Potage Parmentier

Primi piatti
Potage Parmentier
51 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

La Potage Parmentier è uno dei più noti piatti della tradizione culinaria francese, preparato con ingredienti semplici: porri, patate e panna.
Questa vellutata dal gusto delicato prende il nome da Antoine Parmentier, un farmacista e agronomo francese divenuto famoso, durante la seconda metà del ‘700, per aver compiuto importanti ricerche sulla patata, scoprendone le proprietà e divulgandone i possibili impieghi in cucina, quando questo tubero era ancora considerato un alimento malsano.
A diffondere la ricetta della Potage Parmentier oltre il confine francese ha contribuito anche Julia Child, una nota cuoca e autrice di libri di cucina. Durante i suoi anni di vita a Parigi Julia ha potuto apprendere tutti i segreti della cucina francese, che ha deciso di condividere con il pubblico statunitense attraverso libri e trasmissioni televisive.
La Potage Parmentier è una deliziosa vellutata che si realizza facilmente in poco tempo ed è ideale da preparare nella stagione invernale, quando si prediligono piatti caldi. Il segreto per un’ottimale riuscita di questa ricetta è sicuramente l’utilizzo di ingredienti di prima qualità.

Ingredienti
Porri 250 g
Patate medie, 750 gr
Panna fresca 200 gr
Brodo di carne, mezzo litro
Sale q.b.
Pepe q.b.
Olio di oliva extravergine 3 cucchiai

Preparazione

Potage Parmentier

Per preparare la Potage Parmentier mondate, lavate e tagliate grossolanamente le patate (1) e a rondelle i porri. Fate rosolare i porri in una padella antiaderente con 3 cucchiai d’olio per pochi minuti (2), quindi aggiungete un mestolo di brodo e lasciateli appassire per 5-6 minuti (3).

Potage Parmentier

Aggiungete le patate (4) e coprite le verdure a filo con il brodo rimasto (5). Aggiustate di sale e pepe e continuate la cottura a fuoco moderato, il tempo necessario affinché le patate diventino morbide (ci vorranno circa 15/20 minuti, a seconda del tipo di patata).

Potage Parmentier

A cottura ultimata, frullate il tutto utilizzando un frullatore ad immersione (7), unite la panna (8) e mescolate con cura per amalgamare tutti gli ingredienti. Fate cuocere la vellutata ancora 5 minuti, quindi spegnete il fuoco e servite la Potage Parmentier quando è ancora calda, magari accompagnandola con delle fette di pane tostato e una spolverizzata di parmigiano grattugiato.

Conservazione

Potete conservare la Potage Parmentier in un contenitore ermetico, posto in frigorifero, per 2-3 giorni al massimo.

Consiglio

Se lo desiderate potete sostituire la panna con del latte.
Se non avete il frullatore ad immersione potete usare il passaverdure.
Per questa preparazione è consigliato usare patate asciutte e farinose a pasta bianca o gialla.

Altre ricette

I commenti (51)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Giuliana ha scritto: mercoledì 09 marzo 2016

    Buonissimo.... Ricetta perfetta. Bravi.

  • Maria carla ha scritto: giovedì 03 marzo 2016

    Ponete la parmantier in una cocotte da forno, ricoprite con un disco di pasta sfoglia, infornate per 20 minuti a 200 gradi..e voila' il successo e' assicurato! ( in questi caso non fate cuocere ulteriormente la parmantier dopo aver aggiunto la panna )

  • mikela ha scritto: mercoledì 14 ottobre 2015

    Ciao a tutte io l'Ho appena preparata xò ho messo 400 di latte non 200 ma solo xke gli aggiungo un po di pastina

  • bea ha scritto: sabato 01 agosto 2015

    fantastica!

  • flavia ha scritto: sabato 06 giugno 2015

    Ciao Sonia, invece della panna fresca è possibile utilizzare la panna da cucina, tipo panna chef? Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 18 giugno 2015

    @flavia: Ciao Flavia, se la preferisci non ci sono problemi smiley attenta soltanto alla consistenza che potrebbe risultare più accentuata! un saluto!

  • Lara ha scritto: venerdì 27 febbraio 2015

    Ciao Sonia essendo vegetariana posso usare brodo vegetale? Grazie. smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 06 marzo 2015

    @Lara: Ciao Lara, certamente smiley 

  • elisabetta ha scritto: mercoledì 18 febbraio 2015

    buonissima!!

  • Rosario ha scritto: martedì 27 gennaio 2015

    Dimeticavo(vorrei prepararla stasera) se si volesse aggiungere il tuorlo dell'uovo in quale fase della ricetta va incorporato? Rosario

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 04 maggio 2015

    @Rosario: Ciao Rosario, puoi aggiungerlo all'ultimo smiley

  • Rosario ha scritto: martedì 27 gennaio 2015

    Scusate la banalità quale panna bisogna usare? La panna per cucinare o quella per i dolci Rosario

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 04 maggio 2015

    @Rosario: Ciao Rosario, per questa ricetta occorre la panna fresca liquida, quella che si usa per preparare la chantilly o la panna montata. smiley

  • Jade ha scritto: venerdì 16 gennaio 2015

    L'ho appena mangiata, buonissima smiley ho apportato alcune varianti: non ho fatto il soffritto ma ho cotto le patate direttamente nel brodo e ho messo il latte al posto della panna... risultato: complimenti da tutta la famiglia smiley

10 di 51 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento