Pollo al curry

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    70 min
  • Preparazione:
    20 min
  • Dosi per:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Pollo e gamberi al curry con riso basmati

Pollo al curry

Il pollo al curry è una ricetta esotica originaria dell'India la cui cucina è ricca di sapori speziati.
La fama di questo piatto e le tante versioni diffuse in medioriente sono dovute principalmente alla semplicità della realizzazione e all'ingrediente principe che ne condiziona tutto il sapore: il curry.
Si tratta di una miscela di spezie e aromi della quale esistono numerose varianti ma unico nel suo gusto deciso per la presenza di alcuni  ingredienti classici di base come il pepe, lo zenzero e il peperoncino. Nella nostra versione abbiamo arricchito il pollo al curry con l'aggiunta verdure e della mela a pezzettini che dona freschezza. Il pollo al curry può essere considerato un intramontabile classico della cucina orientale da far gustare ai propri ospiti  come piatto unico accompagnato da riso pilaf o dal cous cous!

Ingredienti
Aglio 2 spicchi
Sale q.b.
Brodo vegetale o acqua bollente q.b
Cipolle 2 (circa 200 gr)
Peperoni 1 verde (circa 230 gr)
Curry 2 cucchiai (20 gr)
Mele 2 (circa 400 gr)
Olio di oliva extravergine 40 ml
Pollo petto 800 gr
Pomodori ramati 3 (circa 200 gr)
Zucchine 2 (250 gr circa)
Pepe q.b
Carote 2 (250 gr circa)

Preparazione

Pollo al curry
Per preparare il pollo al curry, potete iniziare a pulire il petto di pollo rimuovendo, qualora fosse presente, l'osso centrale e le parti più grasse. Riducetelo quindi a bocconcini e mettetelo da parte (1). Poi passate a preparare le mele: sbucciatele e riducetele a tocchetti di mezzo centimetro (2). Per non far annerire i pezzetti di mela, trasferiteli in una ciotola e lasciateli a bagno con acqua fredda e limone mentre continuate a preparare gli altri ingredienti (3).
Pollo al curry
Iniziate quindi a pulire e tagliare le verdure:  lavate i pomodori e incidete la parte posteriore con un coltellino, disegnando una croce, per eliminare più facilmente la buccia e riduceteli a tocchettini (4). Lavate le carote, spuntatele delle estremità e pelatele. Poi lavate le zucchine e privatele del picciolo e della parte finale. Ora potete affettare le carote e le zucchine aiutandovi con una mandolina (5). Lavate le cipolle, privatele del rivestimento esterno e tritatele finemente con una mezzaluna o un coltello affilato. Poi lavate il peperone verde, togliete il picciolo e i semini interni e tagliatelo a dadini di mezzo centimetro (6).
Pollo al curry
In una padella antiaderente, fate scaldare leggermente l’olio a fuoco basso. Dopo qualche istante aggiungete i bocconcini di pollo e fateli rosolare sempre a fuoco basso per 15 minuti (7). Salate, pepate e aggiungete un cucchiaio di curry in polvere. Mescolate bene e quando il pollo avrà raggiunto un bel colorito ambrato, toglietelo dalla padella e mettetelo da parte in una terrina di vetro (8). Sul fondo di rosolatura, fate appassire per circa 10 minuti la cipolla tritata a fuoco basso (9). Aggiungete poi gli spicchi di aglio tritati.
Pollo al curry
Una volta che la cipolla e l’aglio si saranno appassiti, aggiungete i pezzetti di pomodoro (10) e bagnate con un po’ di acqua bollente o brodo vegetale perché il pomodoro possa cuocersi per almeno 5 minuti (11). A questo punto prendete i bocconcini di pollo precedentemente messi da parte e uniteli ai pomodori in padella mescolando per bene gli ingredienti (12).
Pollo al curry
Fate stufare il pollo con i pomodori per circa 15 minuti, bagnando di tanto in tanto con un po di acqua bollente o brodo vegetale per mantenere il sughetto denso. Ora aggiungete le verdure: prima le carote (13), poi le zucchine (14) e infine i peperoni. Aggiungete un mestolo di brodo vegetale o acqua bollente e continuate a cuocere le verdure e il pollo per 5 minuti (15).
Pollo al curry
Sgocciolate i pezzettini di mela precedentemente messi a bagno nella ciotola con acqua e limone e aggiungeteli agli altri ingredienti in padella (16). Aggiustate di sale, aggiungete un altro mezzo cucchiaio di curry e fate stufare per altri 20 minuti aggiungendo di tanto in tanto il brodo o l'acqua bollente perché il sughetto non si rapprenda troppo. Due minuti prima della fine della cottura, aggiungete l'altro mezzo cucchiaio di curry (17) mescolando bene perché gli aromi si amalgamino al resto degli ingredienti. Se di vostro gradimento, potete aggiungere ancora del curry prima di terminare la cottura. Ora potete togliere dal fuoco e servire il vostro pollo al curry ben caldo (18). Potete accompagnare il pollo con un contorno di riso pilaf, vedi la ricetta del riso pilaf anche qui.

Conservazione

Il pollo al curry una volta cotto si può conservare in frigorifero chiuso in un contenitore ermetico per 2-3 giorni.
Se il petto utilizzato per la ricetta è fresco, il pollo al curry si può conservare in freezer per circa 1 mese.

Curiosità

Il curry è una miscela di aromi e spezie di origine indiana. Ne esistono numerose varianti e diversi gradi di piccantezza.
In cucina è utilizzato come condimento per risotti, paste, secondi di carne o pesce; sorprendente il suo impiego con il cioccolato per la preparazione di torte o il suo accostamento alcuni frutti come la banana.
Il curry favorisce la digestione, ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.
La curcumina, che dona al curry il tipico colore giallo ocra, protegge i neuroni da malattie degenerative, viene infatti considerato il "segreto di lunga vita" della popolazione indiana.

I consigli di Sonia

L’India per la cucina è un po’ come l’Italia: ogni casa ha la sua ricetta, e il pollo al curry non fa eccezione. Ne esistono migliaia di versioni, quindi il consiglio che posso darvi è di elaborare la vostra preferita e di inaugurare una nuova tradizione! Per elaborarla scegliere innanzitutto le verdure che preferite (i tempi di cottura rimangono invariati); poi valutate se sostituire il brodo vegetale o l’acqua bollente con mezzo bicchiere di latte di cocco e la mela con l’ananas; se aggiungere o meno lo yogurt (bianco e magro, 300 g), dopo aver fatto rosolare la carne. Quanto all’accompagnamento, vige la più assoluta libertà: il riso pilaf è un classico, ma nessuno vi vieta di servire il vostro pollo con del basmati bollito o con il cous cous.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 214 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


214
Liaa ha scritto: Giovedì 17 Luglio 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia, ottima ricetta! Ho un dubbio però..come mai in quasi tutte le ricette, la carne e le verdure non vengono fatte saltare insieme, ma separatamente? Grazie mille
213
oriana ha scritto: Sabato 21 Giugno 2014  |  Rispondi »
ottima ricetta spiegata passo dopo passo.ho fatto un figurone, io che notoriamente non amo cucinare! grazie giallo zafferano
212
Sonia-Gz ha scritto: Martedì 17 Giugno 2014  |  Rispondi »
@pia: Ciao, si certo puoi provare!
211
pia ha scritto: Sabato 14 Giugno 2014  |  Rispondi »
Posso cambiare il petto con dei fuselli? Ho quelli in casa.

210
cristina sergi ha scritto: Lunedì 14 Aprile 2014  |  Rispondi »
provata stasera!ho sostituito i peperoni con i funghi Champions ed è venuta ottima!!!!!!!
209
Luca ha scritto: Venerdì 04 Aprile 2014  |  Rispondi »
A dir poco perfetta, solo che con l'aggiunta dei peperoni il tutto diventa un pó pesante da digerire. già di per se il curry è una spezia pesantuccia. resta il fatto che oggi la rifarò senza peperoni *-* veramente gustosa!
208
cinziama ha scritto: Mercoledì 02 Aprile 2014  |  Rispondi »
Posso congelare il tutto, anche se c'è la mela?
207
martina ha scritto: Mercoledì 02 Aprile 2014  |  Rispondi »
secondo voi con il riso per insalate di riso come accompagnamento non lega?
206
Davide B. ha scritto: Domenica 30 Marzo 2014  |  Rispondi »
Semplicemente perfetta! Unica variante effettuata l'esclusione dei peperoni , per motivi di digestione della mia dolce metà, per il resto una vera poesia apprezzata anch dal bimbo di 8 anni. Ovviamente accompagnata dal riso Basmati ma in versione light, ovvero no burro, no cipolla no spezie, giusto un filo d'olio EVO per tenere distaccati i chicchi e un pizzico di sale, acqua giusto a coprire il riso e dopo 10 minuti di cottura uno strofinaccio e completamento della cottura a vapore smiley e Buon Appetito!
205
vocenarrante ha scritto: Domenica 30 Marzo 2014  |  Rispondi »
Buona anche se non fatta fino in fondo, una ricetta che permette molte varianti anche in funzione del tempo disponibile. Grazie smiley
10 di 214 commenti visualizzati

Lascia un Commento