Pan Mattino

Lievitati
Pan Mattino
236 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso
  • Nota: più il tempo di lievitazione: circa 3 h e 30 minuti

Presentazione

Il pan mattino è una ricetta ottima per la prima colazione:  un panbrioche morbido e gustoso!
L'impasto si può modellare come dei cornetti o  forma di chiocciole e, una volta cotto, il pan mattino potrà essere farcito a piacere con burro, marmellata e miele o nutella.
Il pan mattino si presta molto bene ad essere usato come brioche salata e quindi farcita con affettati misti.
Il pan mattino viene da una ricetta di Piergiorgio Giorilli.

Ingredienti per circa 20 pezzi:
Farina 00 400 gr
Farina manitoba 600 gr
Latte 500 ml
Burro 70 g
Miele 70 g
Sale fino 2 gr
Lievito di birra 25 g
Zucchero 160 g
Per lucidare
Uova 1 medio
Latte 15 ml
per guarnire
Zucchero a velo q.b.
Zucchero in granella q.b.

Preparazione

Pan Mattino

Per preparare il pan mattino, iniziate a scaldare il latte, che deve essere tiepido. Sciogliete il lievito in poco latte preso dalla dose totale (1). Mettete in una planetaria, munita di gancio, la farina 00 e la farina manitoba e aggiungete il lievito sciolto nel latte (2) e il miele (3).

Pan Mattino

Unite anche lo zucchero (4) e 375 ml di latte (5) e lavorate l’impasto per circa 3 minuti a velocità bassa. Aggiungete quindi il burro ammorbidito a temperatura ambiente (6) e aumentate la velocità (media) del gancio, per far si che l'impasto assorba bene il burro.

Pan Mattino

Unite infine il sale (7) e il restante latte poco alla volta (8), impastando per almeno 7-8 minuti, fino a che l’impasto risulterà liscio ed omogeneo (9). Mettete l’impasto così ottenuto in una ciotola, coprite con un canovaccio pulito e lasciate riposare per almeno un paio d'ore in forno spento e chiuso, con la luce accesa.

Pan Mattino

Trascorso il tempo necessario, l'impasto avrà raddoppiato di volume (10). Stendete l'impasto su di una spianatoia infarinata con un matterello, cercando si ottenere un rettangolo spesso mezzo centimentro (11). Per ottenere dei cornetti, ricavate dalla parte centrale una striscia della lunghezza 15 cm e alta 8 cm e dividetela in triangolini (12).

Pan Mattino

Praticate un taglietto centrale alla base di ogni triangolino (13) e afferrando i lati, girate il triangolo su se stesso (14). Formate così tutti i cornetti e posizionateli su di una leccarda foderata con carta da forno (15) e fatele lievitare ancora per circa 40-50 minuti, in forno spento e chiuso.

Pan Mattino

Per formare le chiocciole invece tagliate delle strisce larghe 2 cm dall'impasto steso (16) e arrotolatele a spirale (17-18). Sistemate anche queste su una leccarda con carta da forne e fatele lievitare per 40-50 minuti.

Pan Mattino

Sbattete l'uovo con il latte e trascorso il tempo della seconda lievitazione, lucidate i pan mattino spennellandoli con un pennello (19); se volete cospargete la superficie dei cornetti o delle chiocchiole con granella di zucchero. Infornate il pan mattino in forno caldo (statico) a 180° per 20 minuti, avendo cura di inserire sul fondo del forno una ciotola piena di acqua. Non appena le forme saranno ben dorate (20-21) estraetele e mettetele ad intiepidire su di una gratella, in modo che siano ben areate e possano raffreddare in modo uniforme. Ecco pronte il vostro pan mattino: spolverizzateli con lo zucchero a velo e farciteli a piacere!

Conservazione

E' meglio consumare il pan mattino appena fatto ma se vi avanza potete tenerlo sotto una campana di vetro per massimo due giorni!

Altre ricette

I commenti (236)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • giada76 ha scritto: sabato 20 dicembre 2014

    dunque volendo congelarli, io ho fatto una sola lievitazione e li ho messi nel congelatore su un vassoio quando saranno congelati li posso mettere in un sacchetto?!?! poi li faccio scongelare durante la notte e la mattina li spennello e li inforno è corretto?

  • Marzia ha scritto: lunedì 15 dicembre 2014

    Sonia sono buonissimi!!! io li ho fatti usando il lievito madre, impastati la sera e infornati la mattina dopo x la colazione...buonissimi anche per la merenda, ma...il giorno dopo duri! come mai?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    @Marzia:Ciao Marzia! Può capitare! L'ideale sarebbe conservarli in un contenitore di latta o avvolti nella pellicola a contatto smiley

  • daniela ha scritto: mercoledì 26 novembre 2014

    Ciao... posso far lievitare tutta la notte i cornetti e infornarli la mattina? Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 05 dicembre 2014

    @daniela:Ciao Daniela! Certo, l'importante è che tu lasci i cornetti in luogo ascoitto e protetto

  • anica ha scritto: martedì 25 novembre 2014

    grazie Sonia,ora lo preparerò con più tranquillità per figlia . Ancora grazie

  • anica ha scritto: lunedì 24 novembre 2014

    ciao Sonia,complimenti seguo sempre le tue ricette, vorrei chiederti se posso sostituire il latte e il burro per motivi di intolleranza con acqua e olio grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 24 novembre 2014

    @anica :prova questa ricetta: pan brioche all'olio

  • Annachiara ha scritto: venerdì 21 novembre 2014

    Ciao Sonia, posso fare l'impasto con le dose da te indicate ma poi usarne metà per la preparazione delle brioches e conservare l'altra metà in frigorifero? Grazie milleeee smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 21 novembre 2014

    @Annachiara: Puoi conservarla in frigo per 1 notte, poi prima di utilizzarla, lasciala a temperatura ambiente per 2-3 ore per far riprendere la lievitazione all'impasto smiley

  • fabrizio ha scritto: sabato 15 novembre 2014

    Che cosa posso usare al posto del lievito di birra?

  • mariella ha scritto: sabato 15 novembre 2014

    Ciao Sonia ho provato ben due volte questa ricetta dal sapore gradevole, anche se ho seguito tutti i passaggi e tempi di lievitazione a fine cottura sono duri come mai? E poi l'impasto non raddoppi ma resta uguale . help me. Grazie

  • serena ha scritto: venerdì 14 novembre 2014

    Sonia buongiorno, avevo bisogno di saper se posso sostituire la farina di manitoba, perché non sono abituata ad usarla e che differenza c'è con una 00.Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 14 novembre 2014

    @serena:ti consiglio di usare la farina 0 meglio se manitoba perchè è una farina forte indicata per tutti gli impasti lievitati.

  • Francesca ha scritto: domenica 26 ottobre 2014

    Aiuto! Si può usare solo farina 00?

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 28 novembre 2014

    @Francesca :Ciao, serve una farina forte tipo 0 o manitoba.

10 di 236 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento