Come fare il soffritto

Come fare il soffritto
23 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 15 min
  • Costo: molto basso

Presentazione

Come fare il soffritto

Il soffritto è una preparazione che in cucina viene usata come base per cucinare numerosi piatti di carne, pesce o verdure.
Per preparare un soffritto a regola d’arte bastano pochi ingredienti: una cipolla, una carota e una costa di sedano tagliati a cubetti e fatti stufare in pentola con olio extravergine d’oliva.
Il segreto di un buon soffritto è la cottura a fuoco basso che permette alle verdure di rilasciare il loro sapore e diventare morbide.
Con il soffritto potrete preparare dal ragù agli arrosti, dal minestrone ai calamari in umido.

Ingredienti
Carote 1 media
Cipolle bianca 1 media
Sedano 1 costa
Olio di oliva extravergine q.b.
Vino bianco o acqua (facoltativo) 50ml

Preparazione

Come fare il soffritto

Per preparare il soffritto vi serviranno un pelapatate e un coltellino. Iniziate a pulire la cipolla: sbucciatela (1) e dividetela a metà. Quindi poggiale la parte piatta di una metà su di un tagliere e iniziate a tagliare la prima metà in fette nel senso della lunghezza e poi nel senso della larghezza,  per ottenete dei cubetti (3).

Come fare il soffritto

Passate alla carota: eliminate le estremità della carota con un coltellino e con un pelapatate, sbucciate la carota e lavatela sotto l’acqua corrente (4). Tagliate la carota a fette molto sottili per il senso della lunghezza (5), diividetele ulteriormente a metà e tagliatele infine nel senso trasversale per ottenere dei cubetti (6).

Come fare il soffritto

Infine la costa di sedano: lavate bene la costa sotto l’acqua corrente ed eliminate le foglie esterne, quelle laterali e sulla sommità. Eliminate la membrana filamentosa esterna con il pelapatate (7). Dividete la costa a metà e tagliatela in tante striscioline (8) e poi riducete a cubetti piccoli le striscioline (9).

Come fare il soffritto

Mettete in una padella l’olio extravergine d’oliva (10) fate scaldare e poi aggiungete il trito di cipolla, carote e sedano (11). Giratelo per far rosolare le verdure da tutti i lati e lasciate cuocere per almeno 15 minuti o finché la cipolla sia diventata completamente trasparente. Per accellerare la cottura potete anche sfumare dopo 5 minuti con del vino bianco o dell'acqua (12). Il vostro soffritto è pronto!

Conservazione

Il soffritto si può congelare, se ne preparate una discreta quantità asciugatelo bene utilizzando un canovaccio pulito e riponetelo in un sacchetto adatto per la congelazione.

Altre ricette

I commenti (23)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Micco ha scritto: lunedì 18 aprile 2016

    Si può usare anche il burro..

  • Elio ha scritto: sabato 02 gennaio 2016

    Mi sembra facile ma per un imbranato come me non so come finira.buon anno a tutti.

  • Alfredo ha scritto: mercoledì 28 ottobre 2015

    Per essere più precisi, si può sapere, in temni di peso, la proporzione tra carota, sedano e cipolla? Grazie!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 04 novembre 2015

    @Alfredo: Ciao Alfredo, dipende molto dalla ricetta che utilizzi, in questo caso stiamo dando un'idea sul come va fatto il soffritto smiley un saluto!

  • Luciano ha scritto: martedì 05 maggio 2015

    Il sistema spiegato (non come insieme di verdure ma come cottura) è dannoso e ordi aggiungere all'olio acqua,o vino o anche latte per un ottimo "soffritto"amai abbandonato dalla maggioranza degli chef. L'olio cotto danneggia l'organismo.

  • Francesca ha scritto: giovedì 26 marzo 2015

    Salve, vorrei sapere, perché la carota va lavata mentre la cipolla no? Grazie.

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 03 aprile 2015

    @Francesca: Ciao Francesca, perché la cipolla ha una parte sfogliata che non è commestibile; mentre la buccia della carota è edibile (se piace e se l'amaro non disturba) smiley un saluto!

  • Elisa ha scritto: venerdì 13 giugno 2014

    Io di solito metto tutti e tre gli ingredienti nel tritatutto, quindi non va bene?!

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 28 gennaio 2014

    @melime: Esatto, oppure puoi farne un pò di più e congelarlo in piccoli contenitori per scongelarlo all'occorrenza.

  • melime ha scritto: lunedì 27 gennaio 2014

    se cucino per una persona metto una manciata di cipolle, carote e sedano?

  • Gianna ha scritto: martedì 10 dicembre 2013

    Ciao, Sonia, ovviamente sono d'accordo sugli ingredienti che sono quelli per preparare la base del ragù, un po' meno sulla preparazione e in specifico il taglio delle verdure che a mio parere deve essere fatto in modo che le verdure diventino quasi una crema e non cubetti. Mia nonna e mia madre hanno sempre usato per questa operazione la mezzaluna, ed è così che avviene qui in Emilia.

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 29 ottobre 2013

    @maurizio: va bene per un ragù per 6 persone.

10 di 23 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI