Pan di Spagna

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    40 min
  • Preparazione:
    25 min
  • Dosi per:
    6 persone
  • Costo:
    Basso

Pan di spagna al cacao

Pan di Spagna

La ricetta del pan di spagna fa parte delle preparazioni base, ed è una delle più semplici e celeri da preparare. Nonostante questa sua semplicità, per preparare il pan di spagna sono necessari alcuni accorgimenti per far si che si possa raggiungere il risultato desiderato. Il pan di spagna è la materia prima per la realizzazione di torte farcite con crema e molte altre preparazioni piuttosto comuni come la zuppa inglese.

Esistono due modi per preparare il Pan di Spagna: il primo consiste nel montare le uova intere con lo zucchero senza dividere gli albumi dai tuorli; questa operazione è più semplice da realizzare usando una planetaria perchè richiede più tempo.
Il secondo metodo invece consiste nel dividere gli albumi dai tuorli e montarli separatamente unendo metà dello zucchero nei primi e il restante nei tuorli e poi unire i due composti delicatamente.

Ingredienti per una tortiera da 24 cm
Farina 75 g
Fecola di patate 75 g
Zucchero 150 g
Uova 5
Sale 1 pizzico
Vaniglia i semi di 1 bacca

Preparazione

Pan di Spagna
Per la preparazione del pan di Spagna, dividete gli albumi dai tuorli (1) mettendoli in due ciotole grandi separate (2); iniziate a sbattere con l'aiuto delle fruste elettriche, o della planetaria, i tuorli con metà dello zucchero (3). Sbatteteli a lungo, anche per 20 minuti perchè è questo passaggio che determinerà la sofficità e l'altezza del pan di spagna.
Pan di Spagna
Lavorate la crema fino ad ottenere un composto spumoso, gonfio e di colore giallo chiaro (4).
Sbattete ora, dopo aver pulito molto bene le vostre fruste, anche gli albumi a lucido (5) e dopo circa 5 minuti quando saranno già abbastanza gonfi e bianchi, aggiungete il restante zucchero (6)
Pan di Spagna
e proseguite a montare ancora per qualche minuto (7) (gli albumi vanno montati a lucido per evitare la formazione di grumi quando andrete ad unire i due composti). Unite gli albumi montati ai tuorli montati (8) e mescolate per amalgamare il composto (9)
Pan di Spagna
e a questo punto aggiungete la farina e la fecola di patate setacciate insieme (10) (volendo la vanillina), versandole nel composto tramite un setaccio per far si che non si formino grumi.
Mescolate il tutto con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo, facendo attenzione a non smontarlo.
Imburrate e infarinate per bene una teglia rotonda a cerniera del diametro di 24 cm e versate l'impasto (11) al centro dello stampo livellandolo per bene .
Fate preriscaldare il forno (modalità statica) a 180° e infornate il vostro pan di spagna per almeno 35-40 minuti senza mai aprire il forno nella prima mezz'ora di cottura, pena lo sgonfiarsi della torta.
Estraete lo stampo dal forno e fate raffreddare il pan di spagna nello stampo prima di aprirlo (12).

Conservazione

Potete conservare il pan di spagna al massimo per due giorni, sotto una campana di vetro o chiuso in un contenitore ermetico. Oppure in frigorifero avvolto nella pellicola trasparente. Comunque in un luogo non areato altrimenti diventerà secco.

Consiglio

Se avete teglie rotonde di diametro più grande rispetto a quello indicato nella ricetta, è importante sapere che per ogni 2 cm in più si aumenta di 1 uovo, 15 gr di farina, 15 gr di fecola e 30 gr di zucchero. Se avete teglie più piccole, varrà il procedimento inverso.

Curiosità

Inizialmente il pan di spagna si chiamava Pâte Génoise, ovvero pasta genovese e per quanto riguarda le origini del pan di spagna, si fanno risalire alla metà del 1700 quando il cuoco genovese Giobatta Cabona, inviato in Spagna al seguito del marchese ed ambasciatore Domenico Pallavicino, in occasione di un banchetto presentò una torta di incredibile leggerezza che prese il nome di Pan di Spagna per onorare la corte spagnola. Questa pasta si preparava a caldo, ovvero tutti gli ingredienti venivano aggiunti in una terrina che poggiava su una pentola con dell'acqua che bolliva. Col tempo questo metodo venne abbandonato e la Pâte Génoise divenne semplicemente il moderno pan di spagna.

I consigli di Sonia

Per verificare la cottura, passati i 40 minuti, bucate il centro della torta con uno stuzzicadenti: se vedete che � rimasta attaccata della pasta, la cottura non � ultimata. Per evitare che il Pan di Spagna, una volta cotto, si sgonfi, lasciatelo raffreddare per 10 minuti nel forno spento. Una volta pronto, potete tagliarlo orizzontalmente o a quadrotti e farcirlo a piacimento.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 1873 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


1873
Sonia-Gz ha scritto: Martedì 22 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Deborah: Ciao, se sono 40 cm di diametro puoi regolarti seguendo le indicazioni date, ogni 2 cm in più!
1872
Sonia-Gz ha scritto: Martedì 22 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Eli: il pan di spagna si prepara senza lievito, questa è la regola, bisogna montare bene le uova con lo zucchero e aggiungere le polveri setacciandole e incorporandole delicatamente senza lavorare troppo l'impasto. Ma se tu preferisci aggiungi pure il lievito. smiley
1871
Deborah ha scritto: Martedì 22 Aprile 2014  |  Rispondi »
ciao @sonia-gf...domenica ho il compleanno di mio figlio e ho coprato una teglia di 40cm volevo sapere che dosi dovevo eseguire le radoppio o le triplico mi serve un pan di spagna abbastanza alto...??? grazie mille
1870
Eli ha scritto: Lunedì 21 Aprile 2014  |  Rispondi »
Senza lievito non si va da nessuna parte... La ricetta così com'è da come risultato una mattonella, non un bel pan di Spagna...
1869
sabrina ha scritto: Venerdì 18 Aprile 2014  |  Rispondi »
Gentilissima,
seguo il tuo sito perchè mi torna sempre utile....però vorrei far notare un dettaglio: "5 uova" secondo me, non è corretto... bisognerebbe indicare il peso o, perlomeno la grandezza...suppongo che per questo pan di spagna così alto sono state usate delle uova molto grandi....l'ho fatto questo pomeriggio ed ho potuto tagliarlo in un solo strato....
pazienza...sarà per la prossima occasione...
1868
Sonia-Gz ha scritto: Venerdì 18 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Federica: scusa, evidentemente la tua domanda mi è sfuggita! Rimedio subito: probabilmente il problema era nell'impasto, forse hai lavorato troppo l'impasto dopo l'aggiunta della farina, così la massa è diventata troppo pesante ed è "collassato". La prossima volta ti consiglio di incorporare delicatamente le polveri senza indugiare troppo in questa operazione!smiley
1867
Federica ha scritto: Venerdì 18 Aprile 2014  |  Rispondi »
Che disdetta, ti seguo con tanta passione e per una volta (la prima) che chiedo un consiglio per risolvere un problema non mi hai risposto...ho scritto il 7 marzo...siamo a Pasqua smiley

"Ciao Sonia...io non ti disturbo mai ma questa volta urge il tuo aiuto please!!!
Come ti ho scritto, ho preparato la tua ricetta e una volta nel forno lo spettacolo era splendido, mi è cresciuto benissimo...dopo circa 40 minuti ho aperto il forno e fatto la prova della stecchino, visto che era cotto ho spento il forno e ho lasciato il pan di spagna a freddare con la porta del forno socchiusa! A breve la brutta sorpresa smiley si è afflosciato tutto piegandosi praticamente a metà sui bordi smiley
Cosa ho sbagliato?!?

Grazie mille! "
1866
Sonia-Gz ha scritto: Giovedì 17 Aprile 2014  |  Rispondi »
@ilaria: no, no è necessario il lievito, basterà montare bene le uova per ottenere un risultato ottimale!
1865
rosi bergamo ha scritto: Giovedì 17 Aprile 2014  |  Rispondi »
Come e la ricetta esats del pan di spagna con le dosi dimezzate del peso delle uova.
1864
ilaria ha scritto: Giovedì 17 Aprile 2014  |  Rispondi »
scusatemi, sono alle prime armi, ma volevo chiedere….non ci vuole anche il lievito per dolci per farlo gonfiare?
10 di 1873 commenti visualizzati

Lascia un Commento