Pizza Romana

Lievitati
Pizza Romana
18 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il tempo di preparazione e lievitazione della pasta

Presentazione

La pizza romana è una delle tante varianti della pizza napoletana verace. Questa è una delle preparazioni partenopee più semplici e gustose, che richiede pochissimi ingredienti: mozzarella, pomodoro, origano, acciughe e olio extravergine di oliva adagiati su uno strato sottile di pasta per la pizza. Quella che a Napoli e dintorni viene chiamata pizza romana, in altre zone d’Italia, può venire chiamata invece pizza “Napoli” o napoletana, che in realtà contiene gli stessi ingredienti ma senza la mozzarella, con, a volte, l’aggiunta di capperi.

Ingredienti per 4 pizze da 30 cm
Farina 00 1 kg
Acqua 600 g
Lievito di birra disidratato 7 g
Sale fino 20 g
Olio di oliva extravergine 60 g
per il ripieno
Pomodori passata 700 g
Mozzarella di bufala o fiodilatte 600 g
Origano essiccato 10 g
Olio di oliva extravergine q.b.
Acciughe (alici) filetti sott'olio 16
Sale 20 g

Preparazione

Pizza Romana

Per preparare la pasta per la pizza iniziate versando la farina nella ciotola della planetaria (1). Aggiungete il lievito (2) e 100 grammi d’acqua, quindi azionate la planetaria con il gancio montato a velocità medio bassa (3).

Pizza Romana

Procedete aggiungendo l’acqua poco per volta, avendo cura di aspettare che la dose precedente sia stata ben assorbita dalla farina (4) . Una volta versati circa i 3/4 dell'acqua aggiungete il sale (5) e continuate ad impastare. Aggiungete il resto dell’acqua sempre a filo e lasciate lavorare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo (6).

Pizza Romana

A questo punto aggiungete l’olio gradatamente (come avete fatto con l’acqua) (7). Quando l’olio è stato completamente assorbito, estraete l’impasto dalla planetaria e modellatelo con le mani fino ad ottenere una palla (8) . Inseritelo in una ciotola capiente leggermente unta (9).

Pizza Romana

Coprite con pellicola o con un canovaccio pulito e mettete a lievitare nel forno con la luce spenta (10) . Attendete che l’impasto abbia almeno raddoppiato il suo volume (1,5 h), meglio triplicato (2,5/3 h) e procedete alla stesura delle pizze (11). Una volta che l’impasto avrà lievitato, trasferitelo sulla spianatoia e dividetelo in 4 parti uguali (12).

Pizza Romana

Fate con ognuno delle palline(13) . Coprite con un canovaccio pulito e lasciate riposare per 30 minuti (14) . Ungete leggermente con un filo d’olio 4 teglie da pizza di 30 cm di diametro. Posizionate al centro della teglia una pallina di impasto (15)

Pizza Romana

e cominciate a schiacciare dal centro verso l’esterno, tirando i leggermente i lati se necessario (16) . Se la pasta risulta troppo elastica e tende a tornare alla forma che aveva prima, mettete da parte la pizza che state stendendo e procedete a stenderne un’altra, facendo così riposare la precedente. Cercate di distendere la pasta su tutta la superficie della teglia (17). Versate un mestolo abbondante di salsa al pomodoro, precentemente condita con sale e origano, sulla base della e spargetela con un movimento circolare, ricoprendo quasi tutta l’area, lasciando solo un bordo di circa 1,5 cm (18).

Pizza Romana

Tritate grossolanamente la mozzarella . Condite ora la pizza con i filetti di alici, un filo d'olio e la mozzarella (19). Lasciate riposare la pizza farcita per una decina di minuti (20), poi infornate a 250°C per 12/15 minuti in forno statico (altrimenti se utilizzate il forno ventilato basteranno una decina di minuti a 230°). Non appena estraete la pizza romana dal forno, servitela immediatamente (21).

Conservazione

La pizza alla romana può essere portata a metà cottura e poi congelata. Per poterla utilizzare bisogna farla scongelare a temperatura ambiente e terminare la cottura in forno prima di servirla!

Il consiglio di Sonia

Se notate che la mozzarella è molto bagnata, ricordatevi di strizzarla bene e di lasciarla scolare su un colino prima di porla sulla pizza.

Altre ricette

I commenti (18)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Alessia ha scritto: sabato 07 marzo 2015

    Ciao, scusate, ma non si brucia la mozzarella mettendola subito?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 09 marzo 2015

    @Alessia: Non dovrebbesmiley

  • costanza ha scritto: mercoledì 13 agosto 2014

    Poso quocerla nell pizzanapoli

  • anna ha scritto: domenica 11 maggio 2014

    Ciao Sonia, vorrei chiederti un'informazione. Il forno statico o ventilato? E per quanti munuti a 220 gradi statico

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 13 gennaio 2014

    @elisa: Ciao, puoi farlo mantenendo gli stessi tempi ma cambiando la posizione delle pizze ogni tanto per far si che la cottura sia omogenea.

  • elisa ha scritto: domenica 12 gennaio 2014

    ma se metto in forno 3 pizze conteporaneamente come mi regolo con il forno e la cottura?

  • caro ha scritto: giovedì 07 novembre 2013

    Perfetta, anche il giorno dopo!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 07 febbraio 2013

    @Silvia: la passata di pomodoro puoi metterla a crudo, con le nostre dosi otterrai 4 pizze tonde di medie dimensioni!smiley

  • Silvia ha scritto: giovedì 07 febbraio 2013

    Ciao, un dubbio forse anche stupido da chiedere,ma per me sarebbe la prima volta che ci provo, la passata di pomodoro la devo cucinare, o si deve fare tutto al crudo? e le quantità che consiglia giallo zafferano, per quante teglie è? aspetto una vostra risposta... grazie mille smiley

  • michele ha scritto: venerdì 25 gennaio 2013

    se posso dare un consiglio controtendenza: i forni domestici hanno una temperatura TROPPO BASSA per fare una pizza decente. se la si vuole dorata si rischia di farla diventare un biscotto. il mio consiglio è di ridimensionare gli impasti (anzichè da 250gr farli poco meno di 200 gr, in modo da ottenerne almeno 6 da 1 kg di farina), abbondare col pomodoro e con la mozzarella. il mio metro di cottura, con il forno al massimo possibile (ovviamente infornando a temperatura) è la mozzarella: se fa le bolle la pizza è cotta. bordi morbidi (e bianchicci, ma vabbè..) e effetto bandiera assicurato! buon appetito

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 28 settembre 2012

    @Miriam: ti consiglio di abbassare la temperatura a 200 e di proseguire la cottura!

10 di 18 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento