Pesto alla siciliana

/5
Pesto alla siciliana
98 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Siete stanchi del classico pesto alla genovese e avete voglia di cambiare colore alla vostra pasta? Il pesto alla siciliana, allora, è la variante che fa per voi. La preparazione di questa versione si rifà ai frutti tipici della terra di questa splendida regione: pomodori ramati, ricotta, pinoli e tanto basilico, che insieme creano un tripudio di colori e sapori.
Come tutte le ricette regionali, però, anche questa vanta numerosi adattamenti, cioè piccole variazioni negli ingredienti base che rispecchiano le tradizioni e i prodotti tipici del territorio.
Ecco che, ad esempio, il pesto alla Trapanese viene preparato con le mandorle pelate, poi c’è il pesto di pomodori secchi e quello con i pistacchi di Bronte. Insomma ognuno realizza il suo pesto con gli ingredienti di cui dispone, la peculiarità del pesto alla siciliana, però, è proprio la ricotta. Il pesto alla siciliana è un condimento perfetto per tutti i tipi di pasta, ma abbinandolo a degli spaghetti o a della pasta casereccia conquisterà voi e i vostri ospiti.
Inoltre la sua preparazione, oltre che essere totalmente a crudo, è anche molto veloce, l’ideale per chi ha fretta ma ha voglia di stupire e di preparare un piatto davvero prelibato e per chi non si arrende ai fornelli anche quando il caldo estivo non lascia scampo. Non vi resta che provare i colori e il gusto irresistibile del pesto alla siciliana!

Ingredienti

Pomodori ramati 500 g
Pinoli 50 g
Olio extravergine d'oliva 150 ml
Aglio 1 spicchio
Basilico 1 mazzetto
Parmigiano reggiano da grattugiare 100 g
Ricotta vaccina 150 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Preparazione

Come preparare il Pesto alla siciliana

Pesto alla siciliana

Per preparare il pesto alla siciliana, iniziate lavando con cura i pomodori e dividendoli a metà. Una volta divisi, eliminate la parte interna e spremeteli per eliminare i semini e il succo in eccesso (1). Dopodichè lavate le foglie di basilico sotto acqua corrente (2) e, dopo averle scolate, asciugatele con un panno (3).

Pesto alla siciliana

A questo punto versate i pomodori in un mixer (4), aggiungete le foglie di basilico lavate ed asciugate (5) e i pinoli (6).

Pesto alla siciliana

Sbucciate uno spicchio di aglio, dividetelo a metà e unitelo al composto (7) assieme al parmigiano grattugiato (8) e alla ricotta (9). Salate e pepate a piacere.

Pesto alla siciliana

Dopo aver aggiunto tutti gli ingredienti, versate l’olio (10) e azionate il mixer a bassa velocità per controllare il grado di cremosità desiderata. Potete, infatti, decidere se ottenere un composto più o meno cremoso. Quando il pesto avrà raggiunto la giusta consistenza, verificate se necessità ancora di sale e pepe. Ora il pesto alla siciliana è pronto per arricchire e colorare la vostra pasta (12)!

Conservazione

Se non consumate subito il pesto alla siciliana, conservatelo all’interno di un contenitore (meglio se di vetro) ben coperto in frigorifero per al massimo 2 giorni.

Consiglio

Il pesto alla siciliana prevede molte varianti, per provare un sapore diverso potete sostituire i pinoli (completamente o parzialmente) con delle mandorle pelate. Potete realizzare il pesto alla siciliana utilizzando un mixer ad immersione: il lavoro sarà più lungo, ma otterrete un effetto meno cremoso, con pezzetti più visibili.

Offerto da Penny Market

Pesto alla siciliana

Colleziona il gusto Home Made!
Raccogli i bollini e colleziona gli esclusivi vasetti firmati Bormioli Rocco. Fino al 27 Agosto!
Scopri di come!

Leggi tutti i commenti ( 98 )

I commenti (98)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • Andrea3 ha scritto: sabato 15 luglio 2017

    Salve, ma le bucce del pomodoro una volta frullati non danno fastidio? si sentono? oppure è consigliato spellarli? grazie mille smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 15 luglio 2017

    @Andrea3: Ciao, se preferisci puoi spellarli come si fa nel pesto alla trapanese, un'altra gustosa variante regionale smiley

  • giuseppe ha scritto: mercoledì 05 luglio 2017

    Per conservarlo più a lungo, si può bollire il barattolo? Se si,per quanto tempo lo si può conservare?.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 05 luglio 2017

    @giuseppe: ciao Giuseppe! Essendoci la ricotta non è consigliabile! Al limite se preferisci puoi congelarlo per un mesetto! 

Leggi tutti i commenti ( 98 ) Scrivi un commento

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto delle Condizioni d'uso e dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy