Pan meino (pan de mej)

Dolci e Desserts
Pan meino (pan de mej)
63 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 15 pezzi

Presentazione

Il pan meino (o pan de mej), è un tipico dolce Lombardo; il suo nome deriva dalla parola miglio, ingrediente molto usato in antichità e che, mischiato ad altre farine, serviva per produrre il pane.
Con il tempo, il normale pane di miglio, si trasformò in un delicato dolce zuccherato che, secondo la tradizione, veniva preparato il giorno di San Giorgio (23 aprile per il calendario ambrosiano), data antica in cui si stipulavano i contratti per la fornitura di latte tra mandriani e lattai.
Il giorno di San Giorgio, data in cui fiorivano i sambuchi, si solennizzava quindi l’antico patto preparando il pan de mej cosparso di fiori di sambuco e i lattai, per l’occasione, regalavano ai propri clienti la panna liquida per accompagnare questo delizioso dolce, abitudine che continuò a persistere nel tempo.

Ingredienti per circa 15 pezzi
Farina 00 - 200 gr
Farina di mais fioretto 300 gr
Burro 150 g
Zucchero 150 g
Vaniglia i semi di 1 bacca
Lievito in polvere per dolci 1 bustina
Uova 3 medie
Sale 1 pizzico
sambuco fiori (facoltativi)

Preparazione

Pan meino (pan de mej)

Procedete nella preparazione del pan de mej, facendo sciogliere il burro a fuoco basso in un pentolino, quindi lasciatelo intiepidire.
Sgusciate le uova e mettetele dentro ad una ciotola capiente, dove aggiungerete lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia; sbattete gli ingredienti con uno sbattitore elettrico o una frusta fino ad ottenere un composto cremoso, quindi aggiungete il burro fuso ormai freddo, un pizzico di sale e mescolate.

Pan meino (pan de mej)

Mischiate la farina di mais con la farina 00 e la bustina di lievito quindi setacciate il tutto dentro alla ciotola contenente gli ingredienti liquidi. Mescolate ed amalgamate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido ma lavorabile con le mani. Prendete circa 60-70 gr di composto alla volta e formate una pallina che schiaccerete fino a formare un cerchio di 8 cm di diametro; procedete in questo modo fino a terminare l’impasto e disponete le sagome ottenute su di una teglia foderata con carta forno e, se li trovate in commercio, cospargete i dolci di fiori di sambuco.

Pan meino (pan de mej)

Spolverizzate tutte le sagome con dello zucchero semolato e poi con abbondante zucchero al velo, quindi infornate in forno già caldo a 180°C per 20 minuti. Trascorso il tempo necessario, sfornate i pan de mej e lasciateli raffreddare.

Altre ricette

I commenti (63)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • lucia ha scritto: sabato 14 maggio 2016

    Non riesco a trovare la farina fioretto. Posso macinare nel bimby la farina bramata?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 17 maggio 2016

    @lucia: Ciao Lucia, purtroppo non è la stessa cosa. Puoi provare a setacciare la farina con un setaccio a maglie larghe! 

  • alessia ha scritto: domenica 08 maggio 2016

    mi permetto due osservazioni: ci vuole il "cremore" (cremor tartaro), non i lievito per dolci e il sambuco (la panigada) NON è facoltativo! è proprio la caratteristica dei meini, se no sono solo tortine di farina gialla.....

  • Luisa ha scritto: lunedì 11 gennaio 2016

    Ciao Sonia, non ho trovato la farina di mais fioretto, potrei utilizzare la farina di mais normale, quella utilizzata per la polenta?Grazie mille.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 15 gennaio 2016

    @Luisa: Ciao Luisa! la farina di mais fioretto ha una grana più fine, molto più adatta a queste preparazioni. Con un'altra non otterrai lo stesso risultato, si sentirebbe troppo sotto i denti smiley

  • Crissel ha scritto: domenica 10 gennaio 2016

    Ciao! Appena fatto assaggio con prima infornata ancor tiepida... Uno spettacolo!!! Croccanti fuori e morbidi dentro... con la farina scrocchiarella sotto i denti provateli!!! Ps aggiunto atri 50g di farina00 x arrivare alla giusta consistenza.

  • Marialuca ha scritto: venerdì 13 novembre 2015

    Mi piace seguire le vostre ricette

  • moira ha scritto: domenica 21 dicembre 2014

    Se aggiungete mezzo bicchierino di anice alla fine dell impasto i biscotti sono più saporiti. i fiori di sambuco vanno inseriti secchi e sbriciolati con le mani. io li raccolgo e li faccio seccare al fresco e al buio e poi li chiudo in vaso ermetico. la faina di fioretto è quella che rende il biscotto casereccio e sentire i granelli in bocca è normale.

  • rita ha scritto: martedì 18 novembre 2014

    ciao,con queste dosi quanti panini vengono?grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 12 gennaio 2015

    @rita: Ciao Rita! 15 pezzi.

  • Giulio ha scritto: domenica 18 maggio 2014

    ciao Sonia, mi interessava una ricetta con il miglio, ma non ne ho trovate! ho trovato pero' la ricetta "pan de mej" (cioè pane di "miglio") ma tra gli ingredienti di miglio neanche l'ombra .... perchè? grazie.

  • Giancarlo ha scritto: domenica 27 aprile 2014

    Ma non sarebbe più indicato usare la farina di miglio anziche la farina di mais? grazie g.

  • ele93 ha scritto: venerdì 04 aprile 2014

    Ciao ma i fiori di sambuco eventualmente da cospargere sono freschi??

10 di 63 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI