Sangria

/5
Sangria
181 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso
  • Nota: più il tempo di macerazione (qualche ora o tutta la notte)

Presentazione

Sangria

Il caldo suadente della sera, il vociare dalla cadenza dolce misto a musica e risate, lo scintillio dei sorrisi che si riflette nei bicchieri colmi di un liquido profumato e color rubino... ricordi di viaggio e suggestioni cinematografiche si sovrappongono, ma è certo che non si può immaginare una serata d’estate in Spagna senza che il pensiero corra alla Sangria. Bevanda alcolica a base di corposo vino tinto, frutta e spezie, la Sangria è diffusissima in tutta la Spagna, dove se ne conoscono infinite versioni fra cui anche la sangria bianca, tipica della Catalogna. Un detto popolare recita che, se il vino rosso fa buon sangue, la sangria lo fa spettacolare! Un gioco di parole accompagna l’adagio, perché il nome della Sangria deriva proprio da “sangre”, sangue, in virtù del suo colore rosso profondo e dell’immaginario passionale che ad esso si accompagna. Con il suo gusto intenso e speziato, e l’abitudine di berla ghiacciata, raccogliendo con un mestolo frutta e bevanda in egual misura da versare in ciascun bicchiere, la Sangria è entrata di diritto tra gli irrinunciabili di ogni festa estiva che si rispetti. E voi cosa aspettate? Correte a prepararla con la nostra ricetta, e non dimenticate di invitare tutti i vostri amici!

Ingredienti

Vino rosso corposo 1 l
Gassosa 500 g
Cognac 50 g
Arance 600 g
Pesche 400 g
Limoni 350 g
Mele 230 g
Zucchero 120 g
Baccello di vaniglia 1
Cannella in stecche 2
Chiodi di garofano 6
Ghiaccio 450 g
Preparazione

Come preparare la Sangria

Sangria

Per preparare la nostra versione della sangria, per prima cosa spremete un limone (1) e un’arancia (2) e raccoglietene il succo (3).

Sangria

Prendete poi l’altro limone, tagliatene metà a fette e l’altra metà a dadini, senza eliminare la buccia (4). Procedete allo stesso modo con la rimanente arancia, tagliandone metà a fette e metà a cubetti (5). Passate alle pesche: lavatele senza sbucciarle, tagliatele a metà per rimuovere il nocciolo (6)

Sangria

e poi tagliatele a cubetti (7). Allo stesso modo, tagliate a spicchi la mela senza sbucciarla, e rimuovete il torsolo (8). Tagliatela quindi a dadini (9).

Sangria

Versate ora in una ciotola molto capiente il vino rosso (10), aggiungete lo zucchero (11), i chiodi di garofano (12) e le stecche di cannella.

Sangria

Incidete la bacca di vaniglia, raccoglietene i semi e aggiungeteli nella ciotola (13), poi mettete in infusione nel vino anche il baccello della vaniglia svuotato (14). In alternativa potete mettere la cannella e i chiodi di garofano in un infusore da tè, in modo da poterle eliminare poi più facilmente. Versatevi poi anche il succo dell’arancia e del limone (15),

Sangria

mescolate (16) e poi procedete ad aggiungere la frutta: mele (17), pesche (18),

Sangria

i cubetti di arancia (19), quelli di limone (20) e le fette di arancia e limone (21).

Sangria

In ultimo versate nella ciotola anche il cognac (22), coprite con pellicola (23) e riponete la vostra sangria in frigorifero per tutta la notte, in modo che i sapori della frutta e delle spezie si infondano nel vino. Una volta riposata, al momento di servirla, aggiungete alla sangria la gassosa (24)

Sangria

e il ghiaccio (25), poi rimuovete la bacca di vaniglia (26) ed eventualmente l'infusore con le spezie. Un'ultima mescolata e la vostra sangria è pronta per essere servita (27)!

Conservazione

La sangria si conserva in frigo coperta per un massimo di 2-3 giorni.

Consiglio

Se preferite dare alla sangrìa un gusto meno dolce, sostituite la gassosa con della soda, e se vi fa piacere potete aggiungere qualsiasi tipo di frutta voi vogliate, l’importante è che non sia troppo matura da spappolarsi. Ricordatevi che per far sì che la sangria sia saporita, dovete farla macerare con i suoi ingredienti almeno per 2 o 3 ore (meglio prepararla il giorno prima). Per quanto riguarda il vino da usare ecco alcuni consigli: Jumilla, Alicante e Valencia; spesso si usano anche Rioja e Priorat. Fra le qualità italiane potreste optare per un Bonarda non frizzante, Cannonau di Sardegna o Salice Salentino rosso.

Curiosita'

Non si conoscono le origini esatte della Sangria ma sembra che, contro ogni apparenza, non siano affatto spagnole. Si narra infatti che questa popolare bevanda sia stata inventata in realtà alle Antille per mano dei marinai inglesi che trovarono il modo di eludere il divieto di bere il rum locale liscio mescolandolo con frutta e miele.

Leggi tutti i commenti ( 181 )

Altre ricette

Ricette correlate

Bevande

La sangria bianca è una bevanda alcolica a base di vino bianco, spumante o Champagne, frutta e spezie, tipica della Catalogna.

  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
Sangria bianca

Antipasti

La tapa capesante al vino è un ottimo modo per iniziare un pasto sfizioso. Le capesante al vino non richiedono molto tempo di preparazione.

  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 20 min
Capesante al vino

Contorni

Le patate novelle al vino rosso sono un contorno rustico e appetitoso, adatto per accompagnare carni arrostite o grigliate e secondi…

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 5 min
  • Cottura: 25 min
Patatine novelle al vino rosso

Dolci

Le pere al vino rosso sono un dolce caldo e speziato ottimo come leggero dessert di fine pasto.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 20 min
Pere al vino rosso

Dolci

Il Pan di Spagna è la più famosa preparazione base di pasticceria: uova, zucchero, farina e fecola si trasformano in un soffice…

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 25 min
  • Cottura: 40 min
Pan di Spagna

Dolci

Il Pan di Spagna è una delle preparazioni base di pasticceria più diffuse e utilizzate. Proponiamo qui la versione senza glutine.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 35 min
Pan di Spagna senza glutine

Altre ricette correlate

I commenti (181)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • stefania ha scritto: venerdì 07 luglio 2017

    Che dire buonissima io ho fatto solo la variante melone classico invece che quello bianco e lo zucchero l ho sciolto in un Po d acqua sul fuoco e poi fatto raffreddare .da rifare sicuramente

  • Amo la cucina ha scritto: martedì 06 giugno 2017

    buongiorno,vorrei sapere se posso aggiungere pezzetti di cocomero e il nome di un vino adatto a questa ricetta,io proprio non me ne intendo.Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 06 giugno 2017

    @Amo la cucina:Ciao, si può provare anche con il cocomero come variante. Per quanto riguarda il vino, un lambrusco andrà benissimo!

Leggi tutti i commenti ( 181 ) Scrivi un commento

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto delle Condizioni d'uso e dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy

Vedi anche

Ultime ricette

Dolci

Come fare una crepe alla Nutella ad arte? Scoprite i segreti per questa tentazione da gustare a merenda, per dessert o come spuntino di mezzanotte.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 30 min

Primi piatti

Un primo piatto gustoso e particolare: pasta con pesto di lattuga calamari cremoso e profumato con teneri calamari tagliati al coltello.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 12 min

Primi piatti

Il cous cous all'italiana è un primo piatto molto gustoso... ricco di sapori mediterranei, come cozze, vongole, zafferano, pomodorini e pistacchio!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 25 min
  • Cottura: 5 min

Sangria ricetta originale
Come si fa la sangria
Sangria analcolica
Vino per sangria
Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta
Facili e veloci
Pasta fresca