Pasta frolla

Pasta frolla
1.3k Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il riposo in frigorifero

Presentazione

Pasta frolla

La pasta frolla è una delle preparazioni di base più conosciute ed utilizzate anche grazie alla sua facile e rapida preparazione. Per la sua versatilità la pasta frolla è molto usata in pasticceria per la realizzazione di crostate fatte con i frutti cotti insieme alla pasta come: mele, prugne, ciliegie, pesche. E' ottima anche per preparare deliziosi biscotti da aromatizzare come preferite, al limone o all'arancia ad esempio! La preparazione della pasta frolla è si molto semplice, ma bisogna avere delle piccole attenzioni per la sua buona riuscita. Un esempio? Usate lo zucchero a velo invece di quello semolato: a contatto con il burro e i tuorli si scioglierà più facilmente e otterrete un impasto più fine!

Ingredienti per 1 kg di pasta
Farina 500 g
Zucchero al velo 200 g
Uova 4 tuorli
Burro 250 g
Limoni la scorza di 1 non trattato

Preparazione

Pasta frolla

Per preparare la pasta frolla iniziate dalla sabbiatura: in un mixer ponete la farina setacciata, un pizzico di sale ed il burro appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo, tagliato grossolanamente (1). Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso e farinoso (2); versate la sabbiatura ottenuta su un piano di lavoro (oppure in una ciotola) e aggiungete lo zucchero a velo setacciato (3).

Pasta frolla

Create la forma a fontana e al centro versate la scorza di limone grattugiata (4) e i tuorli (5) (potete aromatizzare anche con la scorza di arancia, con i semi di una bacca di vaniglia o con la cannella). Quindi iniziate ad amalgamare il tutto prima con la forchetta (6),

Pasta frolla

poi quando le uova avranno assorbito la farina (7) potete proseguire a mano. Impastate brevemente, giusto il tempo di compattare l'impasto (8) perchè la frolla non si scaldi troppo con il calore delle mani e rimanga friabile. Formate un panetto e appiattitelo prima di avvolgerlo nella pellicola (9); riponetelo in frigorifero per farlo rassodare almeno 30 minuti. Passato il tempo necessario, togliete la pellicola e con il mattarello battete sul panetto per ammorbidirlo senza scaldarlo. Poi stendetelo dello spessore ideale per le vostre preparazioni: 3-5 mm se volete fare la base di una crostata, mezzo centimetro per dei biscotti. La vostra pasta frolla è pronta per essere usata nelle varie preparazioni!

Conservazione

Conservate la pasta frolla in frigorifero, coperta con la pellicola, per un paio di giorni al massimo. E' possibile congelare la pasta frolla avvolta in pellicola trasparente o in un sacchetto gelo per un massimo di 2-3 mesi.

Curiosità

Nella maggior parte delle ricette, sia su siti che su libri di cucina, c'è scritto che la pasta frolla va preparata con il burro tenuto a temperatura ambiente.
Diffidate da questa notizia perché la miglior pasta frolla si ottiene utilizzando il burro freddo appena tolto dal frigo!

Il consiglio di Sonia

La miglior pasta frolla si ottiene con il burro appena estratto dal frigo. Tutto ciò che entrerà in contatto con l'impasto durante la lavorazione dovrà essere molto freddo, compresi gli attrezzi e, possibilmente, le vostre mani. Vi suggerisco di utilizzare della farina povera di glutine, come la 00, che renderà l'impasto, una volta cotto, friabile. In altre parole, "frollo". Se la vostra frolla dovesse impazzire, ovvero sbriciolarsi nel corso del procedimento, niente paura: invece di aggiungere farina basterà aggiungere all'impasto un po' d'acqua fredda o mezzo albume per recuperarla e renderla più elastica. In alternativa potete aumentare la dose del burro di 20 gr. Desiderate avere una frolla più morbida? Aggiungete all'impasto un pizzico di lievito chimico per dolci!

Altre ricette

I commenti (1258)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Silvia ha scritto: giovedì 28 maggio 2015

    Ciao Sonia! Devo fare una crostata alla marmellata per circa 10 persone! Volevo sapere per quante persone è questa ricetta e per quanto devo cuocerla in forno normale ! Inoltre volevo sapere le la confettura la devo mettere in forno o no?

  • davide ha scritto: mercoledì 27 maggio 2015

    Ciao Sonia questa tua ricetta la faccio spesso e mi viene ben frolla....una curiosità il lievito scrivi che ne basta un pizzico ma cercando di essere più precisi possono bastare 3 Gr. Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 27 maggio 2015

    @davide: Ciao Davide! Noi nel procedimento non usiamo il lievito ma se ti riferisci al "Consiglio" allora ne basterà 1 g smiley

  • Annamaria ha scritto: venerdì 22 maggio 2015

    Ciao Sonia! Devo preparare dei cestini da riempire poi con crema pasticcera e frutta. Quanto devo cuocere la frolla e come?

  • Katia ha scritto: mercoledì 20 maggio 2015

    Scusa dimenticavo solitamente faccio la crostata alla frutta

  • Katia ha scritto: mercoledì 20 maggio 2015

    Ciao, volevo sapere temperatura e tempo di cottura quando si usa il burro senza lattosio quale é? Ho un forno ventilato e ho notato che non si cuoce bene, ma vedo che quando uso il burro senza lattosio succede con qualsiasi cosa cucino sia in forno che su fuoco... Grazie

  • arjola ha scritto: mercoledì 20 maggio 2015

    Volevo sapere come mai la base mi e' venuta fin troppo morbida e poco biscottata per fare una base da riempire con la crema pasticcera...oltretutto con il metodo della carta forno sul fondo e dei legumi per riempire,la base e' rimasta poco cotta(e non potevo lasciarla di piu perche i lati si stavano bruciando)e oltretutto i legumi si soo attaccati ai lati e per toglierli mi si e' un po' rotta... COSA HO SBAGLIATO? smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 20 maggio 2015

    @arjola: ciao! L'unico problema della base di pasta frolla è il fatto che non era ben cotta! Devi ricoprire l'intera torta con la carta forno in modo che i legumi poggino su questa e non direttamente sulla torta. In questo modo anche i bordi non dovrebbero bruciacchiarsi!

  • Angelo85 ha scritto: martedì 19 maggio 2015

    Ciao Sonia volevo chiederti come mai la pasta dopo la cottura risulta "fragile "grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 20 maggio 2015

    @Angelo85: ciao Angelo, se la pasta frolla risulta troppo fragile, significa che non ha riposato abbastanza. Se invece è friabile è giusto che sia cosi! 

  • Vincenza ha scritto: sabato 16 maggio 2015

    Ciao Sonia di dici perché le mie crostate vengono sempre dure? Dove sbaglio? Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 18 maggio 2015

    @Vincenza: Ciao Vincenza! Forse il tuo forno è molto potente e cuoce troppo...

  • Ziodedo ha scritto: venerdì 15 maggio 2015

    Non ci sono nella ricetta, temperatura e tempo! Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 15 maggio 2015

    @Ziodedo: Ciao! Dipende dalla preparazione in cui la vuoi utilizzare smiley

  • annabab ha scritto: giovedì 14 maggio 2015

    Buongiorno Sonia! Dovrei preparare una crostata in uno stampo rettangolare 42x32 e sono davvero confusa circa le dosi degli ingredienti. Grazie di cuore del tuo prezioso aiuto ... Annabab

10 di 1258 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento