Piadina Romagnola

Piatti Unici
Piadina Romagnola

Scopriamo la ricetta della piadina, una delle ricette più tradizionali e più conosciute della cucina Romagnola assolutamente da assaggiare. « Torna alla ricetta

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • lara ha scritto: sabato 13 dicembre 2014

    Le immagini sono belle

  • marco ha scritto: sabato 13 dicembre 2014

    Mi potete per favore riscrivere la vecchia ricetta. L'ho usata per due anni ma non mi ricordo la quantitá degli ingredienti! Grazie inanticipo smiley

  • GZutente ha scritto: sabato 06 dicembre 2014

    Perchè avete cambiato diverse ricette? Nella versione precedente riuscivano tutte molto meglio!!

  • saby ha scritto: domenica 30 novembre 2014

    Si può assolutamente impastare a mano! E per chi non vuole o non può usare il lievito si può mettere il bicarbonato..

  • Sara ha scritto: venerdì 28 novembre 2014

    nella ricetta scrive latte.. negli ingredienti acqua.. cosa ci metto e quanto?

  • Dany ha scritto: martedì 25 novembre 2014

    Ho guardato adesso il video e la ricetta è quella che ho sempre usato io è che consiglio,ed è diversa da quella scritta,forse l'avete cambiata x poterla fare anche con l'impastatrice presuppongo.

  • Dany ha scritto: martedì 25 novembre 2014

    Perché avete cambiato la ricetta!? Quella di prima era fantastica...boh!! Per fortuna che l'ho scritta xche questa non mi sembra proprio la ricetta della piadina romagnola!!

  • Sara ha scritto: venerdì 21 novembre 2014

    Buonissima!! sembra che l'ho comprata smiley

  • maria ha scritto: lunedì 10 novembre 2014

    Non.ho il robot per impastare ci vuole molta forza per impastare a mano?

  • angi2012 ha scritto: venerdì 07 novembre 2014

    ...scusate, ho guardato ora il video dove Sonia impasta a mano !

  • angi2012 ha scritto: venerdì 07 novembre 2014

    Ciao, anch'io vorrei sapere se si può impastare a mano... o sarebbe troppo laborioso ? E col robot ?

  • Fiorella ha scritto: sabato 01 novembre 2014

    Le ho fatte oggi!!! Buonissime!!!!

  • bonamy ha scritto: martedì 28 ottobre 2014

    bonjour je suis a monaco pour le marche de noel et je n'arrive pas a trouver une entreprise italienne qui vend des piadina prête congelée j'ai vue cela a rimini a un salon s'il vous plais pour vous me fournir quelque adresse de grossiste merci

  • barbara ha scritto: venerdì 24 ottobre 2014

    Ma si puo impastare a mano?

  • Verona ha scritto: domenica 19 ottobre 2014

    Grazie mille per la ricetta, ho usato l'olio di semi e sono venute buonissime! Saluti!

  • paola ha scritto: venerdì 17 ottobre 2014

    Posso prepararla prima? Ad esempio la mattina e poi tirare e cuocere le piadine prr cena. Se si come la conservo? In frigo? O la lascio fuori coperta con pellicola?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 18 novembre 2014

    @paola:Ciao si conserva in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica.

  • naty ha scritto: venerdì 17 ottobre 2014

    ma no!!! niente miele, latte e zucchero, macchè scherziamo??? la piadina non si tocca!!! ROMAGNOLA DOC

  • alessandra ha scritto: domenica 12 ottobre 2014

    Ciao

  • Elora ha scritto: lunedì 06 ottobre 2014

    Assolutamente buonissime le sto mangiando adesso nella pausa lavoro...non togliere la ricetta!

  • Gino ha scritto: sabato 04 ottobre 2014

    La ricetta del video è la stessa del crescione romagnolo: provato e trovato buonissimo. Ma la ricetta riportata è la stessa della piadina trentina. Non mi trovo più !

  • Maria ha scritto: martedì 23 settembre 2014

    Ciao Sonia. Ancora un grazie per le tue ricette!! Ho seguito passo passo il tuo video e il risultato è stato assicurato! Io ho usato l'olio evo, il latte non freddo e le ho cotte in una semplice padella antiaderente. Buonissime! Per un piacere personale io le ho preparate abbastanza sottili, a me piacciono piu croccanti e leggere. Grazieeeee!!

  • Amely ha scritto: mercoledì 17 settembre 2014

    Posso usare una semplice padella antiaderente per cuocerla?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 18 settembre 2014

    @Amely:Ciao, si puoi provare.

  • paolo ha scritto: lunedì 01 settembre 2014

    io le ho fatte con l'olio al posto dello strutto. Mi sono venute un pò massose,stoppose,compatte...nonostante le abbia stese molto sottili. da cosa può dipendere? spero in una risposta..Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 30 settembre 2014

    @paolo: Ciao Paolo, magari potrebbe dipendere dalla consistenza dell'impasto: se l'impasto risulta troppo asciutto puoi aggiungere poca acqua per renderlo più morbido e lavorabile.

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 01 settembre 2014

    @irene: Ciao! puoi provare.

  • irene ha scritto: lunedì 01 settembre 2014

    Posso usare l'olio al posto dello strutto?

  • Luca ha scritto: venerdì 22 agosto 2014

    Impossibile definire piadina quella che prepara il tuo amico. L'impasto deve essere sodo e deve essere steso con il mattarello. Da noi a Rimini, inoltre, la piada viene preparata molto sottile, max 2 millimetri, d senza bicarbonato ma è solo una variante della ottima ricetta proposta. Se la volete congelare è meglio non completare la cottura, così potrete riscaldarla quando è ancora congelata senza bruciarla

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 18 agosto 2014

    @angela: Ciao! si, puoi congelarle smiley

  • angela ha scritto: lunedì 18 agosto 2014

    È possibile congelare? Sono una studentessa fuorisede e per quanto mi diletti in cucina in alcuni periodi è difficile trovare del tempo per mettersi ai fornelli

  • ana ha scritto: venerdì 01 agosto 2014

    Salve signore, una domanda, nel mio paese in toscana che una paninoteca che fa anche le piadine buonissime, però il suo impasto e morbido praticamente sulla piastra lo mette con una specie di spatola preso da un contenitore, guai se li dici qualcosa per lui (il paninaro personaggio) quella è la vera piadina. Cosa mi dite?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 28 luglio 2014

    @Terry: Ciao! sono molto contenta che ti sia piaciuta! smiley

  • Terry ha scritto: domenica 27 luglio 2014

    Fatte questa sera apprezzate da tutti! Grazie per le spiegazioni semplici e chiare.

  • Emilio Macchi Alfieri ha scritto: domenica 27 luglio 2014

    Ho fatto un esperimento ben riuscito: ho guarnito una piadina grande come se fosse una pizza (ma evitando ingredienti acquosi) e l'ho passata in forno a 180° per 8 minuti. Ottimo!

  • Roberta ha scritto: sabato 26 luglio 2014

    @Francesca : consiglio di visitare il blog giallozafferano " fables de sucre " nel quale è possibile trovare una ricetta x piadina integrale preparata con lievito madre. A me piace moltissimo! Roberta

  • Sabrina ha scritto: giovedì 24 luglio 2014

    La piadina è il mio piatto forte e con questa ricetta risulta perfetta, friabile e saporita. La consiglio con una salsa di peperoni, cipolla, salsa di pomodoro, fagioli,peperoncino e pollo ai ferri. Buon appetito!!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 17 luglio 2014

    @Martina: Ciao! prova nella stessa quantità, 75 gr.

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 11 luglio 2014

    @Ambra: Ciao Ambra sarebbe meglio fare le piadine subito, però se vuoi puoi congelarle da cotte! Dovresti cuocerle, lasciarle raffreddare e poi congelarle.

  • Ambra ha scritto: venerdì 11 luglio 2014

    L'impasto si può conservare crudo qualche ora in frigo prima di utilizzarlo, se non si ha tempi di prepararlo al momento? Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 09 luglio 2014

    @santa: Ciao, hai usato lo strutto? Se l'impasto è troppo asciutto puoi aggiungere poca acqua per renderlo più morbido e lavorabile.

  • santa ha scritto: mercoledì 09 luglio 2014

    Non capisco come mai non mi vengono sempre elastiche per cui mi si rompono se le piego. Mi sai dire il xchè? grazie

  • Martina ha scritto: venerdì 20 giugno 2014

    Ciao Sonia, quanto olio d'oliva devo mettere al posto dello strutto? smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 17 giugno 2014

    @Anna: Ciao Anna, grazie per il tuo contributo! Sicuramente la vendita online in generale accorcia la filiera e permette anche di farsi recapitare a casa tanti prodotti originali che non sempre si trovano in commercio nella nostra città! smiley

  • Anna ha scritto: martedì 17 giugno 2014

    Complimenti Sonia per la storia della piadina, tra le più interessanti che ho trovato. Mi piacerebbe aggiungere che con le piadine a lunga conservazione si apre un modo nuovo di acquistarla anche online. Pur sembrando una cosa strana a differenza della piadina fresca che rimane in magazzini e scaffali per alcuni giorni, con la vendita online si accorciano i tempi che separano la preparazione dal consumo a casa. Tu cosa ne pensi?

  • Manuelina ha scritto: domenica 15 giugno 2014

    Preparate stasera con olio evo al posto dello strutto:divine!!!bravi

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 10 giugno 2014

    @natascia: Ciao, puoi provare con l'olio d'oliva come una nostra blogger: piadine light all'olio d'oliva.

  • natascia ha scritto: lunedì 09 giugno 2014

    @cinzia 92: meglio olio e.v o olio di semi

  • natascia ha scritto: lunedì 09 giugno 2014

    fatte proprio ieri ottime veloci e naturali… grazie sonia

  • cinzia 92 ha scritto: lunedì 19 maggio 2014

    ciao posso usare il burro invece dello strutto???? e la prima volta che le faccio e nn vorrei sbagliare

  • silvia ha scritto: domenica 18 maggio 2014

    da buona romagnola mi permetto qualche driitta: le piade le potete precuocere e congelare, pronte in pochissimo tempo quando servono. se le volete arrotolare ( versione quasi mai usata in romagna ) basta cuocerle un pochino meno. se vi vengono gialline probabilmente avete esagerato col bicarbonato. cuocetele sempre nell'apposito testo in ghisa, in alluminio, o piuttosto in una padella antiaderente, mai microonde o forno ( seccherebbero invece di dorarsi ) niente burro, se proprio non avete lo strutto, usate tranquillamente l'olio e.v. o di semi. ricordatevi che non esiste una ricetta per le piade, ognuno in famiglia, conserva la sua, anche se questa di Sonia è veramente okkkkkkkkk, buon appetito !!!!!

  • Gloria ha scritto: mercoledì 14 maggio 2014

    Io chiedo scusa, ma tanti anni fa una nonnina di Cesenatico mi diede la ricetta della piadina, come questa che è spiegata, in più mi aveva detto di metterci un cucchiaino di miele, che è il segreto... Io la provai ed effettivamente lasciava quel retrogusto che avevo già sentito in alcune piade dei chioschetti della riviera... Qualcuno sa niente?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 23 aprile 2014

    @Vittoria: Ciao Vittoria si sostituiscila pure nelle stesse quantità!

  • ele ha scritto: mercoledì 23 aprile 2014

    e molto buona

  • ele ha scritto: mercoledì 23 aprile 2014

    e buona

  • Vittoria ha scritto: mercoledì 23 aprile 2014

    Ma se usassi la farina di Manitoba al posto della 00?

  • patrizia ha scritto: giovedì 10 aprile 2014

    la piadina non si arrotola, si imbottisce con quello che vuoi e si mangia tipo panino. ciao

  • santina ha scritto: sabato 05 aprile 2014

    Ciao sonia, ho provato a fare la piadina, mi è venuta buona però croccante , per cui non ho potuto arrotolarla . Come mai? Grazie ciao!!!

  • Francesca ha scritto: giovedì 03 aprile 2014

    @Paolo da Cesena: come ti sei regolato con l'olio? E se le impostazioni con il lievito madre?

  • ninfe ha scritto: sabato 29 marzo 2014

    posso usare l'olio extravergine d'oliva al posto dello strutto?

  • Lilia ha scritto: giovedì 27 marzo 2014

    Si può usare il burro al posto dello strutto? Grazie

  • stefania ha scritto: mercoledì 26 marzo 2014

    Le ho fatte oggi x la prima volta (con olio extravergine) e mi sembrano venute quasi perfette. Domanda: quale è il modo migliore per conservarle? Congelarle? Oppure si possono tenere qualche giorno in dispensa? Grazie del vostro aiuto

  • roberto ha scritto: lunedì 17 marzo 2014

    uso questa ricetta e la piada mi diventa gialla,perchè?

  • Cristiano ha scritto: domenica 16 marzo 2014

    Ottima ricetta! È un po che la uso e tutti quelli che assaggiano le piadine apprezzano!!

  • betty ha scritto: mercoledì 12 marzo 2014

    @Paolo da Cesena: ciao ....volevo chiederti a proposito del lievito da dolci nella piada ....va bene se è'vanigliato ?!

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 10 marzo 2014

    @Giulia : Ciao, usa farina tipo 00.

  • Giulia ha scritto: lunedì 10 marzo 2014

    ciao sonia, si può usare anche la farina di grano duro?

  • valeria ha scritto: mercoledì 26 febbraio 2014

    Buonasera, posso impastare al mattino e cuocere le piadine alla sera? Grazie mille!

  • bianca ha scritto: domenica 23 febbraio 2014

    ho provato a farle senza glutine sono venute buonissime.

  • Giulia ha scritto: sabato 22 febbraio 2014

    piadine gradite dai miei bambini... sono ottime!!!

  • Sonia ha scritto: giovedì 20 febbraio 2014

    Ciao Sonia ho fatto le tue piadine seguendo dettagliatamente con le le dosi con il latte ,con farina oo perché ho fatto un po' fatica a stenderle?

  • cristina ha scritto: lunedì 17 febbraio 2014

    ciao le ho fatte usando il latte sono venute morbide.... ma pesanti da digerire; in genere le mangio spesso perché le digerisco bene, secondo te è solo perché ho usato il latte?

  • Bacao ha scritto: giovedì 13 febbraio 2014

    @Sonia-Gz: Sulla piada ci sono mille varianti ma quanto alla farina assolutamente la 0 se non addirittura qualità più grezze come la 1, la 2, o quella di farro. Questo perché una volta non erano comuni qualità "bianche" di farina e la piada si improvvisava con quello che si aveva, persino castagne o ghiande. La 00 conferisce un sapore meno rustico.

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 04 febbraio 2014

    @vale : Ciao, puoi scongelarle in frigorifero e scaldarle in padella o in forno!

  • vale ha scritto: martedì 04 febbraio 2014

    Ciao Sonia volevo chiederti: ma se io congelo le piadine da cotte poi quando le devo mangiare le devo scongelare o le riscaldo congelate? Non rischio che risultino bagnate?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 29 gennaio 2014

    @federico : Ciao, si.

  • Silvia ha scritto: mercoledì 22 gennaio 2014

    Io le preparo con il burro e vengono ottime ! Le ho appena impastate con la farina ai 5 cereali.... Se il risultato e' positivo le potrete trovare sul mio blog tra qualche giorno !

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 19 gennaio 2014

    @LAURA: Ciao LAura, farina 00!

  • Greta ha scritto: sabato 18 gennaio 2014

    Le ho fatte oggi.. Ma il risultato è stato deludente!!! Il sapore non è quello delle piadine ma piuttosto di pane insipido... Non so come mai! E si seccano appena le togli dal fuoco.. Disastro!!

  • LAURA ha scritto: giovedì 16 gennaio 2014

    Salve! Che tipo di farina bisogna utilizzare? Nella ricetta non è specificata

  • marco da roma ha scritto: mercoledì 15 gennaio 2014

    il tuo consiglio da buon Cesenate è ottimo. Grazie mille

  • Paolo da Cesena ha scritto: martedì 14 gennaio 2014

    Provate a mettere al posto del bicarbonato mezza busta di lievito per dolci, e l'olio al posto dello strutto, rispettando le altre quantità della ricetta. Dovreste ottenere una piadina meno pesante e più morbida. Fatemi sapere ciao.

  • Giorgia ha scritto: sabato 11 gennaio 2014

    Era tanto che volevo provare a farle. Ho utilizzato l'olio, la prossima volta però proverò con lo strutto. L'impasto era parecchio duro e difficile da stendere, di conseguenza ero un pò preoccupata. Devo dire invece che il risultato finale era ottimo, davvero buone. Niente a che vedere con quelle del supermercato.

  • claudia ha scritto: venerdì 10 gennaio 2014

    stasera ho fatto le piadine al posto dello strutto ho messo l olio . le ho fatte un po più piccole e grosse ma il risultato è abbastanza buono x esser la prima volta smiley Grazie x la ricetta

  • Manuela ha scritto: venerdì 10 gennaio 2014

    Ho visto la ricetta e sto provando subito.......speriamo in bene anche perchè è la prima volta che faccio ricette trovate su internet ciao a presto alla prossima ricetta. Grazie

  • Stef@nia ha scritto: mercoledì 08 gennaio 2014

    @Annalisa : scusami tantissimo ormai è passato tanto tempo, non avevo letto! comunque puoi sostituire il burro con l'olio nella stessa quantità! ciao ciao

  • federico ha scritto: venerdì 03 gennaio 2014

    puoi sostituire lo strutto con olio o burro

  • Dany ha scritto: lunedì 30 dicembre 2013

    @Annalisa : anche io ci metto l'olio di oliva ne metto sempre 75gr,viene buonissima!

  • Annalisa ha scritto: martedì 19 novembre 2013

    @Stef@nia: quanto olio hai messo?

  • Stef@nia ha scritto: martedì 05 novembre 2013

    ottima ricetta! l'ho provata con olio anziché strutto, e con il latte che però ho dovuto aggiungerne un pochino per far venire un impasto più morbido. In cottura sono cresciute molto e non me l'aspettavo! infatti le prime due erano un po' 'pesanti', poi però sono venute ottime e mia figlia ne ha divorata una intera ripiena (ha neanche 2 anni! ) smiley grazie!

  • flavia ha scritto: venerdì 01 novembre 2013

    cara sonia le ho fatte proprio ieri sera e sono piaciute tantissimo solo che erano gialle... ho messo su 600gr di farina 90gr di strutto!

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 28 ottobre 2013

    @sante pasini: Ciao, guarda il procedimento di una nostra blogger:piadine con olio extravergine di oliva!

  • Bruno ha scritto: sabato 26 ottobre 2013

    @sante Pasini: nel video Sonia dice che puoi sostituire lo strutto con dell'olio d'oliva, nei commenti qualcuno usa il burro! Buona preparazione smiley

  • sante pasini ha scritto: venerdì 25 ottobre 2013

    per una persona di religione musulmana che non utilizza mai lo strutto in quanto derivato del suino,quale sostanza si può usare in alternativa per ottenere una buona piadina romagnola? Grazie e saluti.

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 14 ottobre 2013

    @moka : Ciao, la base della piadina non si presta ad essere la base di una pizza come l'impasto tradizionale. Puoi però farcirle con pomodoro basilico e mozzarella freschi!

  • moka ha scritto: domenica 13 ottobre 2013

    ciao posso farcirla come una pizza margherita e poi cuocerla al forno? o meglio prima cuocerla sulla padella?

  • nicoletta ha scritto: mercoledì 09 ottobre 2013

    @Sara: ciao sara, quanto olio devo mettere?

  • Cinzia ha scritto: martedì 08 ottobre 2013

    @Sara: anch'io sono vegetariana!!! ^__^ per quello ho chiesto! Grazie anche per il consiglio sul bicarbonato perchè non lo reggo! È più forte di me! Quindi le alternative sono olio o burro! Grazieeee!!! smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 07 ottobre 2013

    @Cinzia: Ciao, prova a sostituirlo con il burro nelle stesse dosi!

  • Sara ha scritto: domenica 06 ottobre 2013

    @Cinzia: ciao Cinzia,io le faccio sempre con l'olio extra vergine di oliva (sono vegetariana) e invece di usare il bicarbonato uno l'acqua effervescente naturale...squisite!!!

  • Cinzia ha scritto: domenica 06 ottobre 2013

    Ciao, un consiglio ... cosa posso usare al posto dello strutto?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 25 settembre 2013

    @dario: forse era troppa la dose dello strutto smiley

  • dario ha scritto: giovedì 19 settembre 2013

    ho seguito la ricetta della piadina.....e il risultato non e' stato male come prima volta,l unica cosa e' che il colore della piadina tendeva al giallo ,puo' darsi sia dovuto ai 25 gr.in piu di strutto o nn aver infarinato il mattarello?grazie e alla prossima

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 18 settembre 2013

    @davide:se intendi che fai una piadina alla volta usando 1/4 degli ingredienti forse è un problema di proporzioni delle dosi, prova con un unico impasto rispettando i dosaggi indicati.

  • davide ha scritto: martedì 17 settembre 2013

    ciao, io per comodità divido gli ingredienti per quattro. noto però che durante l'impasto faccio molta fatica e mi è necessario aggiungere acqua (tiepida) per lavorare meglio. nello stendere la piadina però l'impasto si rimpicciolisce subito...mi puoi aiutare?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 16 settembre 2013

    @attilio : indipendentemente dalle quantità, questo tipo di piadina si conserva in frigorifero per un paio di giorni.

  • attilio ha scritto: venerdì 13 settembre 2013

    se dovessi conservare la piadina confezionara con lostrutto in grosse quantità cosa mi suggerisci di fare

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 10 settembre 2013

    @Alessia: al momento non so darti le indicazioni precise perchè non ho mai provato, ti consiglio di fare una prova sostituendo la farina con la stessa quantità di farina per celiaci. Fammi sapere come viene.smiley

  • Alessia ha scritto: lunedì 09 settembre 2013

    @Sonia: essendo io celiaca, con che mix di farine posso rendere la consistenza ideale della piadina tradizionale? grazie!

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 09 settembre 2013

    @matteo: servono per conferire sapore e fraganza all'impasto smiley

  • Alex ha scritto: lunedì 09 settembre 2013

    Ottima ricetta, ho acquistato tutti gli ingredienti, l'unica dimenticanza è di segnalare che la farina adatta è la "0" e non la classica "00" poi ho seguito alla lettera la ricetta di Giallo Zafferano, il risultato è stato sorprendente, piadina perfetta e buonissima, identica a quella che ho mangiato mille volte in Romagna, grazie smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 05 settembre 2013

    @vale: hai modificato gli ingredienti o il procedimento?

  • matteo ha scritto: mercoledì 04 settembre 2013

    @Sonia-Gz: vorrei capire lo strutto o in alternativa il burro o ancora l'olio a cosa servono nel composto? Grazie e complimenti!

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 03 settembre 2013

    @chicco: Ciao, prova a sostituire lo strutto con il burro!

  • Raffaella ha scritto: lunedì 02 settembre 2013

    Questa ricetta è favolosa!!! Praticamente adesso preparo sempre e solo le piadine così! Però io non utilizzo il lardo ma olio extravergine di oliva dalle campagne di mia zia....il risultato è incredibile! Non utilizzo il bicarbonato (non per una ragione specifica, ma solo perché mi dimentico sempre di comprarlo). Ho provato a fare anche le piadine utilizzando la farina integrale: il risultato è sempre ottimo ma la piadina è leggermente più croccante. Grazie per questa ricetta!!!!

  • vale ha scritto: domenica 01 settembre 2013

    Soniaa la mia pasta è venuta troppo elastica e mi si scioglieva (per modo di dire) in mano prima di cuocerla, ho anche provato a metter un po di farina prima di cuocere

  • chicco ha scritto: domenica 01 settembre 2013

    ho usato al posto dello strutto l'olio ma nn mi é venuta molto bene... cosa posso fare??? (comunque il vostro sito é il migliore)

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 27 agosto 2013

    @maria carmela: usa il burro in alternativa.

  • oriana ha scritto: martedì 27 agosto 2013

    Scusami, ma quanto olio hai usato al posto dello strutto???

  • maria carmela ha scritto: sabato 24 agosto 2013

    è possibile sostituire lo strutto con un altra cosa, mi è un pò difficile trovarlo.

  • Gaia ha scritto: martedì 20 agosto 2013

    Io personalmente credo che ognuno abbia la sua ricetta e ognuna a modo suo sia buona.. Io metto 1kg di farina, 1 bustina di lievito, sale, 3 cucchiai di olio, 100gr di strutto sciolto in mezzo litro di latte tiepido... Le faccio grosse un dito x poi spaccarle a metà e sono deliziose smiley sono arrivata a farne anche 5 kg in un pomeriggio, cuocerle leggermente, tagliarle in 4 e congelarle nei sacchetti! Eh si, siamo dei gran mangiatori di piadina, da veri romagnoli smiley

  • Giulia ha scritto: martedì 13 agosto 2013

    Grazie a Giallo Zafferano, con la sua ricetta della piadina, ci ha risolto una serata di depressione... smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 07 agosto 2013

    @Angela: Ciao, potresti provare mettendo il forno in modalità statica a 200-220°e cuocere la piadina per 5-8 minuti finchè non risulterà leggermente dorata in superficie. Con la cottura in forno ci potrebbe essere solo il rischio che la piadina risulti più secca!

  • Angela ha scritto: lunedì 05 agosto 2013

    ciao Sonia, vorrei chiederti se posso cuocere le piadine in forno piuttosto che in padella e se si a quanti gradi e per quanti minuti. Grazie.

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 23 luglio 2013

    @caterina: lascia l'impasto fuori dal frigorifero coperto con un panno umido.

  • caterina ha scritto: lunedì 22 luglio 2013

    ciao sonia, volevo chiederti se è corretto mettere in frigo per 30 minuti il composto che deve riposare.grazie

  • anna ha scritto: venerdì 19 luglio 2013

    @nunzia: ciao anche io sono negli emirati ( ad abu dhabi) e ho usato il panetto trovato da spinneys chiamato LARD che e' lo strutto!

  • Paolo ha scritto: domenica 30 giugno 2013

    @Giup: mi spiace che un romagnolo parli male di un emiliano, forse i bolognesi che fan da confine potrebbero pernsarlo ma.... In Emilia abbiamo la tigella la torta fritta i chisolini ma facciamo anche la piada, per come siamo capaci, viva l'Emilia e viva la Romagna.... Ciao ciao ciao mare

  • roberto ha scritto: mercoledì 29 maggio 2013

    @Paola: dove incontro lo strutto a S. Domingo?

  • Giusy ha scritto: giovedì 16 maggio 2013

    Ho provato a fare questa piadina ed è venuta buonissima. Ho usato l'olio extravergine d'oliva al posto dello strutto. Una volta l'ho farcita di formaggi e un'altra volta di insalata e pomodori. Insomma penso sia buona con qualsiasi ingrediente. Che dire gustosissima e leggera. Mi ricorda un po' quando l'ho assaggiata per la prima volta in vacanza a S. Marino. Pensavo fosse complicato farla e invece no e tra l'altro anche veloce a farla.

  • Matteo ha scritto: martedì 14 maggio 2013

    Col burro va bene lo stesso.

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 10 maggio 2013

    @nunzia: usa il burro al posto dello strutto smiley

  • nunzia ha scritto: venerdì 10 maggio 2013

    ciao vorrei chiedere se al posto dello strutto si puo usare qualcosaltro perche mi trovo a dubai e lo strutto non ce e non si puo usare per vias del maiale ciao aspetto risposta

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 29 aprile 2013

    @Valentina: si puoi cuocerle in padella e si prima di congelarle è consigliabile cuocerle

  • Valentina ha scritto: lunedì 29 aprile 2013

    Ciao! È possibile cuocere le piadine in una semplice padella antiaderente? E nel caso in cui decidessi di surgelarle devo prima cuocerle?

  • vanda ha scritto: martedì 02 aprile 2013

    sono romagnola doc e va bene lo strutto come va bene l'olio d'oliva più salutare ma non uso il bicarbonato. A Cesena vendono in ogni negozio di alimentari un lievito per piadina a peso ( 20 gr per un kg di farina circa) che si può sostituire con quello per piadine salate di marche conosciute (2 le pricipali in commercio) Io ne metto una bustina. Ci sono però delle varianti da zona a zona, a Rimini la fanno senza lievito molto sottile e più sfogliata e così via ogni famiglia tramandava la sua ricetta. Non abito più in Romagna da anni ma continuo a fare la piadina come la faceva mia mamma e sinceramente a me piace così.

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 02 aprile 2013

    @Annu : 75 gr di olio extravergine d'oliva!smiley

  • Annu ha scritto: martedì 02 aprile 2013

    Ciaoo Sonia, stasera per cena volevo preparare le tue piadine e sono certa che non mi deluderai neanche questa volta!! Però ho un dubbio, io lo strutto in casa non lo ho e quindi avevo pensato di sostituirlo con l'olio d'oliva, inoltre ho letto che devo utilizzare lo stesso quantitativo dello strutto (75g). Quindi io dovrei mettere 75ml o 75g di olio?? (Perdona la mia ignoranza) Grazie mille in anticipo per la tua risposta!!! smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 29 marzo 2013

    @Piergiorgio: La farina 00 va benissimo!

  • Piergiorgio ha scritto: mercoledì 27 marzo 2013

    che tipo di farina devo usare?una debole,da pane per intendetci, o una forte,tipo da pizza?

  • GIAVSI ha scritto: mercoledì 27 marzo 2013

    Per surgelarle devi pre-cuocerle (leggermente imbiodite) in modo che non si attacchino. Quando le devi usare vai direttamente alla cottura sul testo/teglia/piastra /padella. Il burro è un sacrilegio. A Bertinoro c'è la piadina romagnola..e basta! L'impasto va steso entro 1/2 ore. Farcitele con tutti i salumi che volete, ma mai col prosciutto cotto, chiaro?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 18 febbraio 2013

    @Una: si puoi congelarle.

  • Una ha scritto: domenica 17 febbraio 2013

    Mi può qualcuno rispondere se le piadine si possono congelare? Grazie

  • Una ha scritto: sabato 16 febbraio 2013

    Ciao Sonia, vorrei chiederti se posso congelare le piadine?...Ho paura che, dopo la scongelazione, non saranno di stesso sapore come quelle fresce :-S. E, se si possono congelare - in quale modo scongelarli e scaldarli? Per favore rispondi presto - in un paio di giorni mi sapetta un compleanno. Salutoni!

  • gioia ha scritto: venerdì 15 febbraio 2013

    Qualcuno sa come fare la variante Bertinoro? Credo sia piu' spessa della "tipica" piadina.. l'ho mangiata al Pratello a Bologna.. fantastica!

  • Bonz73 ha scritto: sabato 09 febbraio 2013

    Ho in casa soli farina manitoba. Vengono lo stesso?

  • Elena ha scritto: lunedì 04 febbraio 2013

    Ciao Sonia!Grazie per le tue ricette!!sono buonissime!ne ho appena fatta una con la nutella: e dire che da oggi mi mettevo a dieta..

  • paola ha scritto: martedì 29 gennaio 2013

    Vedo che molti usano l'olio al posto dello strutto... e del burro cosa mi dite? Che succede se uso quello?

  • Emanuela+Marco ha scritto: sabato 26 gennaio 2013

    ciao a tutti... le sto facendo in diretta... sembrano buone ma... pochissime (siamo 3 persone) ... io aumenterei le dosi... ho troppa fame...

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 17 gennaio 2013

    @sabrina: sarebbe meglio farle subito, una volta cotte si conservano 2-3 giorni

  • sabrina ha scritto: sabato 12 gennaio 2013

    Buonissime complimenti!quanto si puo conservare l'impasto?una volta stese bisogna farle subito o posso stare dalla mattina alls sera?grazieee

  • Lorena ha scritto: domenica 06 gennaio 2013

    Preparate questa sera.. Ottime e veloci,dosi ingredienti perfette.Per mantenere la fragrante morbidezza che permette di piegarle senza romperle basta non cuocerle troppo. Come sempre le vostre ricette riescono sempre !!

  • EdoardoeFrancesca ha scritto: martedì 01 gennaio 2013

    La ricetta è ottima e molto precisa nelle dosi e nei tempi. Soffice e sfiziosa.

  • Angelo ha scritto: venerdì 28 dicembre 2012

    Incredibile,......sono abituato a comprare la base per poi farcirla; qualche giorno fà causa forza maggiore le ho impastate con questa ricetta con l'olio d'oliva e il latte e sono venute F A V O L O S E ! ! ! Grazie.

  • PinkyFrank ha scritto: martedì 11 dicembre 2012

    Io ho provato a farle con la farina integrale!Buonissime!

  • roberta ha scritto: lunedì 03 dicembre 2012

    @Sabina: le tigelle non sono romagnole!sono emiliane!!

  • roberta ha scritto: lunedì 03 dicembre 2012

    @michela: nella piadina assolutamente NON ci va il lievito! la morbidezza dipende dallo spessore che dai loro quando le stendi!

  • federica ha scritto: lunedì 19 novembre 2012

    buonisssssssssima ricetta complimenti romagnoli

  • Valentina ha scritto: sabato 17 novembre 2012

    Le ho preparate ieri sera e sono state una delizia!!! Avevo acquistato il giorno prima la farina apposta x le piadine e ieri sera m sono cimentata..vedendo la consistenza dell impasto che nn mi convinceva ne ho fatto un altro con farina 00 e solo acqua( nel primo avevo messo metà latte e metà acqua). Entrambi gli impasti non erano molto omogenei,cioè si "spaccavano" un po' mentre l' impastavo!!! Ma alla stesura e cottura erano perfetti!!!!!e il gusto.....buonissimo!!!!!! Grazie soniaaaa smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 13 novembre 2012

    @elisa: ti consiglio di usare l'olio, stessa dose dello strutto!

  • elisa ha scritto: martedì 13 novembre 2012

    Quanto olio o burro devo mettere se non ho lo strutto? Meglio il latte o l'acqua? Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 05 novembre 2012

    @Mary: Ciao Mary, puoi usare il burro o l'olio

  • Mary ha scritto: lunedì 05 novembre 2012

    Sono intollerante allo strutto,cosa potrei usare al suo posto?

  • chicca ha scritto: lunedì 29 ottobre 2012

    Ho provato la ricetta di Mery, che voglio pubblicamente ringraziare, e ho finalmente ritrovato il sapore della piada di mia nonna, che era di Sogliano al Rubicone. Consiglio a tutti i suoi suggerimenti, anche l'idea di impastare con il liquido caldo è semplice ma geniale. La bontà della piada dipende dagli ingredienti: se non trovate lo strutto buono (no a quello industriale) è meglio usare un buon evo. Un consiglio: si può cuocere anche in una padella antiaderente, ma che abbia il fondo spesso e, soprattutto, che sia rovente, la piada deve cuocere un minuto per lato, in modo da essere croccante fuori e un po cruda dentro, altrimenti diventa pane carasau (che comunque apprezzo e stimo ma è diverso). Infine il burro o margarina proprio non si possono sentire!

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 17 ottobre 2012

    @Vane85: Si certo!smiley

  • ilenia ha scritto: mercoledì 17 ottobre 2012

    grazie

  • Marco ha scritto: mercoledì 17 ottobre 2012

    Le ho prepararate ieri sera con acqua al posto del latte. Erano molto buone e morbide allo stesso modo!

  • michela ha scritto: lunedì 15 ottobre 2012

    secondo me va' aggiunto un po' di lievito per renderle piu' morbide

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 11 ottobre 2012

    @ilenia: un pizzico di lievito per torte salate!

  • ilenia ha scritto: giovedì 11 ottobre 2012

    ciao, volevo sapere che cosa posso utilizzare al posto del bicarbonato di sodio. Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 28 settembre 2012

    @Viviana: ti consiglio di utilizzare la ricetta del libro!!

  • Linda ha scritto: giovedì 27 settembre 2012

    Appena fatte veramente ottime !!!!!!

  • Viviana ha scritto: lunedì 24 settembre 2012

    Cara Sonia, sul tuo libro le dosi dell'acqua, o latte, sono diverse, sono 160ml e non 200g e, sinceramente, impastare 500g di farina con così poco liquido è una impresa ardua, l'impasto è secco e molto consistente. Io ho ridotto la farina a 400g, ma c'è un errore sul libro? Alla fine sono risultate buone, ma vorrei solo capire. Grazie Viviana

  • Vane85 ha scritto: mercoledì 19 settembre 2012

    Ciao Sonia, io non ho la padella in ghisa.... secondo te potrebbe andar bene un a padella antiaderente in ceramica? ti faccio i miei complimenti per tutte le splendide ricette del sito!!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 29 agosto 2012

    @Elisa: la 00!

  • Marco ha scritto: domenica 26 agosto 2012

    in genere si usa la farina tipo 0, opportunamente setacciata

  • Marco ha scritto: domenica 26 agosto 2012

    Riguardo alle possibili varianti che si possono usare nell' impasto della piadina vorrei segnalare l aggiunta di miele o di malto d orzo. io ho provato e devo dire che acquista un profumo lievemente dolciastro e una fragranza che la rendono a mio avviso molto più appetibile

  • Elisa ha scritto: domenica 26 agosto 2012

    Scusate l'ignoranza... Che tipo di farina devo usare?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 20 agosto 2012

    @Elena: Ciao Elena, ti direi di provare con la pietra refrattaria, mi sembra meglio per evitare che l'impasto si attacchi. A presto! Sonia

  • Elena ha scritto: domenica 19 agosto 2012

    Cara Sonia, grazie mille per questa ricetta... e per tutte le altre, questo sito e' fantastico! Qui a Chicago abbiamo appena trovato un supermercato che vende lo stracchino e non vediamo l'ora di assaggiarlo nelle piadine! Una domanda: Non ho una padella di ghisa, per cuocerle e' meglio la pietra refrattaria nel forno pre-riscaldato ("baking stone", la uso per la pizza) o una bistecchiera antiaderente, molto simile a quella del video, ma ahime' non di ghisa? Grazie ancora, elena

  • DaNi ha scritto: sabato 18 agosto 2012

    dipende dalla farina,prova a mettere 250 gr di latte vedrai che ti viene perfetto.

  • Daniele ha scritto: mercoledì 15 agosto 2012

    Con queste dosi esatte l'impasto era troppo duro. Boh

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 07 agosto 2012

    @mirko: Sì!

  • mirko ha scritto: martedì 07 agosto 2012

    domandone , posso fare l impasto nella macchina del pane ?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 06 agosto 2012

    @stefy: la piadina è ottima sia farcita con ingredienti salati che dolci. Ottima con prosciutto e un formaggio spalmabile tipo crescenza ( il formaggio squacquerone è quello tipico per farcire la piadina), oppure con delle semplici verdure grigliate! Se invece vuoi preparare delle versioni dolci allora ti consiglio la classica crema spalmabile alla nocciola! smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 06 agosto 2012

    @stefy: serve per far lievitare leggermente la piadina, in questo modo sarà più morbida una volta cotta!

  • stefy ha scritto: venerdì 03 agosto 2012

    Come posso farcire la piadina?

  • stefy ha scritto: venerdì 03 agosto 2012

    A cosa serve il bicarbonato? é indispensabile?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 26 luglio 2012

    @A.....A: stessa dose dello strutto!

  • A.....A ha scritto: mercoledì 25 luglio 2012

    buone buone...a me piacciono molto con il crudo e la crema di gorgonzola...mmm... vorrei provare a farle, xò senza strutto...quanto olio ci devo mettere?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 16 luglio 2012

    @Claudia: a volta capita! una svista! cmq segui il video smiley

  • Claudia ha scritto: domenica 15 luglio 2012

    domanda:perché nel video i pesi degli ingradienti è leggermente diverso?

  • Vero ha scritto: sabato 07 luglio 2012

    Le ho fatte utilizzando l'olio al posto dello strutto e non mettendo il bicarbonato (non l'avevo) e sono venute bene. Buone!

  • Giorgia ha scritto: martedì 03 luglio 2012

    @Paolo - mi ripeto: "...volevo dire che (anche io sono romagnola) ognuno la piadina la fa come vuole. Intendo dire che ognuno qua in romagna ha la sua ricetta provata e comprovata da varie generazioni e infatti esistono diversi tipi di piadina: da quella più spessa del ravennate a quella sottilissima del riminese." ...credo sia la stessa cosa che hai detto tu.

  • giada c. ha scritto: lunedì 02 luglio 2012

    ciao! CREDO CHE QUESTA SERA MIA MAMMA LA FARà COME HAI DETTO TU! SAI, LE HO RIFERITO IO DEL TUO SITO CHE è OTTIMO ED è CORSA SUBITO A VEDERE TUTTE LE INFORMAZIONI SULLA PIADINA! GRAZIE DI ESISTERE, AAHAHAHA, CIAO !!

  • Paolo ha scritto: lunedì 02 luglio 2012

    @Giorgia: La piada originale non prevede ne strutto ne olio (troppo costosi all'epoca per il marinaio o contadino medio che ne faceva uso). Era un semplice composto di acqua farina sale il cui sapore derivava soprattutto dalle erbe utilizzate per accendere il fuoco sotto la teglia e dalla farcitura. La c.d. piadina romagnola come la conosciamo oggi era la "piada della festa", cioè quella che si prepara esclusivamente in occasioni speciali, e prevedeva lo strutto (nella costa ravennate e forlivese) o l'olio (nella costa riminese). Sostanzialmente quindi non esiste una "vera" versione corretta.

  • sissy ha scritto: venerdì 29 giugno 2012

    @Lulu: proverò a fare la tua ricetta x prima...

  • sissy ha scritto: venerdì 29 giugno 2012

    Cara Lulu,mi Sto arrivando! Che stasera faro la tua ricetta dato ke sei romagnola...ti faró sapere

  • marta ha scritto: mercoledì 30 maggio 2012

    la tua ricetta è decisamente perfetta...a dirla in modo diretto e simpatico x me e mia madre è stata una cavolata cucinarla... smiley

  • Mexicano ha scritto: mercoledì 23 maggio 2012

    Sonia Peronaci, le tue ricette sono molto buoni e tu sei molto simpatica. Tortillas di mais è l'alimento più importante di México. Ma nel nord sono abituati a mangiare le "tortillas de harina". Sono uguali a quelle di questa ricetta, ma fatta con acqua. Nello stato di Chihuahua, quando esisteva un treno, venduto "asaeros" nella stazione ferroviaria, una tortilla di farina piegata a metà riempita con formaggio "asadero" fuso, è simile alla mozzarella. Questa è una traduzione automatica realizzata con Google Translator. Come l'italiano è simillar allo spagnolo, credo che questo è comprensibile. Come lo stato dei nostri giorni, io sono cyber-platonico innamorato di te e dipendono da un robot traduttore. smiley

  • Chiara ha scritto: sabato 05 maggio 2012

    Ho provato a farla ieri sera. E' venuta buonissima! Mio marito mi ha chiesto di che marca fossero e quando gli ho detto che le avevo fatte io mi ha risposto che effettivamente erano troppo buone per essere confezionate. Un successo!

  • Lulu ha scritto: giovedì 03 maggio 2012

    @Giorgia: non commento quello che hai scritto.....leggi bene cosa avevo commentato io,e poi mi dai ragione(o forse no)

  • Giorgia ha scritto: mercoledì 02 maggio 2012

    Sono d'accordo con lulu e marco: questa ricetta e queste dosi sono forse il "fallimento" peggiore per la piadina romagnola. Però volevo dire che (anche io sono romagnola) ognuno la piadina la fa come vuole. Intendo dire che ognuno qua in romagna ha la sua ricetta provata e comprovata da varie generazioni e infatti esistono diversi tipi di piadina: da quella più spessa del ravennate a quella sottilissima del riminese. Io ho provato tante ricette perchè volevo trovare la mia personale. Ho provato anche questa di GZ e l'ho scartata subito perchè l'impasto si lavora male, la piada risulta troppo asciutta e il colore è deprimente. Si può ottenere già un miglioramento visibile (e gustabile) con queste dosi: 500g di farina "0", 12g di sale, 100g di strutto, 220ml di latte e un cucchiaino di bicarbonato. Secondo me non vanno assolutamente aggiunti lieviti. A chi non può mangiare strutto consiglio di usare un buon extravergine nella stessa quantità (tuttavia non si ottiene una piadina romagnola ma una piadina all'olio che è buona lo stesso). Complimenti lo stesso a GZ perchè molte delle vostre ricette sono diventate le mie.

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 02 maggio 2012

    @Claudia: puoi utilizzare l'olio di oliva nella stessa dose di strutto!

  • Claudia ha scritto: venerdì 20 aprile 2012

    Io devo mangiare la piadina perchè non posso mangiare i prodotti lievitati, ma neppure lo strutto! smiley volevo sapere se al posto dello strutto posso utilizzare e l'olio d'oliva e in che quantità! Grazie!! smiley

  • Lulu ha scritto: mercoledì 04 aprile 2012

    @Anna: son contenta che vi piace la ricetta di GZ,la mia ricetta non la pubblico x motivi professionali.Ti ringrazio x il tuo commento (quella del supermercato non e mai stata la nostra concorrenza,lo dico x tutti gli Artigiani come me)Ciao

  • Anna ha scritto: martedì 03 aprile 2012

    Be visto che noi non abbiamo un chiosco di piadine ma svolgiamo altri lavori, forse ci sappiamo accontentare di questa ricetta che sicuramente il risultato è migliore di quelle che trovi nei supermercati ma se vuoi proporre la tua ricetta saremo lieti ti provarla e di commentarla

  • marco ha scritto: venerdì 30 marzo 2012

    valentina saranno anche buone ma non è piadina

  • Valentina ha scritto: mercoledì 28 marzo 2012

    Sarà che non sono romagnola.....io le ho fatte questa sera ed erano proprio buone!!!!

  • Lulu ha scritto: mercoledì 28 marzo 2012

    @marco: Buongiorno Marco,forse mi conosci,fino a qualche mese fa avevo il chiosco in viale Carducci a Cesena "ero molto rinomata"così diceva la gente.Saluti

  • marco ha scritto: martedì 27 marzo 2012

    in precedenza avevo criticato anche io la ricetta.. ma si vede anche dalle loro foto che non è una piadina. dove hai il chiosco? io son di martorano

  • Lulu ha scritto: martedì 27 marzo 2012

    @marco: sei un mio cliente?che mi dici che sono grande!!!

  • marco ha scritto: martedì 27 marzo 2012

    grande Lulu!!

  • Lulu ha scritto: lunedì 26 marzo 2012

    Sono sbalordita dei vostri commenti di come si fa la piadina,da 16anni o un chiosco di piadina ma questa ricetta e orribile (tipo :latte,lievito di birra olio di semi ecc.)poi la piadina si congela solo precotta e non già cotta o a dirritura cruda .scusate ma ho dovuto intervenire ciao Lulu da Cesena

  • Valeria ha scritto: mercoledì 21 marzo 2012

    Bellissimaaaaaaaa ricettaaaaa e soprattutto buonissimaaaa!!!!!!! VI ADOROOOOOOOO GIALLO ZAFFERANOOO

  • Anna ha scritto: sabato 17 marzo 2012

    Si io le ho già provate e le ho congelate già cotte naturalmente, messe in un sacchetto senza divirerle fra una e l' altra, ti assicuro che sono buone poi l'ho scaldata sulla piastra, ciao

  • Anna ha scritto: sabato 17 marzo 2012

    FANTASTICHE!!!! Grazie per la ricetta veramente buone, io ho messo solo 70gr di strutto, impastato con latte e lasciate riposare un ora.

  • Giup ha scritto: venerdì 16 marzo 2012

    Mettete l'acqua viene più friabile e buona! Chiaramente va a gusti, diciamo che con latte viene una piada più simile a quella ravennate, cioè spessa compatta e ''panosa''. Con acqua viene simile a quella di riccione, sfogliata croccante ma ben pieghevole fragrante e DELIZIUOSA. Ovviamente sono di parte. Ah, per il resto d'Italia: non chiedete la piada in Emilia! Già dopo Ravenna il concetto di piada svanisce e si trovano in circolo solo dei surrogati tristanzuoli. A bologna è già un prodotto ereticale. Son polentoni in Emilia non lo sanno cos'è la piada smiley Ciao Sonia un abbraccio.

  • Daniela ha scritto: martedì 13 marzo 2012

    Ciao, ottima la vs. ricetta, come il video che spiega come tirare l'impasto al meglio!! se posso suggerire

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 12 marzo 2012

    @Raff: sì, puoi sostituirlo.

  • Ele ha scritto: venerdì 09 marzo 2012

    Ciao! ho fatto ieri le piadine...in casa avevo solo della farina per focacce,è possibile che per quel motivo mi sian venute un po'secche?

  • Raff ha scritto: martedì 06 marzo 2012

    buongiorno, è possibile usare il burro al posto dello strutto per farle più leggere? O non si amalgama altrettento bene? Grazie

  • daniela ha scritto: lunedì 05 marzo 2012

    Ottima ricetta, di facile realizzazione, piadine che non hanno niente da invidiare a quelle locali...Veramente buone....

  • salvatore ha scritto: domenica 04 marzo 2012

    ciao sonia.ieri ho fatto le piadine per cena con la mia ragazza...squisite.secondo me però lo spessore di circa 5 mm è un po' troppo...la prossima volta proverò a farle ancora più sottili, vediamo che ne esce.

  • jonnhy ha scritto: giovedì 01 marzo 2012

    Veramente Buone..Da provare!!! è come stare in spiaggia a Riccione smiley

  • massimo ha scritto: lunedì 27 febbraio 2012

    Si possono congelare

  • anna ha scritto: venerdì 17 febbraio 2012

    non possiedo una padella in ghisa. cosa uso la padella normale?

  • Pietro ha scritto: venerdì 17 febbraio 2012

    Perfetto!!!...Appena fatte e mangiate smiley smiley D

  • Barby0797 ha scritto: venerdì 17 febbraio 2012

    bellissima ricetta!!!!!!! oggi ho un compagno di scuola di mio figlio "ospite" per la merenda e tenterò di deliziarlo con queste piadine. Ho comprato il libro ed è bellissimo!!!!!!!!!! complimenti.

  • scilla ha scritto: sabato 04 febbraio 2012

    sonia buongiorno stamani ho provato questa ricetta. ti faccio notare che negli ingredienti hai scritto 160ml, e nella videoricetta hai detto 200ml... io ho provato con 160ml ed era una tragedia,non stava insieme sembrava un gramble smiley allora ho aggiunto altra acqua allora sono venute. ma che fatica :/ grazie

  • marco ha scritto: martedì 31 gennaio 2012

    Liab ho la ricetta a casa, mia moglie è celiaca, quando mi ricordo te la posto.. però io uso anche fibre di psyllium e gomma di xantano x i celiaci. giustissimo max, non tutte le piadine sono buone merimei prova con olio di semi, dovrebbe essere più gradevole che con EVO

  • max ha scritto: lunedì 30 gennaio 2012

    io sono romagnolo e devo dire con sincerita' che non tutti i chioschi di piadine la fanno buona.Quindi se venite in ROMAGNA chiedete sempre a una persona anziana del posto dove fanno la piadina buona

  • merimei ha scritto: mercoledì 25 gennaio 2012

    le ho fatte seguendo la ricetta passo passo! ho usato l'olio d'oliva al posto dello strutto nella stessa quantità indicata per lo strutto, e erano ottime! le ho cotte ponendo l'impasto direttamente sulla piastra della cucina economica.. non si attaccano e in un paio di minuti sono cotte! grazie sonia per un' altra ottima ricetta

  • Liab ha scritto: mercoledì 18 gennaio 2012

    @marco: si e anche solo per provare e vedere se riesce! smileysmiley

  • marco ha scritto: mercoledì 18 gennaio 2012

    intendi per farla senza glutine?

  • Lia ha scritto: giovedì 12 gennaio 2012

    Ed eventualmente, si potrebbe usare anche la fecola di patate per farla? Se si in che quantità?

  • Lia ha scritto: giovedì 12 gennaio 2012

    Se si volesse fare la piada integrale?? Metà farina 00 e metà farina integrale? smiley

  • Lia ha scritto: mercoledì 11 gennaio 2012

    Secondo me non esiste una vera ricetta perchè anche i romagnoli ne hanno tante differenti perchè varia anche tra tradizioni familiari e paesi.. Certo è la migliore che ci sia!!! smiley io vado in vacanza a cesenatico da anni e vado sempre a mangiare la Piada nella piadineria che una volta apparteneva alla mamma di Pantani, e da un po' a cambiato gestione.. È ECCEZIONALE e non ha nulla a Che vedere con quelle degli altri posti "non romagnoli" smileysmiley.. Ma ahimè bisogna accontentarsi anche di quelle che si hanno "fuori" dalla Romagna! smiley poi insomma non tutti hanno strutto in casa padelle e piani appositi per farle e soprattutto tanto tempo! smiley

  • sara ha scritto: sabato 07 gennaio 2012

    è vero la piadina che si usa in romagna è molto più "spessa" questa è una versione più commerciale ma prodotta in casa,e poi come tutti i piatti tipici regionali ognuno ha il suo modo di farla,con i suoi ingredienti,e i suoi segreti...come è giusto che sia!! giusto???

  • stefano ha scritto: sabato 07 gennaio 2012

    consiglio di lavorare l'impasto su una ciotola aggiungendo non 200 ml di latte ben si 300 e invecie di 75 di olio 55 (con lo strutto vengono troppo pesanti) trasferite poi l'impasto su una spianatoia dove precedentemente avevate distribuito della farina e così l'impasto risultera essere piu morbido e lavorabile il resto di dosi di ingredienti va bene anche se invecie di 2g di bicarbonato io aggiungo 2g di lievito in polvere la perfezione.

  • marco drudi ha scritto: giovedì 05 gennaio 2012

    quella nella foto non è piadina x almeno 2 motivi; troppo sottile (si deve riuscire a tagliare nel mezzo) troppo secca a Cesena usiamo il lievito chimico normale e non il bicarb

  • Arturo ha scritto: giovedì 05 gennaio 2012

    @ Marco Drudi; e allora come à fatta la piadina?

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 11 dicembre 2011

    @francescabs: puoi utilizzare quella per focacce, pizze ecc...

  • francescabs ha scritto: sabato 10 dicembre 2011

    ciao sonia volevo chiederti per la piadina posso usare la farina 00 per dolci oppure la 00per focacce pizze?...un saluto

  • Dany ha scritto: mercoledì 07 dicembre 2011

    @Alfreda: io le congelo da crude,separandole con la pellicola trasparente,Cmq buonissime.

  • marco drudi ha scritto: martedì 22 novembre 2011

    questa non è piadina

  • Silvia ha scritto: giovedì 17 novembre 2011

    Sono ottime sia con lo strutto e con olio di semi....altro che quelle che si comprano nei supermercati!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 17 novembre 2011

    @Roberta: dovrebbe andare bene!

  • Roberta ha scritto: giovedì 10 novembre 2011

    Ciao, volevo sapere se posso cuocere la piadine su una speci di piastra che ho per cuocere le crepes....! Sarà sbagliato??

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 09 novembre 2011

    @Maya : stessa dose!

  • Maya ha scritto: mercoledì 09 novembre 2011

    sono vegetariana e volelo farla con l'olio al posto dello strutto... quanto ne devo mettere????

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 07 novembre 2011

    @piervittorio: le trovi nei negozi di casalinghi più forniti!

  • piervittorio ha scritto: sabato 05 novembre 2011

    ciao a tutti ma dove trovo una padella di ghisa come quella del video? a Genova non sono riuscito a trovarla.... grazie ciao pier

  • alidm ha scritto: lunedì 24 ottobre 2011

    Fatte, mooolto buone. Messo metà acqua e metà latte, aggiunto un pò d'acqua perchè l'impasto era molto duro. La prossima volta le provo con l'olio evo.

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 16 settembre 2011

    @Valentina: sì puoi eliminare il bicarbonato, ti consiglio però di lavorare bene l'impasto in modo da far incamerare più aria!

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 14 settembre 2011

    @deborah: sortituisci lo strutto con 75gr d'olio extravergine d'oliva!

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 09 settembre 2011

    @Alfreda: congelale da cotte! dovresti cuocerle, lasciarle raffreddare e congelarle.

  • Alfreda ha scritto: venerdì 09 settembre 2011

    Poichè io sono sola, ma ovviamente non posso impastare una sola piadina, vorrei sapere se c'è un modo per conservare l'impasto per qualche giorno. In frigo o nel freezer?

  • rita66 ha scritto: lunedì 05 settembre 2011

    in effetti è difficile capire quale ricetta sia piu giusta ...insomma..strutto o olio ?bicarbonato si o no ?.....

  • manuele rossi ha scritto: lunedì 05 settembre 2011

    io ho fatto una prova e dico che è venuta benissimo e i bimbi sono ghiotti. Al posto dello strutto oilio extravergine d'oliva, po tiro l'impasto e fccio dei dischi con l'ausilio del bicchiere. Poi li faccio friggere in olio bollente (1 litro circa) facendoli dorare.Ottimi

  • giulianamaria ha scritto: lunedì 05 settembre 2011

    scusate!ma dove avete letto che c'è il lievito di birra?io le faccio 2 volte a settimana e uso l'olio evo e un pizzico di bicarbonato,non c'è differenza con quelle fatte con lo strutto! sono ottime .se posso rispondere a Valentina:certamente potresti evitare il bicarbonato ma non si chiamano piadine,in Abruzzo si fa un impasto più lento e si cuociono in una padella di ferro,sono ottime ma non hanno niente a che fare le piadine

  • Molly ha scritto: lunedì 05 settembre 2011

    Ora da romagnola doc vi dico come son le cose veramente In 500 gr di farina si mette un cucchiaio colmo di strutto ...oppure un mezzo bicchiere di olio di olivo (bicchiere della nutella)...poi un pizzico di sale...niente bicarbonato...la piadina col bicarbonato fa schifo!!!!!!!!!!!!! un cucchiaio raso di lievito per pizze salate.....e si impasta copn acqua tiepida....se si impasta col latte...diventa elasticosa.... Questa ricetta la potete fare anke subito...io la impastyo col robot...e dopo 30 minuti tutti in tavola a mangiarla....ma se la impastate x tempo e la lasciate 1 oretta li..è piu buona..come tutti gli impasti...il tempo di posa fa migliorare!!!! se non avete la piastra x piadina...cucinatela in una padella antiaderente

  • maria teresa ha scritto: domenica 04 settembre 2011

    scusa se mi permetto...io sono romagnola e la faccio spesso la piadina al punto che non seguo più la ricetta,io uso olio di oliva,ma poco appena un cucchiaio e vi assicuro che viene buona e mi risparmio parecchie calorie,però va consumata subito il giorno dopo rimane un pò dura...ciao a tutte!!!

  • francesca ha scritto: domenica 04 settembre 2011

    in sostituzione dello strutto, volendo usare l'olio (di semi?)quanto ne occorre per 500gr di farina? Grazie Francesca

  • jogger ha scritto: domenica 04 settembre 2011

    ciao ci sono discrepanze nelle quantità degl'ingredienti tra filmato e ricetta scritta. quanto allo strutto, lascia le piade + morbide, mentre l'olio le rende croccanti.

  • Gisi ha scritto: sabato 03 settembre 2011

    Le piadine fanno impazzire...ma avete provato i borlenghi romagnoli?

  • Lucia ha scritto: sabato 03 settembre 2011

    ...volevo provare a farla ...ma con tutti questi pareri discordanti, nn ci provo nemmeno; d'altronde sono siciliana(ct) e nn ho voce in capitolo, continuerò ad acquistarle al suprmercato (anke se nn sono nulla di eccezionale).Noto che quando si entrà nell'ambito regionale ne vien fuori un ginepraio....Attendo la ricetta degli arancini di riso, che modestamente è un nostro vanto regionale (li fanno dappertutto , ma niente a ke vedere con i nostri in sicilia) . Saluti a tutti e complimenti a GZ.

  • Heros ha scritto: sabato 03 settembre 2011

    L'origine di quello che impropriamente viene chiamato gnocco fritto ( infatti non si capisce cosa centra il "gnocco"). è la provincia di Modena e si chiama "CARSENTA". Esenzialmente si usava in sostituzione del pane, di rapida preparazione, pertanto senza l'uso di lieviti. La mia bisnonna, mia nonno, e mia madre, la preparavano tutte le mattine come elemento base alla prima colazione (l'avete mai assaggiata nel caffelatte, è deliziosa). Pertanto vi porto una esperienza che parte da oltre 200 anni, io attualmente ne ho 80 e spero di continuare a mangiarla nancora per molto tempo. In origine, e fino alla seconda guerra mondiale, si friggeva con lo strutto. L'assurdo è perchè si faccia uso di lievito(come dichiarato in questa ricetta), in quanto non fa che alloungarne il tempo di preparazione e peggiorarne il gusto, si gonfia fino eccessivamente senza nulla. Ilaria è l'unica che ha indovinato il giusto.

  • Valentina ha scritto: sabato 03 settembre 2011

    Ciao Sonia, io uso sempre le piadine come base pizza perchè sono intollerante a lievito e agenti lievitanti;di solito le compro ma non sempre le trovo prive di cose che mi fanno male quindi mi piace l'idea di farle in casa! non posso usare nemmeno il bicarbonato, posso toglierlo dalla ricetta?

  • deborah ha scritto: sabato 03 settembre 2011

    ciao sonia,non vorrei utilizzare lo strutto mi consigli l'olio di semi,d'oliva o extravergine?grazie

  • Cinzia ha scritto: mercoledì 24 agosto 2011

    Come si fanno a calcolare le calorie e i macronutrienti totali della ricetta?

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 08 luglio 2011

    @mary: sostituisci pure lo strutto con dell'olio, la quantità non varia! Fammi sapere!

  • mary ha scritto: venerdì 08 luglio 2011

    posso anche non metterlo lo strutto?

  • giulianamaria ha scritto: mercoledì 15 giugno 2011

    ho usato anche lo strutto,l'ho acquistato al supermercato e non puzza,ma non ho notato differenza tra l'uso dell'olio e dello strutto.

  • chiarasole ha scritto: martedì 14 giugno 2011

    Ricetta semplice e risultato ottimo! Io ho sostituito il latte on l'acqua e lo strutto con l'olio extra vergine d'oliva. Croccanti e leggere!

  • giulianamaria ha scritto: domenica 05 giugno 2011

    io le preparo al posto del pane perchè non c'è il lievito,mi durano 2-3 giorni.le conservo nella busta di carta del pane.al momento del bisogno le riscaldo un'attimo in forno,sono ottime.per ora sto usando l'olio evo perchè non ho acqiustato lo strutto, le preparò presto e vi farò sapere se c'è differenza.

  • crostina ha scritto: domenica 05 giugno 2011

    Ti scrivo solo per farti ancora i complimenti, non ti faccio nessuna domanda perchè hai già risposto a tutte ahahahhah, anzi una domandina c'è l'ho, Chri dice che il latte non và utilizzato , tu che ne pensi, a me non è che piacerebbero troppo morbide, fammi sapere così me le faccio subito

  • Sabina ha scritto: venerdì 27 maggio 2011

    Quando non ho lo strutto (tra l'altro fino ad ora non ho trovato uno strutto in commercio decente: puzzano. E voi?) uso l'olio di semi. A mio avviso vengono meglio rispetto all'olio di oliva.

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 27 maggio 2011

    @annarita: le piadine si seccano molto velocemente quindi ti consiglierei di congelarle!

  • annarita ha scritto: venerdì 27 maggio 2011

    ciao sonia volevo chiederti se una volta cotte le posso mettere in frigorifero per i giorni seguenti.grazie

  • stefano ha scritto: venerdì 20 maggio 2011

    la piadina romagnola non si mangia con lo stracchino , peraltro buonissimo, ma con lo squaquerone

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 19 maggio 2011

    @antonia: se non trovi la farina apposita puoi utilizzare la 00!

  • antonia ha scritto: mercoledì 18 maggio 2011

    Ciao Sonia,nella ricetta non è specifecato che tipo di farina bisogna usare.Le ho preparato con la farina speciale x le piadine e sono venute veramente ottime,ma non sempre la trovo e non so con quale sostituirla.Grazie e complimenti x tutte le ricette che ci regali.

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 03 maggio 2011

    @chicca love: la dose del latte è 160 ml. Per quanto riguarda l'olio, utilizza quello extravergine di oliva!

  • serena ha scritto: domenica 01 maggio 2011

    io vorrei sapere se impastare gli ingredienti e poi "lavorare" la pasta sul marmo non va bene per la lievitazione....Non so perchè ma mi sa che è meglio la spianatoia in legno. Sonia di Giallo Zafferano : mi ha fatto venire la voglia di cucinare!! Grazie, io adoro le tue video ricette!!! una abbraccio!

  • chicca love ha scritto: sabato 30 aprile 2011

    ciao sonia ho scaricato il pdf ma la dose del latte non è 200ml ma 160ml allora la dose vera qual'è? La vorrei provare con l'olio, ma di oliva o è meglio di semi,vorrei il tuo consiglio grazie ciao

  • chri ha scritto: venerdì 29 aprile 2011

    Io sono romagnolo doc e apprezzo molto le ricette di giallo zafferano. Ma la piadina con il latte non si puo proprio sentire mi dispiace. è solo un trucchetto per farla venire morbida ma non si fa cosi.

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 27 aprile 2011

    @greta: sì se preferisci!

  • greta ha scritto: sabato 23 aprile 2011

    lo strutto o l'olio possono essere sostituita dalla margarina?

  • albarossa ha scritto: lunedì 07 marzo 2011

    grazie Sonia vado subito a preparare l'impasto.saranno buone come tutte le ricette che ci sono sul tuo sito.

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 07 marzo 2011

    @albarossa: puoi sostituirlo con l'olio stessa dose.

  • albarossa ha scritto: lunedì 07 marzo 2011

    lo strutto non riesco a trovarlo c'è qualcosa che può sostituirlo?

  • Lorenzino ha scritto: domenica 23 gennaio 2011

    ho provato proprio questa sera la ricetta, con 1 busta di lievito del pizzaiolo al posto del bicarbonato e l'ho cotta a fuoco lento, è venuta veramente buona, la consiglio.

  • Robi ha scritto: sabato 25 dicembre 2010

    com'e' il bicarbonato in inglese? la baking soda? grazie!!! io vivo in america e trovare questo sito e' stato come trovare un pezzo di casa sempre vicino!!! GRAZIE!!!!

  • Sabina ha scritto: lunedì 22 novembre 2010

    Io uso questa ricetta : 500 gr di farina 250 gr di latte oppure meta' acqua frizzante e meta' latte Un paio di cucchiai di strutto 1/2 cubetto di lievito di birra

  • Bevvio ha scritto: domenica 21 novembre 2010

    l'ho provata ieri sera, presa pari pari come dosi, però le ho fatte leggermente più piccole cioè da 150gr a disco in quanto non avevo una padella grande...devo dire che sono veramente buone appena fatte, e anche se c'è lo strutto non sono pesanti da digerire...ora però vorrei trovare una ricetta senza strutto, magari con olio evo, per renderla un po' meno calorica... anche il giorno dopo, cioè stamattina, scaldate in forno a microonde sono rimaste molto morbide e per niente tirone...ottima base smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 16 settembre 2010

    @Manuela: nella ricetta tradizionale il bicarbonato viene utilizzato per rendere più morbida la piadina; puoi ometterlo e provare se risulta comunque di tuo gradimento o meno.

  • Manuela ha scritto: giovedì 16 settembre 2010

    Si può fare a meno di mettere il bicarbonato ? Perchè non l'ho mai usato ... E a cosa serve il bicarbonato ? Grazie

  • annalisa ha scritto: lunedì 23 agosto 2010

    buona veramente deliziosa ma secondo voi la posso congelare per averne quando qualcuno si presenta all'improvviso?

  • ludovica ha scritto: domenica 22 agosto 2010

    buona anzi direi squisita anche io ho usato meno burro. Ma vorrei porre un quesito se qualcuno lo sa. Sarà possibile congelare la piadina? Vorrei farne alcune in più da tenere per le emergenze. Ciao a tutti e grazie

  • Sabina ha scritto: sabato 31 luglio 2010

    Io approfitto di romagnole DOC come voi per chiedervi la vera ricetta delle tigelle!!!! Io l'apposito attrezzo ma mille ricette e non so qual'e quella originale......

  • Jenny ha scritto: venerdì 30 luglio 2010

    la piadina romagnola e molto buona....ahhh!!!! smiley w la piadina!!!!!!

  • Sabina ha scritto: domenica 04 luglio 2010

    Dopo averle cotte tenetele in un sacchetto di plastica ben sigillato.......rimarranno molto morbide.

  • Emy ha scritto: domenica 04 luglio 2010

    35 anni in Romagna e la vera piadina è decisamente come quella della ricetta di Mery!! Anche io ho la ricetta antica ed è cosi! E squaquerone e marmellata di mirtilli per finire in dolcezza è una libidine!! Provatela!

  • mery ha scritto: mercoledì 30 giugno 2010

    ecco gli ingredienti della vera piadina romagnola :500gr di farina, 2 gr di bicarbonato, 130 gr di strutto,13 gr di sale e 250ml di acqua.... I miei nonni romagnoli hanno un ristorante a verucchio. La specialità della casa è carne ai ferri e l'immancabile piadina...ma la piadina è la stessa che facevano ai loro tempi ....provatela!!mi raccomando nn usate il latte e l'acqua deve essere bollente..in più appena preparato l'impasto tiratelo subito xke è ancora caldo e riuscite a lavorarlo meglio!!!ciao a tutti!!!smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 08 giugno 2010

    @maria: direi di sì, utilizza la stessa dose indicata per il burro. Considera che il burro rende l'impasto più morbido e friabile, mentre l'olio renderà l'impasto più elastico.

  • maria ha scritto: lunedì 07 giugno 2010

    posso sostituire lo strutto con il burro o con olio? vi prego datemi una risposta.

  • Fabio ha scritto: domenica 06 giugno 2010

    Volevo chiedere, essendo all'estero, non riesco a spiegargli cos'è lo strutto, posso usare qualcos'altro???

  • Francesca ha scritto: martedì 25 maggio 2010

    Io le ho fatte cuocere almeno 5 min per parte...forse è stato quello!!!ma mi sembravano crudissime!!Riproverò...

  • antonia ha scritto: lunedì 24 maggio 2010

    la ricetta è veramente ottima, anche se il burro è veramente troppo.io ho usato latta intero e 50 gr di burro.ciao a tutti.

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 24 maggio 2010

    @francesca: forse le hai cotte troppo, sono sufficienti uno o due minuti per parte. Una volta cotte, mettile una sopra l'altra in modo che il calore sviluppato aiuterà a mantenerle morbide. Un saluto!

  • Francesca ha scritto: sabato 22 maggio 2010

    Io ho fatto le piadine ieri sera...sono venute buone, ma durissime sembravano cracker, perchè??in cosa ho sbagliato, ho seguito attentamente tutti i passaggi, ho usato strutto e non olio e latte e non acqua.Fatemi sapere qualcosa...Grazie

  • Domenico ha scritto: venerdì 21 maggio 2010

    Il bicarbonato non serve,le fà seccare,Provare per credere

  • Lia ha scritto: venerdì 21 maggio 2010

    mi permetto solo di dire che il vero romagnolo non si permetterebbe mai di farcire la piadina con lo stracchino....la farcitura che si usa in Romagna è squaquerone e rucola

  • francesca ha scritto: venerdì 30 aprile 2010

    ciao laura mi puoi dare la ricetta della piadina romagnola visto che tu lo sai il mio indirizzo e frafede1987@libero.it

  • Olga ha scritto: lunedì 08 febbraio 2010

    Salve a tutti! Sono una russa e vivo in Italia da 6 anni.Vivo a Rimini..Il cuore della Romagna.Ho imparato di fare tante cose ..ma la piadina è il mio tiatto preferito!Qui in Romagna fanno con lo strutto o l'olio di oliva.Sono buone tutte e due ,ma con lo strutto viene un po' piu morbida.Io avevo chiesto alle veve romagnole come si pripara.La recetta che mi è piacciuta di piu è con il latte. Cioè l'acqua si mischia con un po 'di latte,poi lo strutto,sale e bicarbonato.Poi è molto importante priparare l'inpasto nell abiente caldo..non freddo insomma.E lavorare con l'inpasto 15 min. Viene buonissima!Provate!Grazie.

  • laura ha scritto: giovedì 21 gennaio 2010

    nonna romagnola doc che mi ha iniziato hai segreti della piadina a quattro anni! Farina, olio d'oliva, sale,bicarbonato e acqua tiepida per impastare...e l'unica licenza"dietetica" è l'olio al posto dello strutto! giurin giurello che è l'originale!

  • silva ha scritto: lunedì 11 gennaio 2010

    Vivo in Romagna da sempre, non sono un'indigena; ho sposato un bolognese doc e ho una suocera romagnola. Bene la piada a casa mia si fa così. 1/2 Kg di ottima farina, un cucchiaio di sale grosso pestato al momento,150g. di olio di semi di arachidi ( lo strutto è troppo pesante, a rischio colesterolo),250/280 g di acqua del rubinetto appena tiepida e un pizzico di bicarbonato. Impastare benissimo e lasciare riposare avvolta in un panno di lino rigorosamente bianco (suocera docet) per circa 1/2 ora. Quindi tagliare a fette e stendere col mattarello di legno. Cuocere sul testo di pietra ( possibilmente nel camino) o sulla piastra della cucina economica, ma non sulle padelle di teflon. Vi assicuro che è buonissima e la potete mangiare a qualsiasi orario. I condimenti sono vari dal prosciutto,squaquerone e rucola alla nutella. Ma la potete mettere a tavola tagliata in 4 come fosse pane. Fatemi sapere

  • klè ha scritto: giovedì 10 dicembre 2009

    con che cosa posso sostituire lo strutto?

  • domitilla ha scritto: giovedì 03 dicembre 2009

    molto buono,soptatutto con prosciutto e sottilette,a me piace questo gusto ,ma il bello è che ci puoi mettere dentro...quello che vuoi!

  • silvia b ha scritto: venerdì 30 ottobre 2009

    l'acqua deve essere frizzante giusto? ho sentito che qualcuno ci aggiunge un po' di birra e/o latte: che ne dite voi romagnoli?

  • nani ha scritto: sabato 26 settembre 2009

    michelm e da qualche parte in italia trovi il formaggio oaxaca di cui parli, o qualcuno simile? mi sai dire? ciao e grazie!

  • cocchim ha scritto: lunedì 21 settembre 2009

    A me piace la Piada con l' olio di oliva perchè le da un retro gusto di olio appunto che sono speciali. (E poi è un pò più sana .). Mi hanno detto che c'è chi usa lo Yogurt al posto del latte per renderla ancora più digeribile. Qualche esperienza in merito allo Yogurt come ingrediente ? Se sì di che tipo ed in che quantità ? Pare sia SQUISITA ! Ciao

  • michelm ha scritto: giovedì 27 agosto 2009

    ciao a tutti, la piadina romagnola mi fa pensare ad un pane fatto in india chiamato "chapati" gli ingredienti sono farina sale e acqua,un altro similare nel messico la "tortilla" qest'ultimo puo essere di farina bianca o maîs mio preferito, sale e acqua, farcitura di questa tortilla si fa con un formaggio "queso Oaxaca" dolce e molto fondente, la testura avvicina quella della mozzarella italiana. scusate per il mio italiano.

  • Bea ha scritto: mercoledì 26 agosto 2009

    Ciao a tutti solo una piccola correzione la piadina romagnola viene mangiata non con lo stracchino ma con un altro formaggio morbido ma dal sapore completamente diverso che si chiama squaquerone o raviggiolo.

  • federico ha scritto: lunedì 13 luglio 2009

    Salve a tutti .... Ma nella piadina quanto bicarbonato va messo?

  • RD ha scritto: venerdì 10 luglio 2009

    io compro le piadine gia fatte al supermercato e dentro metto certosa e mortadella...un po calda...la fine del mondo!

  • Marco ha scritto: mercoledì 08 luglio 2009

    Siete dei grandi...complimenti! E' bellissimo leggere questi commenti... ciao e grazie

  • Elena ha scritto: lunedì 27 aprile 2009

    il lievito non ci va, ma per farla "crescere" un pò e per farla risultare più digeribile si possono aggiungere 3-4 prese di bicarbonato. in più donerà un colore un pò più dorato alle vostre piade.

  • luciano ha scritto: venerdì 17 aprile 2009

    luciano .scusate volevo dire il lievito non ci va assolutamente

  • luciano ha scritto: venerdì 17 aprile 2009

    quando vado in vacanza la cosa che mi manca è la piadina doc strutto ,sale ,pepe, latte e farina il lievito scusate ma la mia è buonissima

  • Federica ha scritto: mercoledì 08 aprile 2009

    Una mia amica la fa molto spesso...e' buonissima, nell'impasto di base aggiunge un cucchiaio di miele, e non mette il lievito.

  • virgilio ha scritto: lunedì 23 marzo 2009

    e le nonne hanno sempre ragione....

  • Paola ha scritto: sabato 21 marzo 2009

    No,si deve usare proprio lo strutto. Si trova dappertutto, dal supermercato al macellaio. Il lievito dovrebbe essere quelo chimico, per pizza, ma mia nonna, di Forlì, non lo mette. Dice che è un ' eresia.....

  • virgilio ha scritto: giovedì 26 febbraio 2009

    io starei sulla ricetta originale senza lievito. E' tanto buona così.....

  • Marilisa ha scritto: venerdì 16 gennaio 2009

    ma il lievito chimico è quello per pizze e focacce? Non il lievito di birra disidratato? grazie

  • Virgilio ha scritto: martedì 25 novembre 2008

    mi riferisco a quello che a scritto Marcella riguardo alla piadina. Non vedo molto bene il lievito in quanto si stravolge la ricetta. E poi il risultato qual'è? Non diventa una pizza?

  • marcella ha scritto: giovedì 23 ottobre 2008

    io sono romagnola e la piadina non la faccio proprio così... provate a farla come vi dico io: 1 kg di farina 0, mezzo litro di latte freddo, sale q.b., 150/200 gr di strutto di maiale,2 bustine di lievito chimico. si impasta bene, si lascia riposare almeno mezz'ora e poi il procedimento e uguale a quello della ricetta qui sopra. provate e sappiatemi dire. io ricevo sempre i complimenti quando la faccio.

Lascia un Commento