Rose del deserto

Dolci e Desserts
Rose del deserto
266 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 64 pezzi
  • Costo: basso
  • Nota: + il tempo di riposo dell'impasto

Presentazione

Le rose del deserto sono dei dolcetti con farina di mandorle, caratterizzati da una forma molto bella davvero particolare. Il loro nome deriva infatti dall'omonima formazione minerale giallo-ocra composta di cristalli di gesso, che si forma in determinate condizioni climatiche, ovvero nelle zone desertiche. Le rose vengono realizzate con un cuore tenero a base di farina di mandorle e poi vengono ricoperti con croccanti e leggeri fiocchi di mais in un mix gustoso che saprà conquistarvi al primo assaggio. Portate in tavola questi sfiziosi dolcetti morbidi dentro e croccanti fuori e vedrete che andranno subito a ruba!

Ingredienti per 64 biscotti
Farina tipo 00 125 g
Mandorle farina 125 g
Mais in fiocchi 100 g
Uova medie intere 2
Burro a temperatura ambiente 180 g
Lievito chimico in polvere 16 g 1 bustina
Sale grosso 1 pizzico
Zucchero semolato 150 g
Vaniglia semi di 1 bacca
per cospargere
Mais in fiocchi 200 g
Zucchero a velo a piacere

Preparazione

Rose del deserto

Prima di realizzare le rose del deserto abbiate cura di togliere il burro dal frigorifero e lasciarlo ammorbidire prima di procedere alla preparazione. Nella ciotola di una planetaria munita di fruste ponete il burro a temperatura ambiente tagliato a cubetti insieme allo zucchero (1) e al sale grosso (2). Con un coltellino incidete la bacca di vaniglia tagliandola nel senso della lunghezza (3)

Rose del deserto

E poi estraete i semi, raschiando l'interno (4); aggiungeteli al composto (5) e poi azionate le fruste, mettendo le uova intere una alla volta (6).

Rose del deserto

Quando il composto sarà diventato chiaro ed omogeneo (7), versate il lievito (8) e la farina 00 setacciati (9).

Rose del deserto

Mescolate bene con una spatola da cucina (10) e poi unite anche la farina di mandorle (11). Trasferite l'impasto in una ciotola capiente, aggiungete 100 gr di fiocchi di mais sbriciolati (12)

Rose del deserto

E amalgamate bene il tutto (13) fino ad incorporarli nell'impasto (14). In una pirofila ponete 200 g di fiocchi di mais interi, dopodichè prendete un cucchiaino di impasto alla volta e con le mani fate delle palline del peso di circa 32 g ciascuna; passatele quindi nei fiocchi interi (15) e premete in modo che questi aderiscano bene intorno al composto: con le nostre dosi dovrete ottenere 64 rose del deserto. Una volta terminato, riponete le rose a riposare in frigorifero per almeno 20 minuti su un vassoio foderato con carta da forno.

Rose del deserto

Trascorso il tempo necessario, adagiate le rose su una leccarda foderata con carta da forno, distanziandole di 4-5 cm le une dalle altre (16), e fate cuocere in forno statico preriscaldato a 170° per 10-15 minuti (o a 150° per 8-10 minuti se in forno ventilato). Quando avranno assunto bel colore ambrato (17), sfornatele, ponendole su di una gratella a raffreddare. Una volta raffreddate completamente, spolverizzate a piacere con lo zucchero a velo e infine servite e gustate le vostre rose del deserto (18).

Conservazione

Conservate le rose del deserto in una scatola di latta o in un contenitore con chiusura ermetica per al massimo 2-3 giorni. Potete congelarle da crude e conservarle per non più di un mese.

Il consiglio di Sonia

La bellezza di queste piccole rose del deserto incanta tutti, grandi e piccini! Se volete renderle ancora più golose, provate ad aggiungere delle gocce di cioccolato all'interno dell'impasto: sentirete che bontà!

Altre ricette

I commenti (266)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • angiaco ha scritto: lunedì 15 dicembre 2014

    E se si aggiungesse all'impasto anche la scorza di limone? Cosa ne pensi?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    @angiaco:Ciao Angela! Certo, puoi provare smiley

  • Noemi ha scritto: martedì 02 dicembre 2014

    Appena sfornati!!! un successoneeee

  • ALFREDO ha scritto: venerdì 07 novembre 2014

    @Sonia-Gz: ok grazie. ma come quantità?

  • ALFREDO ha scritto: venerdì 07 novembre 2014

    ciao Sonia, stavo pensando di mettere le mandorle macinate al posto della farina di mandorle. . che ne pensi?

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 07 novembre 2014

    @ALFREDO :Ciao, si macinale molto finemente e a più riprese per non scaldarle troppo nel mixer.

  • donatella ha scritto: lunedì 03 novembre 2014

    ciao sonia! al posto della farina di mandorle posso usare la farina 00? oppure la farina di cocco? grazie smiley

  • Paola:) ha scritto: domenica 02 novembre 2014

    14 anni. Un consiglio! Al posto delle mandorle, provate con uvette e pinoli, ricordando che le uvette, prima di essere unite al composto, devono essere lasciate in una ciotola a con dell'acqua per cinque dieci minuti, per poi essere scolate e asciugate con dello scottex!

  • giuseppe ha scritto: domenica 26 ottobre 2014

    ciaoooooo fatti questa mattina molto buoni secondo me peró 32g per biscotto sono troppi ne bastano 22g

  • dany ha scritto: sabato 25 ottobre 2014

    Salve, cucino abbastanza spesso le rose del deserto ma apporto qualche modifica alla ricetta originaria, uso solo la farina normale e all’impasto, aggiungo sia i pinoli che le uvette (messe ad ammollo prima), il giorno stesso sono buone e morbide ma dal giorno dopo, diventano molto dure anche se uso un contenitore chiuso. Non so se sbaglio qualcosa? Grazie

  • Angela ha scritto: sabato 25 ottobre 2014

    Ciao Sonia,per semplice curiosità ,mi spiega per favore perché spesso nei dolci viene chiesto di aggiungere un pizzicico di sale? Grazie e complimenti per il suo sito che seguo quotidianamente.

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 28 novembre 2014

    @Angela:Ciao, serve a dare una spinta in più per montare le uova!

  • Anna ha scritto: venerdì 24 ottobre 2014

    Ciao, chiedevo una curiosità: ma è il sale che vuole grosso o il pizzico di sale? Nel caso fosse il sale, perchè? cosa cambia? Io fin ora li ho sempre fatti col sale fino e sono squisiti. Un consiglio: usare i corn flakes glassati da mettere fuori. Per me sono fantastici. Comunque ottima rcetta come sempre grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 24 ottobre 2014

    @Anna:Ciao, 1 grosso pizzico di sale! smiley

10 di 266 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento