Pesto di rucola

Salse e Sughi
Pesto di rucola
128 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 5 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Il pesto è una crema versatile che si presta a moltissime varianti a seconda dei vostri gusti: il pesto di zucchine, per un sapore molto delicato o al contrario quello di menta per un gusto più intenso, oppure il classico pesto alla genovese. Quello che vi proponiamo oggi è il pesto di rucola, un condimento molto delicato ma saporito, veloce da preparare e ideale per condire la pasta nella stagione estiva, data la sua freschezza.Con questa crema dal gusto unico potrete realizzare ripieni sfiziosi come il rotolo di frittata farcito, ma non solo. Potrete realizzare ottimi primi, usando un tipo di pasta che abbracci la sua cremosa consistenza, come i tonnarelli, ma anche carne e pesce, per dare un tocco raffinato e particolare a ogni vostra portata. Basteranno davvero pochi passaggi per realizzare questo delizioso condimento!

Ingredienti per 400 g di pesto circa
Rucola 100 g
Parmigiano reggiano 50 g
Pecorino 50 g
Olio di oliva extravergine 150 g
Sale 5 g
Pinoli 50 g
Aglio 3 g

Preparazione

Pesto di rucola

Per preparare il pesto di rucola, lavate molto bene la rucola, asciugatela e mettetela nella tazza di un mixer (1): aggiungete anche i pinoli (2), il Parmigiano reggiano (3)

Pesto di rucola

E il Pecorino (4); unite lo spicchio di aglio intero sbucciato (5) e il sale (6).

Pesto di rucola

Aggiungete a questo punto una piccola parte dell’olio d'oliva (7). Cominciate a frullare a bassa velocità il tutto e, mano a mano, aggiungete il restante olio d'oliva a filo (8), fino ad ottenere una crema ben amalgamata e fluida (9). Se non userete immediatamente il pesto di rucola, potrete conservarlo in frigorifero per qualche giorno ponendolo in un contenitore con il tappo, coperto con un filo d'olio d'oliva. Al momento di mischiarlo con la pasta, potrete ammorbidirlo mescolandolo con qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Conservazione

Si può conservare in un barattolo coperto di olio per circa 10 giorni in frigorifero. Oppure si può congelare in piccoli vasetti.

Consiglio

Se volete, potete usare la rucola selvatica per avere un sapore ancora più forte

Altre ricette

I commenti (128)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Mariella ha scritto: lunedì 30 maggio 2016

    Ho seguito attentamente la ricetta Dosato gli ingredienti Risultato eccellente! Ho anche usato per farcire tartine E tramezzini ;0)

  • bernice ha scritto: sabato 28 maggio 2016

    Ciao sonia"ho problema di acidità"un altro ingrédiente ,e poi posso pestarlo grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 30 maggio 2016

    @bernice:Ciao Bernice, quale ingrediente vuoi sostiture?

  • Virginia ha scritto: mercoledì 25 maggio 2016

    , io sono allergica a tutta la Frutta secca, con cosa potrei sostituire i pinoli?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 25 maggio 2016

    @Virginia: Ciao, ometti pure, stai un pò indietro con il sale e aggiungi un pò più di formaggi... verrà più saporito ma almeno la consistenza sarà simile! smiley

  • Adriano ha scritto: mercoledì 25 maggio 2016

    Ho già fatto il pesto di rucola con le noci al posto dei pinoli ed è molto molto buono (e più economico). Inoltre ho fatto una salsa con la rucola, pane raffermo inumidito con poco aceto e strizzato, aglio, qualche acciuga, olio extravergine di oliva, tutto mixato. La salsina ha coperto poi dei fantastici peperoni arrostiti e lasciati in frigo quasi un giorno intero. Provateli smiley

  • fabiana ha scritto: mercoledì 25 maggio 2016

    Qualcuno conosce il segreto perchè il basilico o la rucola utilizzati non si scuriscano ? quali passi per farli rimanere verde brillante? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 25 maggio 2016

    @fabiana: Ciao Fabiana. Il segreto è non far ossidare le foglie. In particolare il basilico non andrebbe lavato se possibile ma solo pulito con un panno... oppure andrebbero messe a bagno in acqua fredda quindi scolate e fatte asciugare senza tamponarle. Poi bisogna far andare le lame non per troppo tempo ma a più riprese, facendo il pesto nel mixer. Possibilmente freddando gli strumenti che si andranno ad utilizzare.

  • Antonella ha scritto: giovedì 19 maggio 2016

    Buongiorno ,anche oggi prima di cucinare,controllo il vostro sito.Mi è doveroso dire che le vostre ricette,oltre ad essere semplici,sono perfette da tutti i punti di vista.Vi ringrazio e cordialmente saluto.Antonella Farci

  • RAMONA ha scritto: martedì 10 maggio 2016

    posso sostituire i pinoli con delle noci secondo voi ?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 10 maggio 2016

    @RAMONA:Certo Ramona, si può sperimentare anche questa variante saporita!

  • Francesca ha scritto: lunedì 25 aprile 2016

    Salve io nho della rucola congelata va Nbene lo stesso?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 25 maggio 2016

    @Francesca: Ciao Francesca, puoi utilizzarla direttamente da congelata così non si ossida più di tanto con il calore delle lame! smiley

  • Sara ha scritto: giovedì 21 aprile 2016

    Ciao Sonia! smiley Vorrei preparare questo pesto da abbinare ad un piatto di pasta ed alici. Secondo te é meglio il pesto alla rucola, alle zucchine o alla menta?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 23 aprile 2016

    @Sara: Ciao considera che il pesto alla rucola ha un gusto particolare, non delicato come quello alle zucchine ma leggermente più pungente. Poi può variare anche in base al tipo di rucola che scegli. Con le alici potresti provare il pesto alle zucchine che rimane delicato e le alici danno quella nota sapida che si sposa molto bene! 

  • Chiara ha scritto: mercoledì 20 aprile 2016

    Non è che congelandolo si potrebbe ossidare e diventare nero?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 23 aprile 2016

    @Chiara: Ciao Chiara, congelato in piccoli vasetti ben coperti con olio non si ossida no! smiley

10 di 128 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento