Polenta taragna

Piatti Unici
Polenta taragna
17 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 5 min
  • Cottura: 25 min
  • Dosi per: 4 persone

Presentazione

La polenta taragna, tipica della Valtellina, delle valli bresciane e bergamasche, viene preparata con farine miste di mais e di grano saraceno, alle quali, a cottura ultimata si amalgamano facendoli sciogliere, una buona quantità di burro e formaggi semigrassi, come Branzi, Casera o Fontina (a seconda delle zone).

La polenta taragna, in genere servita ancora fluida e filante, è un piatto molto saporito e sostanzioso, che può essere assaporato da solo, come piatto unico, o accompagnato da salsicce o puntine di maiale arrostite.

Ingredienti
Farina per polenta taragna 400 gr
Acqua 2 l
Sale 1/2 cucchiaino
Burro 150 g
Fontina Casera o Branzi 600 gr

Preparazione in pentola normale

Mettete in un paiolo di rame (o in una pentola di acciaio col fondo spesso) l’acqua e portatela ad ebollizione, poi salatela e versatevi la farina a pioggia, mescolando di continuo con un mestolo affinchè non si formino grumi.

Continuate a mescolare la polenta fino a che non sarà cotta (circa 50-60 minuti).

Nel frattempo tagliate il burro e il formaggio a pezzetti, poi uniteli alla polenta ormai cotta, abbassando il fuoco al minimo; amalgamate bene gli ingredienti fino al loro completo scioglimento e assorbimento (5-6 minuti).

Aggiustate eventualmente di sale e poi servite immediatamente la polenta taragna in ciotole di ceramica o di terracotta, oppure spargetela su di un tagliere.

Preparazione in pentola a pressione

Mettete l’acqua a bollire in una pentola a pressione, poi salatela e versatevi a pioggia la farina, mescolando continuamente con un mestolo.
Chiudete la pentola a pressione e non appena inizierà a fischiare contate venti minuti, trascorsi i quali, spegnete il fuoco, e aspettate di poter aprire la pentola.
Nel frattempo tagliate il burro e il formaggio a pezzetti, uniteli alla polenta dentro alla pentola a pressione, che intanto avrete messo di nuovo sul fuoco bassissimo e senza coperchio; amalgamate bene gli ingredienti fino al loro completo scioglimento e assorbimento (5-6 minuti).
Aggiustate eventualmente di sale e poi servite immediatamente la polenta taragna in ciotole di ceramica o di terracotta, oppure spargetela su di un tagliere.

Consiglio

Molte persone, quando la polenta taragna è cotta, usano condirla facendo fondere del burro in una padellina insieme alla salvia e uno spicchio di aglio e ne irrorano la superficie.

Curiosità

La parola taragna, deriva dal sostantivo “tarai” o “tarel”, che altro non era che un lungo bastone col quale si usava mescolare la polenta dentro al paiolo posizionato sul fuoco; da qui anche il verbo tarare, cioè mescolare.

Altre ricette

I commenti (17)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Claudia ha scritto: lunedì 24 novembre 2014

    Salve! Io vivo in Germania per cui recuperare la farina per polenta taragna è una bella avventura... Ho in casa però sia la farina di mais che quella di grano saraceno, qualcuno saprebbe dirmo per favore le dosi giuste dell'una e dell'altra da unire per realizzare la farina che ci vuole per questa ricetta? Grazie molte!

  • nicoletta ha scritto: domenica 10 agosto 2014

    A me la taragna piace "sciolta" (scusa non trovo un termine migliore) ovvero che nel piatto si lasci andare.. invece di 2 lt di acqua con 400 Gr di farina quanta acqua devo mettere? 4 lt sono troppi? ....ciao e grazie smiley

  • Roberto ha scritto: domenica 06 aprile 2014

    Io credo che il gorgonzola seppur buono nn ci vada ha un sapore troppo forte e quindi copre i sapori degli altri formaggi(cosa dice la vera ricetta tradizionale lasciando perdere le varianti?)grazie

  • giovanna ha scritto: giovedì 20 febbraio 2014

    ma quanta acqua va messa nel paiolo???

  • Rachele ha scritto: domenica 08 dicembre 2013

    Io al posto della fontina ho messo il gorgonzola..naturalmente in una dose ridotta..è una vera delizia..

  • Icilio ha scritto: lunedì 14 ottobre 2013

    Quella strati polenta e formaggio e la polenta vuncia

  • marco ha scritto: giovedì 22 novembre 2012

    la polenta va cotta nel paiolo!!!! girata a mano col taracc (bastone di legno x "tarare" la polenta) x almeno 40 minuti a fuoco basso. va costantemente girata dal basso verso l' alto x evitare che si attacchi. burro d'alpe e casera o magro di latteria o semigrassi valtellinesi!!!!!! la salvia va sui pizzoccheri......e accompagnare con luganeghe bollite..magariun po' classiche e un po' sanguinacci...questa e` la tradizione!

  • elisa ha scritto: giovedì 01 novembre 2012

    la polenta taragna va fatta cuocere almeno un'ora(e non 25 minuti)con relativo paiolo...fare la polenta taragna a pressione è un abominio lasciatevelo dire eh!!!da valtellinese la polenta taragna deve comunque avere una certa consistenza,poi nel bergamasco so che tendono a tenere la polenta più molle,io sinceramente lì non l'ho mai mangiata,ma ho mangiato una specie di variante con branzi e taleggio(sfettata e fatta a strati con formaggi).

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 29 ottobre 2012

    @Eleonora: un piatto di carne ci starebbe benissimo! salsicce, ad esempio!

  • Eleonora ha scritto: lunedì 29 ottobre 2012

    Ciao Sonia, volevo chiederti con cosa potrei accompagnare la polenta taragna.

10 di 17 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento