Pasta alla gricia

Primi piatti
Pasta alla gricia
104 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Pasta alla gricia

La pasta alla gricia è uno dei piatti più famosi della cucina laziale, considerata l’antenata della pasta all' amatriciana.
In comune con la ricetta dell’amatriciana infatti c’è l’utilizzo del guanciale, del pecorino romano e del pepe, differenzia invece per il pomodoro, assente nella pasta alla gricia poiché la sua origine sarebbe addirittura antecedente all’importazione del pomodoro in Europa. Si dice che a “inventare” la pasta alla gricia siano stati i pastori laziali, che con i pochi ingredienti che avevano a disposizione al ritorno dai pascoli hanno creato un piatto molto semplice ma altrettanto delizioso. Potete scegliere se unire al saporito condimento un formato di pasta lungo, sono ammessi spaghetti, bucatini e tonnarelli, oppure corto, in questo caso sono d’obbligo i rigatoni!

Ingredienti
Rigatoni 400 g
Guanciale 250 g
Pecorino romano grattugiato 55 g
Sale q.b.
Pepe q.b.

Preparazione

Pasta alla gricia

Per preparare la pasta alla gricia iniziate buttando i rigatoni in abbondante acqua poco salata (1). Nel frattempo che la pasta cuoce private il guanciale della cotenna e tagliatelo a fette non troppo sottili (2). Riducetelo poi a listarelle (3).

Pasta alla gricia

In una padella antiaderente rosolate il guanciale (4) fino a che diventerà trasparente e inizierà a perdere il suo grasso, formando un delizioso sughino. Aggiungete una generosa macinata di pepe (5) e allungate con un mestolo di acqua di cottura della pasta (6).

Pasta alla gricia

Scolate i rigatoni e fateli saltare con il guanciale (7), aggiungendo se fosse necessario ancora qualche cucchiaio di acqua di cottura. Impiattate e spolverizzate ogni piatto con abbondante pecorino romano grattugiato (8). La vostra pasta alla gricia è ora pronta per essere gustata (9)!

Conservazione

Si consiglia di consumare la pasta alla gricia appena pronta; si può conservare in frigorifero per 1 giorno al massimo in un contenitore ermetico.

Altre ricette

I commenti (104)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Gianluca ha scritto: martedì 05 maggio 2015

    Sonia vanno bene anche le pennette se non ho i rigatoni

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 07 maggio 2015

    @Gianluca : Ciao Gianluca, si, vanno bene anche le pennette anche se è più comune usare i rigatoni smiley

  • Mara ha scritto: venerdì 01 maggio 2015

    Ma il pecorino romano si può sostituire o è una caratteristica del piatto decisiva per il gusto?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 04 maggio 2015

    @Mara: Ciao Mara! E' una caratteristica di questo piatto smiley Però se non lo ami potresti sostituirlo con un formaggio che preferisci anche se i laziali non ne saranno molto contenti smiley

  • marino ha scritto: sabato 11 aprile 2015

    io un pochino di cipolla nella gricia ce la metto (non facciamo i puristi bacchettoni, sarà una variante e non la vera gricia origianale... embè?). la faccio coi bucatini, e il pecorino in piccola parte lo faccia sciogliere in padella sul fuoco mentre mescolo la pasta e il guanciale, giusto per creare un po' più di amalgama.

  • Nick ha scritto: martedì 31 marzo 2015

    La pasta all'uso di Amatrice (abruzzo all'epoca fino alla nascita dell'italia unita nel 1860) nasce nel 1400 e quindi non può avere il pomodoro. Pasta dei pastori e contadini abruzzesi con solo guanciale e pecorino . Il resto sono aberrazioni dettate da esigenze economiche (pomodoro , cipolle ecc..) dettate dall'esigenza di avere condimenti a bassissimo costo . Fermo restando che il guanciale costa il triplo della pancetta che tanti criminali usano smiley smiley smiley

  • Martina ha scritto: domenica 22 marzo 2015

    Lo preparerò volentieri ma preferisco i rigatoni alla gricia

  • daniele ha scritto: martedì 17 marzo 2015

    (e la cipolla che fine ha fatto?) ma stiamo scherzando??? bandita da gricia, amatriciana e carbonara, insieme all'aglio, al vino rosso e alla pancetta! sfumare il guanciale col vino bianco invece è sempre concesso.

  • andrew ha scritto: martedì 17 marzo 2015

    Il pepe nell'amatriciana?..mahhhhhh....

  • samu ha scritto: mercoledì 11 marzo 2015

    e la cipolla che fine ha fatto? ????????????????

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 12 marzo 2015

    @samu: Ciao! Se vuoi aggiungerla ma noi proponiamo questa versione smiley

  • sarahjay ha scritto: martedì 10 marzo 2015

    assolutamente vietato il vino...e tutto il resto a parte guanciale, pepe e pecorino...oltre a pasta con un po della sua acqua di cottura!

  • Lucrezia ha scritto: venerdì 20 febbraio 2015

    Sì puó sfumare anche il sugo alla gricia con del vino bianco?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 20 aprile 2015

    @Lucrezia: Ciao Lucrezia, non è l'ideale poiché il guanciale diverrebbe troppo morbido. Ma se ti piace allora puoi aggiungerlo smiley

10 di 104 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento