Panna cotta

Dolci e Desserts
Panna cotta
645 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il tempo di raffreddamento

Presentazione

Panna cotta

La panna cotta è sicuramente uno dei dolci al cucchiaio più conosciuti e apprezzati non solo in Italia, ma anche all'estero, per la semplicità della sua preparazione e il suo gusto particolarmente delicato.
In Francia è molto popolare una ricetta chiamata blanc manger che ricorda quella della panna cotta.
Le origini precise di questo dolce sono sconosciute, si sa solo che è nata nella zona delle Langhe piemontesi all'inizio del Novecento.
La panna cotta è un dessert che si può preparare in mille varianti, esistono infatti molte preparazioni simili che prevedono l’aggiunta di altri ingredienti per creare gusti sempre nuovi. Esiste anche una versione senza colla di pesce che potete trovare qui, ideale per i vegeteriani e gli intolleranti alle sostanze contenute nella gelatina.
La panna cotta è un dessert semplice, gustoso, che si presta bene ad ogni stagione grazie alla infinita varietà di accompagnamenti: ad esempio il caramello, il cioccolato fuso, oppure  le coulis di frutta fresca di stagione, uno degli abbinamenti più comuni è quello con i frutti di bosco.

Ingredienti per 4 stampini da 125 ml
Baccello di vaniglia 1
Gelatina in fogli 6 g
Panna fresca liquida 500 ml
Zucchero a velo 150 g

Preparazione

Panna cotta

Per realizzare la panna cotta, per prima cosa mettete a mollo i fogli di gelatina in acqua fredda per 10 minuti (1) e tagliare nel senso della lunghezza la bacca di vaniglia (2), estarete i semi e tenete da parte. Mettete in un pentolino la panna (3),

Panna cotta

aggiungete la bacca di vaniglia incisa e isuoi semi (4) (se non gradite l’aroma di vaniglia potete aromatizzare con la scorza di limone),  lo zucchero al velo  (5) e scaldate a fuoco basso il tutto, ma senza far bollire (6);

Panna cotta

strizzate bene la colla di pesce (7) che si sarà ammorbidita e immergetela nella panna (8), quindi mescolate fin quando non si sarà sciolta completamente.A questo punto, filtrate il composto per mezzo di un colino a maglie strette (9)

Panna cotta

in modo da trattenere la bacca di vaniglia (10). Ora preparate 4 stampini individuali della capacità di 125 ml oppure uno stampo unico a cassetta della capacità di crica 500 ml; bagnate l'interno degli stampini con acqua (oppure se preferite con un liquore per aromatizzare tipo il rhum), questa operazione serve per poter estrarre meglio la panna cotta una volta rassodata. Versate dentro la panna cotta aiutandovi con un mestolo (11). Mettete la panna cotta in frigorifero a rassodare (12) per almeno 5 ore e, al momento di servirla, immergete lo stampo per qualche secondo in acqua bollente, poi sformatela sul piatto da portata: servite al naturale, con caramello, con cioccolato fuso, o con una coulis di frutta fresca (per ulteriori dettagli consultate la nostra scheda Come preparare la coulis della Scuola di cucina).

Conservazione

Consigliamo di consumare la panna cotta appena fatta, ma se lo desiderate potete conservarla in frigorifero per un giorno al massimo, chiusa con un contenitore ermetico.
E’ possibile congelare la panna cotta per poi scongelarla in frigorifero.

Curiosità

Secondo la più antica tradizione Piemontese, la panna cotta andrebbe fatta raffreddare in stampini foderati di zucchero caramellato per dare più sapore al dolce.

Come utilizzare la colla di pesce

Leggi la scheda completa: Come utilizzare la colla di pesce

Consiglio

Per rendere la vostra panna cotta ancora più golosa vi suggeriamo di guarnirla con una salsa di frutta, che si può fare facilmente in casa, come la salsa di fragole, di kiwi, di pere o, ancora meglio a detta di qualcuno, con del caramello. Ai più libidinosi suggerisco una guarnizione di salsa al cioccolato con qualche fiocco di panna montata e contorno di fragole...impossibile resistere!

Altre ricette

I commenti (645)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Giovanna ha scritto: sabato 23 luglio 2016

    Ciao sono Giovanna non avendo la colla di pesce, si può sostituire con amido di mais o qualche altro ingrediente per addensare? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 25 luglio 2016

    @Giovanna :Cioa Giovanna, nel tuo caso ti consigliamo la ricetta della panna cotta senza colla di pesce

  • Anna ha scritto: giovedì 21 luglio 2016

    Troppo zucchero, troppo dolce, riproverò dimezzando le dosi dello zucchero

  • Giulia ha scritto: mercoledì 20 luglio 2016

    Salve, volevo chiederle se potessi sostitiure la vaniglia con la vanillina per dolci e che dosi?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 20 luglio 2016

    @Giulia: Ciao Giulia, noi preferiamo consigliare la vaniglia per un gusto ed un profumo più intensi. Se preferisci puoi utilizzare una bustina di vanillina. Un saluto!

  • Denise ha scritto: sabato 16 luglio 2016

    Ma bisogna usare la panna gia' zuccherata o non zuccherata?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 18 luglio 2016

    @Denise: Ciao Denise, puoi utilizzare la panna fresca liquida non zuccherata: ci penseranno poi la vaniglia e lo zucchero a velo a dolcificarla... Un saluto! smiley

  • Veronica ha scritto: venerdì 15 luglio 2016

    Ciao Sonia,volevo chiederti ,se voglio realizzarla per un unico stampo,uno stampo classico da budino per esempio ,le dosi sono sempre le stesse? Grazie mille

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 15 luglio 2016

    @Veronica: Ciao Veronica, trattandosi di un dolce, servito tipicamente in mono porzione, ti consigliamo di servirlo così. Ma se proprio preferisci puoi farlo nello stampo grande, a seconda della grandezza le dosi andranno poi lasciate così oppure aumentato/ridotte proporzionalmente. Un saluto!

  • Federica ha scritto: mercoledì 06 luglio 2016

    salve. si può congelare la panna cotta?? quanto tempo? grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 06 luglio 2016

    @Federica: Ciao Federica, ti consigliamo di non tenere troppo a lungo la panna cotta nel congelatore poiché consistenza e sapore, comunque nel tempo, si perderanno. Ti invitiamo perciò a consumarla nel giro di pochissimo tempo smiley un saluto!

  • Maria ha scritto: martedì 05 luglio 2016

    Ho ridotto la dose da 150 a 100 gr di zucchero ma era comunque troppo dolce!!! Non mi è piaciuta.. Riproverò a farla ma metterò 70 gr di zucchero

  • titty ha scritto: domenica 19 giugno 2016

    Ciao Sonia ho realizzato questo dolce accompagnato a una coulis di ciliegie .....divino!!!!

  • lorenzo ha scritto: venerdì 17 giugno 2016

    ciao, si può utilizzare lo zucchero normale, non a velo ? se sì, quanto? grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 17 giugno 2016

    @lorenzo: Ciao Lorenzo, se preferisci non ci sono problemi! Le dosi restano invariate smiley un saluto!

  • Ila ha scritto: martedì 14 giugno 2016

    Ciao..quanto può essere tenuta fuori dal frigo prima di rovinarsi?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 15 giugno 2016

    @Ila: Ciao Ila, sicuramente il meno possibile poiché tende ad ammorbidirsi troppo, inoltre trattandosi di un prodotto fresco teme i luoghi caldi poiché perisce piuttosto in fretta. Un saluto!

10 di 645 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI