Spaghetti con la bottarga

Primi piatti
Giallozafferano - Barilla La qualità degli ingredienti fa la differenza in ogni ricetta
Spaghetti con la bottarga
102 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 14 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Come trasformare un semplice primo piatto in una ricetta gustosa e originale? Gli spaghetti con la bottarga sono esattamente il piatto su cui far affidamento. Una preparazione piuttosto semplice, di quelle che il sugo si prepara mentre cuoce la pasta, ma in grado comunque di conferire un gran sapore alla portata. Gli spaghetti con la bottarga quindi vengono impreziositi proprio dalla presenza di questa eccellenza italiana proveniente dalla Sardegna. La bottarga è un alimento pregiatissimo, costituito dalle uova di muggine (cefalo) o di tonno – particolarmente abbondanti nelle nostre acque – sottoposte a un lungo procedimento di salatura ed essiccamento. È un prodotto unico al mondo e al tempo stesso un piccolo “lusso” culinario da riservare a un pranzo o a una cena speciale. Ecco perché lasciarvi scappare un piatto come gli spaghetti con la bottarga sarebbe un vero peccato!

Ingredienti
Spaghetti N°5 400 g
Bottarga di muggine a pezzo intero 60 g
Olio extravergine d'oliva 40 g
Scalogno 35 g
Limoni la scorza di 1
per la panure
Pangrattato 40 g
Olio extravergine d'oliva 20 g
Vai alle ricette con Spaghetti N°5

Spaghetti N°5

I nuovi Spaghetti N°5 Barilla sono ancora più buoni. Il segreto? Una nuova combinazione di grani duri eccellenti e trafile ridisegnate nei minimi dettagli, con la cura e la passione di chi fa pasta da oltre cent’anni.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Spaghetti con la bottarga

Per preparare gli spaghetti con la bottarga la prima cosa da fare è quella di mettere subito l’acqua per la pasta sul fuoco, quindi portate ad ebollizione l’acqua (1) e non appena sarà a temperatura calate pure gli spaghetti (2). Nel frattempo mondate e tritate lo scalogno (3),

Spaghetti con la bottarga

e versatelo in un tegame insieme a dell’olio extravergine d’oliva (4), lasciatelo insaporire un po’, poi per prolungare la cottura aggiungete un mestolo d’acqua della pasta (5). Nel frattempo lavate un limone non trattato e pelatelo (6),

Spaghetti con la bottarga

tagliatelo a listarelle (7) e versatelo nel tegame insieme allo scalogno e l’olio (8). In una padella invece versate pangrattato e olio (9) e lasciate insaporire per un po’.

Spaghetti con la bottarga

A questo punto gli spaghetti dovrebbero essere pronti, quindi scolateli grossolanamente e versateli nel tegame con il limone (10), lasciate insaporire qualche istante e poi aggiungete la bottarga grattugiata finemente (11) e il pangrattato insaporito nell’olio (12) e dopo una breve sfiammata servite subito gli spaghetti con la bottarga guarnendo con scaglie di bottarga.

Conservazione

È consigliabile consumare subito gli spaghetti con la bottarga poiché una lunga conservazione comprometterebbe il sapore.

Consiglio

La bottarga di muggine dà il meglio di sé gustata a crudo, per esempio come antipasto o nell’aperitivo, tagliata a fettine e condita con un filo d’olio extravergine e un goccio di succo di limone. Grattugiata è perfetta anche nei primi, per dare un tocco di esclusività a un semplice piatto di spaghetti aglio e olio. Per rendere ancora più speciale gli spaghetti con la bottarga provate ad aggiungere un soffio di peperoncino, senza esagerare poiché potrebbe intorpidire il gusto delicato.

Curiosita'

La bottarga, oggi definita il caviale dei sardi, è in realtà una creazione dei Fenici, che furono i primi a lavorare le uova di muggini e a trasformarle nelle inconfondibili “baffe” ambrate che tutt’ora noi gustiamo. Agli Arabi (che la chiamavano “battarikh”) però si deve la loro diffusione in tutta l’area Mediterranea, e il merito di averla resa così preziosa, tanto che divenne una costosissima e nobile merce di scambio.

Vuoi dare un tocco creativo a questa ricetta? Vuoi dare un tocco creativo a questa ricetta? Provala con gli
Spaghetti quadrati

I commenti (102)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Daci ha scritto: venerdì 15 aprile 2016

    Buonissima. Grazie! 

  • Tiziana ha scritto: martedì 05 aprile 2016

    Buonasera secondo me le ricette vanno fatte così come scritto altrimenti è un altra ricetta (mio parere personale).....fatta stasera cosi come indicato ottima direi ...grazie

  • federica ha scritto: martedì 05 aprile 2016

    ciao! ottima ricetta... ma niente scalogno! non centra niente con la bottarga!

  • paola ha scritto: sabato 12 marzo 2016

    Ottima ricetta: piaciuta persino ai miei figli che non amano il pesce.

  • Giuseppe ha scritto: venerdì 19 febbraio 2016

    2 carciofi x 6 persone, tagliati a fettine e fati dorare in forno (grill) con olio, sale e pepe. Guarnite il piatto. Ottimi, non toglie nulla alla bottarga, anzi ne esalta il sapore ed è bello da vedere. Provare x credere.

  • Giuseppe ha scritto: giovedì 18 febbraio 2016

    Buongiorno, ma secondo voi se come guarnizione ulteriore ci aggiungessi petali di carciofo tagliati a julien e fatti delicatamente dorare in forno? Ci starebbero? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 19 febbraio 2016

    @Giuseppe: Ciao Giuseppe, potrebbero starci certo smiley magari fai attenzione a non farli bruciare perché potrebbero diventare leggermente amari! Intanto, se vuoi, puoi dare un'occhiata alla versione di Giovanni!

  • marialuisa ha scritto: sabato 06 febbraio 2016

    Mi confermate che non va nessuna spolveratina leggiera di qualche formaggio???? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 08 febbraio 2016

    @marialuisa: ciao! Non è necessario ma se preferisci puoi sempre aggiungerlo! 

  • laura ha scritto: venerdì 29 gennaio 2016

    ottima grazie !!!!!

  • Francesca ha scritto: lunedì 04 gennaio 2016

    Buongiorno, se metto pomodorini e olive verdi cambio molto il gusto, grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 04 gennaio 2016

    @Francesca : Ciao Francesca, puoi aggiungere qualche pomodorino per colorare un po' il sugo, le olive invece potrebbero inibire il sapore della bottarga smiley un saluto!

  • Stefania ha scritto: martedì 22 dicembre 2015

    L'olio e aglio vanno soffritti?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 23 dicembre 2015

    @Stefania: Ciao Stefania, in questa ricetta non è previsto l'aglio ma se vuoi puoi insaporire il soffritto con uno spicchio di aglio intero sbucciato.

10 di 102 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento