Spaghetti alla Carbonara

Primi piatti
Giallozafferano - Barilla La qualità degli ingredienti fa la differenza in ogni ricetta
Spaghetti alla Carbonara
754 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Spaghetti alla Carbonara

L'origine degli spaghetti alla carbonara è alquanto combattuta: qualcuno la attribuisce ai carbonari umbri che avrebbero fatto conoscere questo piatto ai romani nel diciannovesimo secolo, qualcun altro invece sostiene che l'inventore sia Ippolito Cavalcanti, nobile napoletano che pubblicò questa ricetta in un suo libro.
Si dice anche che gli spaghetti alla carbonara nacquero durante la seconda guerra mondiale quando gli Americani portarono in grandi quantità il bacon e le uova in polvere, che facevano parte delle razioni militari; dall'estro dei cuochi romani nacque cosi questo piatto semplice e al tempo stesso molto gustoso.

Ingredienti
Spaghetti N°5 350 g
Guanciale 150 g
Pecorino 100 g
Pepe secondo i gusti
Uova 4 tuorli +1 intero
Vai alle ricette con Spaghetti N°5

Spaghetti N°5

I nuovi Spaghetti N°5 Barilla sono ancora più buoni. Il segreto? Una nuova combinazione di grani duri eccellenti e trafile ridisegnate nei minimi dettagli, con la cura e la passione di chi fa pasta da oltre cent’anni.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Spaghetti alla Carbonara

Per preparare gli spaghetti all carbonara mettete sul fuoco una pentola contenente abbondante acqua che, a bollore, salerete moderatamente, in considerazione del fatto che la pasta ha già un condimento molto sapido a base di pancetta e pecorino. Nel frattempo tagliate il guanciale in dadini o listarelle (1), mettetelo in un tegame antiaderente, senza l’aggiunta d’olio e lasciatelo sul fuoco (2) fino a quando il grasso diventerà trasparente e leggermente croccante (3), quindi togliete dal fuoco e lasciate intiepidire leggermente.

Spaghetti alla Carbonara

Rompete le uova in una ciotola (4), sbattetele (5) quindi unite il pecorino (5), il pepe macinato (secondo i gusti)

Spaghetti alla Carbonara

e mescolate per bene il tutto aiutandovi con una frusta (7) fino ad ottenere un composto omogeneo (8), quindi mettete a cuocere la pasta (9).

Spaghetti alla Carbonara

Nel frattempo, unite il guanciale al composto (10) e, quando la pasta sarà pronta, senza saltarla sul fuoco, scolatela, versatela nella ciotola (11) e amalgamatela unitamente alla salsa precedentemente preparata (12). Servite gli spaghetti alla carbonara immediatamente e, all'occorrenza, aggiungete altro pecorino e pepe nero macinato.

Conservazione

Consigliamo di mangiare gli spaghetti alla carbonara appena fatti!

Curiosità

La pasta prediletta dagli amanti della carbonara sono senza dubbio gli spaghetti, anche se, dato il particolare tipo di condimento molto cremoso, non sono da disdegnare altri tipi di pasta lunga, come ad esempio spaghetti alla chitarra, di sezione quadrata, oppure i vermicelli, più grossi degli spaghetti, o i bucatini, con foro centrale.

Come pastorizzare le uova

Leggi la scheda completa: Come pastorizzare le uova

Il consiglio di Sonia

Le uova sbattute non dovrebbero mai essere unite alla pasta sul fuoco perchè si cuocerebbero e questo guasterebbe la cremosità del sugo: le uova devono essere mescolate alla pasta una volta scolata, nella ciotola dove sono state sbattute. La ricetta originale non prevede l'utilizzo della panna: basta amalgamare il pecorino con le uova per ottenere la giusta pastosità, lasciando al contempo il piatto più leggero. Volendo, è una possibile variante, come quella che prevede l'uso di metà dose di pecorino e metà parmigiano. Per alleggerire la ricetta potete sostituire il guanciale con la pancetta, anche affumicata, facendola saltare in una pentola antiaderente senza olio.

Pasta Lunga Barilla Pasta Lunga Barilla Scopri tutte le ricette

I commenti (754)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Cristina ha scritto: domenica 31 gennaio 2016

    Buonissimo !!!! ma la musica CHE NON SIA INGLESA !!!! PER FAVORE!!!... AVito in Argentina e sarebbe piu bello sentire qualche bella canzonetta!!!! smiley

  • franco ha scritto: domenica 31 gennaio 2016

    In variante da fare e gustare con linguine ruvide di gragnano. Buon Pranzo !!!

  • mario ha scritto: mercoledì 27 gennaio 2016

    Ok la ricetta tradizionale.Io faccio un azzardo. Sfumo il guanciale con un ottimo cognac: Ripeto ottimo. Poi metto un pizzico di peperoncino. Secondo me è qualcosa di straordinario. P. S. Mi associo a quello detto sopra da Claudio, la chiara dell'uovo nella carbonara e' più di uno scandalo.

  • Chiara ha scritto: sabato 23 gennaio 2016

    Mi associo alla domanda di Francesca sulle uova.. Qualcuno conosce un metodo per pastorizzarle per i piatti salati come in questo caso? Con lo zucchero è perfetto ma va bene solo per i dolci.. Grazie!

  • Mario ha scritto: sabato 23 gennaio 2016

    Chiedevo se si può far soffriggere anche la cipolla con il guanciale

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 25 gennaio 2016

    @Mario : ciao Mario! La ricetta originale  non prevede la cipolla ma se preferisci puoi soffriggerla insieme al guanciale, aggiungendo un filo d'olio! 

  • ernesto ha scritto: lunedì 18 gennaio 2016

    ottima presentazione! sconsiglio di utilizzare la noce moscata caro ermanno

  • rosi ha scritto: domenica 17 gennaio 2016

    Buona io la faccio. Mantecare sul fuoco ,.

  • Claudio ha scritto: mercoledì 13 gennaio 2016

    La mia versione della carbonara: un tuorlo a persona, guanciale o pancetta arrotolata a fettine, pecorino, olio, un po di pepe ma anche no. Rosolare il guanciale o la pancetta in abbondante olio; sbattere tre tuorli in un'insalatiera; cuocere la pasta, versarla appena colata sui tuorli sbattuti, girare; versare il guanciale o la pancetta con l'olio sulla pasta, girare; versare abbondante pecorino, girare. Fine. Ovviamente tuorlo, guanciale o pancetta, pecorino e olio devono essere di qualità superiore. P.S. la chiara dell'uovo nella carbonara è uno scandalo.

  • luca ha scritto: lunedì 11 gennaio 2016

    io ci metto anche 4-5 pomodorini pachino...aiutano molto a valorizzare il gusto

  • max ha scritto: lunedì 11 gennaio 2016

    Per 2 persone usate un uovo sano e un tuorlo amalgamandolo prima soli poi aggiungendo pecorino e pepe. Il guanciale va scaldato SENZA olio e quando diventa rosa preoccupatevi di mettere solo il guanciale nella crema creata scolando il grasso che si crea in padella (che deve essere rigorosamente antiaderente!) sarà molto meno pesante. Scolate bene la pasta a amalgamatela nella crema. Servite subito! So good!!!

10 di 754 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento