Sangria

Bevande
Sangria
126 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Sangria

La sangria è una tradizionale bevanda dolce e alcolica di origine spagnola, che viene solitamente servita fresca ed è tipicamente consumata fuori dai pasti.

Di umili derivazioni contadine, la sangria deriva il suo nome da sangre, cioè sangue, dato il suo colore rosso.

Della sangria non esiste una sola ricetta, ma tante varianti a seconda della zona della Spagna in cui si prepara; i suoi ingredienti base, in linea generale sono: vino rosso, frutta e zucchero.

Ingredienti
Vino rosso corposo 1 litro
Zucchero 120 g
Vaniglia 1 bacca
Cannella 2 stecche
Chiodi di garofano 6
Brandy (o Grand Marnier o Cointreau) 1 bicchierino
Mele 1
Arance 2
Limoni 2
Gassosa 500 ml
Pesche 2 piccole

Preparazione

Sangria

Ponete in un contenitore abbastanza capiente da contenere tutti gli ingredienti il vino (1), lo zucchero (2), il liquore, i chiodi di garofano, la cannella intera (3), la bacca di vaniglia  preventivamente incisa e il succo di un limone e di un’arancia: mescolate bene con un mestolo.

Sangria

Lavate la frutta:  togliete i torsoli alle mele e i noccioli alle pesche poi, senza sbucciarle, tagliatele a cubetti (4-5) ; tagliate a cubetti anche mezza arancia e mezzo limone non sbucciati le rispettive metà a rondelle sottili (6).

Sangria

Versate la frutta nel vino (7), mescolate il tutto (8) e riponete la sangria nel frigorifero per tutta la notte, coprendola con della pellicola trasparente(9);  al momento di servirla, aggiungete la gassosa e qualche cubetto di ghiaccio.

Consiglio

Se preferite dare alla sangrìa un gusto meno dolce, sostituite la gassosa con della soda, e se vi fa piacere potete aggiungere qualsiasi tipo di frutta voi vogliate, l’importante è che non sia troppo matura da spappolarsi. Ricordatevi che per far si che la sangria sia saporita, dovete farla macerare con i suoi ingredienti almeno per due o tre ore (meglio prepararla il giorno prima). Per quanto riguarda il vino da usare ecco alcuni consigli: Bonarda non frizzante, Cannonau di Sardegna, Salice Salentino rosso.

Curiosita'

Di sangria ne esiste anche una versione chiara: in Catalogna, infatti si usa prepararne una a base di spumante (o vino bianco) al posto del vino rosso

Altre ricette

I commenti (126)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 03 settembre 2014

    @davide croci: Ciao, puoi usare un Merlot o un Nero D'Avola ad esempio!

  • davide croci ha scritto: martedì 02 settembre 2014

    Ciao Sonia. Il vi no deve essere corposo...quale tipo di vino consigli ? Tipo il Chianti, il nero d'Avola, il barbera, Morellino di Scansano...vanno bene? smiley Grazie

  • Davide ha scritto: mercoledì 27 agosto 2014

    Ciao Sonia, vorrei provare questa ricetta con un primitivo, ci sarebbero tre versioni, un primitivo secco da 13°, uno dolce da 16° e l'altro più dolce da 18°, dato che ci va anche lo zucchero e la frutta, quale mi consiglieresti?

  • deborah ha scritto: giovedì 14 agosto 2014

    Ciao! Sto macerando la frutta nel vino, una volta aggiunta la gassosa, entro quanto tempo va consumata la sangria?

  • Valentina ha scritto: mercoledì 06 agosto 2014

    Ma dove hai tirato fuori sta ricetta???????? Io ho vissuto in Spagna e la ricetta di Sonia è corretta.

  • Elena ha scritto: mercoledì 30 luglio 2014

    Ciao Sonia, non riesco a trovare l arancia ne il cointreau posso usare il brandy e acciungere un po di sciroppo all arancia ? Se si quanto sciroppo metto? Grazie smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 27 giugno 2014

    @Arturo: Ciao, per 8 persone!

  • Arturo ha scritto: venerdì 27 giugno 2014

    Ciao, grazie per la ricetta smiley Ma per quante persone è questa ricetta?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 10 giugno 2014

    @giuseppe: Ciao, non ti consiglierei più di un giorno!

  • giuseppe ha scritto: martedì 10 giugno 2014

    ciao! volevo sapere la durata della conservazione. grazie e complimenti per il vostro lavoro!!!!

10 di 126 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento