Pasta frolla

Dolci e Desserts
Pasta frolla
1.4k Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il riposo in frigorifero

Presentazione

Pasta frolla

La pasta frolla è una delle preparazioni di base più conosciute ed utilizzate anche grazie alla sua facile e rapida preparazione. Per la sua versatilità la pasta frolla è molto usata in pasticceria per la realizzazione di crostate fatte con i frutti cotti insieme alla pasta come: mele, prugne, ciliegie, pesche. E' ottima anche per preparare deliziosi biscotti da aromatizzare come preferite, al limone o all'arancia ad esempio! La preparazione della pasta frolla è si molto semplice, ma bisogna avere delle piccole attenzioni per la sua buona riuscita. Un esempio? Usate lo zucchero a velo invece di quello semolato: a contatto con il burro e i tuorli si scioglierà più facilmente e otterrete un impasto più fine!

Ingredienti per 1 kg di pasta
Farina 00 500 g
Zucchero a velo 200 g
Tuorli 4
Burro freddo 250 g
Scorza di limone non trattato 1

Preparazione

Pasta frolla

Per preparare la pasta frolla iniziate dalla sabbiatura: in un mixer ponete la farina setacciata, un pizzico di sale ed il burro appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo, tagliato grossolanamente (1). Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso e farinoso (2); versate la sabbiatura ottenuta su un piano di lavoro (oppure in una ciotola) e aggiungete lo zucchero a velo setacciato (3).

Pasta frolla

Create la forma a fontana e al centro versate la scorza di limone grattugiata (4) e i tuorli (5) (potete aromatizzare anche con la scorza di arancia, con i semi di una bacca di vaniglia o con la cannella). Quindi iniziate ad amalgamare il tutto prima con la forchetta (6),

Pasta frolla

poi quando le uova avranno assorbito la farina (7) potete proseguire a mano. Impastate brevemente, giusto il tempo di compattare l'impasto (8) perchè la frolla non si scaldi troppo con il calore delle mani e rimanga friabile. Formate un panetto e appiattitelo prima di avvolgerlo nella pellicola (9); riponetelo in frigorifero per farlo rassodare almeno 30 minuti. Passato il tempo necessario, togliete la pellicola e con il mattarello battete sul panetto per ammorbidirlo senza scaldarlo. Poi stendetelo dello spessore ideale per le vostre preparazioni: 3-5 mm se volete fare la base di una crostata, mezzo centimetro per dei biscotti. La vostra pasta frolla è pronta per essere usata nelle varie preparazioni!

Conservazione

Conservate la pasta frolla in frigorifero, coperta con la pellicola, per un paio di giorni al massimo. E' possibile congelare la pasta frolla avvolta in pellicola trasparente o in un sacchetto gelo per un massimo di 2-3 mesi.

Curiosità

Nella maggior parte delle ricette, sia su siti che su libri di cucina, c'è scritto che la pasta frolla va preparata con il burro tenuto a temperatura ambiente.
Diffidate da questa notizia perché la miglior pasta frolla si ottiene utilizzando il burro freddo appena tolto dal frigo!

Consiglio

La miglior pasta frolla si ottiene con il burro appena estratto dal frigo. Tutto ciò che entrerà in contatto con l'impasto durante la lavorazione dovrà essere molto freddo, compresi gli attrezzi e, possibilmente, le vostre mani. Vi suggerisco di utilizzare della farina povera di glutine, come la 00, che renderà l'impasto, una volta cotto, friabile. In altre parole, "frollo". Se la vostra frolla dovesse impazzire, ovvero sbriciolarsi nel corso del procedimento, niente paura: invece di aggiungere farina basterà aggiungere all'impasto un po' d'acqua fredda o mezzo albume per recuperarla e renderla più elastica. In alternativa potete aumentare la dose del burro di 20 gr. Desiderate avere una frolla più morbida? Aggiungete all'impasto un pizzico di lievito chimico per dolci!

Altre ricette

I commenti (1441)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Lucia ha scritto: sabato 27 agosto 2016

    Forno ventilato o statico? Grazie!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: domenica 28 agosto 2016

    @Lucia: ciao, forno statico è preferibile. 

  • Clara ha scritto: mercoledì 24 agosto 2016

    Ho provato a fare questa frolla e il sapore è molto molto buono... La trovo frollosa.... Ma ho trovato molte difficoltà nel stendere e fare le strisce e quasi impossibile da lavorare!!! Appena la tocco si spacca!

  • Barbara ha scritto: lunedì 15 agosto 2016

    Le ricette di giallozafferano sono tutte ottime! Cosa ne pensate di pasta frolla con zucchero di canna? Io l ho provata e non è male ma le dosi usate erano di un altro ricettario. Quali quantità usare con la vostra ricetta?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 15 agosto 2016

    @Barbara: ciao, ecco la ricetta di una nostra blogger: pasta frolla con zucchero di canna

  • Ida ha scritto: venerdì 05 agosto 2016

    Buona sera. Leggo che consigliate l'utilizzo di una farina povera di glutine. Secondo voi per questa ricetta è adatta la farina per celiaci? Grazie per l'attenzione e buona serata.

  • Maria ha scritto: giovedì 28 luglio 2016

    Ciao, a me è venuta buonissima, ho diviso l'impasto a metà e una parte l'ho fatta col cacao aggiungendo anche delle gocce di cioccolato. Per i biscotti ho infornato a 200 gradi per 20min. circa.....anche se alcuni li ho sfornati ad occhio. Se eseguite tutti i passaggi bene la frolla viene perfetta.

  • Daniela ha scritto: sabato 23 luglio 2016

    Impasto pessimo. Dopo più di un'ora di cottura in bianco non si era ancora cotta. Sconsiglio purtroppo. Sapore scarso, nemmeno con una farcia si riesce ad esaltare.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 25 luglio 2016

    @Daniela: Ciao Daniela, ci dispiace. Se la frolla era cruda non dipende sicuramente dall'impasto, piuttosto dal tuo forno smiley probabilmente non era preriscaldato o impostato ad una temperatura troppo bassa oppure ha una perdita di calore. Per quanto riguarda il sapore ci sembra strano poiché è la base che utilizziamo per tutte le nostre crostate. Ad ogni modo potresti provare la nostra Pasta frolla II, una versione un po' differente smiley facci sapere!

  • lara ha scritto: venerdì 15 luglio 2016

    Salve GZ! Vorrei sapere se(e come) si può preparare la frolla con la planetaria, dato che il mixer mi ha abbandonata.. Grazie!

  • giuliana ha scritto: lunedì 11 luglio 2016

    posso aggiungere il cocco a scaglie..se si aggiungo alla ricetta senza modificare?250 grammi?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 12 luglio 2016

    @giuliana: Ciao Giuliana, purtroppo non abbiamo questa ricetta. Prova a seguire i consigli della nostra blogger di Gelsolight e la sua pasta frolla al cocco! Un saluto!

  • gian ha scritto: domenica 10 luglio 2016

    Ciao ma se al posto dello zucchero a velo metto quello normale va bene la dose uguale

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 11 luglio 2016

    @gian:Ciao Gian, se vuoi usare lo zucchero semolato puoi seguire la ricetta della pasta frolla II

  • Andrea ha scritto: martedì 28 giugno 2016

    Ho trattato molte volte la pasta frolla dato che lavoro in cucina e mi permetto di dire che secondo me mettere la farina insieme al burro nel mixer puó essere un errore perchè potrebbe far diventare la frolla dura e gommosa. (Correggetemi se sbaglio) Io lo sempre lavorata delicatamente con la punta delle dita e senza fare molta pressione. Grazie per la risposta smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 28 giugno 2016

    @Andrea: Ciao Andrea, la pasta frolla può essere preparata in diversi modi, l'importante è saper scegliere il metodo giusto ed eseguirlo correttamente smiley certo si può impastare a mano, così come nel mixer o addirittura in planetaria. Noi abbiamo optato per il metodo nel mixer, che crea l'effetto sabbiato al quale vanno poi aggiunti gli altri ingredienti. Lo facciamo da anni e per tutte le ricette, provaci anche tu e poi facci sapere! Un saluto!

10 di 1441 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy