Riso alla cantonese

  • Difficoltà:
    Media
  • Cottura:
    30 min
  • Preparazione:
    10 min
  • Dosi per:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Riso pilaf

Riso alla cantonese


Il riso alla cantonese, è una pietanza di origine cinese, molto gradita e popolare anche in Italia, sia perché molto vicina ai gusti europei e sia perché presente nei menu dei numerosi ristoranti cinesi sul nostro territorio.
Il riso alla cantonese viene spesso abbinato a piatti con intingoli o come sostituto del pane, assente nella cucina cinese.
Il riso alla cantonese si prepara adoperando del riso a grana lunga (tipo basmati) lessato e saltato insieme ad ingredienti come piselli, prosciutto, cipolla, uova strapazzate e salsa di soia.

Ingredienti
Riso a grana lunga (tipo basmati) 250 gr
Prosciutto cotto a dadini 125 gr
Cipolle 1 media
Uova 3
Sale q.b.
Salsa di soia 1 cucchiaio
Piselli 250 gr
Olio di semi di arachide 6 cucchiai

Preparazione

Riso alla cantonese
Per preparare il riso alla cantonese iniziate sciacquando il riso basmati in una bacinella, sotto l'acqua fredda corrente (1), scolatelo bene, poi cuocetelo in abbondante acqua salata per circa 10 minuti (2). Nel frattempo cuocete i piselli al vapore (o scottateli in acqua bollente) (3),
Riso alla cantonese
e spegnete il fuoco quando saranno ancora al dente e di un bel verde brillante (4). Tritate la cipolla molto finemente (potete servirvi del mixer), poi sbattete le uova in una ciotola con un pizzico di sale (5) e aggiungete metà cipolla tritata (6).
Riso alla cantonese
Strapazzate le uova in un wok con due cucchiai di olio di semi, facendole cuocere molto bene. Una volta pronte trasferitele in un piatto e spezzettatele finemente con una forchetta (7). Ponete in una pentola due cucchiai di olio e fatevi saltare il prosciutto a cubetti e i piselli con un pizzico di sale per 2 minuti (8). Quando il riso sarà al dente, scolatelo e mettelo da parte (9).
Riso alla cantonese
Infine mettete ad appassire l’altra metà della cipolla assieme a due cucchiai d’olio, poi aggiungete il riso e la salsa di soia (10). Dopo qualche minuto aggiungete al riso i piselli e le uova (11); fateli saltare a fiamma bassa per 2 minuti tutti assieme (12). Amalgamate per bene tutti gli ingredienti e servite immediatamente il riso alla cantonese.

Conservazione

Il riso alla cantonese è preferibile consumarlo appena pronto ma può essere conservato in frigorifero per due giorni, coperto da pellicola. E' sconsigliabile congelarlo.

I consigli di Sonia

Se volete impreziosire questo piatto, potete ridurre il prosciutto (basteranno 60 grammi) e aggiungere altrettanti gamberetti: dovrete lessarli e poi saltarli con il prosciutto e i piselli.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 160 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


160
esther ha scritto: Martedì 15 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ho usato il riso thai x fare piu effetto cinese ma mi è andata male. Si è trasformato in poltiglia smiley ma sapore molto buono
159
Paolo ha scritto: Lunedì 14 Aprile 2014  |  Rispondi »
Cioè... cosa c'entra il riso basmati con il riso alla cantonese?
158
klo ha scritto: Mercoledì 02 Aprile 2014  |  Rispondi »
Bonissima bonissimaaaaaaa
157
Elga ha scritto: Lunedì 31 Marzo 2014  |  Rispondi »
Buonissimo... Ricetta facile e veloce, anche dell'ultimo momento... Finito in un momento ...
156
Elisa ha scritto: Sabato 22 Marzo 2014  |  Rispondi »
appena fatto e spazzolato: è stato molto gradito e meno pesante di quelli preparati nei ristoranti, forse per le ridotte quantità di olio previste nella ricetta di Sonia.
155
eva ha scritto: Lunedì 17 Marzo 2014  |  Rispondi »
Appena preparato... sapore colore e profumo uguale al riso alla cantonese del sushiwok del mio paese!! adoro la cucina etnica.... squisito!!
154
S. ha scritto: Domenica 02 Marzo 2014  |  Rispondi »
Ottimo e molto simile a quello originariente cinese! La salsa di soia viene concepita generalmente come condimento facoltativo, come mi è stato riportato da amici cinesi, ma la mia domanda è a proposito della cipolla: dimezzarne la quantità può conpromettere la riuscita del piatto? Si tratta di una mera questione di gusto, ovviamente. Grazie in anticipo.
153
Irene ha scritto: Martedì 25 Febbraio 2014  |  Rispondi »
nella vera ricetta non c'è la cipolla. La soia nn si aggiunge e un ingrediente essenziale è l'olio di sesamo....
152
Gippa ha scritto: Sabato 22 Febbraio 2014  |  Rispondi »
Fatto oggi per pranzo. Anche se il sapore non è come quello dei ristoranti è altrettanto buono! noi abbiamo fatto il bis e non ne è avanzato nemmeno un chicco! Grazie Sonia! smiley
151
vale ha scritto: Giovedì 13 Febbraio 2014  |  Rispondi »
il riso è meglio cucinarlo in acqua non salata, il sale va aggiunto alla fine. La salsa di soia di solito in cina non viene mai messo caso mai viene aggiunto un po di vino di riso. La cipolla nella ricetta originale cinese non c'è.
P.S: sono cinese smiley
10 di 160 commenti visualizzati

Lascia un Commento