Polenta taragna

Piatti Unici
Polenta taragna
22 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Se passeggiate in Valtellina, tra le valli bresciane e bergamasche, non potete fare a meno di assaggiare uno dei piatti tipici della tradizione culinaria del luogo: la polenta taragna! Anche noi abbiamo voluto realizzare la nostra versione di questa robusta polenta, per ristorarci dai primi freddi che incombono! Una pioggia di farina di mais e grano saraceno che da la tipica colorazione scura e il sapore rustico, si amalgama ai formaggi che le donano una cremosità unica. Come tutte le ricette della tradizione ogni famiglia custodisce gelosamente il suo segreto per una perfetta polenta taragna ed i formaggi usati possono variare in base alle zone o alla tradizione tramandata dai propri avi, usando quindi Branzi, Casera o Fontina! Questo piatto ricco viene tradizionalmente servito ancora fluido e filante, assaporato da solo, come piatto unico, o accompagnato da salsicce o puntine di maiale arrostite. La polenta taragna è un piatto coinvolgente in grado di racchiudere tutti i sapori intensi del territorio, una vera delizia da gustare nelle fredde giornate invernali: lasciatevi incantare dalla magia delle tradizioni culinarie di questa incantevole valle e portate i suoi sapori intensi direttamente sulla vostra tavola!

Ingredienti
Farina istantanea per polenta taragna 500 g
Acqua 2 l
Sale q.b.
Burro ammorbidito 60 g
Fontina Casera o Branzi 200 g
Olio di oliva extravergine 5 g

Preparazione in pentola normale

Polenta taragna

Per preparare la polenta taragna cominciate eliminando la crosta del formaggio (1) e riducetelo prima a strisce poi a dadini (2) che terrete da parte. Poi prendete il burro ammorbidito e tagliatelo a cubetti (3): tenete anch’esso da parte.

Polenta taragna

Quindi prendete un tegame dai bordi alti e portate l’acqua ad ebollizione (4). Salate (5) e aggiungete l’olio (6).

Polenta taragna

Lasciate andare la fiamma a fuoco vivace e mescolate con una frusta (7) prima di unire la farina a pioggia (8), continuando a mescolare energicamente con la frusta per evitare la formazione di grumi (9).

Polenta taragna

Continuate a frustare fino a che la polenta non sarà ben cotta: ci vorranno circa 5 minuti (ma vi consigliamo di seguire le indicazioni riportate sulla confezione per conoscere i tempi esatti della farina per polenta da voi utilizzata) e la consistenza finale dovrà essere abbastanza densa. E’ importante continuare a mescolare la polenta poiché altrimenti c’è il rischio che bruci. Dopodiché abbassate il fuoco al minimo e unite il burro (10), mescolate (11) e unite contemporaneamente anche il formaggio (12).

Polenta taragna

Continuate a frustare (13) per 2-3 minuti, fino a completo scioglimento anche di quest’ultimo nella polenta. A questo punto la polenta taragna sarà pronta (14): impiattatela e servitela ancora calda (15)!

Conservazione

Si consiglia di consumare la polenta taragna appena pronta per gustare il formaggio filante!

Potete conservarla in frigorifero per 2 giorni e scaldarla prima di servirla.

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se avete tempo e non utilizzate una farina istantanea potete utilizzare una farina per polenta taragna tradizionale: seguite le indicazioni di cottura riportate sulla confezione!

Se preferite al posto dei formaggi che suggeriamo, potete utilizzare il valtellina Casera o il Bitto per un sapore più intenso!

Curiosità

Il nome stesso di questa preparazione ricorda le antiche tradizioni contadine: il termine “taragna” infatti si riferisce al tarai o tarell che era un bastone di legno anticamente utilizzato per mescolare (“tarare”) la farine ed evitare che si attaccassero al paiolo di rame in cui tipicamente veniva cucinata. Anche se questa tradizione si è persa è comunque possibile riproporre questo ricco piatto e assaporarne il suo gusto intenso con i comuni utensili di cucina.

Altre ricette

I commenti (22)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Antonietta ha scritto: sabato 30 aprile 2016

    Buongiorno , ho sempre fatto la taragna ma ultimamente non fila , uso sempre Branzi e latteria ma ...sarà il Branzi non proprio di qualità ?

  • Carla fiorani ha scritto: domenica 14 febbraio 2016

    Perche'la polenta taragna cotta non si può'congelare?

  • Giovanna provincia d Sondrio ha scritto: domenica 06 dicembre 2015

    La polenta taragna vá cotta nel paiolo d rame e possibilmente sulla stufa a legna. Se nn c'è, vá bene anke il fornello. Formaggio, tassativamente Bitto giovane, ma se nn c'è può andare un formaggio grasso ke xò nn è la stessa cosa. La farina c vuole mista e da cuocere almeno 40/50 minuti. Questa è la vera taragna.

  • Maria Poggi ha scritto: lunedì 16 novembre 2015

    siccome dovrei fare la polenta x 16 persone , vorrei provare la polenta taragna istantanea. Dove posso trovarla a Genova. Grazie mille.

  • massimo ha scritto: martedì 25 agosto 2015

    @Marco: se non vuoi che si attacchi al fondo usa una pentola antiaderente tienila sempre in movimento e appena inizia ad attaccarsi metti il burro.io uso quella da 5 min di cottura.ciao

  • Claudia ha scritto: lunedì 24 novembre 2014

    Salve! Io vivo in Germania per cui recuperare la farina per polenta taragna è una bella avventura... Ho in casa però sia la farina di mais che quella di grano saraceno, qualcuno saprebbe dirmo per favore le dosi giuste dell'una e dell'altra da unire per realizzare la farina che ci vuole per questa ricetta? Grazie molte!

  • nicoletta ha scritto: domenica 10 agosto 2014

    A me la taragna piace "sciolta" (scusa non trovo un termine migliore) ovvero che nel piatto si lasci andare.. invece di 2 lt di acqua con 400 Gr di farina quanta acqua devo mettere? 4 lt sono troppi? ....ciao e grazie smiley

  • Roberto ha scritto: domenica 06 aprile 2014

    Io credo che il gorgonzola seppur buono nn ci vada ha un sapore troppo forte e quindi copre i sapori degli altri formaggi(cosa dice la vera ricetta tradizionale lasciando perdere le varianti?)grazie

  • giovanna ha scritto: giovedì 20 febbraio 2014

    ma quanta acqua va messa nel paiolo???

  • Rachele ha scritto: domenica 08 dicembre 2013

    Io al posto della fontina ho messo il gorgonzola..naturalmente in una dose ridotta..è una vera delizia..

10 di 22 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy