Salvia fritta in pastella

Antipasti
Salvia fritta in pastella
52 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 40 pezzi
  • Costo: basso

Presentazione

Ottima come antipasto o stuzzichino durante un buffet o un aperitivo, la salvia fritta in pastella è una croccante golosità semplice da preparare e sempre molto apprezzata sulla tavola. Per questa preparazione servono delle belle foglie sane e profumate di salvia da intingere in una pastella preparata con farina, birra e un pizzico di sale. Uno stuzzichino davvero speciale da preparare con estrema facilità e velocità!

Ingredienti per la pastella
Salvia foglie fresche e sane 40
Farina tipo 00 100 g
Birra fredda da frigorifero 200 ml
Sale a piacere
per friggere
Olio di semi di girasole 1 l

Preparazione

Salvia fritta in pastella

Per preparare la salvia fritta in pastella lavate bene le foglie di salvia sotto abbondante acqua fresca corrennte (1), poi fatele asciugare su di un vassoio foderato con carta assorbente da cucina (2). Versate la farina in una ciotola e aggiungete la birra fredda poco alla volta, mescolando con una frusta (3);

Salvia fritta in pastella

continuate a mescolare fino ad ottenere un pastella omogenea e priva di grumi (4), poi regolate di sale a vostro piacere (5). Una volta pronta, intingete le foglie di salvia una per una nella pastella che avete preparato (6),

Salvia fritta in pastella

girandole da entrambi i lati (7), fino a quando risulteranno completamente coperte (8). Mettete sul fuoco a scaldare l'olio di semi, controllando che raggiunga la temperatura di 170° con l'aiuto di un termometro da cucina. A questo punto friggete le foglie di salvia pochi pezzi alla volta (9):

Salvia fritta in pastella

quando le foglie saranno dorate, toglietele dall’olio con una schiumarola (10) e ponetele a scolare su della carta assorbente da cucina (11). Aggiustate di sale e servite le foglie di salvia fritte in pastella immediatamente (12).

Conservazione

Si consiglia di consumare le foglie di salvia fritta in pastella al momento ben calde.

Il consiglio di Sonia

La pastella può essere preparata anche con l’acqua gassata al posto della birra; quest’ultima però, contenendo lieviti, aiuterà a far gonfiare la pastella durante la frittura, rendendola ancora più appetitosa!

Altre ricette

I commenti (52)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • romina ha scritto: venerdì 14 novembre 2014

    Siete meravigliosi. Le vostre ricette sono davvero Okkkkk.

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 03 settembre 2014

    @alice: Ciao Alice! potrebbe dipendere dal tipo di salvia che hai usato.

  • Moz ha scritto: giovedì 24 luglio 2014

    @Marti: puoi anche usare soda o acqua molto gassata (se hai il gasatore a casa), assicurandoti che sia ben fredda e aggiungendo eventualmente del ghiaccio

  • alice ha scritto: martedì 15 luglio 2014

    le ho preparate stasera e la salvia era un po' amarognola, perchè? quelle mangiate al ristorante erano delicate e nemmeno si sentiva il sapore della salvia.

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 03 giugno 2014

    @Marti: sì puoi usare anche la birra analcolica.

  • Marti ha scritto: martedì 03 giugno 2014

    La birra analcolica va bene comunque?

  • silvia ha scritto: lunedì 26 maggio 2014

    molto ma molto consigliabile????

  • Pawel ha scritto: martedì 18 febbraio 2014

    Ciao! per montare l'albume, non è meglio aggiungere qualche goccia di limone anziché il sale? ho sentito dire che il sale lo destabilizza! grazie =)

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 15 ottobre 2013

    @Donatella: usa l'acqua ghiacciata.

  • Donatella ha scritto: lunedì 14 ottobre 2013

    Anch'io vorrei usare questa pastella x le zucchine tagliate a bastoncino, ho letto che qualcuna di voi le ha preparate con l' acqua frizzante, ma deve essere fredda da frigo o ghiacciata.

10 di 52 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento