di sale (13) e mescolate bene. Prendete una teglia da forno versate le fettine di patate (14), lasciando un pò di spazio al centro e cercando di non sovrapporle eccessivamente (15), in modo che diventino ben croccanti durante la cottura.

Adagiate l'orata al centro della teglia, accanto alle patate (16). Aggiungete un ultimo filo d’olio (17) e infornate a 180° per 40 minuti (forno statico). Sfornate (18) e rimuovete dalla pancia dell’orata tutti gli odori, il limone e l’aglio. La vostra orata al forno è pronta per essere sfilettata e servita!

Conservazione

Si consiglia di consumare l’orata appena sfornata. Se dovesse avanzare conservatela insieme alle patate in frigorifero, ben coperta con la pellicola trasparente o in un contenitore ermetico per 2-3 giorni al massimo. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se preferite le patate a spicchi invece che a fette, infornatele una ventina di minuti prima dell’orata e poi, una volta aggiunto il pesce, proseguite la cottura. In questo modo le patate saranno ugualmente croccanti e ben dorate. Potete accompagnare la vostra orata con le patate con un filo d’olio extravergine d’oliva o con una grattugiata di scorza di limone. I più golosi possono accompagnarla con un po’ di maionese.

Curiosità

I fiocchi di sale più famosi d’Europa sono quelli di Maldon, in Inghiterra: sono conosciuti fin dai tempi della colonizzazione romana delle isole britanniche e, con la loro caratteristica forma a piramide cava, permettono di sciogliersi facilmente sulle pietanze mantenendo però la loro croccantezza. I fiocchi di sale potrebbero sembrarvi più salati rispetto al sale d’uso comune, ma in realtà è tutto merito della loro particolare forma: una singola scaglia ha una superficie più ampia rispetto a un normale granello di sale e per questo stimola maggiormente i nostri recettori del gusto, facendoci percepire ancora più sapore.

Leggi tutti i commenti ( 88 )

I commenti (88)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

Leggi tutti i commenti ( 88 ) Scrivi un commento

Ultime ricette

Ho voglia di

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.