Ratatouille

/5
70 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 25 min
  • Cottura: 25 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

La ratatouille è un contorno a base di verdure tipico della cucina provenzale diffuso in gran parte della Francia e in particolar modo nella città di Nizza dove viene chiamata appunto "ratatouille niçoise"; il suo nome onomatopeico rievoca il gesto di rimestare le verdure che deriva dal francese "touiller" e dall’occitano "ratatolha". É composta da verdure fresche tagliate a cubetti di uguale dimensione e stufate insieme rispettando il giusto ordine di inserimento in pentola per non rischiare di cuocerle eccessivamente. In genere si prepara in estate quando le verdure sono più abbondanti e saporite e può essere aromatizzata con del timo, del basilico o altre erbe aromatiche a piacere. Servita come contorno con un accompagnamento di riso bollito, patate o anche semplicemente sul pane, è spesso arricchita con della cipolla tagliata a velo. Questa preparazione può essere paragonata per gusto e consistenza alla nostra peperonata o alla caponata siciliana.

Ingredienti

Melanzane 220 g
Zucchine 200 g
Peperoni rossi 150 g
Peperoni gialli 150 g
Carote 200 g
Pomodori ramati 200 g
Passata di pomodoro 300 g
Aglio 1 spicchio
Olio extravergine d'oliva 40 g
Zucchero 5 g
Sale fino 10 g
Pepe q.b.
Preparazione

Come preparare la Ratatouille

Ratatouille

Per preparare la ratatouille cominciate col lavare e asciugare tutte le verdure (1) Man mano che le taglierete, dovrete tenerle da parte in ciotoline diverse. Tagliate le melanzane a rondelle (2), poi a strisce, infine a cubetti spesso almeno mezzo centimetro (3);

Ratatouille

procedete in questo modo anche per le zucchine (4). Consultate la scuola di cucina per il taglio delle verdure. Tagliate il peperone rosso a metà (5), eliminate il peduncolo e i semi (6),

Ratatouille

poi tagliatelo a falde (7) e infine a cubetti della stessa dimensione delle verdure precedenti (8). Fate lo stesso con il peperone giallo. Lavate e private i pomodori del picciolo, quindi tagliateli a fette (9)

Ratatouille

e poi a cubetti (10). Pelate le carote e tagliatele a rondelle, poi a quarti (11). Se disponete di carote più piccole, potete tagliarle a strisce e quindi ricavare dei cubetti regolari. Ora che avete pronte tutte le verdure(12),

Ratatouille

procedete con la cottura: in una casseruola capiente scaldate l’olio con uno spicchio d’aglio in camicia (13). Lasciate insaporire l’olio ed eliminate lo spicchio d’aglio con una pinza da cucina. Cuocete le verdure seguendo l’ordine di inserimento in base ai tempi di cottura necessari, cominciando con le carote (14): cuocete per 5 minuti a fuoco dolce, poi proseguite con il peperone rosso (15)

Ratatouille

e quello giallo (16) continuando la cottura per altri 5 minuti; aggiungete anche le zucchine e continuate la cottura per tre minuti (17), poi le melanzane, cuocendo per altri 3 minuti (18).

Ratatouille

Infine unite i pomodori (19), aggiustate di sale e pepe a piacere (20). Dopo qualche minuto, versate la passata di pomodoro (21),

Ratatouille

mescolate con una spatola (22) e continuate la cottura per altri dieci minuti, aggiungendo a fine cottura un pizzico di zucchero per correggere l’acidità (23). La vostra ratatouille è pronta per essere gustata (24).

Conservazione

La ratatouille può essere conservata in frigorifero in un contenitore ermetico per 3-4 giorni. È possibile il congelamento se avete utilizzato prodotti freschi non decongelati.

Consiglio

Potete aromatizzare la vostra ratatouille aggiungendo delle erbe aromatiche a piacere come basilico fresco o timo. Potete servirla calda oppure fredda e accompagnarla con del cous cous, del taboulè alle verdure o del riso pilaf.

Offerto da Salse pronte Barilla

Ratatouille

LA BONTÀ SI FA SEMPLICE
Il sapore fresco e intenso del Pomodoro 100% italiano è baciato dall’aroma delicato dell’Origano coltivato nel cuore della Sicilia, terra madre dei profumi del Mediterraneo.La Salsa Pronta Origano di Sicilia è perfetta per rendere ancora più sfiziosi i tuoi piatti preferiti, grazie alla semplicità e alla consistenza vellutata.
Scopri di più

Leggi tutti i commenti ( 70 )

I commenti (70)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • Mr.sgrunt ha scritto: venerdì 23 dicembre 2016

    ....a San Benedetto del Tronto viene chiamata Rattatu', evidente deformazione del nome originale francese....

  • Mr.sgrunt ha scritto: venerdì 23 dicembre 2016

    Nelle Marche questa ricetta è nota come Fricanto' o Fricandò o Fricchio'

Leggi tutti i commenti ( 70 ) Scrivi un commento

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto delle Condizioni d'uso e dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy