Ragu' alla bolognese

Salse e Sughi
Ragu' alla bolognese
257 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 180 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Ragu' alla bolognese

Il ragu’ alla bolognese è un famosissimo condimento tipico dell’Emilia Romagna, a base di carne trita, interpretato in svariati modi, soprattutto per la scelta della carne da utilizzare che, di rimando, condiziona i tempi di cottura del ragu’ stesso.
Esiste, tra le molte versioni, una ricetta ufficiale del ragù alla bolognese, depositata il 17 ottobre 1982 dalla delegazione di Bologna dell'Accademia Italiana della Cucina alla Camera di commercio di questa città, che raccomanda di utilizzare un taglio di carne piuttosto grasso chiamato cartella, posto sulla pancia del bovino.
Oggigiorno, per diminuire l’apporto di grassi nel ragu alla bolognese, spesso, al posto della cartella vengono utilizzati tagli più magri, con i quali si accorciano sensibilmente i tempi di cottura. Anche la pancetta, piuttosto grassa, spesso viene sostituita dalla salsiccia, egualmente saporita ma più magra.
Il giusto accompagnamento per il ragù alla bolognese sono sicuramente le tagliatelle fresche all'uovo, un connubio tutto emiliano, di sicuro successo! Al momento di servire le tagliatelle col ragù, portate in tavola del parmigiano reggiano grattugiato, in modo che i vostri commensali possano spolverizzarlo sulla pasta a piacere.

Ingredienti
Carne di suino tritata (coscia) 250 gr
Pancetta dolce tesa o arrotolata 100 gr
Carote 1
Cipolle media 1
Sedano 1 gambo
Olio di oliva extravergine 3 cucchiai
Burro 50 g
Vino rosso 1 bicchiere
Latte fresco intero 1 bicchiere
Sale q.b.
Pepe macinato fresco a piacere
Brodo di carne 250 ml
Pomodori triplo concentrato 30 gr
Carne bovina trita di manzo (cartella, copertina o fesone, girello di spalla) 250 gr

Preparazione

Ragu' alla bolognese

Il primo passo per la preparazione del ragù alla bolognese consiste nel pelare la cipolla e la carota, togliete poi i filamenti al sedano (1) e tritate i 3 ingredienti finemente al coltello oppure utilizzando un mixer (2). In tegame dai bordi alti, ponete l’olio d’oliva e il burro (3) e scaldate a fuoco basso,

Ragu' alla bolognese

poi, poi, una volta sciolto il burro, aggiungete il trito di verdure: la cipolla (4), le carote (5) e il sedano (6), lasciatele imbiondire mescolando.

Ragu' alla bolognese

Nel frattempo tritate la pancetta finemente e poi aggiungetela  al resto della carne trita e versate il tutto in pentola (7) e lasciate soffriggere fino a che la carne non sia diventata bella rosolata, mescolando di tanto in tanto. Aggiungete quindi il vino rosso (8) e lasciatelo sfumare,  aggiustate di sale e pepe (9)

Ragu' alla bolognese

unite il brodo di carne a poco a poco (10) il ragù deve assorbire il brodo (11) ma non deve risultare troppo asciutto (per preparae il brodo di carne consultate la ricetta Brodo di carne cliccando qui). Sciogliete il triplo concentrato di pomodoro in poco brodo (12)

Ragu' alla bolognese

e unitelo alla carne (13); mescolate (14) e lasciate cuocere il ragù per circa un’ora e mezza a fuoco lento, aggiungendo, ogni qualvolta serva  e poco alla volta, il brodo residuo e poi, infine, il latte. Quando il ragù sarà pronto (15), aggiustate di sale e pepate a piacere se necessario.
Il vostro ragù alla bolognese è pronto, gustatelo con delle tagliatelle all'uovo oppure usatelo per condire delle gustose lasagne.

Conservazione

Conservate il ragù alla bolognese in frigorifero, chiuso in un contenitore ermetico, per 2-3 giorni al massimo.

E' possibile congelare il ragù alla bolognese.

Come fare il soffritto

Leggi la scheda completa: Come fare il soffritto

Il consiglio di Sonia

L'accompagnamento ideale per il ragù alla bolognese sono le tagliatelle fresche all'uovo, accoppiata emiliana di sicuro successo! Al momento di servirle, portate in tavola del parmigiano reggiano grattugiato, che i vostri commensali possono spolverizzare a piacere sulla pasta.

Altre ricette

I commenti (257)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Silvia ha scritto: giovedì 19 febbraio 2015

    Ciao Sonia, quali sono le dosi per il doppio concentrato di pomodoro? Non sono riuscita a trovare il triplo purtroppo...

  • June Bielli ha scritto: mercoledì 18 febbraio 2015

    Try this!

  • michela ha scritto: martedì 03 febbraio 2015

    Posso sostituire il triplo concentrato di pomodoro con la passata di pomodoro?

  • Alle ha scritto: domenica 01 febbraio 2015

    Una curiosità': quando io lo preparo alla fine i pezzi di ragù sono un po' grossi.. Io compero il macinato. Mi consigliate di passare il macinato nel mixer prima della cottura? O alla fine? Grazie ciao, Alle

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 02 febbraio 2015

    @Alle:Ciao Alle! Puoi provare a sminuzzare la carne durante la cottura, magari rompendola con i rebbi di una forchetta smiley

  • adri ha scritto: sabato 10 gennaio 2015

    OK grazie!

  • Chiara ha scritto: venerdì 26 dicembre 2014

    ragu alla bolognese

  • adri ha scritto: sabato 13 dicembre 2014

    ciao ma se volessi aggiungere dei piselli come procedo?e in quali dosi?grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 07 gennaio 2015

    @adri:Ciao Adri! Puoi aggiungere la quantità di piselli che desideri: cuoci in acqua bollente la quantità,scelta e aggiungili ben colati al ragù, quando questo è già ben avviato smiley

  • Massimo ha scritto: martedì 25 novembre 2014

    Incomincio ora a preparare il ragù, desidererei domandare perché l'utilizzo del latte. Mille grazie Massimo Como

  • Maria Giovanna ha scritto: sabato 22 novembre 2014

    Io di solito ne preparo molto e lo congelo, o faccio delle grandi tavolate di amici con lasagne o polenta! La mia ricetta personale esclude latte e panna ( però se faccio le lasagne uso la besciamella). Di solito uso metá carne di maiale e metá bovino, non metto pancetta, ma qualche volta aggiungo pasta di salame. Cuocio rigorosamente nella pentola di coccio; dopo aver fatto appassire cipolla, aglio, scalogne, sedano, carota, lauro e grani di pepe aggiungo la carne, che faccio stufare nel vino ( fino a un litro di rosso per un kg di carne. Molto dopo, quando il vino è ridotto al fondo, aggiungo la passata e il sale. La cottura è lunga, alcune ore. Ho dovuto acquistare un fornello elettrico dopo aver fuso letteralmente un fornello a gas!!

  • pietro ha scritto: sabato 15 novembre 2014

    Vorrei provare questa ricetta,ma non ho capito se la pancetta da utilizzare è quella dolce tipo salume oppure quella tipo carne che poi macinerò. Buon appetito.....

10 di 257 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento