Pate' di olive nere

Salse e Sughi
Pate' di olive nere
25 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Il patè di olive nere è un condimento molto usato per insaporire i primi piatti di pasta oppure può essere usato come crema da spalmare su tartine o bruschette o accompagnare con il suo profumo intenso i grissini. Il gusto deciso delle olive nere insaporisce e da corpo alle pietanze alle quali viene accostato. Le olive nere sono conosciute per le loro proprietà antiossidanti. Contengono potassio e sali minerali. Proprio per i sali minerali che contengono sono ritenute degli ottimi alimenti energetici. Potremmo dire che il patè di olive nere è patrimonio di tutte le regioni grandi produttrici di olive, come ad esempio la Liguria, la Toscana e la Sicilia, che lo preparano ognuna con le proprie varianti. Stanno per arrivare a cena i vostri amici? Date un tocco di creatività alle vostre preparazioni con questo veloce e semplice da preparare ma non per questo meno gustoso patè di olive nere!

Ingredienti
Olive nere 200 g
Olio extravergine di oliva 45 g

Preparazione

Pate' di olive nere

Per preparare il patè di olive, iniziate denocciolando le olive una ad una (1), ponetele nel frullatore (2) e frullatele fino ad ottenere un composto omogeneo (3).

Pate' di olive nere

Aggiungete l’olio a goccia l'olio extravergine a filo (4) fino a quando non otterrete una crema morbida e sufficientemente compatta (5). Il vostro patè è pronto per essere servito. Potete gustarlo su croccanti crostini: per prepararli sarà sufficiente affettare il pane, disporlo su una leccarda foderata con carta da forno, irrorarlo con un filo d'olio e farlo tostare su forno in modalità grill per 2 minuti, girandolo a metà cottura per farlo tostare in maniera uniforme. Potete spalmare il patè di olive nere su del pane caldo con un filo di olio cotto nel forno finché non assume una colorazione dorata (6).

Conservazione

Si può conservare in frigorifero per 14 giorni coperto da olio. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

A seconda dei gusti potete aggiungere a questo delizioso patè di olive nere delle acciughe sott’olio e/o capperi.

Altre ricette

I commenti (25)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Stefania ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    Ho preparato la crema di olive nere e l'ho nessa in un barattolino di vetro sterelizzato,ricoperta di olio e chousa con copercho. Vorrei congelarrka come da vostra indicazione ...la mia fomanda è la seguente:una volta scongelato ento quanti giorni si può consumare tenendolo ovviamwnte nrl friforifero? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 17 marzo 2016

    @Stefania: Ciao Stefania, meglio consumarla entro 1-2 giorni al massimo! 

  • Patrizia A. ha scritto: lunedì 16 novembre 2015

    Dopo una notte in frigo in attesa di miracolo ho messo sul fuoco aggiungendo 300 Gr. di zucchero e un cucchiaino di paprica. Ho fatto bollire 20 minuti. Ho tolto l'olio e invasato. Il risultato è una confettura piccante dolce amara all'aglio.!!!!

  • Patrizia A. ha scritto: domenica 15 novembre 2015

    Una volta fatto il patè amarissimo - troppo - c'è modo di rimediare e di utilizzarlo ?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 16 novembre 2015

    @Patrizia A.: Ciao Patrizia, ci spiace che non sia di tuo gradimento. Perché non provi a farci il pane come abbiamo fatto in questa ricetta?

  • Emanuela ha scritto: giovedì 12 novembre 2015

    Ciao, volevo sapere come posso fare a conservare sottovuoto il patè. Nelle tecniche di sterilizzazione, si fa riferimento a composte o marmellate che comunque devono essere bollite. Se faccio a bagnomaria il patè, non si rovina? Come posso fare? AIUTOOO

  • Neda ha scritto: martedì 03 novembre 2015

    È' meglio che specificate nella ricetta che le olive devono essere prima messe in salamoia perché anch'io le ho usate così come erano è il paté e' immangiabile.

  • antonella ha scritto: domenica 01 novembre 2015

    ciao Sonia, bravissima come sempre,interessantissima come sempre....vorrei sapere se stiamo parlando di olive fresche o gia' trattate.grazie millle

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 02 novembre 2015

    @antonella: ciao Antonella! Per realizzare questa ricetta abbiamo utilizzato le olive in salamoia! 

  • OLIVIERO TROMBINI ha scritto: giovedì 11 giugno 2015

    IL PATE' lo ricavo da olive naturali conservate in acqua e sale da almeno 6 mesi dopo aver tolto l'amaro con cambio acqua almeno una volta o due non e' necessario cambiarla molte volte...poi vi consiglio di mettere i noccioli in pane grattuggiato e conservarli ricoperti...altra ricetta le olive schiacciate in pane grattuggiato quasi intere senza nocciolo con aggiunta di aglio o aromi e olio oliva

  • Giulia ha scritto: venerdì 13 febbraio 2015

    Ciao Sonia...vorrei provare a fare il paté di olive..un problema è che le acciughe non piacciono ai miei ospiti e quindi Sonia come posso fare ? grazie in anticipo

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 16 febbraio 2015

    @Giuliasmileyuoi ometterle Giulia smiley

  • francesca ha scritto: mercoledì 28 gennaio 2015

    a me risulta un sapore non equilibrato..non so per quale motivo,troppe acciughe,troppo tonno,troppo aglio..peccato smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 18 agosto 2013

    @Fabry: Ciao, si puoi provare seguendo le indicazioni per le conserve che vanno ricoperte con olio che trovi qui: come sterilizzare i vasetti.

10 di 25 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI