Risotto ai funghi porcini

Primi piatti
Risotto ai funghi porcini
150 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: elevato

Presentazione

Risotto ai funghi porcini

Il risotto ai funghi porcini è un classico primo piatto autunnale dal gustoso e aromatico sapore dovuto alla presenza del re dei funghi: il porcino.

La morbida carne del porcino non annerisce neanche dopo il taglio e conserva intatto tutto il suo profumo anche dopo la cottura; appena pronto il risotto ai porcini, spolverizzatelo con del prezzemolo e parmigiano grattugiato.

Ingredienti
Porcini 400 g
Riso Carnaroli (o Arborio) 320 gr
Burro 60 g
Olio di oliva 2 cucchiai
Cipolle 1 piccola dorata
Aglio 1 spicchio
Sale q.b.
Pepe macinato al momento a piacere
Prezzemolo tritato 2 cucchiai rasi
Parmigiano reggiano grattugiato 50 gr
Brodo vegetale 1 l

Preparazione

Risotto ai funghi porcini

Mondate i funghi porcini togliendo la terra alla base del gambo (1-2), staccando le cappelle dai gambi e strofinandoli delicatamente con un panno umido e pulito (o con carta da cucina inumidita) (3).

Risotto ai funghi porcini

Una volta puliti i funghi porcini, affettate sia le cappelle che i gambi (4-5-6).

Risotto ai funghi porcini

In un tegame piuttosto capiente mettete a fondere metà del burro indicato (7), quindi aggiungete la cipolla mondata e tritata finemente e lasciatela appassire senza farle prendere colore; unite anche il riso e fatelo tostare per due minuti (8), quindi aggiungete un mestolo di brodo vegetale e lasciate cuocere a fuoco moderato (9), mescolando e unendo poco brodo quando serve.

Risotto ai funghi porcini

In un altro tegame di acciaio, o di materiale antiaderente, mettete l’olio e uno spicchio di aglio schiacciato che farete rosolare qualche istante; unite poi i funghi precedentemente puliti e tagliati a fette (10).
Fate saltare i funghi a fuoco allegro, aggiungendo a metà cottura il sale e in ultimo il pepe macinato al mulinello; aggiungete, se necessario, poco brodo vegetale fino a terminare la cottura (deve durare un massimo di 10-12 minuti totali), poi spegnete il fuoco e, se volete, aggiungete 2 cucchiai rasi di prezzemolo tritato.Cinque minuti prima che il riso termini la sua cottura unite i funghi precedentemente preparati (11-12), tenendone da parte 2 cucchiai che vi serviranno per guarnire i 4 piatti di risotto.
A cottura avvenuta, spegnete il fuoco, aggiungete il parmigiano grattugiato e il restante burro, mantecate per bene il tutto e lasciate riposare qualche secondo. A questo punto, dividete il risotto in 4 piatti, guarnite la sommità di ognuno di essi con i funghi tenuti da parte e servite immediatamente portando a tavola dell’altro parmigiano grattugiato in modo che i commensali, se lo desiderano, si possano servire da soli.

Consiglio

Per la cottura dei funghi è indicato usare dei tegami o delle padelle di materiale antiaderente o di acciaio, poiché altri metalli, al contatto con i funghi, possono rilasciare delle sostanze nocive.

Come pulire i funghi porcini

Leggi la scheda completa: Come pulire i funghi porcini

Altre ricette

I commenti (150)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Giselle ha scritto: giovedì 22 gennaio 2015

    Ottima ricetta, ho fatto a dei amici Irlandesi e posso dire grazieeeee mi hai fatto fare una ottima figura, anche perché sono pessima in cucina! Grazieeeee milleeeee... Sei grande!

  • Giorgione ha scritto: lunedì 19 gennaio 2015

    Se il porcino e di Gionata x sentire il vero sapore NoN si deve agg nessun altro sapore Olio di arachide sale porcini(tanti) e risol e natur acqua calda

  • renato ha scritto: martedì 06 gennaio 2015

    ma quando bisogna mettere lo zafferano?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 06 gennaio 2015

    @renato:Ciao renato, la ricetta non prevede lo zafferano ma se vuoi puoi aggiungerlo a inizio cottura nel riso smiley

  • Cristina ha scritto: lunedì 05 gennaio 2015

    Sono sempre quella di poco fa...Cristina. Dimenticavo di dire che quando uso i dadi o il brodo granulare di qualsiasi tipo, non metto sale!

  • Cristina ha scritto: lunedì 05 gennaio 2015

    Io uso i funghi secchi più facili da trovare e con esito sicuro.....80 gr per 400 gr di riso. quelli surgelati non so se sono ugualmente buoni e saporiti. Uso il loro liquido di ammollo opportunamente filtrato, uso dadi vegetali ai funghi, sfumo con un pò di whisky e alla fine insieme al parmigiano metto per 400 gr di riso 2 cucchiai di panna da cucina. Lo preparo oggi per pranzo. Ciao a tutti. Cristina

  • claudia ha scritto: martedì 02 dicembre 2014

    ciao ma è possibilr anche non mettere il burro nel riso alla fine?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 03 dicembre 2014

    @claudia:Ciao claudia! Certo, il burro rappresenta il tocco finale della ricetta ma è a discrezione personale smiley

  • antonella ha scritto: domenica 19 ottobre 2014

    preparerò il risotto ai porcini per questa sera. Se volessi aggiungere della salsiccia come posso fare? (quando aggiungerla e come cuocerla?) grazie!

  • Elisa ha scritto: mercoledì 15 ottobre 2014

    Vorrei usare dei funghi secchi: quali sono le dosi per 4 persone? Quanto ammollo serve? esiste un tempo minimo e/o un tempo massimo di ammollo? Perché tornando tardi dal lavoro non so se mettere i funghi in ammollo dal mattino (prima di uscire di casa) oppure "rischiare" e metterli giusto una mezz'oretta prima di preparare il risotto.. Grazie mille!!

  • Jesty ha scritto: martedì 14 ottobre 2014

    Prima volta che preparo il risotto. Ho usato i funghi trifolati sott'olio. Invece del burro ho usato l'olio dei funghi. Buonissimo =]

  • luigi ha scritto: giovedì 18 settembre 2014

    monica posso aggiungere un po di vino bianco quando cuoce il riso?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 18 settembre 2014

    @luigi:sì puoi sfumare il vino dopo aver aggiunto il riso.

10 di 150 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento