Saltimbocca alla Romana

Secondi piatti
Saltimbocca alla Romana
70 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Saltimbocca alla Romana

I saltimbocca alla romana, come suggerisce anche il nome, sono il cavallo di battaglia, insieme alla pasta alla carbonara, della cucina tipica Romana. Indipendentemente dall’area geografica d’origine, i saltimbocca alla romana rappresentano all’estero un grande vanto per la buona cucina italiana, sono infatti il secondo piatto più noto subito dopo gli spaghetti. Riuscite ad immaginare il perché? Un piatto succulento non può che saltare direttamente in bocca. Nel corso degli anni la ricetta ha subito delle personalizzazioni come per esempio una breve infarinata prima della cottura, oppure i saltimbocca alla romana vengono arrotolati prima della cottura, addirittura c’è chi sostituisce il burro con l’olio.

Ingredienti
Carne bovina 4 fettine di vitello da 75 g
Prosciutto crudo in 4 fette da 12 g
Burro 50 g
Pepe nero secondo i vostri gusti
Sale q.b.
Salvia 8 foglie
Vino bianco 200 g

Preparazione

Saltimbocca alla Romana

Per preparare i saltimbocca alla romana iniziate stemando la carne su un tagliere, eliminando eventuali nervetti e grasso e poi battete con un batticarne (1) e adagiate le fette di prosciutto (2) e poi le foglie di salvia (3)

Saltimbocca alla Romana

che andrete ad infilzare con gli stuzzicadenti facendo entrare la punta prima da un lato e poi dall’altro (4) e infine dividete la fettina a metà (5) ottenendo così 8 pezzi in tutto. Lasciate fondere il burro in padella (6)

Saltimbocca alla Romana

e non appena sarà ben caldo adagiate i saltimbocca nella padella (7) e lasciateli rosolare un paio di minuti per lato (8). Successivamente sfumate con il vino bianco (9).

Saltimbocca alla Romana

a fine cottura aggiustate di sale (10) e di pepe (11) e infine potrete servire i saltimbocca alla romana in un piatto da portata irrorandoli con il fondo di cottura (12).

Conservazione

Si tratta di un secondo piatto molto veloce da preparare, è quindi opportuno consumare in maniera espressa i saltimbocca evitando lunghi tempi di attesa che potrebbero scurire la carne e renderla stopposa.

Il consiglio di Sonia

I saltimbocca alla romana sono veloci da preparare e irresistibili, in taglia ridottissima sono fenomenali anche come finger food, dato che si possono mangiare con le mani, magari serviti come un piccolo spiedino. Se, invece, li servite secondo la tradizione, come secondo piatto, allora vi suggerisco di accompagnarli con un piatto di verdure, magari piselli, carote e patate.

Curiosità

Pellegrino Artusi, alla fine dell’800, ha raccontato di aver gustato i saltimbocca nella trattoria storica di Roma “Le Venete” anche se, dopo poco tempo iniziarono ad essere serviti anche in altre trattorie tipiche Romane. Sebbene la paternità più accreditata spetti alla regione Lazio, i saltimbocca sembrano essere invece già noti in altre regioni d’Italia, in molti sostengono che questo secondo piatto sia invece di origine Bresciana.

Altre ricette

I commenti (70)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • glo ha scritto: martedì 07 luglio 2015

    nella mia ricetta metto anche un po' di sottiletta fra carne e prosciutto cosi viene un sughetto più denso

  • Anne Christine ha scritto: venerdì 29 maggio 2015

    Visto che i "saltimbocca alla romana" e' un piatto tipico, mi sa dire se esiste un contorno tipico per accompagnarlo? Grazie e buon lavoro.

  • Tersa Giannasca ha scritto: lunedì 19 gennaio 2015

    Grazie per le tu deliziose ricette dagli stati uniti USA teresa

  • Torquemada ha scritto: lunedì 01 dicembre 2014

    Complimenti a Sonia per la semplicità con la quale ha esposto la preparazione di questo piatto. Ma soprattutto COMPLIMENTONI xchè è l'unica chef (fino ad ora) che non ci ha straziato con: " Andiamo......a battere le fettine; andiamo.........a mettere in padella; andiamo...........ad impiattare; che strazio !!!!!!!!!!!! Ma dove volete andare ?

  • Sergio ha scritto: sabato 01 novembre 2014

    La cucina italiana regionale ha dei veri tesori. Che però per essere tali devono essere fedeli alla tradizione, raccogliendo il meglio di generazioni passate. Quindi anche i Saltimbocca alla romana o sono fatti con gli ingredienti e il procedimento originali o non sono saltimbocca alla romana. Chiamateli saltimbocca di Carolina o di Giuseppe, ma non alla romana, se ci mettete maiale, mortadella, prosciutto cotto o speck (!!!!!) o altre cose del genere! La nostra cucina ve ne sarà riconoscente.

  • gianni ha scritto: martedì 23 settembre 2014

    Si può usare anche l'arista di maiale?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 05 giugno 2014

    @Sacha: puoi imburrare una teglia e testare la cottura con una fettina di carne per regolarti su tempi e temperatura. Io ti consiglio di provare a 180° per 10-15 minuti.

  • Sacha ha scritto: mercoledì 04 giugno 2014

    É possibile al posto della padella usare il forno per cuocere? Come mi consigli di procedere? Grazie e complimenti!!!

  • teoMat76 ha scritto: mercoledì 21 maggio 2014

    @stefano: ho seguito il tuo consiglio e sono usciti buonissimi! Ho usato delle fettine di magatello di vitello. Le ho cotte due minuti per lato, iniziando da quello del prosciutto. Erano tenere e gustose: gnam!

  • stefano ha scritto: sabato 10 maggio 2014

    infarinate solo la parte senza prosciutto. rosolate prima la parte col prosciutto,girate e sfumate con vino bianco .con la lonza di maiale sono ottimi .

10 di 70 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento