Red Velvet Cake

Dolci e Desserts
Red Velvet Cake
1.1k Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 90 min
  • Dosi per: 10 persone
  • Costo: medio
  • Nota: ..più il tempo di raffreddamento delle basi e della crema

Presentazione

Red Velvet Cake

La Red Velvet Cake (torta di velluto rosso) è una torta di origine americana davvero gustosa e spettacolare; la sua particolarità è il bel colore rosso acceso che contrasta con la crema e la farcitura bianca brillante.

Si dice che la ricetta di questa torta risalga agli inizi del 900, negli Stati Uniti, dove veniva servita nel ristorante The Waldorf Astoria Hotel. Inizialmente il colore rosso era dato da una reazione chimica tra il cacao  e il latticello (ingrediente acido) contenuto nell'impasto, oggi viene aggiunto del colorante alimentare rosso per accentuare questo effetto.

La Red Velvet Cake è oggi uno dei dolci americani più diffusi negli Stati Uniti e più conosciuti nel mondo. Quella che vi proponiamo è la ricetta della famosa Magnolia Bakery di New York.

Ingredienti per le 3 basi:
Farina 00, 440 gr
Burro 170 gr (temperatura ambiente)
Uova 3 (temperatura ambiente)
Zucchero 450 g
Coloranti alimentari rosso liquido, 6 cucchiai
Cacao in polvere amaro, 16 gr
Vaniglia estratto, 6 gr (1 cucchiaino e mezzo)
Sale 9 g
Yogurt intero (o latticello), 370 gr
Aceto di mele, 7,5 gr
Bicarbonato 7 g
...per la crema alla vaniglia:
Farina 00, 50 gr
Latte fresco intero, 500 ml
Burro 450 gr (a temperatura ambiente)
Zucchero semolato fine, 400 gr
Vaniglia estratto, 9 gr

Preparazione

Red Velvet Cake

Per preparare i tre dischi di base della Red Velvet Cake, cominciate sbattendo il burro ammorbidito assieme a metà dello zucchero per almeno 10 minuti fino ad ottenere un composto chiaro, gonfio e spumoso. Unite le uova a temperatura ambiente una alla volta (1), alternandole con l'altra metà dello zucchero e inglobatele per bene al composto; unite il cacao setacciato (2), il colorante (3) e la vaniglia sempre sbattendo.

Red Velvet Cake

Sciogliete il sale dentro al latticello (4) (se non lo trovate, potete sostituirlo con dello yogurt intero). In una ciotolina versate l’aceto di mele, unite il bicarbonato che vi farete sciogliere all’interno (5). Incorporate al composto il latticello (6)

Red Velvet Cake

alternandolo alla farina (7) e l'aceto con il bicarbonato (8). Ungete e infarinate tre tortiere dal diametro di 24 cm; versate nel loro interno l’impasto della red velvet cake dividendolo in parti uguali (9) e infornate in forno statico già caldo a 180° per circa 25-30 minuti (verificate la cottura con uno stecchino). In alternativa, potete cuocere l’impasto due toritere: in una mettere 1/3 di impasto, nell'altra i 2/3 in modo da poter dividere quest'ultima in due dischi.

Red Velvet Cake

Nel frattempo preparate la crema alla vaniglia sciogliendo, con l’aiuto di una frusta, la farina nel latte freddo dentro ad un pentolino (10); mettetelo sul fuoco dolce e fate sobbollire per 10 minuti mescolando continuamente. Versate la crema ottenuta dentro ad un contenitore basso e largo, copritela a contatto con della pellicola (11) e fatela intiepidire fino a portarla a temperatura ambiente. Sbattete il burro assieme allo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, quindi aggiungete la vaniglia e continuate per un altro minuto. Unite a questo punto al composto la crema di latte e farina a temperatura ambiente (12) e avrete ottenuto la crema alla vaniglia con la quale farcire e ricoprire la red velvet cake.

Red Velvet Cake

Quando i dischi saranno pronti, sfornateli e lasciateli intiepidire, quindi estraeteli dalle teglie e lasciateli raffreddare completamente (13). Poggiate il primo disco di red velvet su di un piatto da portata e spalmateci sopra la crema (14); coprite con il secondo disco che spalmerete a sua volta (15).

Red Velvet Cake

Coprite con il terzo disco (16) e, a questo punto, rivestite tutta la red velvet cake con la crema alla vaniglia (17-18). Se intendete riporre la torta in frigorifero ricordatevi di coprirla per bene con una campana di vetro in modo che non secchi e non assorba gli odori del frigorifero.

Altre ricette

I commenti (1130)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • GRAZYA ha scritto: lunedì 24 novembre 2014

    ciao sonia, quanti grammi di colorante in polvere si diluiscono in 6 cucchiai?????

  • G&J ha scritto: lunedì 24 novembre 2014

    Ciao sonia, ho provato a fare questa torta domenica ma non mi è uscita rossa forse è troppo il cacao?? Devo diminuire la dose??

  • michele ha scritto: sabato 15 novembre 2014

    ciao sonia penso sei bravissima.. oggi ho preparato la famosa torta, ho seguito la ricetta alla lettera ma al momento di versare la crema si è sciolta facendo scivolare gli strati il risultato è tutto tranne che invitante mi puoi spiegare il problema grazie

  • camilla ha scritto: venerdì 14 novembre 2014

    @Caterina: devi assolutamente provarla con latticello, sale, aceto e bicarbonato. Una mia amica come te ha usato il lievito ed era proprio un'altra torta, la mia (non perchè l'ho fatta io, lo dico per farti capiresmiley ) era una VERA red velvet, finchè non la provi non puoi capire e credimi!, ne vale la pena! Oltretutto l'aceto non si sente per nulla, provare per credere

  • camilla ha scritto: venerdì 14 novembre 2014

    Urge risposta! Ho fatto la red velvet come da ricetta, facendo il latticello e utilizzando il burro (che soddisfazione! Che meraviglia, bianco e profumato! Difficoltoso però passarlo nel colino.... Non esiste un attrezzo apposito? Voglio fare burro e latticello in casa per sempre smiley) e la torta venuta di un sofficità incredibile, morbida e vellutata di nome e di fatto, è rimasta quasi umida al palato tanto è morbida.... Mi chiedevo: questa sofficezza è dovuta solo al latticello o anche alla mancanza del lievito e al connubio aceto/bicarbonato? Questo tipo di agente lievitante potrebbe funzionare anche in altre torte oppure deve essere necessariamente abbinato al latticello con il sale? Se ad esempio si sostituissero questi ingredienti al posto dello yoghurt e del lievito in una semplice torta margherita, magari avendo l'accortezza di areare bene l'impasto, raggiungerei il risultato desiderato?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 17 novembre 2014

    @camilla:certo, puoi provare anche in altre ricette, montando sempre molto le uova così da rendere soffice l'impasto.

  • Tina ha scritto: venerdì 14 novembre 2014

    buona sera scusa se provo a farla in una teglia piu' alta di 25 di diametro la dose va bene uguale grazie

  • Caterina ha scritto: venerdì 14 novembre 2014

    ho fatto la torta! un successone! le tue ricette sono infallibili!!! è un pò pesante. ..certo... ma è quella originale! io ho usato circa 3gr di colorante in polvere, lievito invece del bicarbonato e niente aceto: perfetta! proverò anche le altre guarnizioni proposte!

  • Anna Grazia ha scritto: venerdì 14 novembre 2014

    Fatta ed è stata un successone (anche in versione cupcakes con cuore di crema di burro)... ancora mi chiedono il bis!!!

  • simona ha scritto: lunedì 10 novembre 2014

    una buona crema che non risulta pesante e che viene usata anche per ricoprire i cupcake (red velvet e non) è una crema fatta con philadelphia e zucchero a velo!!! provatela è fantastica. potete anche farla aggiungendo del cacao!!!!! consiglio il philadelphia in panetto in quanto la crema rimane più corposa!!!!

  • Adriana ha scritto: lunedì 10 novembre 2014

    @Giorgia: ciao è capitato anche a me seguire le ricette e poi risultato immangiabile, troppo pesante e chiudessimo più ne ha più ne metta, ma ho imparato una cosa, prima di precipitarmi a fare una ricetta mi vado a leggere tutti, o almeno in parte, i commenti delle altre persone, in modo tale da vedere i risultati, o sè ci sono cambiamenti di dosi in base a chi realizza la ricetta prima di me.. ti coconsiglio di far così smiley

10 di 1130 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento