Pasta pesce spada e menta

Primi piatti
Pasta pesce spada e menta
51 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + 1 ora per il riposo delle melanzane

Presentazione

Pasta pesce spada e menta

I profumi e i sapori della Sicilia sulla vostra tavola: la pasta pesce spada e menta è un primo piatto semplice da preparare e gustoso da assaporare e condividere! Il suo segreto? Le foglioline di menta fresca che esaltano il gusto del pesce spada e che, insieme alle melanzane e ai pomodorini, vi faranno scoprire un angolo di Sicilia forchettata dopo forchettata. Ingredienti tipici, semplici e genuini che fanno di questa ricetta un grande primo piatto: noi ci abbiamo abbinato delle Caserecce, ma voi potete provarlo con la vostra pasta corta preferita! La pasta pesce spada e menta è ottima servita sia calda, appena preparata, che gustata fredda come un'insalata di pasta, diventando un delizioso primo per un pranzo o una cena estivi. Procuratevi tutti gli ingredienti e mettetevi al lavoro: siete pronti per sentirvi chiedere il bis?

Ingredienti
Casarecce 320 g
Pesce spada in fette 400 g
Menta q.b.
Melanzane tonde 700 g
Pomodori di Pachino 200 g
Aglio 2 spicchi
Prezzemolo 1 ciuffo
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
per spurgare le melanzane
Sale grosso q.b.
Olio di arachidi 800 g
Vai alle ricette con Casarecce

Casarecce

Un formato stuzzicante, che già nel nome evoca l'antica origine casereccia.
Con la loro superficie liscia e delicatamente porosa, le Casarecce Barilla permettono di raccogliere ogni tuo condimento fino all'ultima goccia, esaltandone il sapore al palato.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Pasta pesce spada e menta

Per preparare la pasta pesce spada e menta iniziate dalle melanzane: lavatele bene ed eliminate con un taglio netto la parte superiore (1) quindi tagliatele a fette spesse circa 1 centimetro e poi tagliate ogni fetta a cubetti il più possibile della stessa misura (2). Una volta che avrete tagliato tutte le melanzane, ponetele in un colino con sotto una ciotola per raccogliere l'acqua, e spolverizzatele con il sale grosso (3).

Pasta pesce spada e menta

Mettete una ciotola sopra le melanzane con un peso all'interno (4) e lasciatele riposare per circa un'ora, in modo che perdano tutta l'acqua di vegetazione. Mentre le melanzane spurgano, occupatevi del pesce spada: togliete la pelle (5) e tagliate ciascuna fetta prima a strisce (6)

Pasta pesce spada e menta

e poi a cubetti (7). Poi tritate il prezzemolo (8) e tagliate in 4 i pomodorini (9). Poi mettete tutti questi ingredienti da parte.

Pasta pesce spada e menta

A questo punto mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua da salare a bollore (servirà per cuocere successivamente la pasta) e tornate alle melanzane: passata un'ora dallo spurgo, sciacquatele sotto acqua corrente (10), scolatele e tamponatele leggermente con un canovaccio o della carta da cucina per togliere l'acqua in eccesso (11). In un pentolino fate scaldare abbondante olio di arachidi e, quando avrà raggiunto la temperatura di 160-170° gradi, friggete le melanzane un po' per volta (12). Abbiate cura di misurare la temperatura esatta dell'olio utilizzando un termometro da cucina: non dovrà superare la temperatura indicata.

Pasta pesce spada e menta

Mano a mano che friggete le melanzane fatele scolare su un vassoio coperto di carta assorbente (13), in modo che perdano l'olio in eccesso e procedete così fino a quando non avrete fritto tutte le melanzane. A quel punto buttate la pasta (14) e cuocete al dente. Nel frattempo in una padella capiente dai bordi alti versate l'olio e schiacciate l'aglio (15)

Pasta pesce spada e menta

aggiungete il trito di prezzemolo (16), i pomodorini (16) e lasciateli appassire per un paio di minuti mescolando di tanto in tanto. Aggiungete poi le melanzane fritte (18)

Pasta pesce spada e menta

e il pesce spada a cubetti (19). Mescolate delicatamente il tutto (20), facendo attenzione a non rompere i cubetti di pesce e lasciate cuocere per circa 5 minuti (21). Aggiustate di sale e di pepe.

Pasta pesce spada e menta

Quando la pasta sarà arrivata a cottura scolatela e versatela nella padella con il condimento, facendola saltare per qualche istante (22). Spegnete il fuoco e unite la menta, spezzettandola a mano (23). Mescolate bene e impiattate (24): la vostra pasta pesce spada e menta è pronta per essere gustata!

Conservazione

Si consiglia di consumare la pasta pesce spada e menta appena pronta. Qualora vorreste prepararla in anticipo e gustarla come pasta fredda, conservatela in frigorifero per 1-2 giorni al massimo, in un contenitore ermetico. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se lo gradite, aggiungete del peperoncino fresco piccante nella pasta per dare una nota di sapore in più!

I commenti (51)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Michela ha scritto: lunedì 18 luglio 2016

    Ciao! E' possibile mettere a cuocere le melanzane con i pomodorini senza doverle friggerle prima? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 19 luglio 2016

    @Michela: Ciao Michela, se preferisci puoi far saltare le melanzane in padella con un po' d'olio invece di friggerle... poi aggiungi i pomodorini e procedi come da ricetta. Un saluto! smiley

  • Cristina ha scritto: venerdì 15 luglio 2016

    Che dite se ci gratto un pochino di bottarga

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 19 luglio 2016

    @Cristina: Se la gradisci puoi provare ad aggiungerla! Fai attenzione a non aggiungere troppo sale perché la bottarga è già molto sapida. A presto! smiley

  • Daniele ha scritto: giovedì 26 maggio 2016

    buonasera a tutti, ho prepatato questa sera questa ricetta ma non si e' amalgamata la pasta con il condimento....in pratica due entita' separate. Che suggerimento mi date? grazie. Daniele

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 27 maggio 2016

    @Daniele:Ciao Daniele, se preferisci una consistenza più cremosa puoi optare per il pesto di melanzane come condimento

  • Ignazio ha scritto: sabato 21 maggio 2016

    Salve, con "2 fette da 200g" che si intende? Che il pesce spada deve essere in tutto 200g oppure che ogni fetta deve essere 200g con un totale di 400g?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 23 maggio 2016

    @Ignazio:Ciao Ignazio, si intende che ciascuna fetta deve pesare 200 gr.

  • barbara ha scritto: domenica 15 maggio 2016

    vorrei prepararla il giorno prima per un buffet, si presta poi ad essere consumata a temperatura ambiente? grazie!!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 16 maggio 2016

    @barbara: Ciao Barbara certamente, ma ti consigliamo di lasciare la pasta molto al dente! 

  • Pierandrea ha scritto: venerdì 22 aprile 2016

    La trovo ottima. Personalmente trito finemente l'aglio e aggiungo al soffritto una manciata di pinoli lascindoli tostare. Un aggiunta gradevole, per evitare l'uso del formaggio che copre troppo il sapore dello spada, potrebbe essere quella di cospargere la pasta con della mollica di pane tritata grossolanamente insieme a del finocchietto selvatico (possono andare bene anche i semi di finocchio) e fatta tostare precedentemente in padella con pochissimo olio.

  • Marzia ha scritto: domenica 03 aprile 2016

    Salve credo che oggi per pranzo userò qst ricetta solo che il mio.compagno non mangia l aglio..se mettessi la cipolla ? E poi è necessario mettere le melenzane a colare col sale grosso? Domanda . A che serve ?e se uso il sale marino cosa cambia. Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 06 aprile 2016

    @Marzia: Ciao Marzia, se non ama l'aglio puoi ometterlo, la cipolla potrebbe rendere troppo dolce il sughetto! Il sale serve a far spurgare le melanzane dell'acqua amarognola, se non ti dispiace il sapore amaro allora puoi anche omettere il passaggio, se invece non hai il sale grosso può andar bene anche quello fino smiley un saluto!

  • salvatore ha scritto: domenica 28 febbraio 2016

    Posso aggiungere un po di vino bianco alla tua ricetta grazie buona domenica

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    @salvatore: Ciao! Se preferisci puoi saltare a parte lo spada e sfumarlo con il vino bianco! 

  • anto ha scritto: giovedì 31 dicembre 2015

    ma il grana padano o il pecorino ci si può mettere?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 02 gennaio 2016

    @anto: Ciao Anto, certo! Se preferisci non ci sono problemi! Un saluto!

  • anto ha scritto: giovedì 31 dicembre 2015

    ma il grana o il pecorino grattugiato si può mettere?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 24 febbraio 2016

    @anto: Ciao, se preferisci non ci sono problemi smiley

10 di 51 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI