Paccheri al sugo di calamari

Primi piatti
Paccheri al sugo di calamari
72 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Paccheri al sugo di calamari

Dalla cucina arriva or ora un profumino niente male. Si sente il sapore del mare, sprigionato dagli anelli di calamaro cotti in un buonissimo sughetto di pomodoro insieme alla fragranza, fresca e aromatica, del prezzemolo tritato al momento. Che prelibatezza, sono i paccheri al sugo di calamari! Un primo piatto da fare espressamente per una cena veloce e che si pone come obiettivo quello di preparare qualcosa di sano e genuino! Il formato di pasta tipico campano ha la capacità di assorbire i condimenti, specialmente quelli a base di pomodoro, trasformando anche i piatti più semplici in prelibatezze da leccarsi i baffi. Profumati, colorati e saporiti. A questi paccheri al sugo di calamari non manca davvero nulla!

Ingredienti
Pasta paccheri 320 g
Calamari già puliti 500 g
Pomodori ciliegino 200 g
Passata di pomodoro 200 g
Olio extravergine di oliva q.b.
Vino bianco 50 g
Peperoncino fresco 1
Aglio 3 spicchi
Prezzemolo tritato 2 cucchiai
Sale fino q.b.

Preparazione

Paccheri al sugo di calamari

Per preparare i paccheri al sugo di calamari, ponete sul fuoco un tegame con abbondante acqua che servirà per la cottura della pasta: quando bollirà, potete salare a piacere. Cominciate poi a pulire i calamari. Se non fossero già stati puliti potrete farlo da voi, guardando la nostra scheda della pulizia dei calamari. Passate al taglio, quindi separate i tentacoli dal resto del calamaro e ottenete degli anelli di circa 1,5 cm (1). Poi tagliate a metà i pomodorini e tenete da parte (2). Per finire affettate sottilmente il peperoncino, dal quale eliminerete il picciolo (3).

Paccheri al sugo di calamari

Spremete gli spicchi d’aglio (eventualmente potete utilizzare gli spicchi interi sbucciati ed eliminarli a fine cottura) in un tegame dove avrete versato un giro d’olio (4) e lasciate insaporire per qualche minuto a fiamma bassa, insieme al peperoncino (5). Aggiungete gli anelli di calamaro insieme ai tentacoli e cuocete ad alta fiamma per 1 minuto appena (6), in modo che la carne dei calamari non si indurisca troppo.

Paccheri al sugo di calamari

Sfumate con il vino bianco (7) e lasciate evaporare per un paio di minuti. Unite i pomodorini (8) e la passata di pomodoro (9).

Paccheri al sugo di calamari

Mescolate (10) e cuocete a fuoco basso per 5-6 minuti. Intanto tuffate i paccheri in acqua bollente e salata (11) e poi scolateli (tenendo da parte un pò di acqua di cottura) a metà cottura versandoli direttamente nel tegame col sugo (12).

Paccheri al sugo di calamari

Per risottare la pasta avrete bisogno di qualche mestolo d’acqua di cottura della pasta (13): quindi versatene un po’ alla volta al bisogno e mescolate spesso. Nel frattempo tritate finemente il prezzemolo (14) e a cottura ultimata spolverizzatelo sui paccheri (15). È tutto pronto, i vostri paccheri al sugo di calamari si consumano caldissimi!

Conservazione

Potete conservare i paccheri al sugo di calamari per un giorno al massimo, tenendoli in un recipiente di vetro e coprendo con pellicola trasparente. Se preferite potete preparare in anticipo il sugo e poi cuocere la pasta. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

I paccheri al sugo di calamari sono davvero irresistibili con pomodoro e passata, ma se volete stuzzicare il palato allora dovete provare la versione in bianco. Anziché l’acqua di cottura della pasta utilizzate del fumetto di pesce.

I commenti (72)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Gianluca ha scritto: domenica 31 luglio 2016

    Buongiorno,ho seguito alla lettera i vostri consigli ,il finale un capolavoro delizione e fine al palato grazie ancora per le delizie che ci regalate.

  • Valentina ha scritto: lunedì 06 giugno 2016

    Su GZ c'è una ricetta si chiama "calamarata" Che cosa la differenza?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 06 giugno 2016

    @Valentina : Ciao Valentina, questa ricetta è differente sia per ingredienti, qui c'è la passata di pomodoro, che per la cottura che in questo caso vede risottare la pasta. Nell'altra versione invece non c'è la passata e la pasta viene ripassata in forno per racchiudere tutto il gusto ed il profumo nel cartoccio! Ad ogni modo ecco la calamarata, puoi dare un'occhiata e provare entrambe così da decidere quale preferisci smiley un saluto!

  • VALERIA ha scritto: martedì 31 maggio 2016

    CIao..io vorrei usare gli anelli di calamari surgelati...li devo scongelare prima della cottura o posso metterli direttamente a cuocere? cambiano le tempistiche di cottura? grazie mille!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 31 maggio 2016

    @VALERIA: Ciao Valeria puoi lasciarli scongelare e poi cuocerli. In questo caso cuoceranno in meno tempo! Un saluto!

  • Isa ha scritto: sabato 28 maggio 2016

    Semplice e veloce... squisita!!! L'unica cosa, al posto del vino bianco, che non avevo, ho sfumato con la birra... e ho aggiunto un pizzico di sale nel sughetto...

  • Isa ha scritto: sabato 28 maggio 2016

    Semplice e veloce... squisita!!! L'unica cosa, al posto del vino bianco, che non avevo, ho sfumato con la birra... e ho aggiunto un pizzico di sale nel sughetto...

  • Francesca ha scritto: sabato 07 maggio 2016

    Fantastica ! Non ho trovato i paccheri e l'ho fatta con i rigatoni, calamari freschi, morbidissimi. Il sugo è gustosissimo.... Insomma, questa pasta è stata apprezzata da tutti !! Grazie

  • Marinella ha scritto: lunedì 02 maggio 2016

    La ricetra sembra.così semplice che.anche una inesperta come me può farla, grazie GZ

  • Patty ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    grazie e torniamo ad occuparci di cucina. Grazie.GF.

  • silvia ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    @Pino Punzi: ciao, ti posso rispondere per come la vedo io, il pomodorino, che sia pachino, piccadilli,ciliegino, va' cotto poco perche' si sfalda subito e quindi perde in corposita' ed anche in gusto, si lascia solo appassire appena appena, cosi' mantiene di piu' anche colore e profumo..

  • silvia ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    per il pacchero bisogna stare attenti alla cottura, scuoce in fretta soprattutto se non e'di ottima qualita' .. Buon sabato a tutti smiley

10 di 72 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy