Polpo ubriaco

Secondi piatti
Polpo ubriaco
28 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 60 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Definire il polpo ubriaco un secondo piatto di pesce è un po’ limitativo, tante e tali sono le possibilità di utilizzarlo durante un pranzo o una cena. Oltre ad essere un ottimo secondo piatto infatti, il polpo ubriaco può essere gustato anche freddo, come in insalata, oppure per preparare delle originali bruschette.

Un'altra soluzione molto valida è quella di condire, grazie al fondo di cottura estremamente saporito, un buon piatto di spaghetti avendo magari l’accortezza di sminuzzare una parte del polpo in pezzettini più piccoli.

Ingredienti
Polpo da 1 kg
Aglio 3 spicchi
Vino rosso 1/2 litro
Alloro qualche foglia
Peperoncino fresco 1
Olio di oliva extravergine 6 cucchiai
Prezzemolo tritato 3 cucchiai
Sale q.b.

Preparazione

Polpo ubriaco

Pulite il polpo sotto acqua corrente, privandolo delle viscere, del dente centrale (1), degli occhi (2) e, per quanto possibile, la patina viscida che ricopre il polpo.

Polpo ubriaco

Tagliate ora il polpo in pezzi grandi al massimo come una noce (4), tagliarlo a pezzi più grossi avrebbe il solo risultato di allungare i tempi di cottura. In un tegame versate l’olio e mettete gli spicchi d’aglio interi a rosolare (5), unite le foglie di alloro, il peperoncino tagliato a pezzettini (6) avendo l’accortezza di eliminare in tutto o in parte i semi qualora non si gradisca una pietanza troppo piccante.

Polpo ubriaco

Unite ora il polpo a pezzi (7) e fatelo saltare qualche istante, dopodichè aggiungete il vino rosso (8), un po’ di prezzemolo tritato (9), riportate a ebollizione e abbassate la fiamma; coprite con un coperchio e cuocete per almeno 40/50 minuti in base alla durezza del polpo stesso. Se il sugo dovesse restringersi troppo, aggiungete qualche cucchiaio di acqua. Pochi istanti prima di togliere dal fuoco il polpo ubriaco aggiungete una generosa manciata di prezzemolo tritato, aggiustate di sale e lasciate intiepidire qualche minuto.

Consiglio

Se vi piace un fondo di cottura piuttosto denso, lasciate intiepidire il polpo ubriaco qualche minuto subito dopo la cottura: raffreddandosi, il fondo di cottura infatti tende a diventare più denso grazie alla gelatina contenuta nel polpo stesso.

Curiosità

Definire il polpo ubriaco un secondo piatto di pesce è un po’ limitativo, tante e tali sono le possibilità di utilizzarlo durante un pranzo o una cena. Oltre ad essere un ottimo secondo piatto infatti, il polpo ubriaco può essere gustato anche freddo, come in insalata, oppure per preparare delle originali bruschette.  Un'altra soluzione molto valida è quella di condire, grazie al fondo di cottura estremamente saporito, un buon piatto di spaghetti avendo magari l’accortezza di sminuzzare una parte del polpo in pezzettini più piccoli.

Altre ricette

I commenti (28)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Erika ha scritto: giovedì 14 luglio 2016

    Si può provare a sostituire il vino rosso con del vino bianco?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 15 luglio 2016

    @Erika:Certo Erika, puoi provare questa variante tenendo conto che otterrai un aroma più delicato.

  • Elsa ha scritto: mercoledì 24 febbraio 2016

    Vorrei provare a cucinarlo con l'aceto balsamico e non con il vino rosso. Cosa ne pensi?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 17 maggio 2016

    @Elsa: Ciao Elsa, avrà un gusto e un profumo molto intenso. Se ti convince di più puoi provare! Un saluto!

  • Cinzia ha scritto: martedì 16 febbraio 2016

    Che contorno oltre le patate potrei abbinare a questa ricetta? Grazie ciao

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 16 febbraio 2016

    @Cinzia : Ciao, potresti abbinarlo a dei carciofi in padella ad esempio oppure trifolati!

  • Simone ha scritto: sabato 09 gennaio 2016

    Si potrebbe aggiungere qualche spezia in cottura? Pensavo ad un po' di timo..

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 11 gennaio 2016

    @Simone: ciao Simone, certamente smiley 

  • thomas ha scritto: lunedì 17 agosto 2015

    ciao a tutti, vorrei un consiglio per questa ricetta: si puö fare anche con polpetti piu piccoli che pesano all'incirca 70g cadauno? grazie!

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 31 agosto 2015

    @thomas: Ciao! Certamente smiley

  • RR_Paola ha scritto: sabato 12 aprile 2014

    dopo aver letto vari commenti ieri sera ho provato a cucinarlo togliendo l'acqua che rilascia all'inizio e sostituendo del vino con dell'acqua a metà cottura. infine ho pensato di cacciare dentro anche della passata di pomodoro. che bontà! il polpo era morbidissimo e ho adagiato il tutto su un crostone di pane tostato al forno! gnam!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 13 febbraio 2014

    @sonia79: in questa ricetta sì, se comunque ami il polpo puoi guardare tutte le altre nostre ricette qui: http://www.giallozafferano.it/ricerca-ricette/polpo/

  • sonia79 ha scritto: mercoledì 12 febbraio 2014

    scusate io non amo il vino,mi potete dire se si sente troppo

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 12 settembre 2013

    @Jacopo: Ciao Jacopo, se ritieni che sia troppo saporito non aggiungere sale alla fine della preparazione e in caso elimina l'acqua all'inizio anche se il polpo viene fatto saltare pochi istanti e se levi il liquido rischi di buttare via anche il vino rosso!

  • Jacopo ha scritto: mercoledì 11 settembre 2013

    Ciao dovreste indicare di levare la prima acqua buttata fuori dal polpo stesso per evitare che venga troppo salato! Ho quasi buttato 2 kili di polpo!!!

10 di 28 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI