Pizza alla napoletana

Lievitati
Pizza alla napoletana
11 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 44 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il tempo di lievitazione (1,5-3 ore)

Presentazione

La pizza alla napoletana è una tra le più classiche e saporite di sempre. Viene reallizata con una base di impasto per pizza, condita con della passata di pomodoro profumata all'origano e arricchita con alici sott'olio e frutti di cappero che donano alla pizza un sapore deciso. Proprio per non coprire il gusto di questi ingredienti semplici che ci riportano ai sapori di un tempo la pizza alla napoletana è stata realizzata senza l'aggiunta di mozzarella, quindi è adatta anche a coloro che sono intolleranti al lattosio. Per i più ghiotti però esiste sempre la pizza romana che contiene anche la mozzarella! 

Ingredienti per 4 pizze da 30 cm
Farina tipo 0 1 kg
Acqua 600 g
Lievito di birra disidratato 7 g
Sale fino 20 g
Olio di oliva extravergine 60 g
per il ripieno
Pomodori passata 700 g
Frutti di cappero 24
Acciughe (alici) filetti sott'olio 16
Olio extravergine di oliva q.b.
Sale 20 g
Origano essiccato 10 g
Pepe nero q.b.

Preparazione

Pizza alla napoletana

Per preparare la pasta per la pizza iniziate versando la farina nella ciotola della planetaria (1). Aggiungete il lievito (2) e 100 grammi d’acqua, quindi azionate la planetaria con il gancio montato a velocità medio bassa (3).

Pizza alla napoletana

Procedete aggiungendo l’acqua poco per volta, avendo cura di aspettare che la dose precedente sia stata ben assorbita dalla farina (4) . Una volta versati circa i 3/4 dell'acqua aggiungete il sale (5) e continuate ad impastare. Aggiungete il resto dell’acqua sempre a filo e lasciate lavorare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo (6).

Pizza alla napoletana

A questo punto aggiungete l’olio gradatamente (come avete fatto con l’acqua) (7). Quando l’olio è stato completamente assorbito, estraete l’impasto dalla planetaria e modellatelo con le mani fino ad ottenere una palla (8) . Inseritelo in una ciotola capiente leggermente unta (9).

Pizza alla napoletana

Coprite con pellicola o con un canovaccio pulito e mettete a lievitare nel forno con la luce accesa (10) . Attendete che l’impasto abbia almeno raddoppiato il suo volume (1,5 h), meglio triplicato (2,5/3 h) e procedete alla stesura delle pizze (11). Una volta che l’impasto avrà lievitato, trasferitelo sulla spianatoia e dividetelo in 4 parti uguali (12).

Pizza alla napoletana

Fate con ognuno delle palline(13) . Coprite con un canovaccio pulito e lasciate riposare per 30 minuti (14) . Ungete leggermente con un filo d’olio 4 teglie da pizza di 30 cm di diametro. Posizionate al centro della teglia una pallina di impasto (15).

Pizza alla napoletana

e cominciate a schiacciare dal centro verso l’esterno, tirando i leggermente i lati se necessario (16) . Se la pasta risulta troppo elastica e tende a tornare alla forma che aveva prima, mettete da parte la pizza che state stendendo e procedete a stenderne un’altra, facendo così riposare la precedente. Cercate di distendere la pasta su tutta la superficie della teglia (17). A parte, in una ciotola capiente, versate la salsa di pomodoro e conditela con sale, olio, pepe e origano (18).

Pizza alla napoletana

Versate un mestolo abbondante di salsa al pomodoro sulla base della pizza (19) e spargetela con un movimento circolare, ricoprendo quasi tutta l’area, lasciando solo un bordo di circa 1,5 cm (20). Tagliate i frutti di cappero a metà (21) e teneteli da parte.

Pizza alla napoletana

Condite ora con le alici (22), i frutti di cappero tagliati a metà e un filo d’olio (23) . Lasciate riposare la pizza farcita per una decina di minuti, poi infornate a 210°C per 15/20 minuti in forno statico (190° invece se utilizzate il forno ventilato per circa 15 minuti). Non appena estraete la pizza alla napoletana dal forno, servitela immediatamente(24) .

Conservazione

La pizza alla napoletana può essere portata a metà cottura e poi congelata. Per poterla utilizzare poi bisogna farla scongelare a temperatura ambiente e finire di cuocerla in forno prima di servirla!

Il consiglio di Sonia

Se utilizzate i capperi sotto sale, ricordatevi di lavarli bene sotto l'acqua corrente e di asciugarli leggermente prima di metterli sulla pizza.

Altre ricette

I commenti (11)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • DEILUSI ha scritto: domenica 14 dicembre 2014

    AMO TUTTE LE VOSTRE RICETTE

  • SHALLA ha scritto: domenica 14 dicembre 2014

    MI PIACE TANTO LA PIZZA

  • Maddalena ha scritto: sabato 01 novembre 2014

    Noi la chiamiamo pizza Napoli ma trovarla su google con questo nome è impossibile, la pizza alla napoletana intendiamo la "pizza" in generale perchè di origini napoletane. La pizza napoli invece è quella con le acciughe proprio come in pizzeria.

  • Iole ha scritto: martedì 25 febbraio 2014

    @Cris Mi associo a Cris, anche la mia esperienza di pizza domestica si svolge in 2 fasi, proprio come le sue.... e non mi smuove più niente smiley

  • CRIS ha scritto: venerdì 21 febbraio 2014

    Secondo me il modo migliore per avere una buona cottura nel forno domestico che è troppo poco potente è quella di fare la cottura in due fasi: FASE 1: Impasto steso fine su sola carta da forno, pomodoro, olio, sale origano e appoggiata in forno...cuocere con forno al massimo fino ad ottenere una crosta mobida ma cotta. FASE 2: estraete la pizza e mette sopra farcitura ed in ultimo la mozzarella tagliata fine e strizzata, rimettere in forno e quando la mozzarella si scioglie ed inizia a "sfrigolare" è pronto. Questo è frutto dei miei mille tentativi, per ora rimane il meglio che ho provato...

  • alessandri ha scritto: martedì 26 giugno 2012

    @anto:nel forno buca la pizza con la forccheta così un tuttu il lievito se ne va e non si appiccica

  • antonio ha scritto: giovedì 03 maggio 2012

    @anto: non lasciarla lievitare

  • anto ha scritto: giovedì 03 marzo 2011

    ciao smiley ho fatto lievitare l'impasto e poi ho steso la pizza sottile sottile ma nel forno comunque è lievitata ancora, si è gonfiata... come faccio a farla sottile?

  • Mile ha scritto: mercoledì 09 febbraio 2011

    E' vero, diciamo che forse la proposta più completa è chiamarla Pizza Napoli anzichè Pizza alla napoletana, è quella che si trova comunemente nelle pizzerie. Comunque, sottigliezze a parte, questo è proprio un bel sito!

  • Dom ha scritto: mercoledì 09 febbraio 2011

    Bravissimaaaaaaa....non lo vuole capire proprio!!!

10 di 11 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento