Profiteroles al cioccolato

Dolci e Desserts
Profiteroles al cioccolato
542 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 12 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Profiteroles al cioccolato

Il profiteroles trae le sue origini dal Rinascimento; Caterina de Medici, andando in sposa a Enrico II di Francia, e diventando in seguito regina, portò con se dalla sua terra d’origine (la Toscana) tutte le sue ricette di gastronomia; uno dei suoi chef, un certo Popelini, creò nel 1540 la pasta per choux (per bignè), che divenne molto famosa in Francia (come molte altre ricette di origini italiane), e con essa anche i profiteroles; la fama di questo dolce si diffuse però dopo il XVII secolo, periodo in cui si sviluppò la vera arte pasticcera.
Il termine profiteroles deriva dal diminutivo della parola francese profit, (cioè profitto, guadagno), ed è costituito da una preparazione composta da una serie di piccoli bignè che formano un unico dolce al cioccolato.
In Inghilterra il profiteroles è un dolce molto popolare, che viene preparato con ripieno di crema, panna o gelato, ricoperto di cioccolata calda; in Francia è un dolce essenziale in un banchetto nuziale, dove viene presentato come una croquembouche, cioè una piramide di bignè ripieni e caramellati.

Per circa 60 bigné
Burro 100 g
Acqua 200 ml
Sale 1 pizzico
Zucchero 5 g
Uova 4 medie
Farina 130 g
Per la crema Chantilly
Panna fresca 500 ml
Zucchero a velo 2 cucchiai rasi
Per la ricopertura
Panna fresca 500 ml
Cioccolato fondente 400 gr
Latte fresco 20 ml

Preparazione

Profiteroles al cioccolato

Per preparare i profiteroles al cioccolato bisogna cominciare con la realizzazione dei bignè con gli ingredienti indicati in questa ricetta seguendo le indicazioni per la preparazione della pasta per bignè che potete visionare cliccando qui.
Una volta cotti e ormai freddi (1-2), praticate un foro sulla base di ogni bignè con qualcosa di appuntito (il manico di un cucchiaino) (3), in modo che la bocchetta della tasca da pasticcere che userete per farcirli possa penetrarvi.

Profiteroles al cioccolato

A questo punto preparate la crema Chantilly che vi servirà per farcire i profiteroles al cioccolato, mettete in una ciotola capiente 500 ml di panna fresca ben refrigerata mescolata con lo zucchero a velo; con uno sbattitore montate la panna fino a che sarà talmente soda da rimanere attaccata alle fruste senza colare (4). Con la crema ottenuta riempite tutti i bignè (5) e poneteli in frigorifero chiusi in un contenitore ermetico o coperti da pellicola trasparente.
Nel frattempo preparate la ricopertura dei profiteroles al cioccolato: mettete in una casseruola la panna e il latte, quindi portateli a sfiorare il bollore e aggiungete il cioccolato tritato (6);

Profiteroles al cioccolato

mescolate fino a sciogliere completamente il cioccolato e a ottenere un composto liscio e privo di grumi (7). Ponete il composto in frigorifero e attendete che raffreddandosi, si addensi al punto che riesca a velare i bignè rimanendo attaccato alla superficie (8).
Tuffate i bignè, uno alla volta, all'interno della crema al cioccolato (9) e con l'aiuto di due forchette prelevateli,

Profiteroles al cioccolato

fateli scolare leggermente (10) e disponeteli in un piatto  formando una base sulla quale poggerete via via tutti gli altri per terminare con una piramide (11). Se vi dovesse avanzare della crema al cioccolato, potete versarla sopra la piramide e poi finire guarnendo i profiteroles al cioccolato con fiocchetti di panna montata (12).

Con la ricetta indicata, come detto, otterrete circa 60 bigné. Potete scegliere se utilizzarli tutti per formare un unico grande profiteroles, in questo caso vi consigliamo di disporli su un unico grande vassoio. L'altra possibilità è di suddividere i profiteroles in due parti, in questo modo potete disporli su due piatti da portata anzicché su un unico vassoio.

Se non desiderate gustare i profiteroles al cioccolato immediatamente, metteteli in frigorifero e tirateli fuori 15 minuti prima di servirli.

Conservazione

Consigliamo diconsumare i profiteroles al cioccolato appena fatti, ma se lo desiderate potete conservarli in frigorifero per un giorno al massimo, chiusi in un contenitore ermetico.

Curiosita'

La profiterole (senza la “s” finale) in francese è un minuscolo bignè, cotto al forno, ripieno di una farcia dolce o salata. Se la farcia è dolce, è generalmente costituita da panna montata, crema, cioccolata, zabaione, confettura ed è spolverizzata di zucchero o glassata con fondente o cioccolato.
Può essere consumata così com’è oppure utilizzata come guarnizione ad un dolce di grande formato come per esempio la torta Saint Honorè.
Quando la farcia è salata può essere composta da formaggio, prosciutto cotto, ecc… e generalmente viene servita insieme ad altre tartine, stuzzichini e salatini come accompagnamento ad un aperitivo o come antipasto.

Come preparare la crema pasticcera

Leggi la scheda completa: Come preparare la crema pasticcera

Il consiglio di Sonia

Per variare il ripieno dei bignè, al posto della crema Chantilly potete utilizzare la crema pasticcera.

Altre ricette

I commenti (542)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Ilaria ha scritto: lunedì 01 febbraio 2016

    Ciao! Vorrei sapere i tempi di preparazione in quanto ho poco tempo per prepararli.. Se facessi i bignè per es. lunedì, sono buoni fino a sabato?! E per la preparazione della farcitura e della copertura quanto ci vuole? Vi ringrazio in anticipo!!!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 02 febbraio 2016

    @Ilaria: Ciao Ilaria, puoi conservare i profiteroles per un paio di giorni al massimo, tenendoli in frigorifero. Un saluto!

  • franca ha scritto: domenica 31 gennaio 2016

    I bignè buonissimi anche la glassa però mi si sono appiccicati dove o sbagliato grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 05 febbraio 2016

    @franca: Ciao Franca, la glassa tende ad asciugarsi, non preoccuparti smiley un saluto!

  • viri ha scritto: sabato 30 gennaio 2016

    salve! per comodità facevo il profiteroles nel primo pomeriggio per la cena di stasera alle 8... è troppo presto? o mi conviene iniziarla più tardi? grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 01 febbraio 2016

    @viri: ciao! Andrà benissimo! 

  • zeinab ha scritto: martedì 19 gennaio 2016

    ciao sonia volevo dirti che ho fatto la ricetta ed e andata a buon fine erano buonissime ma la prossima volta al posto del cioccolato fondente posso usare il cioccolato latte?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 19 gennaio 2016

    @zeinab: ciao! Se preferisci un gusto più dolce puoi utilizzare tranquillamente il cioccolato al latte! 

  • zeinab ha scritto: martedì 19 gennaio 2016

    ciao a tutti o provato a fare i profiteroles erano davvero deliziosi tutti mi hanno fatto i complimenti vi ringrazio

  • Lucia ha scritto: martedì 19 gennaio 2016

    Ciao Sonia..per accorciare i tempi,potrei utilizzare i bignè che vendono al supermercato? o rimarrebbero duri?!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 19 gennaio 2016

    @Lucia:Se preferisci puoi acquistare i bignè vuoti, meglio se di pasticceria.

  • zeinab ha scritto: martedì 12 gennaio 2016

    per la copertura al cioccolato io ho la panna da cucina non quella fresca liquida come faccio a fare la crema?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 26 gennaio 2016

    @zeinab: Ciao, in generale è preferibile utilizzare panna fresca che trovi al banco frigo. In particolare la panna da cucina non si presta ad essere montata per le sue caratteristiche e consistenza.

  • susanna ha scritto: martedì 05 gennaio 2016

    Come posso conservarla fino a domani non entra in un contenitore...grazie

  • lorenzo migliorelli ha scritto: giovedì 31 dicembre 2015

    ma la panna da metter sopra con il cioccolato bisogna montarla o semplicemente metterla a scaldare con il latte e cioccolato?????

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 02 gennaio 2016

    @lorenzo migliorelli: Ciao Lorenzo, la panna viene utilizzata due volte. La prima per preparare la chantilly, quindi la farcitura, e poi una seconda per preparare la ganache, cioè la salsa al cioccolato. Un saluto!

  • Daniela ha scritto: giovedì 24 dicembre 2015

    Grazie mille,noi abbiamo usato cioccolato gianduia per la copertura anziché fondente e direi che a livello palato sono più gustosi e raffinati.

10 di 542 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento