Polipetti Affogati

Antipasti
Polipetti Affogati
18 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

C'era una volta, nel Borgo Santa Lucia di Napoli, un gruppo di pescatori creatori di un piatto destinato a restare nella storia della cucina campana:i purpetielli affugati. Nel resto d'Italia sono conosciuti come polipetti affogati e si tratta di uno dei piatti più semplici ma gustosi e succulenti. I polipetti affogati, letteralmente lasciati "affogare" nel sugo di pomodoro, sono perfetti da servire con dei crostoni di pane per un ricco antipasto, ma anche come condimento per una pasta che vi farà leccare i baffi. Noi vi proponiamo la nostra versione di questa pietanza saporita e profumata... a voi e ai vostri ospiti l'ardua sentenza!

Ingredienti
Polpetti (già puliti) 1 kg
Pomodori pelati 800 g
Peperoncino essiccato q.b.
Aglio 1 spicchio
Prezzemolo 1 ciuffo
Vino bianco 50 g
Olio extravergine d'oliva 40 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

Preparazione

Polipetti Affogati

Per preparare i polipetti affogati, cominciate dai polipetti: se avete a disposizione dei polipetti già puliti, sciacquateli bene sotto l'acqua corrente (1-2). Altrimenti potete seguire le indicazioni della nostra scheda su come pulire il polpo. Una volta che i polipetti saranno pronti per essere cotti, mettete l'aglio sbucciato in una padella capiente, insieme all'olio e al peperoncino essiccato (3).

Polipetti Affogati

Fate scaldare bene per 1-2 minuti, inclinando anche la padella in modo che l'olio possa insaporirsi bene con l'aglio e il peperoncino (4), ma facendo attenzione a non farli bruciare. A questo punto versate i polipetti (5) e lasciateli scottare per 2-3 minuti a fuoco alto, girandoli di tanto in tanto con l'aiuto di una pinza (6).

Polipetti Affogati

Sfumate con il vino bianco (7) e, sempre con una pinza, girate i polipetti lasciandoli cuocere per ancora un paio di minuti. Aggiungete i pomodori pelati (8) e i rametti di prezzemolo (9), poi salate e pepate.

Polipetti Affogati

Coprite la pentola con un coperchio (10), e lasciate cuocere a fuoco basso per 30-40 minuti, a seconda delle dimensioni dei polipetti. Per verificarne la cottura fate la prova infilzandoli con una forchetta: se sono teneri significa che sono cotti a puntino. Togliete l'aglio, sempre servendovi di una pinza da cucina (11); i polipetti affogati sono pronti da servire (12)!

Conservazione

I polipetti affogati si possono conservare in frigorifero per 1-2 giorni. Possono essere anche congelati, ma solo se avete utilizzato polipetti freschi e non decongelati.

Consiglio

Se preferite un sapore più intenso potete usare del peperoncino fresco al posto di quello essiccato e sostituire i pelati con dei pomodori ciliegini in scatola. Per questa preparazione si sconsiglia di utilizzare pomodori freschi.

Tre dettagli da controllare per riconoscere il polipetto verace: deve avere due file di ventose sui tentacoli, deve avere una colorazione intensa, tra il marroncino e il rosato fino all'arancione, deve essere di taglia medio-piccola, con un peso intorno ai 100 grammi.

Curiosità

Il segreto per gustare questi deliziosi polipetti affogati, ce lo tramanda un antico detto napoletano: "'O purpo se coce dint'all'acqua soja". Infatti il polipo cede i liquidi che lo insaporiscono durante la cottura. Ma non si tratta solo di un consiglio culinario: questo proverbio, infatti, è adatto anche per descrivere una persona cocciuta che non accetta consigli e che fa esperienza spesso sbagliando a proprie spese.

Altre ricette

I commenti (18)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Maly ha scritto: sabato 24 ottobre 2015

    Salve, Cosa potrei preparare come contorno? Grazie mille in anticipo.

  • Svieta ha scritto: martedì 22 ottobre 2013

    Se i polipetti non sono tanti si possono aggiungere le patate a tocchetti per abbondare il piatto...almeno io lo faccio così...vengono buoni...

  • lorena ha scritto: sabato 31 agosto 2013

    buonissima. . ormai farà parte del mio menù ... grazie

  • serena ha scritto: giovedì 07 marzo 2013

    direi fantastica!!!!!grazie per questa ottima ricetta

  • mantenerlo ha scritto: sabato 23 febbraio 2013

    ottimo.....li abbiamo mangiati in un locale in Calabria, adesso ci proviamo noi .

  • mario ha scritto: venerdì 02 novembre 2012

    Preparato x l amore mio secondo la guida di giallo Zafferano mm ha commenti semplicemente. Perfetto

  • andrea ha scritto: martedì 10 gennaio 2012

    Come diceva Abbatantuono in un famoso film "VERAMENTE ECCEZZIUNALE" estremamente semplice, e senza alterazioni varie. La cucina Napoletana è così:estremamente mediterranea e semplice nei suoi ingredienti. Bravissima!!!!.

  • rossana ha scritto: venerdì 16 aprile 2010

    buon giorno, io sono nuova. ma questa ricetta la conosco già perchè vivo vicino a caserta. però a me piace aggiungere anche qualche oliva nera, di gaeta e anche dei capperi. i sugo deve venire un pò asciutto e ci metto i crostini di pane, non fritti. provatela, è FENOMENALE

  • anna ha scritto: mercoledì 20 gennaio 2010

    Ho cucinato questa ricetta attenendomi alle dosi indicate, raddoppiandole in quanto siamo stati in 8 a degustarli. La sera della vigilia di Capodanno è stato un successone, tutti si sono leccati i baffi, anche chi non li aveva... Un grazie .... grandissimo.

  • elisabetta ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2009

    Elisabetta: li cucinerò per la cena di Natale! Auguri*

10 di 18 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI