Paella de marisco

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    30 min
  • Preparazione:
    20 min
  • Dosi per:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Paella alla valenciana

Paella de marisco

La paella de marisco è un piatto unico a base di riso tipico spagnolo.
Come la tradizionale paella, anche la paella di marisco deve il suo nome al tegame in cui viene preparata.
Questa è una versione base della paella di marisco, caratterizzata dalla presenza delle cozze e dei gamberoni che addolciscono questo ottimo primo piatto.

Ingredienti
Cozze 500 gr
Calamari 500 gr
Pomodori passata 200 ml
Scampi 4
Gamberi gamberoni 8
Cipolle 1 grossa
Aglio 2 spicchi
Olio di oliva extravergine 8 cucchiai
Zafferano 2 bustine
Paprika dolce 1 cucchiaino
Peperoncino in polvere 1/2 cucchiaino
Fumetto di pesce disidratato 1,2l
Riso qualità Bomba (oppure Arborio o Carnaroli) 400 gr

Preparazione

Paella de marisco
Preparate il fumetto di pesce e tenetelo in caldo.
Pulite gli scampi e apriteli con l’aiuto di un paio di forbici (1) partendo dalla coda con un taglio che arrivi fino all’inizio della testa, questo servirà a facilitare l’apertura dei gusci una volta cotti; fate dischiudere le cozze in una pentola (2) e copritele con un coperchio in modo che rilascino il loro liquido.
Versate l’intera quantità di olio nella paella e scaldatelo a fuoco medio, aggiungete gli scampi e i gamberoni (3) e fateli dorare un paio di minuti per lato;
Paella de marisco
toglieteli con delle pinze e teneteli al caldo su un piatto (4), tagliate grossolanamente la cipolla e gli spicchi di aglio e metteteli nel mixer (5), tritate finemente (6)

Paella de marisco
e fate imbiondire il trito nella paella (7) per almeno 5 minuti a fuoco dolce, così che non bruci; aggiungete ora i calamari tagliati ad anelli (8) e fateli cuocere per 5-10 minuti (il tempo varia a seconda della grandezza). Trascorso questo tempo, versate la passata di pomodoro (9)

Paella de marisco
e le spezie (10); mescolate con un cucchiaio (11) e lasciate sobbollire un paio di minuti. Intanto versate le cozze in un colino così da filtrare il liquido e tenetele da parte al caldo (12).

Paella de marisco
Ora aggiungete il liquido (13): avrete pesato il liquido delle cozze, togliete dal totale del fumetto lo stesso peso del liquido delle cozze e sostituitelo con quest’ultimo in modo da ottenere sempre la stessa proporzione di liquido totale per la cottura del riso, ovvero 1,2l.
Versate anche il fumetto di pesce (14) e portate il tutto a leggero bollore, assaggiate e regolate di sale se necessario, quindi  unitevi il riso (15) spargendolo bene per tutto il tegame, aiutandovi eventualmente con il cucchiaio di legno; da ora in poi non dovrete più mescolare il riso, che dovrà cuocere per assorbimento del liquido.

Paella de marisco
Mantenete il fuoco vivace per i primi 7-8 minuti, poi abbassate la fiamma e proseguite la cottura a fuoco medio per altri 10 minuti.
A 5 minuti dalla fine cottura unite i gamberoni (16) e gli scampi (17), disponendoli già con gusto nel tegame. Non mescolate il riso. Quando il riso sarà cotto, unite anche le cozze (18) che avete fatto dischiudere in precedenza; a piacere potete tenerne qualcuna con il suo guscio da usare come decorazione.
Lasciate riposare il riso un paio di minuti, così che con la sua umidità e il suo calore anche quello sulla base della paella si stacchi bene. Servite la paella nel suo tegame.

Suggerimento: scoprite le altre varietà di paella su Cookaround, cliccate qui!

Curiosità

Per cuocere al meglio la paella bisognerebbe utilizzare la tradizionale paellera, in avalenciano chiamata solo Paella: una padella di forma circolare che si differenzia dalle altre padelle, oltre che per le due impugnature laterali, anche per le sue dimensioni.
La profondità della paella è di circa cinque-sei centimetri, mentre il diametro varia in base al numero di commensali: indicativamente, per 4 persone si usa una paella da 45 cm, per 10 persone quella da 1 metro. In occasioni particolari, per esempio per sagre paesane o feste di beneficienza, si possono vedere all'opera paelles di dimensioni gigantesche, che superano i 10 metri di diametro.

I consigli di Sonia

Visto che una volta che avrete posizionato tutti gli ingredienti nella “paella”, cioè nella pentola, non potrete più muoverli, è importantissimo che verifichiate la sapidità prima di aggiungere il riso e che misuriate la giusta quantità di liquido di cottura. Le proporzioni sono 1 a 3: se avete una tazza di riso, dovrete usare tre tazze di liquido per cuocerlo.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 166 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


166
Sonia-Gz ha scritto: Mercoledì 23 Luglio 2014  |  Rispondi »
@Sonia: Ciao! questa versione della paella di marisco non prevede l'uso di verdure. però se tu volessi aggiungerle potresti usare quelle tipiche della paella alla valenciana
165
Sonia ha scritto: Lunedì 21 Luglio 2014  |  Rispondi »
Per questa ricetta si possono aggiungere anche delle verdure?
164
Anna ha scritto: Giovedì 10 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ho fatto la paella de marisco più volte ed ho sempre seguito la ricetta alla virgola...é perfetta! grazie Sonia!
163
Sonia-Gz ha scritto: Lunedì 07 Aprile 2014  |  Rispondi »
@nuccio: Ciao, in questo caso i gamberoni e gli scampi ti servono anche interi nella ricetta ma, ma se preferisci puoi fare il fumetto con i carapaci di alcuni lasciandone interi solo 2-3!
162
nuccio ha scritto: Lunedì 07 Aprile 2014  |  Rispondi »
gli stessi gamberoni e scampi che uso per il fumetto li uso anche per preparare la paella?
161
alessia ha scritto: Martedì 01 Aprile 2014  |  Rispondi »
salve!! io non ho la paella;al suo posto potrei usare il wok???o rischio di bruciare tutto???
160
mariassunta ha scritto: Sabato 15 Marzo 2014  |  Rispondi »
Prova a cucinarla come spiegato da Sonia.Poi farai i tuoi commenti.!!!!
159
Nicola ha scritto: Lunedì 10 Febbraio 2014  |  Rispondi »
Ciao. nella paella de marisco quando va inserito il peperone? grazie
158
yena761 ha scritto: Domenica 09 Febbraio 2014  |  Rispondi »
si , con l'aggiunta del peperone è tanta roba
157
macchiapam ha scritto: Sabato 25 Gennaio 2014  |  Rispondi »
E' un piatto indimenticabile, se fatto come si deve: a mio gusto, la paella deve essere un po' "seca". Peccato però che in Spagna, oggi, molto spesso la si trovi di pessima qualità perchè, dato l'altissimo costo dello zafferano, lo sostituiscono con la curcuma. Un disastro. L'ultima paella davvero eccellente l'ho mangiata... a Praga!
10 di 166 commenti visualizzati

Lascia un Commento