Pita

Lievitati
Pita
50 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 5 min
  • Dosi per: 8 pezzi
  • Costo: molto basso
  • Nota: Più 2 ore e 40 per la lievitazione

Presentazione

La pita è il pane tondo, piatto e morbido tipico della Grecia e di molti altri paesi del Medioriente.
La pita viene impastata con farina, lievito, acqua e olio e fatta lievitare due volte; poi viene cotta in forno spennellata con olio e acqua.
La pita viene usata per accompagnare molte pietanze come l’hummus oppure viene usata come base per il gyros.

Ingredienti per 8 pita
Farina 00 250 gr
Farina manitoba 250 gr
Acqua 300 ml
Olio di oliva extravergine 30 gr
Sale 12 g
Malto (o zucchero) 1 cucchiaino
Lievito di birra fresco 12 fresco (disidratato 4 gr)

Preparazione

Pita

Per pareparare le pita, versate il lievito di birra disidratato (o fresco) in una ciotolina, aggiungete poca acqua tiepida e il malto (o lo zucchero) (1-2). Mescolate bene per far sciogliere tutti gli ingredienti e unite il composto alle due farine che avrete setacciato dentro ad una ciotola capiente (3).

Pita

Impastate con la punta delle dita (4). Nella restante acqua tiepida sciogliete il sale (5) e unite l'olio (6).

Pita

Versate l’acqua con il sale e l'olio a filo sulla farina (7) e  impastate fino ad ottenere composto ben amalgamato. Trasferitelo su di una piano di lavoro e continuate a lavorare l'impasto, che dovrà risultare liscio ed elastico e modellatelo come una palla (8). Fate lievitare l'impasto delle pita in una ciotola oliata (9)

Pita

e ricopritela con pellicola trasparente (10). Mettete a lievitare nel forno spento ma con la luce accesa, per accelerare la lievitazione, per due ore. Quando l'impasto avrà raddoppiato di volume (11) dividetelo in 8 parti del peso di circa 100 gr l’una (12)

Pita

e date ad ogni pezzo la forma di pallina (13). Stendete con un matterello fino ad ottenere delle sfoglie leggermente ovali di circa 2 mm di spessore e 20 cm di diametro (14). Sistemate le pita su una leccarda, foderata con carta forno, in modo che non siano attaccate tra loro e spennellatele leggermente con un’emulsione di olio e acqua (15).

Pita

Lasciatele lievitare coperte con della pellicola per almeno 40 minuti, ancora in forno spento ma con la luce accesa. Terminata la lievitazione, spruzzatele ancora con dell'acqua (16) e spostate le pita insieme alla carta forno su un'altra leccarda già riscaldata in forno statico a 250°. Infornate le pita per 5 minuti, il tempo che si dorino nella parte inferiore e restino bianche in quella superiore (17) e conservatele immediatamente impilate sotto una campana di vetro (18) se non le usate subito. Le vostre pita sono pronte per essere gustate!

Conservazione

Una volta raffreddate, potete conservare le pita in un sacchetto di plastica per un giorno.

Consiglio

Potete anche non bagnare le pita prima della cottura: in questo caso si gonfieranno in forno e potrete farcirle tagliandole a metà, come una tasca.
Provate le pita con l'hummus o come base per un gustoso gyros!

Altre ricette

I commenti (50)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • francesco ha scritto: lunedì 23 giugno 2014

    c'è anche la manitoba, è mezzo chilo di farina in pratica

  • gianfranco ha scritto: mercoledì 18 giugno 2014

    con 250g di farina e 300 ml di acqua abbiamo un'idratazione dell'impasto di piu del 100% .... c'è per caso qualche errore di scrittura?

  • Tiziana ha scritto: mercoledì 11 giugno 2014

    Ciao Sonia, quando metto a lievitare in forno con la luce accesa il pane che spennello con l'emulsione non lievita più. Come posso fare per rimediare?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 29 maggio 2014

    @Fabiana: Ciao, puoi usare lo zucchero!

  • Fabiana ha scritto: mercoledì 28 maggio 2014

    se non ho trovato il malto? posso fare senza? tnk

  • Stefano ha scritto: domenica 25 maggio 2014

    Ma perché usare la farina Manitoba che necessità di un tempo molto lungo di lievitazione ?

  • Alessandra ha scritto: martedì 20 maggio 2014

    Si possono congelare?

  • Giulia ha scritto: lunedì 31 marzo 2014

    Qualcuno sa dirmi se posso usare lievito madre? Se si in quale quantità? Io ho quello in bustina! Grazie!

  • Eugenia ha scritto: domenica 23 marzo 2014

    Le ho preparate buonissime e morbidissime io le ho cotte su una bistecchiera e sono venute buonissime le ho piegate e non si rompevano

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 12 marzo 2014

    @teresa: per una lievitazione ottimale scegli un luogo tiepido, la temperatura ideale è 25°-26°.

10 di 50 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento