Penne all'Arrabbiata

Primi piatti
Giallozafferano - Barilla La qualità degli ingredienti fa la differenza in ogni ricetta
Penne all'Arrabbiata
127 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Penne all'Arrabbiata

Le penne all’arrabbiata sono un piatto tipico del Lazio. Questa regione ci regala un piatto ormai divenuto parte della cultura culinaria dell’intero stivale, così come successo per gli spaghetti cacio e pepe. Una specialità preparata con pochi e semplici ingredienti ma dal sapore deciso, realizzata con un sugo di pomodori fatti saltare in aglio e peperoncino. Il tocco finale? Il gusto intenso del pecorino per la spolverata finale! Le penne all’arrabbiata sono una preparazione riscoperta recentemente, spesso usata come spuntino notturno in occasione di raduni fra amici perché di semplice e rapida realizzazione.

Il nome arrabbiata è singolare. In realtà pare derivi dal fatto che a causa del peperoncino chi mangia le penne all’arrabbiata rischia di diventare rosso in volto, tipico colore del volto delle persone arrabbiate, da cui appunto deriva il nome questo piatto.

 

Ingredienti
Penne Rigate 400 g
Aglio (circa 2 spicchi) 6 g
Olio extravergine di oliva 40 g
Pecorino romano grattugiato 100 g
Peperoncino intero 5 g
Prezzemolo tritato 3-4 cucchiai 8 g
Pomodori grappolo ramato 400 g
Vai alle ricette con Penne Rigate

Penne Rigate

Le nuove Penne Rigate Barilla, dal gusto più consistente, capaci di trattenere perfettamente i tuoi sughi, nascono da una nuova combinazione di grani duri eccellenti e trafile che esaltano al meglio il carattere della pasta.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Penne all'Arrabbiata

Per preparare le penne all'arrabbiata, iniziate dalla preparazione del sugo, iniziando dalla pulizia e dal taglio dei pomodori (per un maggiore dettaglio potete controllare la scuola di cucina Come tagliare le verdure). Prendete i pomodori e sciacquateli sotto abbondante acqua. Quindi eliminate il picciolo verde (1) ed incideteli leggermente effettuando una sorta di x in corrispondenza del punto in cui avete tolto il picciolo (2). Questo passaggio consente un più rapida eliminazione della buccia esterna da cotti. Poi prendete un tegame dai bordi alti, riempitelo di acqua, portate a bollore e sbollentate i pomodori per alcuni secondi (3).

Penne all'Arrabbiata

Aiutandovi con una schiumarola scolateli e riponeteli in una ciotola con acqua e ghiaccio (4). Ora privateli della buccia (5), eliminate i semini interni e tagliateli a metà, quindi in quarti e poi a piccoli cubetti (6). Riponete i cubetti in una ciotolina e tenete da parte.

Penne all'Arrabbiata

Poi prendete un peperoncino, tagliatelo a metà e ricavatene i semini interni e delle piccole striscioline (7). A questo punto prendete una padella antiaderente, versate l’olio a filo. Fate rosolare uno spicchio di aglio (intero o schiacciato a seconda dei vostri gusti) con i semini del peperoncino (8) e mescolate bene con un cucchiaio di legno per evitare che si brucino. Quindi aggiungete i pomodori tagliati a cubetti e lasciate cuocere per alcuni secondi per evitare che i pomodori si sfaldino (9) mescolando bene con un cucchiaio di legno per consentire una cottura uniforme. Aggiustate di sale e pepe.

Penne all'Arrabbiata

A cottura ultimata togliete l’aglio (10). Nel frattempo prendete un tegame dai bordi alti, aggiungetevi l’acqua e portate a bollore. Versatevi la pasta e lasciate cuocere (11). Quando sarà cotta scolatela e unitela nella padella con il sugo (12).

Penne all'Arrabbiata

Aggiungete il prezzemolo fresco tritato finemente ed amalgamate bene gli ingredienti (13). Quindi impiattate ed aggiungete il pecorino grattugiato (14). Servite e gustate (15)!

Conservazione

Conservate le penne all'arrabbiata, chiuse in un contenitore ermetico, in frigorifero per 2 giorni al massimo.

Si sconsiglia di congelare.

Il consiglio di Sonia

Per rendere il sugo più denso potete aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro! E attenzione al soffritto: rosolare troppo aglio e peperoncino potrebbe rovinare il vostro piatto.

Curiosità

Questo piatto così ricco di gusto ha vissuto una grande notorietà anche perché portato sui set cinematografici di film come “La grande abbuffata”, “Roma”, “Sette chili in sette giorni”, rispettivamente di Ferreri, Fellini e Verdone.

Pasta Corta Barilla Pasta Corta Barilla Scopri tutte le ricette

I commenti (127)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • riccardo ha scritto: lunedì 17 agosto 2015

    Sono convinto che seguire rigidamente la ricetta sia corretto se si vuole ottenere un risultato in linea con la tradizione. Ma ritengo che ogni variazione dettata da gusti personali o semplicemente usare ciò che si ha a disposizione al momento sia altrettanto accettabile. Se poi il risultato non si potrà chiamare correttamente con il nome dell'idea di partenza c'è ne faremo serenamente una ragione. Se non si ha in casa il guanciale ma solo pancetta o solo del prosciutto crudo o cotto o anche semplicemente una salsiccia di maiale, usare questi ingredienti non renderà il risultato immaginabile. Togliere o lasciare lo spicchio d'aglio mi sembra un dettaglio non fondamentale. Va tutto a gusto personale. Fate con quello che avete seguendo solo il gusto personale e nessuno avrà grossi problemi.

  • riccardo ha scritto: lunedì 17 agosto 2015

    Sono convinto che seguire rigidamente la ricetta sia corretto se si vuole ottenere un risultato in linea con la tradizione. Ma ritengo che ogni variazione dettata da gusti personali o semplicemente usare ciò che si ha a disposizione al momento sia altrettanto accettabile. Se poi il risultato non si potrà chiamare correttamente con il nome dell'idea di partenza c'è ne faremo serenamente una ragione. Se non si ha in casa il guanciale ma solo pancetta o solo del prosciutto crudo o cotto o anche semplicemente una salsiccia di maiale, usare questi ingredienti non renderà il risultato immaginabile. Togliere o lasciare lo spicchio d'aglio mi sembra un dettaglio non fondamentale. Va tutto a gusto personale. Fate con quello che avete seguendo solo il gusto personale e nessuno avrà grossi problemi.

  • Cecilia ha scritto: mercoledì 08 luglio 2015

    Troppo peperoncino nella ricetta .. Stavamo andando a fuoco !!

  • antonio ha scritto: sabato 04 luglio 2015

    al posto del prezzemolo userei il basilico

  • gaetano ha scritto: mercoledì 01 luglio 2015

    Cara Sonia ma non dovrebbero essere più rosse? Le vedo un po' pslliduccie

  • Teresa ha scritto: domenica 21 giugno 2015

    Io lascerei tutto così sono squisite!!!!! In famiglia sono state molto apprezzate!

  • Santa ha scritto: domenica 14 giugno 2015

    Metterei del peperoncino in più e aggiu gerei dei semi di finocchio. Al posto dell'aglio metterei la cipolla, il sugo viene più dolce oltre ad essere più arrabbiato!!

  • Luigi ha scritto: giovedì 11 giugno 2015

    preparata passo passo, a dir poco buonissina......Bravo

  • Angela ha scritto: martedì 09 giugno 2015

    Ciao la ricetta è davvero buona, ma nel sughetto potrei mettere un po' di burro?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 22 giugno 2015

    @Angela: Ciao Angela! Io non te lo consiglio smiley

  • immacolata ha scritto: mercoledì 03 giugno 2015

    vorrei sapere se nelle pennette all'arrabiate si mette la pancetta grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 05 giugno 2015

    @immacolata: Ciao Immacolata! No, in genere non è previsto l'uso della pancetta smiley

10 di 127 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento