Spaghetti alla puttanesca

Primi piatti
Giallozafferano - Barilla La qualità degli ingredienti fa la differenza in ogni ricetta
Spaghetti alla puttanesca
65 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Spaghetti alla puttanesca

Gli spaghetti alla puttanesca sono un primo piatto  molto apprezzato e richiesto dai turisti che si trovano a gustare i sapori della cucina italiana; vengono preparati con pomodoro, acciughe, capperi, olive nere, peperoncino e prezzemolo.
Sull’ origine del colorito nome di questi spaghetti, varie sono le teorie e le leggende che si raccontano, le più delle quali ci riconducono alle case di appuntamento dove, per attirare gli avventori, venivano cucinati questi veloci e saporiti spaghetti.

Le regioni dove gli spaghetti alla puttanesca vengono tipicamente preparati sono Lazio e Campania.

Ingredienti
Spaghetti 400 g
Olive nere denocciolate 100 gr
Capperi sotto sale 1 cucchiaio
Pomodori maturi e sodi 500 gr
Aglio 1-2 spicchi
Prezzemolo tritato 2 cucchiai
Olio extravergine di oliva 5 cucchiai
Sale q.b.
Peperoncino fresco (o pepe) a piacere
Acciughe (alici) sotto sale 8 filetti
Vai alle ricette con Spaghetti

Spaghetti

I nuovi Spaghetti N°5 Barilla sono ancora più buoni. Il segreto? Una nuova combinazione di grani duri eccellenti e trafile ridisegnate nei minimi dettagli, con la cura e la passione di chi fa pasta da oltre cent’anni.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Spaghetti alla puttanesca

Per preparare gli spaghetti alla puttanesca, lavate i pomodori sotto l'acqua corrente e praticate un'incisione a croce (1) sui pomodori e scottateli in acqua bollente per un minuto (2); quindi scolateli con una schiumarola, fateli intiepidire e pelateli prelevando la pelle che verrà via facilmente grazie al taglio fatto prima (3).

Spaghetti alla puttanesca

Togliete i semi all'interno (4) e tagliateli poi a piccoli cubetti (5), per saperne di più sul taglio delle verdure clicca qui (come tagliare le verdure), e tenete da parte i pomodori così tagliati. Dissalate sotto l’acqua corrente le acciughe e i capperi, poi asciugateli bene; tritate grossolanamente le acciughe e tritate l'aglio e tagliate a rondelle il peperoncino fresco, privato dei semi (6);

Spaghetti alla puttanesca

tritate i capperi e tagliate le olive nere a rondelle (7). Quindi in una padella capiente mettete a scaldare l'olio (8), aggiungete l'aglio tritato (9) lasciate rosolare per un minuto

Spaghetti alla puttanesca

aggiungete le acciughe tritate (10) e il peperoncino lasciate insaporire (11), quando le acciughe cominciano a sciogliersi unite anche le olive nere tagliate (12)

Spaghetti alla puttanesca

e i capperi (13), lasciate cuocere per un paio di minuti e versate in padella anche i pomodori tagliati (14), e unite anche metà dose di prezzemolo tritato (15) lasciate cuocere per 10-15 minuti a fuoco dolce e

Spaghetti alla puttanesca

nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata (16), una volta cotta scolatela al dente e versatela in padella insieme al sugo (17), fate saltare per qualche minuto e aggiungete il restante prezzemolo tritato (18)! Gli spaghetti alla puttanesca sono pronti per essere serviti!

Conservazione

Gli spaghetti alla puttanesca possono essere conservati in frigorifero per un paio di giorni all'interno di un contenitore chiuso ermeticamente. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se i pomodori non sono di stagione potete preparare gli spaghetti alla puttanesca con della passata di pomodoro o dei pelati!

Pasta Lunga Barilla Pasta Lunga Barilla Scopri tutte le ricette

I commenti (65)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • maurizio ha scritto: mercoledì 17 giugno 2015

    buonissima bisogna stare attenti con il sale meglio non metterlo io uso una base di salsa al pomodoro che preparo prima faccio questo perché sono cuoco di ristorante, comunque è un piatto eccellente smiley

  • Peppe ha scritto: venerdì 12 giugno 2015

    Ciao...il formaggio non va alla fine? E per la presenza delle acciughe, una volta gettato il pelato, bisogna salare o no?

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 12 giugno 2015

    @Peppe: ciao Peppe! Il parmigiano puoi tranquillamente aggiungerlo a fine preparazione! Per quanto riguarda il sale ti consiglio di non unirlo nel condimento ma solo nell'acqua che userai per cuocere la pasta! 

  • pablo ha scritto: venerdì 08 maggio 2015

    l'ho preparata ieri buonissima. grazie Sonia.

  • pieroroma ha scritto: mercoledì 18 febbraio 2015

    Intanto al solito...olive nere? no,olive nere di GAETA! poi a chi ha messo il PECORINO? brrrrrrrrrrrr,mai il formaggio con i sughi all'aglio...e,peggio,mai l'acqua all'ultimo momento: sciacqua la pasta e la rende appiccicosa.....in più prezzemolo e acciughe sono 'optionals',la ricetta 'classica' degli anni 60 non li prevedeva! se volete fate un mix colla pasta col tonno (ma senza capperi...) squisita! ma è difficilissima,anche se non sembra,cucinarla bene

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 18 febbraio 2015

    @pieroroma:Ciao! Noi proponiamo solo nostre versioni smiley

  • marty:-) ha scritto: domenica 15 febbraio 2015

    speciale ottima;-D

  • Giacomo ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    Ricetta sempre ottima, io ho aggiunto un mestolo di acqua di cottura per renderla meno asciutta e una spolverata di pecorino romano, mentre spadellavo, per esaltatarne il sapore. DIVINA

  • Liliana corti ha scritto: lunedì 08 dicembre 2014

    Ho fatto questa ricetta per la prima volta.. ed è venuto benissimo tranne il fatto che era troppo piccante... quindi spero di migliorare.. grazie mille. .. e buona giornata a tutti. ..

  • santo ha scritto: giovedì 16 ottobre 2014

    L'ho preparata oggi per la prima volta.E' un primo da far girare la testa ovviamente bisogna scegliere gli ingredienti di qualità

  • Eli ha scritto: giovedì 22 maggio 2014

    Cara Sonia, questa è una di quelle ricette che dimostrano quanto da noi in Italia basti veramente poco per preparare un piatto gustoso e vincente. Purchè gli ingredienti siano buoni. Ho messo il basilico fresco al posto del prezzemolo, alla maniera di mia madre, che così risolveva velocemente il pranzo di ritorno dal lavoro quando ero piccola.

  • pecarlo ha scritto: sabato 15 marzo 2014

    Ho una domanda! Data la presenza di acciughe e capperi... consigliate di salare comunque la pasta?

10 di 65 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento