Speciale Ferragosto a tavola!

Sangria

Bevande
Sangria
150 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso
  • Nota: più il tempo di macerazione (tutta la notte)

Presentazione

Sangria

Il caldo suadente della sera, il vociare dalla cadenza dolce misto a musica e risate, lo scintillio dei sorrisi che si riflette nei bicchieri colmi di un liquido profumato e color rubino...ricordi di viaggio e suggestioni cinematografiche si sovrappongono, ma è certo che non si può immaginare una serata d’estate in Spagna senza che il pensiero corra alla Sangria. Bevanda alcolica a base di corposo vino tinto, frutta e spezie, la Sangria è diffusissima in tutta la Spagna, dove se ne conoscono infinite versioni, e un detto popolare recita che, se il vino rosso fa buon sangue, la sangria lo fa spettacolare! Un gioco di parole accompagna l’adagio, perché il nome della Sangria deriva proprio da “sangre”, sangue, in virtù del suo colore rosso profondo e dell’immaginario passionale che ad esso si accompagna. Con il suo gusto intenso e speziato, e l’abitudine di berla ghiacciata, raccogliendo con un mestolo frutta e bevanda in egual misura da versare in ciascun bicchiere, la Sangria è entrata di diritto tra gli irrinunciabili di ogni festa estiva che si rispetti. E voi cosa aspettate? Correte a prepararla con la nostra ricetta, e non dimenticate di invitare tutti i vostri amici!

Ingredienti
Vino rosso corposo 1 l
Zucchero semolato 120 g
Vaniglia 1 bacca
Cannella 2 stecche
Chiodi di garofano 6
Cointreau 50 g
Mele 1, circa 230 g
Arance 2, circa 600 g
Limoni 2
Gassosa 500 g
Pesche 2, circa 400 g
Ghiaccio 450 g

Preparazione

Sangria

Per preparare la nostra versione della sangria, per prima cosa spremete un limone (1) e un’arancia (2) e raccoglietene il succo (3).

Sangria

Prendete poi l’altro limone, tagliatene metà a fette e l’altra metà a dadini, senza eliminare la buccia (4). Procedete allo stesso modo con la rimanente arancia, tagliandone metà a fette e metà a cubetti (5). Passate alla pesca: lavatela senza sbucciarla, tagliatela a metà per rimuovere il nocciolo (6)

Sangria

E poi tagliatela a cubetti (7). Allo stesso modo, tagliate a spicchi la mela verde senza sbucciarla, e rimuovete il torsolo (8). Tagliatela quindi a dadini (9).

Sangria

Versate ora in una ciotola molto capiente il vino rosso (10), aggiungete lo zucchero (11) e i chiodi di garofano (12).

Sangria

Incidete la bacca di vaniglia, raccoglietene i semi e aggiungeteli nella ciotola (13). Mettete in infusione nel vino anche il baccello della vaniglia svuotato (14). Versatevi poi anche il succo dell’arancia e del limone (15),

Sangria

mescolate (16) e poi procedete ad aggiungere la frutta: mele (17), pesche (18),

Sangria

i cubetti di arancia (19), quelli di limone (20) e le fette di arancia e limone (21).

Sangria

In ultimo versate nella ciotola anche il Cointreu (22), coprite con pellicola (23) e riponete la vostra sangria in frigorifero per tutta la notte, in modo che i sapori della frutta e delle spezie si infondano nel vino. Al momento di servirla, aggiungete alla sangria la gassosa (24)

Sangria

E il ghiaccio (25). Rimuovete la bacca di vaniglia (26) e servite subito la vostra sangria!

Conservazione

La sangria si conserva in frigo coperta per un massimo di 2-3 giorni.

Consiglio

Se preferite dare alla sangrìa un gusto meno dolce, sostituite la gassosa con della soda, e se vi fa piacere potete aggiungere qualsiasi tipo di frutta voi vogliate, l’importante è che non sia troppo matura da spappolarsi. Ricordatevi che per far si che la sangria sia saporita, dovete farla macerare con i suoi ingredienti almeno per due o tre ore (meglio prepararla il giorno prima). Per quanto riguarda il vino da usare ecco alcuni consigli: Bonarda non frizzante, Cannonau di Sardegna, Salice Salentino rosso.

Curiosita'

Di sangria ne esiste anche una versione chiara: in Catalogna, infatti si usa prepararne una a base di spumante (o vino bianco) al posto del vino rosso

Altre ricette

I commenti (150)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • VALENTINA ha scritto: martedì 18 agosto 2015

    HO USATO UN POCHINO DI TEQUILA AL POSTO DEL COINTREU COSA DItE PUò ANDARE?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 26 agosto 2015

    @VALENTINA: Ciao Valentina, se preferisci va bene! Un saluto!

  • Dony ha scritto: venerdì 14 agosto 2015

    Vorrei utilizzare frutta di stagione quindi oltre le pesche pensavo all'uva Bianca, temo però che l'uva macerando diventi sgradevole al palato, cosa mi consigli?

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 14 agosto 2015

    @Dony: Potresti usare del melone, pesca, lamponi e frutti di bosco, fragole ad esempio!

  • cate ha scritto: martedì 28 luglio 2015

    scusate ma devo mettere per forza la cannella, la vaniglia e i chiodi do garofano?!

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 28 luglio 2015

    @cate: ciao cate cannella, vaniglia e chiodi di garofano servono a profumare ed aromatizzare la sangria, se preferisci puoi sostituirli con qualcos altro come anice stellato o cardamomo! 

  • diletta ha scritto: lunedì 06 luglio 2015

    Ciao Sonia, la sangria ha avuto successo... posso congelarla? ne è avanzata tanta

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 28 luglio 2015

    @diletta: Ciao Diletta, mi fa molto piacere ma non è opportuno congelarla. Un saluto!

  • diletta ha scritto: mercoledì 01 luglio 2015

    Ciao Sonia, se voglio fare la sangria per 12 persone devo raddoppiare proprio tutti gli ingredienti? grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 01 luglio 2015

    @diletta: Ciao Diletta, basta fare una dose + mezza smiley un saluto!

  • Claudia ha scritto: lunedì 29 giugno 2015

    ciao Sonia, dovrei fare la sangria per la festa dei 18 anni di mia figlia, siccome sono tutti ragazzi giovani non vorrei si ubriacasse nessuno, quindi per farla molto leggera, non dico analcolica ma quasi, cosa mi consigli? io avevo pensato al succo di pesca, un po' di vino ce lo metterei comunque eviterei del tutto il cognac, che ne dici? grazie Claudia

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 02 luglio 2015

    @Claudia: Ciao Claudia, quindi vuoi provare una versione leggermente modificata? Se riesci a bilanciare per bene allora fai pure smiley un saluto!

  • Stefano ha scritto: giovedì 25 giugno 2015

    Scusate, ma questa è la sangria che fanno in Italia! Io iin 15 anni di vacanze in Spagna io non ci ho mai visto né cannella ne chiodi di garofano! Qui la confondono con il brûlé.

  • marica ha scritto: giovedì 25 giugno 2015

    una domanda: al posto della gassosa Sonia ci consigli di mettere la soda, ma cosa intendi per soda? L'Acqua tonica?

  • massimo ha scritto: venerdì 19 giugno 2015

    Molto buona..?

  • damiano ha scritto: mercoledì 17 giugno 2015

    Ciao...vorrei sapere quanti giorni dopo la preparazione posso ancora servirla????grazie mille????

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 22 giugno 2015

    @damiano: Ciao, non ti consiglierei più di un giorno!

10 di 150 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento