Pappardelle con speck e funghi porcini

Primi piatti
Pappardelle con speck e funghi porcini
103 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 25 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Le pappardelle con speck e funghi porcini sono un primo piatto autunnale molto gustoso, una vera leccornia per gli estimatori dei funghi porcini! Questa pietanza, originaria del Trentino Alto Adige ma amatissima in tutto lo stivale, prevede l’accostamento dello speck, vanto regionale, ai funghi porcini, e crea un binomio vincente di sapore e bontà da gustare in famiglia e con gli amici.

Ingredienti
Pappardelle all'uovo 300 g
Funghi porcini puliti 500 g
Prezzemolo 10 g
Aglio 6 g
Pepe macinato 2 g
Olio di oliva extravergine g
Speck in una sola fetta 150 g
Ingredienti per spolverizzare
Parmigiano reggiano grattugiato q.b.
Vai alle ricette con Pappardelle all'uovo

Pappardelle all'uovo

La larghezza della fettuccia è pensata per esaltare il sapore della sfoglia; più ruvida e corposa, per portare in tavola il gusto pieno della tradizione.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Pappardelle con speck e funghi porcini

Per preparare le pappardelle con speck e funghi, iniziate dalla pulizia dei funghi porcini (guardate come fare cliccando qui). Tagliateli poi a fette non troppo sottili (1). Tagliate a listarelle lo speck (2) e tritate il ciuffo di prezzemolo (3).

Pappardelle con speck e funghi porcini

In una padella ampia, versate l'olio (4), poi aggiungete l'aglio schiacciato (5) (potete anche aggiungerlo intero in modo poi da toglierlo facilmente se non lo gradite) e fatelo rosolare a fuoco bassissimo. Quindi unite lo speck (6);

Pappardelle con speck e funghi porcini

lasciatelo rosolare per 5 minuti a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto. A questo punto aggiungete i porcini (7) e lasciateli cuocere a fuoco moderato per circa 10 minuti, girandoli di tanto in tanto (8); quando saranno cotti, unite anche il prezzemolo tritato (9)

Pappardelle con speck e funghi porcini

insaporite con il sale e aromatizzate con il pepe (10). Nel frattempo che il condimento si cuoce, fate bollire abbondante acqua salata e lessate le pappardelle (11). Potete utilizzare l'acqua di cottura della pasta per inumidire il condimento di funghi e speck durante la cottura se necessario. Quando le pappardelle saranno cotte e ancora al dente, scolatele (12) lasciando un residuo di acqua di cottura, e buttatele nel condimento preparato (9): mescolate bene fino ad addensare il sugo, e impiattate, guarnendo ogni porzione, con un ciuffetto di prezzemolo fresco.

Pappardelle con speck e funghi porcini

e versatele  nella pandella con il condimento (13); mescolate bene fino ad addensare il sugo (14), poi spegnete il fuoco e le vostre tagliatelle con speck e funghi porcini saranno pronte per essere servite ben calde (15).

Conservazione

Si consiglia di consumare le pappardelle con speck e funghi porcini appena pronte. Il condimento si può conservare in frigorifero per 1 giorno al massimo. Si può congelare se avete utilizzato ingredienti freschi non decongelati. 

Consiglio

Quando pulirete i funghi porcini, cercate di non immergerli o addirittura lasciarli ammollo nell’acqua; vi consigliamo invece di strofinarli delicatamente e in modo accurato con una spazzolina morbida, possibilmente senza lavarli, e di raschiare i gambi con un coltellino. Tutto questo , ovviamente se i porcini non sono molto sporchi di terra. In caso contrario, lavateli velocemente sotto un getto di acqua fredda e poi tamponateli con un panno morbido e asciutto. Se preferite un condimento più ricco potete aggiungere al sugo la panna fresca, circa 200-250 ml, che verserete in padella una volta che i funghi saranno cotti. Fate cuocere tutto insieme per un paio di minuti poi spegnete e fate saltare il tutto insieme alla pasta.

Curiosità

Il fungo porcino è diviso in due categorie: quello autunnale, il Boletus edulis, e quello estivo, il Boletus aestivalis, che in genere apre la stagione, e a volte si può trovare già a maggio.

I commenti (103)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Carmen Chiesura ha scritto: lunedì 13 giugno 2016

    Posso usare i funghi secchi di prima qualità?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 14 giugno 2016

    @Carmen Chiesura: Ciao Carmen, certo!

  • Franco ha scritto: lunedì 18 aprile 2016

    Ottime

  • Michele ha scritto: sabato 05 marzo 2016

    Buona sera, un consiglio per gestire al meglio i funghi interi congelati. Grazie e buon lavoro

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 07 marzo 2016

    @Michele : Ciao Michele, lasciali scongelare e poi utilizzali come da ricetta. Probabilmente risulteranno molto morbidi a causa della congelazione. Un saluto!

  • Alfredo ha scritto: sabato 23 gennaio 2016

    Le dosi sono per quante persone?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 24 marzo 2016

    @Alfredo: Ciao Alfredo, come descritto le dosi sono per 4 persone smiley un saluto!

  • Alberto ha scritto: domenica 10 gennaio 2016

    Ho fatto il piatto come dice la ricetta originale e ho aggiunto a fine cottura dei dadini di scamorza affumicata...ke bonta!!

  • Lory ha scritto: mercoledì 16 dicembre 2015

    Io provo questa sera... il fungo caccia l'acqua non è un problema per lo speck giusto???

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 17 dicembre 2015

    @Lory: Ciao Lor, no non comprometterà la ricetta smiley un saluto!

  • Susy ha scritto: domenica 06 dicembre 2015

    Ho inserito due varianti peperoncino al posto del pepe e salsiccia sbriciolata sfumata con vino bianco Squisitissimo

  • lilia ha scritto: lunedì 02 novembre 2015

    Domenica ho amici a pranzo faro le pappardelle funghi e speak poi vi dirò grazie lilia

  • armando ha scritto: lunedì 12 ottobre 2015

    li ho fatto senza panna con un po di parmigiano che delizia armando di pane

  • Renzo ha scritto: domenica 20 settembre 2015

    olio o burro? con il burro mi sembra più saporito

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 21 settembre 2015

    @Renzo: Ciao Renzo! Noi abbiamo usato l'olio perchè serve a far soffriggere l'aglio e poi cuocere il condimento: in questo caso ci sembra più indicato smiley Ma se tu preferisci potresti provare con il burro, evitando però l'aglio smiley

10 di 103 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy