Spaghetti aglio olio e peperoncino

Primi piatti
Giallozafferano - Barilla La qualità degli ingredienti fa la differenza in ogni ricetta
Spaghetti aglio olio e peperoncino
130 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 5 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Spaghetti aglio olio e peperoncino

Gli spaghetti aglio olio e peperoncino sono uno dei piatti più semplici della cucina italiana: eppure, nonostante la loro estrema semplicità o forse proprio per questo, sono certamente uno dei piatti più amati e diffusi tanto nelle famiglie quanto nelle locande che propongono menu rustici e genuini! Il gusto piccante del peperoncino, quello ricco del buon olio extravergine di oliva ed infine il profumo dell’aglio rendono unico e squisito questo umile piatto. Come per tutte le ricette più semplici, anche per gli spaghetti aglio, olio e peperoncino  bisogna però utilizzare qualche accortezza se si vuole ottenere un risultato eccellente: largo quindi a ingredienti di prima qualità, e occhio alla cottura, rigorosamente al dente!

Ingredienti
Spaghetti N°5 400 g
Aglio (1 spicchio) 10 g
Peperoncino fresco piccante 10 g
Olio extravergine di oliva 50 g
Sale q.b.
Prezzemolo 5 g
Vai alle ricette con Spaghetti N°5

Spaghetti N°5

I nuovi Spaghetti N°5 Barilla sono ancora più buoni. Il segreto? Una nuova combinazione di grani duri eccellenti e trafile ridisegnate nei minimi dettagli, con la cura e la passione di chi fa pasta da oltre cent’anni.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Spaghetti aglio olio e peperoncino

Per preparare gli spaghetti aglio, olio e peperoncino, tuffateli in abbondante acqua salata a piacere per cuocerli al dente (1). Durante la cottura della pasta, dedicatevi al condimento: incidete il peperoncino fresco nel senso della lunghezza (2) e rimuovetene i semi, amari e troppo piccanti (3).

Spaghetti aglio olio e peperoncino

Tagliate quindi il peperoncino a striscioline finissime (4). Sminuzzate il prezzemolo (5), fino a ridurlo ad un trito fine. Scaldate l’olio in una larga padella antiaderente (6)

Spaghetti aglio olio e peperoncino

E soffriggetevi dolcemente lo spicchio d’aglio sbucciato e il peperoncino (7). Dopo qualche minuto, rimuovete l’aglio (8), e aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta (9).

Spaghetti aglio olio e peperoncino

Scolate gli spaghetti al dente, e buttateli in padella (10). Insaporite con il prezzemolo tritato (11) e saltate per un paio di minuti, fino al raggiungimento del grado di cottura desiderato, aggiungendo un altro po’ di acqua di cottura se necessario. Gustate i vostri spaghetti aglio olio e peperoncino ben caldi (12)!

Conservazione

Gli spaghetti aglio olio e peperoncino vanno preparati e consumati al momento.

Consiglio

A noi gli spaghetti aglio olio e peperoncino piacciono così, nudi e veraci, dal gusto autentico delle cose più semplici. Ma se volete renderli un po’ più ricchi, potete aggiungere in padella qualche pomodorino tagliato a metà, e una manciata di foglie di basilico. Et voilà, gli spaghetti aglio olio e peperoncino in edizione estiva sono serviti!

Vuoi dare un tocco creativo a questa ricetta? Vuoi dare un tocco creativo a questa ricetta? Provala con gli
Spaghetti quadrati

I commenti (130)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Mirella ha scritto: martedì 26 aprile 2016

    Mi vengono sempre insipido eppure aggiungo sale nella pasta sbaglio qualcosa?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 26 aprile 2016

    @Mirella: Ciao Mirella, il segreto di questo piatto sta tutto nell'equilibrio dei suoi pochi ingredienti! Ti consigliamo di seguire la nostra ricetta, aggiungendo magari un po' più di sale nell'acqua della pasta... se preferisci una variante con una punta di sapidità in più invece, potresti aggiungere del pangrattato tostato con olio e sale oppure un'acciughina!

  • Eva ha scritto: venerdì 15 aprile 2016

    Credo di averli mangiati anche con le noci sgusciate o i pinoli

  • Giampi ha scritto: sabato 26 marzo 2016

    Propongo una variante sul crudo: sminuzzare finemente l'aglio e mischiarlo a in pizzico di sale fino, da un altra parte unire peperoncino fresco tritato a olio, lasciare i due composti almeno il tempo di cottura, l'aglio dovrebbe aver sudato, unirli tra loro e aggiungerli alla pasta scolata insieme ad altro olio di oliva. Fatta cosi non mi sembra meno digeribile e mi piace di più. Provate!

  • Ugo ha scritto: venerdì 25 marzo 2016

    A mio parere in questa ricetta vi è un errore clamoroso ... L'aglio non va fritto ... Si ossida ... La procedura è tutta sbagliata !!!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 25 marzo 2016

    @Ugo: Ciao, l'aglio viene fatto soffriggere dolcemente, facendo attenzione che non si bruci. Comunque siamo curiosi di conoscere la tua versione se vuoi postarla! smiley

  • macchiapam ha scritto: domenica 20 marzo 2016

    A mio parere, i semi del peperoncino non vanno eliminati, perchè sono proprio loro ad attribuire il "piccante" classico. Inoltre è bene che l'aglio sia soffritto a pezzettini, perchè la frittura elimina le sostanze che lo rendono indigeribile e ne accentua il sapore.

  • Menez ha scritto: martedì 15 marzo 2016

    Ma se a Palermo a mezzanotte mangiate così, la mattina come vi svegliate? smiley

  • paolo ha scritto: venerdì 19 febbraio 2016

    salve a tutti, vorrei sapere quale vino e birra accompagnare a questa squisita ricetta. grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 23 febbraio 2016

    @paolo: Ciao Paolo, puoi usare un vino bianco secco, mentre per la birra puoi scegliere quella che preferisci magari non troppo forte e intensa come gusto!

  • Antonio ha scritto: sabato 06 febbraio 2016

    Ciao! Si può usare anche il peperoncino macinato? Come?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: sabato 06 febbraio 2016

    @Antonio: Ciao, sarebbe preferibile quello fresco ma puoi usare quello macinato rispettando lo stesso procedimento.

  • filippo ha scritto: mercoledì 03 febbraio 2016

    io farei una bella poltiglia aggiungendo quando l'aglio è abbronzato una buona dose di pane grattato per evitare quel sugo d'olio che spesso si vede ; perché gli spaghetti o le linguine non devono essere bagnate.

  • Gianluca d'Alessandri ha scritto: sabato 09 gennaio 2016

    Secondo me il formaggio su questa pasta e una bestemmia, al masimmo pane grattuggiato fritto e acciughe! E un sacco di prezzemolo!

10 di 130 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento