Pollo alle mandorle

Secondi piatti
Pollo alle mandorle
256 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Il pollo alle mandorle, è un classico secondo piatto di origine cinese, molto comune e apprezzato nei vari ristoranti sparsi sul nostro territorio. La preparazione del pollo alle mandorle è piuttosto veloce e può essere un piatto esotico d’effetto da proporre agli amici per una cena dal sapore orientale. Gli ingredienti possono essere facilmente reperiti nei supermercati più forniti o nei negozi alimentari internazionali. Si può preparare nella Wok, la tipica padella dai bordi alti per le preparazioni di cibi orientali, ma anche una semplice padella antiaderente andrà benissimo. Il pollo alle mandorle è insaporito dalla salsa alla soia, ma risulta anche facilmente digeribile grazie alle presenza dello zenzero, l’erba officinale dall’odore pungente e dal sapore fresco che con le sue proprietà aiuta la digestione oltre ad essere un antiossidante. Per gustare in maniera ancora più tradizionale il vostro pollo alle mandorle, potete accompagnarlo con il riso pilaf e offrire ai vostri ospiti le chopsticks, le classiche bacchette acquistabili presso i negozi cinesi o facilmente online, che si possono lavare e riutilizzare più volte

Ingredienti
Pollo petti 500 gr
Mandorle pelate 130 gr
Zenzero fresco grattugiato 1 cucchiaio
Farina q.b. per infarinare la carne
Sale q.b.
Cipolle 60 gr (1 piccola)
Olio di semi 3 cucchiai
Salsa di soia 60 g
Acqua q.b.

Preparazione

Pollo alle mandorle

Per preparare il pollo alle mandorle, iniziate privando i petti delle le parti di grasso più evidenti con un coltellino (1). Quindi tagliate il petto a bocconcini di 1-2 centimetri (2). In una terrina ponete la farina e aggiungete i bocconcini ottenuti, fateli rotolare fino a ricoprirli totalmente (3).

Pollo alle mandorle

In una padella Wok o una padella antiaderente dai bordi alti, fate soffriggere 3 cucchiai di olio di semi e aggiungete la cipolla finemente tritata (4). Grattugiate quindi lo zenzero fresco precedentemente pelato (5) e lasciate dorare gli ingredienti per alcuni minuti a fuoco medio(6).

Pollo alle mandorle

Aggiungete al soffritto i bocconcini di pollo, aggiungete un pizzico di sale e fate cuocere a fuoco medio per circa 15-20 minuti (7). Cinque minuti prima della fine della cottura del pollo, unite la salsa di soia a filo (8), amalgamate bene gli ingredienti, aggiungete un paio di mestoli di acqua calda (9) e girate con un cucchiaio di legno. Se il pollo tendesse ad attaccarsi, abbassate in fuoco e aggiungete ancora un po’ di acqua calda.

Pollo alle mandorle

Mentre continuate la cottura del pollo in modo che si formi la classica salsina color nocciola (10), procedete a tostare le mandorle: stendente un foglio di carta da forno su una leccarda e distribuite le mandorle pelate su tutta la superficie (11). Fatele tostare in forno a 180° finché non saranno croccanti e dorate (12). In alternativa, potete tostare le mandorle anche in una padella antiaderente, dopo aver scaldato un cucchiaio di olio di semi.

Pollo alle mandorle

A questo punto, unite le mandorle tostate al pollo (13) e amalgamate delicatamente in modo da cospargere le mandorle in tutta la padella (14). Spegnete il fuoco e il vostro pollo alle mandorle sarà pronto per essere servito ben caldo (15).

Conservazione

Il pollo alle mandorle può essere conservato in frigo per 1-2 giorni in un contenitore ermetico o ricoperto di pellicola trasparente. Si sconsiglia la congelazione.
Lo zenzero avanzato può essere conservato in contenitori sottovuoto o in un luogo fresco, buio e asciutto.

Consiglio

In questa ricetta, la cipolla può essere tagliata a fettine sottilissime oppure tritata finemente.
Se in casa avete delle mandorle non pelate, potete farle scottare per qualche secondo in acqua calda per poi pelarle  agevolmente.
Se non trovate lo zenzero fresco, anche quello già pronto in polvere andrà bene.
Se non gradite il gusto dello zenzero, potete ometterlo

Altre ricette

I commenti (256)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • dony ha scritto: venerdì 27 marzo 2015

    Ciao sonia! Un piccolo consiglio....secondo te se preparassi qst fantastico piatto nel pomeriggio e stas gli do una scaldatina veloce sará buono uguale???purtroppo nn ho molto tempo e torno troppo tardi x preparare tutto!

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 27 marzo 2015

    @dony: Si Donatella, puoi certamente fare come indichi e sarà comunque buono smiley

  • Anna ha scritto: mercoledì 04 marzo 2015

    Ho provato la ricetta e devo dire che è venuta molto bene fatta parte per un sapore di soia molto forte. Ne ridurrei la quantità da 60 a 40 gr la prossima volta.

  • carlotta ha scritto: domenica 22 febbraio 2015

    Ma quale color nocciola???a me è venuto nero pesto!!una roba orribile inguardabile!!e ho messo esattamente 60 gr di salsa di soia, l'ho pesata sulla bilancia!!!uffa.... smiley(

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 06 marzo 2015

    @carlotta: Ciao Carlotta! Forse hai aggiunto poca acqua e non aggiungendo la salsa di soia a filo si è annerita più del dovuto...

  • ely ha scritto: domenica 22 febbraio 2015

    un successone!!!!! non ho seguito le dosi della ricetta, ma sono andata ad occhio con salsa di soia e mandorle. è venuta spettacolare!

  • Marta ha scritto: domenica 15 febbraio 2015

    Preparato ieri per San Valentino, un successone !!!!

  • Eli ha scritto: venerdì 13 febbraio 2015

    Preparata per la prima volta oggi per il pranzo dei miei ragazzi. Semplice, velocissima, saporita....."sblanata in un attimo" !! Davvero ottima!

  • katerina ha scritto: martedì 10 febbraio 2015

    @Gippa: il piatto di cui parli si chiama schuba. [(????) un tipico piatto russo). Patate, carote (bollite) cipolla, aringa affumicata e maionese. bisogna tagliare Fina la cipolla e tutto il resto viene grattugiato e messo a strati in un piatto (es. patate, carote, aringa, maionese, cipolla e così via ripetuto 2/3 volte) dopo di che gratuggi la rapa rossa in modo da ricoprire tutto e passi uno stato di maionese in superficie che, mischiato alla rapa rossa diventa violaceo.. lascialo raffreddare il frigo per almeno 30/60 minuti! smiley)

  • paola ha scritto: sabato 07 febbraio 2015

    mi è finitoa la salsa di soia posso sostituirela con altroa

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 04 marzo 2015

    @paola: Ciao, potresti utilizzare l'aceto balsamico ma facendo attenzione al prodotto da scegliere. Sul sito dell'AIC trovi delle interessanti indicazioni: sull'aceto balsamicoOppure puoi semplicemente ometterla!

  • Antonia ha scritto: lunedì 26 gennaio 2015

    fatto stasera... la cremina è venuta benissimo... sono stata brava a mantenermi nelle quantità di sale con la salsa di soia... è venuto perfetto..mio marito dopo essersi fatto la scarpetta ne cercava ancora...sicuramente da rifare almeno una volta a settimana!

  • Anna ha scritto: domenica 25 gennaio 2015

    l'ho fatta stasera, è venuta davvero ottima. Penso che la farò spesso smiley

10 di 256 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento