Pasta frolla

Pasta frolla
1.4k Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il riposo in frigorifero

Presentazione

Pasta frolla

La pasta frolla è una delle preparazioni di base più conosciute ed utilizzate anche grazie alla sua facile e rapida preparazione. Per la sua versatilità la pasta frolla è molto usata in pasticceria per la realizzazione di crostate fatte con i frutti cotti insieme alla pasta come: mele, prugne, ciliegie, pesche. E' ottima anche per preparare deliziosi biscotti da aromatizzare come preferite, al limone o all'arancia ad esempio! La preparazione della pasta frolla è si molto semplice, ma bisogna avere delle piccole attenzioni per la sua buona riuscita. Un esempio? Usate lo zucchero a velo invece di quello semolato: a contatto con il burro e i tuorli si scioglierà più facilmente e otterrete un impasto più fine!

Ingredienti per 1 kg di pasta
Farina 500 g
Zucchero al velo 200 g
Uova 4 tuorli
Burro 250 g
Limoni la scorza di 1 non trattato

Preparazione

Pasta frolla

Per preparare la pasta frolla iniziate dalla sabbiatura: in un mixer ponete la farina setacciata, un pizzico di sale ed il burro appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo, tagliato grossolanamente (1). Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso e farinoso (2); versate la sabbiatura ottenuta su un piano di lavoro (oppure in una ciotola) e aggiungete lo zucchero a velo setacciato (3).

Pasta frolla

Create la forma a fontana e al centro versate la scorza di limone grattugiata (4) e i tuorli (5) (potete aromatizzare anche con la scorza di arancia, con i semi di una bacca di vaniglia o con la cannella). Quindi iniziate ad amalgamare il tutto prima con la forchetta (6),

Pasta frolla

poi quando le uova avranno assorbito la farina (7) potete proseguire a mano. Impastate brevemente, giusto il tempo di compattare l'impasto (8) perchè la frolla non si scaldi troppo con il calore delle mani e rimanga friabile. Formate un panetto e appiattitelo prima di avvolgerlo nella pellicola (9); riponetelo in frigorifero per farlo rassodare almeno 30 minuti. Passato il tempo necessario, togliete la pellicola e con il mattarello battete sul panetto per ammorbidirlo senza scaldarlo. Poi stendetelo dello spessore ideale per le vostre preparazioni: 3-5 mm se volete fare la base di una crostata, mezzo centimetro per dei biscotti. La vostra pasta frolla è pronta per essere usata nelle varie preparazioni!

Conservazione

Conservate la pasta frolla in frigorifero, coperta con la pellicola, per un paio di giorni al massimo. E' possibile congelare la pasta frolla avvolta in pellicola trasparente o in un sacchetto gelo per un massimo di 2-3 mesi.

Curiosità

Nella maggior parte delle ricette, sia su siti che su libri di cucina, c'è scritto che la pasta frolla va preparata con il burro tenuto a temperatura ambiente.
Diffidate da questa notizia perché la miglior pasta frolla si ottiene utilizzando il burro freddo appena tolto dal frigo!

Consiglio

La miglior pasta frolla si ottiene con il burro appena estratto dal frigo. Tutto ciò che entrerà in contatto con l'impasto durante la lavorazione dovrà essere molto freddo, compresi gli attrezzi e, possibilmente, le vostre mani. Vi suggerisco di utilizzare della farina povera di glutine, come la 00, che renderà l'impasto, una volta cotto, friabile. In altre parole, "frollo". Se la vostra frolla dovesse impazzire, ovvero sbriciolarsi nel corso del procedimento, niente paura: invece di aggiungere farina basterà aggiungere all'impasto un po' d'acqua fredda o mezzo albume per recuperarla e renderla più elastica. In alternativa potete aumentare la dose del burro di 20 gr. Desiderate avere una frolla più morbida? Aggiungete all'impasto un pizzico di lievito chimico per dolci!

Mixer Per questa ricetta Mixer
Frigoriferi Per questa ricetta Frigoriferi
Mattarelli Per questa ricetta Mattarelli
Bilance Per questa ricetta Bilance
Coppapasta Per questa ricetta Coppapasta

Altre ricette

I commenti (1422)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Gaia ha scritto: mercoledì 25 maggio 2016

    Grazie!

  • Gaia ha scritto: mercoledì 18 maggio 2016

    Ho appena finito di farcire la crostata, dovrei mangiarla verso le 15.00 ..bisogna metterla in frigo?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 18 maggio 2016

    @Gaia: Ciao Gaia! Sì, ti consigliamo di conservarla in frigo così la frutta non si rovinerà e la crema si compatterà meglio smiley

  • Gaia ha scritto: mercoledì 18 maggio 2016

    Appena finita!! Farcita con crema chantilly, fragole e kiwi ! Sembra buonissima!! Ottima ricetta

  • Silvia ha scritto: martedì 17 maggio 2016

    Ciao Questa ricetta è adatta anche per fare dei biscotti? Come mai nella ricetta dei biscotti semplici decorati le dosi cambiano? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 17 maggio 2016

    @Silvia:Ciao Silvia, esistono innumerevoli varianti di frolla, questa ricetta può essere usata per la realizzazione di una crostata ma anche per i biscotti, a te la scelta smiley

  • Graziella55 ha scritto: lunedì 16 maggio 2016

    Non ho visto la temperatura del forno e il tempo di cottura!! Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 16 maggio 2016

    @Graziella55: Ciao Graziella, dipende dalla ricetta che vuoi realizzare: puoi fare riferimento alla nostra crostata di albicocche se vuoi utilizzare una confettura, oppure alla crostata di frutta... qui invece puoi trovare tante idee per fare i biscotti!

  • Stefania ha scritto: domenica 15 maggio 2016

    Posso lavorare la pasta frolla a mano? Perché non ho la planetaria. Inoltre invece di utilizzare la scorza grattugiata del limone, posso urilizzare l aroma di limone in fialette? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 16 maggio 2016

    @Stefania: Ciao Stefania, puoi lavorare tranquillamente la pasta frolla a mano, per quanto riguarda l'aroma meglio non utilizzare le fialette, se preferisci puoi aggiungere i semi di una bacca di vaniglia o della scorza di arancia! 

  • Olly ha scritto: sabato 14 maggio 2016

    Ciao scusami ma non ho visto il tempo di cottura e i gradi del forno grazie .

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 17 maggio 2016

    @Olly:Ciao Olly, dipende da cosa vuoi realizzare: qui trovi le indicazioni per la crostata alla frutta, qui per i biscotti smiley

  • Mauro ha scritto: mercoledì 11 maggio 2016

    Ho fatto una variazione alla ricetta, per fare il Pasticciotto Leccese. Al posto del burro ho messo lo strutto, aggiungendo anche 8gr di lievito. Perfetta come da pasticceria

  • VV ha scritto: domenica 08 maggio 2016

    Ciao! Una crostata con della marmellata di fragole fatta in casa quanto tempo, a che temperatura e in che modalità di forno deve cuocere? (In modo che sia cotta ma non si bruci)

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 09 maggio 2016

    @VV: Ciao, ti consigliamo di dare un'occhiata alla nostra crostata alla confettura di albicocche (ovviamente sostituisci quest'ultima con la tua di fragole) per tutti i consigli smiley un saluto!

  • lucia ha scritto: venerdì 06 maggio 2016

    Solitamente usavo il burro a temperatura ambiente. questa sera ho fatto la pasta frolla come suggerito. Ottima! Crostata di marmellata di clementine per festeggiare Marina.

10 di 1422 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento