Parigina

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    30/35 min
  • Preparazione:
    40 min
  • Dosi per:
    4 persone
  • Costo:
    Basso
  • Nota Aggiuntiva: piu' 2 ore di lievitazione
Parigina

La parigina è una pizza rustica di origine napoletana, preparata con la pasta della pizza farcita e poi coperta con una croccante pasta sfoglia.
A Napoli la parigina è uno snack che può essere gustato a qualsiasi ora del giorno nelle rosticcerie disseminate per la città. La parigina è davvero una ricetta molto gustosa perché è formata da un abbinamento perfetto tra una parte morbida (la pasta per la pizza) e una parte croccante (la pasta sfoglia), insaporite dal pomodoro, dal prosciutto cotto e dalla provola.
E’ difficile risalire all’origine del nome, per quanto riguarda invece le origini della ricetta si dice che la parigina sia stata inventata in una rosticceria di Afragola, comune alle porte di Napoli, agli inizi degli anni ’70.
Questo tipo di preparazione però è diffusa anche in molti parti d’Italia e a seconda della zona di provenienza prende nomi diversi.
La parigina è uno spezzafame adatto per tutta la famiglia, ve ne innamorerete al primo morso!

Ingredienti per la pizza
Farina 0 500 gr più quella per la spaianatoia
Sale fino 10 gr
Zucchero 1 cucchiaino raso
Lievito di birra disidratato 4 gr (o 12 gr se fresco)
Acqua 320 ml
Olio di oliva extravergine 25 ml
Per il ripieno
Pomodori pelati 400 gr
Prosciutto cotto già affettato 150 gr
Olio di oliva extravergine q.b
Sale fino q.b
Caciocavallo o provola a fette 300 gr
Per guarnire
Pasta sfoglia 1 rotolo da 230 gr
Panna 2 cucchiai
Uova 1 tuorlo
Olio di oliva extravergine per la teglia 1 cucchiaio

Preparazione

Parigina
Per preparare la parigina incominciate a fare l’impasto della pizza: disponete la farina a fontana e impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Mettetelo a lievitare per almeno 2 ore in una ciotola capiente e coperta con pellicola; fino a quando raddoppierà di volume (1). Per maggiori dettagli sulla preparazione dell'impasto della pizza clicca qui (Pasta per la pizza). A questo punto prendete la teglia delle dimensioni di 30x40 cm e olieatela con un cucchiaio di olio (2), stendete con l'aiuto di un mattarello la pasta della pizza fino a che avrà la dimensione della teglia e uno spessore di circa mezzo centimetro (3).
Parigina
Adagiatevi sopra la pasta della pizza (facendo attenzione a stenderla bene fino ai bordi) (4). Copritela con la pellicola e tenetela da parte a temperatura ambiente in modo che lieviti ulteriormente (5). A questo punto prendete i pomodori, sgocciolateli con l’ausilio di un colino (6)
Parigina
e passateli per pochissimi secondi nel mixer (7), appena passati conditeli con olio e sale (8). Riprendete la pasta per la pizza e versateci i 2/3 di pomodoro e lasciate almeno mezzo centimetro dal bordo (9);
Parigina
sopra adagiate le fette di prosciutto cotto (10) e quelle di caciocavallo (o provola) (11). Coprite con la salsa di pomodoro rimasta (12).
Parigina
Stendete leggermente la pasta sfoglia per darle la dimensione della teglia (13) e bucherellatela con una forchetta (14). Ora coprite il ripieno con la pasta sfoglia (15).
Parigina
In una ciotolina sbattete 1 tuorlo insieme a 2 cucchiai di panna (16) e spennellate tutta la parigina (17). Infornate nel forno preriscaldato a 200 gradi per circa 30/35 minuti facendo attenzione che non si scurisca troppo la superficie della parigina, per evitare che ciò accada negli ultimi minuti potrete coprire la parigina con un foglio di carta stagnola. Toglietela dal forno e fatela riposare 5/6 minuti: servite la parigina ben calda (18).

Conservazione

La parigina si può conservare in frigorifero chiusa in un contenitore ermeticamente; anche se l'ideale è consumarla appena fatta.

Consiglio di Sonia

La salsa di pomodoro deve essere il meno liquida possibile, per evitare che in cottura la salsa fuoriesca e per far esaltare la croccantezza della Parigina.
Se volete una variante dalla parigina classica, potete sostituire il prosciutto cotto con dell’altro affettato di vostro gradimento. Stessa cosa per quanto riguarda il formaggio.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 147 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


147
antonella ha scritto: Lunedì 25 Agosto 2014  |  Rispondi »
ciao volevo dirvi che io sono di afragola e la tua ricetta è giusta complimenti
146
elisabetta ha scritto: Venerdì 15 Agosto 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia grazie per questa ricetta ho provato oggi a farla e venuta buonissima,io ho aggiunto le melanzane complimenti sei bravissima
145
Alessia ha scritto: Lunedì 28 Luglio 2014  |  Rispondi »
Ciao volevo sapere ma se la preparo il giorno prima e la tengo in frigo per poi farla cuocere il giorno dopo può andar bene? Con il lavoro o poco tempo e visto che tante volte capita di avere una cena non sarebbe male come idea
144
Sonia-Gz ha scritto: Giovedì 17 Luglio 2014  |  Rispondi »
@giusi: la base è quella della pizza,in mezzo c'è la farcitura e poi si copre tutto con la sfoglia.
143
giusi ha scritto: Giovedì 17 Luglio 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia volevo sapere una cosa perché mi sa che non ho capito tanto bene..allora si devono preparare due impasti : il primo é quello della pizza che va poi alla base e il secondo è quello x la copertura che va fatto con gli ingredienti che hai scritto? mi sbaglio o ho capito bene?
142
Sonia-Gz ha scritto: Venerdì 20 Giugno 2014  |  Rispondi »
@Silvia: Ciao, si temperatura ambiente!
141
Silvia ha scritto: Venerdì 20 Giugno 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia domanda : ma l acqua deve essere tiepida?
140
Sonia-Gz ha scritto: Giovedì 05 Giugno 2014  |  Rispondi »
@Enrica: Ciao, puoi provare.
139
Enrica ha scritto: Giovedì 05 Giugno 2014  |  Rispondi »
Ottima voglio provarla con spinaci anziché pomodoro così me dite?
138
Ivan ha scritto: Domenica 11 Maggio 2014  |  Rispondi »
Seguita la ricetta ed è venuta buonissima!!! Complimenti, mi affido a giallozafferano !! Io l'ho fatta con la variante "mortadella".... Fantastica!
10 di 147 commenti visualizzati

Lascia un Commento