Passata di pomodoro

Marmellate e Conserve
Passata di pomodoro
110 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 60 min
  • Costo: molto basso

Presentazione

Passata di pomodoro

La passata di pomodoro è una delle conserve più preparate, specialmente nelle regioni del meridione d’Italia, dove il suo largo uso quotidiano, ne ha fatto la regina delle conserve. La sua preparazione è molto semplice, e per la riuscita ottimale, basta osservare alcune piccole ma importanti regole.

Ingredienti
Pomodori tipo san marzano 2 kg
Basilico foglie q.b.

Preparazione

Passata di pomodoro

Per preparare la passata di pomodoro, iniziate controllandoli uno ad uno, eliminando quelli marci, macchiati o ammaccati. Eliminate i piccioli e lavateli molto bene (1), quindi metteteli a sgocciolare.Tagliate in due metà ogni pomodoro e eliminate i semi (2-3).

Passata di pomodoro

Poneteli in una grande pentola capiente e lasciateli appassire a fuoco basso coprendoli con un coperchio, girandoli di tanto in tanto (4-5), finchè si saranno afflosciati e spappolati. A questo punto passateli con il passaverdura (o con la macchina elettrica apposita), facendo convergere il sugo in una pentola d’acciaio più piccola (6).

Passata di pomodoro

Se la passata di pomodoro vi sembra della densità giusta, imbottigliatela. Altrimenti filtratela con un colino a maglie strette per eliminare l'acqua in eccesso o fatela addensare sul fuoco fino a raggiungere la  consistenza desiderata (7). Nel frattempo sterilizzate i vasetti facendoli bollire in abbondante acqua per 30 minuti (8). Per saperne di più sulla sterilizzazione dei vasetti clicca qui. Mettete all'interno di ogni vasetto sterilizzato qualche foglia di basilico (9).

Passata di pomodoro

Versate all’interno dei vasetti sterilizzati la passata di pomodoro aiutandovi con un imbuto (10), avendo cura di lasciare 2-3 cm di spazio dal bordo del vasetto. Terminate con qualche altra foglia di basilico e chiudete bene i vasetti (11). A questo punto mettete i vasetti in una pentola capiente, sistemando sul fondo e tra i vasetti dei canovacci che ne impediranno la rottura durante la cottura (12). Ricoprite i vasetti di passata di pomodoro di acqua calda, lasciate bollire per 30 minuti dall'inizio del primo bollore. Lasciateli raffreddare nella loro acqua di cottura e, una volta freddi, asciugateli verificate che il sottovuoto sia stato fatto correttamente: se, premendo il tappo, NON sentirete il "clik clak" il sottovuoto si sarà formato correttamente. In caso contario cambiate il tappo e ripetete l'operazione. Riponete la passata di pomodoro in un luogo fresco e al riparo dalla luce.

Conservazione

La passata di pomodoro, se il sottovuoto è avvenuto correttamente, può essere conservata al massimo per un anno in un luogo fresco e al riparo dalla luce.

Consiglio

Per preparare la conserva di passata di pomodoro per tutto l’anno, acquistate pomodori non ammaccati, ma sodi, ben rossi e maturi; il periodo migliore per acquistarli è luglio- agosto. Potete scegliere tra i pomodori ramati, a grappolo e tondi , oppure i San Marzano, o i romani, dalla forma allungata, tipo perini.

Curiosità

Un altro metodo usato nel meridione per conservare la passata senza bollirla nel pentolone, è quello chiamato “con la febbre”.Questo sistema consiste nel riempire le bottiglie di passata tenendola sempre bollente sul fuoco; bisogna preparare delle cassette di legno o plastica foderate con delle coperte di lana nelle quali a mano a mano si metteranno le varie bottiglie o vasetti riempiti di passata di pomodoro e, una volta che le cassette saranno piene, i contenitori verranno avvolti nelle coperte, e lasciati così fino al loro completo raffreddamento.L’unica differenza nel confezionare la passata di pomodoro in questo modo è che bisognerà salare (secondo i vostri gusti) la passata prima di chiuderla nei contenitori. La durata della passata “con la febbre”, sarà inferiore all’anno (6-8 mesi).

Altre ricette

I commenti (110)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Natascia ha scritto: mercoledì 17 settembre 2014

    Ciao, mi servirebbe sapere se posso congelare la passata anziché metterla nei vasi sterilizzati, la devo fare oggi e non ho vasi a disposizione. Grazie Natascia

  • arcangelo ha scritto: mercoledì 17 settembre 2014

    Buongiorno,vorrei sapere come realizzare la passata di pomodoro con aggiunta di giardiniera e quali sono gli ingredienti.La ringrazzio e resto in attesa di una Sua risposta al piu' presto possibile.

  • any ha scritto: giovedì 11 settembre 2014

    ho preparato della giardiniera fatta con aggiunta di pomodori pelati l ho invasata nei vasi caldi e l ho fatta raffreddare lentamente nella cioperta. solo dopo alcuni gg. ho messo i vasi a bollire 20 minuti nonostante fossero gia chiusi.la conservazione sara migliore? ciao grazie Any

  • any ha scritto: giovedì 11 settembre 2014

    ho preparato della giardiniera fatta con aggiunta di pomodori pelati l ho invasata nei vasi caldi e l ho fatta raffreddare lentamente nella cioperta. solo dopo alcuni gg. ho messo i vasi a bollire 20 minuti nonostante fossero gia chiusi.la conservazione sara migliore ciao grazie Any

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 03 settembre 2014

    @Eleonora: Ciao, è un segno che non è avvenuta bene la sterilizzazione. Meglio non consumare quei vasetti di passata.

  • Eleonora ha scritto: martedì 02 settembre 2014

    Ciao Sonia, ho appena finito di fare la passata di pomodoro. Ma alla fine dell'intero procedimento seguito passo per passo ho notato una leggera schiuma bianca in un paio di vasetti, che erano comunque già sottovuoto. Che cosa potrebbe essere quella schiuma? Che devo fare? E come mai solo in un paio di vasetti e non in tutti?

  • Francesca ha scritto: venerdì 29 agosto 2014

    Chiedo un'informazione.. E' possibile fare il sottovuoto anche per la passata capovolgendo il barattolo? (io con le marmellate faccio cosi' le ivaso bollenti per creare il sottovuoto e vengono benone!!) Grazie

  • Giusy ha scritto: martedì 26 agosto 2014

    Ciao Deborah, il tuo ricordo è giusto è semplicemente salsa a crudo, nella mia famiglia usiamo farla in questo modo, anche se ti devo dire che la passata di pomodoro cotta cioè il procedimento che ci ha illustrato Sonia è più buona, lo so bene perchè nella famiglia di mio marito usano farla in questo modo. Inoltre, la salsa si può congelare, se si prima si fa un soffritto e poi passate il tutto con un mixer la salsa risulterà più arancione e meno rosso e alla fine è un sugo pronto.

  • emma ha scritto: domenica 17 agosto 2014

    È possibile congelare la passata?

  • Skalzo ha scritto: mercoledì 13 agosto 2014

    Per la serie “non si butta via niente” mia moglie quest'anno ha avuto una luminosa quanto gustosa idea: dopo aver fatto la conserva ha recuperato le bucce dei pomodori, ha aggiunto abbondante olio, sale, peperoncino, origano e ha frullato il tutto a lungo. Ne è risultato un intingolo cremoso che si può utilizzare per condire la pasta, spalmato su tramezzini o come accompagnamento a carni, pesci e verdure. Provare per credere. Naturalmente potete variare gli ingredienti a vostra scelta e a vostro gusto. Lei l’ha chiamata “il resto del perino”

10 di 110 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento