Pasta frolla

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 min
  • Dosi per:
    6 persone
  • Costo:
    Basso
  • Nota Aggiuntiva: + il riposo in frigorifero

Pasta frolla II

Pasta frolla

La pasta frolla è una delle preparazioni di base più conosciute ed utilizzate anche grazie alla sua facile e rapida preparazione. Per la sua versatilità la pasta frolla è molto usata in pasticceria per la realizzazione di crostate fatte con i frutti cotti insieme alla pasta come: mele, prugne, ciliegie, pesche. E' ottima anche per preparare deliziosi biscotti da aromatizzare come preferite, al limone o all'arancia ad esempio! La preparazione della pasta frolla è si molto semplice, ma bisogna avere delle piccole attenzioni per la sua buona riuscita. Un esempio? Usate lo zucchero a velo invece di quello semolato: a contatto con il burro e i tuorli si scioglierà più facilmente e otterrete un impasto più fine!

Ingredienti per 1 kg di pasta
Farina 500 g
Zucchero al velo 200 g
Uova 4 tuorli
Burro 250 gr
Limoni la scorza di 1 non trattato

Preparazione

Pasta frolla
Per preparare la pasta frolla iniziate dalla sabbiatura: in un mixer ponete la farina setacciata, un pizzico di sale ed il burro appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo, tagliato grossolanamente (1). Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso e farinoso (2); versate la sabbiatura ottenuta su un piano di lavoro (oppure in una ciotola) e aggiungete lo zucchero a velo setacciato (3).
Pasta frolla
Create la forma a fontana e al centro versate la scorza di limone grattugiata (4) e i tuorli (5) (potete aromatizzare anche con la scorza di arancia, con i semi di una bacca di vaniglia o con la cannella). Quindi iniziate ad amalgamare il tutto prima con la forchetta (6),
Pasta frolla
poi quando le uova avranno assorbito la farina (7) potete proseguire a mano. Impastate brevemente, giusto il tempo di compattare l'impasto (8) perchè la frolla non si scaldi troppo con il calore delle mani e rimanga friabile. Formate un panetto e appiattitelo prima di avvolgerlo nella pellicola (9); riponetelo in frigorifero per farlo rassodare almeno 30 minuti. Passato il tempo necessario, togliete la pellicola e con il mattarello battete sul panetto per ammorbidirlo senza scaldarlo. Poi stendetelo dello spessore ideale per le vostre preparazioni: 3-5 mm se volete fare la base di una crostata, mezzo centimetro per dei biscotti. La vostra pasta frolla è pronta per essere usata nelle varie preparazioni!

Conservazione

Conservate la pasta frolla in frigorifero, coperta con la pellicola, per un paio di giorni al massimo. E' possibile congelare la pasta frolla avvolta in pellicola trasparente o in un sacchetto gelo per un massimo di 2-3 mesi.

Curiosità

Nella maggior parte delle ricette, sia su siti che su libri di cucina, c'è scritto che la pasta frolla va preparata con il burro tenuto a temperatura ambiente.
Diffidate da questa notizia perché la miglior pasta frolla si ottiene utilizzando il burro freddo appena tolto dal frigo!

I consigli di Sonia

La miglior pasta frolla si ottiene con il burro appena estratto dal frigo. Tutto ciò che entrerà in contatto con l'impasto durante la lavorazione dovrà essere molto freddo, compresi gli attrezzi e, possibilmente, le vostre mani. Vi suggerisco di utilizzare della farina povera di glutine, come la 00, che renderà l'impasto, una volta cotto, friabile. In altre parole, "frollo". Se la vostra frolla dovesse impazzire, ovvero sbriciolarsi nel corso del procedimento, niente paura: invece di aggiungere farina basterà aggiungere all'impasto un po' d'acqua fredda o mezzo albume per recuperarla e renderla più elastica. Desiderate avere una frolla più morbida? Aggiungete all'impasto un pizzico di lievito chimico per dolci!

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 1053 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


1053
Giovanna ha scritto: Lunedì 01 Settembre 2014  |  Rispondi »
Gentile Sonia io dovrei fare una crostata x 30 persone e vorrei metterci la cialda x torta si può?se si come faccio?grazie mille
1052
Michela ha scritto: Sabato 30 Agosto 2014  |  Rispondi »
Ciaooo!!
sono un po' confusa...seguendo il video, dopo aver fatto la sabbiatura e averla messa in una ciotola si procede aggiungendo prima i tuorli e poi lo zucchero, mentre nella ricetta scritta si mette prima lo zucchero e poi i tuorli... c'è qualche differenza? Perchè sapevo che l'ordine degli ingredienti è fondamentale, o mi sbaglio? Grazie in anticipo per il chiarimento!!
1051
Sonia-Gz ha scritto: Lunedì 25 Agosto 2014  |  Rispondi »
@Gloria: uso la farina 00 di grano tenero adatta a preparazioni dolci e salate.
1050
Gloria ha scritto: Domenica 24 Agosto 2014  |  Rispondi »
Ricetta fantastica. Volevo chiederti se usi una "normale" farina 00 adatta ad ogni preparazione o quella specifica x dolci sempre 00?
1049
sara. ha scritto: Domenica 24 Agosto 2014  |  Rispondi »
un successone! ho seguito la ricetta alla lettera ed è venuta benissimo, unica differenza non ho usato il mixer , ma ho impastato tutto a mano..dall'impasto ho ottenuto due crostate..grazie sonia buon lavoro a tutto lo staff
1048
Nella ha scritto: Sabato 16 Agosto 2014  |  Rispondi »
Ciao a tutti: volevo chiedere gentilmente : la mia dose per pastafrolla da anni è 400 farina-200zucc.2 uova e due tuorli-160 burro e meno di una bustina di lievito , aromi all'occorrenza.Ora il dubbio è : mi viene un pochino soffice,ma se tolgo definitivamente il lievito è una pietra,immangiabile,il burro lo metto sempre freddo e lo lavoro poco per non scaldarlo. Non capisco l'errore,qualcuno può darmi un valido suggerimento ? Grazie mille
1047
Salvo ha scritto: Lunedì 11 Agosto 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia, ho provato a fare la sabbiatura nel frullatore normale, ma non si sono amalgamati gli ingredienti e, soprattutto il fondo si è surriscaldato un po'. Vedendo che non ci riuscivo o provato a farla a mano e dopo ho seguito la tua ricetta. Domanda: ho fatto male?
1046
Sonia-Gz ha scritto: Martedì 29 Luglio 2014  |  Rispondi »
@JANE: Ciao! certo! ecco la ricetta dei biscotti occhio di bue
1045
JANE ha scritto: Martedì 29 Luglio 2014  |  Rispondi »
è possibile utilizzare questa ricetta per realizzare degli occhi di bue? e in tal caso i tempi di cottura dovranno essere ridotti?
1044
Sonia-Gz ha scritto: Venerdì 25 Luglio 2014  |  Rispondi »
@Ari: Ciao! li puoi conservare al massimo per 3-4 giorni.
10 di 1053 commenti visualizzati

Lascia un Commento