Risotto ai frutti di mare

Primi piatti
Risotto ai frutti di mare
73 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 60 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: elevato

Presentazione

Risotto ai frutti di mare

Il risotto ai frutti di mare è un primo piatto classico della cucina italiana, ottimo sia nei mesi freddi che in quelli caldi. Ovviamente il risotto ai frutti di mare ha un risultato strepitoso se preparato con del buon pesce fresco, anche se la sua preparazione ovviamente sarà economicamente più dispendiosa. Anche se in apparenza  può sembrare una ricetta assai complessa, in realtà il risotto ai frutti di mare non richiede particolare perizia e abilità tra i fornelli, l’importante è scegliere accuratamente il pesce con cui preparare questa pietanza e dotarsi di un po' di pazienza.
Il risotto ai frutti di mare che vi proponiamo in questa ricetta è preparato utilizzando cozze, vongole, gamberi e calamari ma questa tipologia di pesce  può variare a seconda dei propri gusti o in base alla disponibilità del pesce.

Ingredienti
Cozze 1 kg
Vongole 1 kg
Calamari già puliti 400 gr
Prezzemolo 1 ciuffo
Aglio 2 spicchi
Vino bianco 1 bicchiere
Brodo di pesce un paio di mestoli
Riso carnaroli 320 gr
Olio extravergine d'oliva q.b.
Cipolle cipollotto 1
Peperoncino 1 facoltativo
Pepe q.b.
Sale q.b.
Gamberi 350 gr di code sgusciate

Preparazione

Risotto ai frutti di mare

La prima cosa da fare per la preparazione del risotto ai frutti di mare è pulire il pesce. Per le vongole: sceglietele una per una scartando quelle rotte e mettetele a mollo (meglio se per una notte intera) in una bacinella piena d'acqua fredda. Per le cozze: pulitele le cozze, strofinandole con una retina di acciaio sotto l'acqua corrente (clicca qui per vedere come fare) .
Eviscerate, spellate e lavate i calamari sotto l’acqua corrente (clicca qui per vedere come fare), poi tagliateli ad anelli, quindi occupatevi delle code di gambero che devono essere private della corazza.
Passate quindi alla cottura delle vongole e delle cozze. Prendete due casseruole capienti, in una versate le vongole e nell'altra le cozze. Copritele con un coperchio e fate cuocere a fuoco vivo fino a quando tutte le conchiglie non si saranno aperte (1-2) (serviranno pochi minuti). Quando le vongole e le cozze si saranno dischiuse, spegnete il fuoco, filtrate l’acqua con un colino e tenetela da parte (3).

Risotto ai frutti di mare

A questo punto sgusciate cozze e vongole (4), tenendo da parte qualche vongola e qualche cozza intera che vi servirà per la guarnizione finale del risotto ai frutti di mare (5). Poi passate alla cottura dei calamari. Preparate un battuto con il sedano e la carota e fatelo soffriggere insieme all'aglio (intero da eliminare successivamente o tritato) e al peperoncino (6),

Risotto ai frutti di mare

poi aggiungete i calamari; sfumate quindi con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciate cuocere fino a quando saranno diventati teneri (7-8). Nel frattempo preparate il riso. In una casseruola capiente fate appassire la cipolla nell’olio a fuoco molto basso (9);

Risotto ai frutti di mare

quando la cipolla sarà diventata trasparente unite il riso carnaroli (10), fatelo tostare e aggiungete l’altra metà di vino bianco (11). Una volta che il vino sarà sfumato proseguite la cottura aggiungendo poco alla volta il liquido filtrato dei molluschi (12).

Risotto ai frutti di mare

Aggiungete i gamberi (13) ai calamari ormai teneri, unite il prezzemolo tritato e fate cuocere per 5 minuti; se necessario potete aggiungere un paio di mestoli di brodo di pesce (14-15).

Risotto ai frutti di mare

Trascorso il tempo sopra indicato, unite il composto di calamari e gamberi al riso e amalgamate bene, aggiungete poi anche le cozze e le vongole sgusciate (16-17). Terminate con tutti gli ingredienti la cottura del riso e spegnete il fuoco (18). Lasciate riposare il riso per un paio di minuti e se vi piace spolverizzate il risotto ai frutti di mare con una manciata di prezzemolo tritato. Servite il risotto ai frutti di mare guarnendo il piatto con le cozze e le vongole intere che avrete tenuto da parte. Buon appetito!

Altre ricette

I commenti (73)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • rosalba ha scritto: venerdì 07 febbraio 2014

    ottima ricetta anche se un poco laboriosa.Cucino spesso il risotto ai frutti di mare a aggiungo anche lo zafferano. Non mi è sembrato un disastro! Saluti

  • concetta ha scritto: venerdì 31 gennaio 2014

    questo piatto e buonissimo. lo appena fatto perfetto grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 22 gennaio 2014

    @frutti di mare: Ciao, avrebbe meno sapore.

  • Angelo ha scritto: sabato 11 gennaio 2014

    Usare cozze di Taranto per un piatto più saporito

  • francesca ha scritto: mercoledì 01 gennaio 2014

    Mia suocera usa il succo di limone al posto del vino bianco. Può essere una buona alternativa. grazie

  • Mirella Angelucci ha scritto: lunedì 30 dicembre 2013

    Cara Sonia, Da quando consulto giallozafferano, i miei pranzi e le mie cene sono un successo. Le tue ricette sono semplicemente perfette. Grazie

  • frutti di mare ha scritto: lunedì 16 dicembre 2013

    ciao sonia..per abbreviare i tempi non potrei cuocere in acqua bollente il riso e tirarlo su a meta' cottura e procedere normalmente?quale risultato otterrei?grazie.

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 10 dicembre 2013

    @Daniele : Ciao, non è necessario sbollentare il riso per la prepazione dei risotti! smiley

  • Daniele ha scritto: venerdì 06 dicembre 2013

    Chiedo scusa sono un dilettante, in questa ricetta non ho capito se il riso prima di aggiungerlo al tutto deve essere bollito,chiedo scusa grazie.

  • furio G. ha scritto: sabato 28 settembre 2013

    Ciao Sonia, è la prima volta che entro nei commenti. Allora:la procedura è quasi come la mia, dove io pero' non separo gamberi e calamari in padella ma vado diretto tutto insieme nel riso, il tuo proc. aggiunge forse un po' di gusto in +. quello che invece mi sembra fondamentale è il brodo di pesce. mentre ti scrivo in cucina stanno andando 3 teste grosse di nasello (in pescheria dovrebbero regalarle) senza sale con cipolla sedano e carota(non troppa roba). secondo me il brodetto è fondamentale e non è un lavoro impegnativo, dai fuoco e va da solo, dopo un ora è pronto. non c'è paragone rispetto ad un brodo solo vegetale.

10 di 73 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento