Strozzapreti al sugo di canocchie

Primi piatti Pasta Contenuto sponsorizzato
/5
Strozzapreti al sugo di canocchie
24
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 4 persone

Presentazione

Gli strozzapreti o stangolapreti sono un particolare tipo di pasta molto usata in tutta Italia, che, a seconda della regione, può assumere aspetto molto diverso. Questo piatto è tipico della cucina Romagnola.
Il nome strozzapreti, secondo i detti popolari e le leggende, deriverebbe dalla similitudine che questa pasta in formato lungo avrebbe con le stringhe delle scarpe che un tempo gli anarchici usavano per strozzare i preti. Secondo un'altra versione invece, si faceva riferimento agli gnocchi (chiamati anch’essi strangolapreti), che avrebbero dovuto soffocare i preti che con ingorda voracità ne mangiavano in abbondanza, data la loro propensione a trattarsi molto bene a tavola.
Anche se gli strozzapreti o strangolapreti, vengono cucinati in svariati modi, trovano la loro esaltazione con sughi a base di frutti di mare oppure ragù.

Vai alle ricette con Strozzapreti

Strozzapreti

Gli Strozzapreti all'uovo Emiliane Barilla ripropongono questo formato dall'origine antica per offrire ogni giorno dei riccioli di sfoglia corposa che raccolgono piacevolmente i sughi più ricchi, esaltandone il gusto.

Scopri tutte le ricette
Preparazione

Come preparare gli Strozzapreti al sugo di canocchie

Strozzapreti al sugo di canocchie

Per preparare gli strozzapreti al sugo di canocchie iniziate sciacquando molto bene le canocchie, conservate quindi le 4 più grosse ed estraete la polpa dalle altre.  Per facilitare l’operazione è consigliabile immergere le canocchie per qualche secondo in acqua bollente, di questo modo sarà più facile estrarne la polpa (1). Tritate quindi lo scalogno (2) e fatelo imbiondire in un tegame con l’olio a fuoco dolce insieme a qualche pezzettino di peperoncino .
Mettete poi tutte le canocchie: la polpa a pezzetti e quelle intere nello scalogno imbiondito e sfumate con il vino bianco (3),

Strozzapreti al sugo di canocchie

poi, quando sarà evaporato, unite la passata di pomodoro (4).
Mescolate con delicatezza e fate addensare il sugo facendo attenzione a non rompere le canocchie intere. In ultimo salate e aggiungete qualche foglia di basilico (5). Fate cuocere in abbondante acqua salata gli strozzapreti (6), scolateli e fateli saltare nel sugo di canocchie qualche istante.
Servite guarnendo ogni piatto con una canocchia intera e qualche foglia di basilico.

Leggi tutti i commenti ( 24 )

Ricette correlate

Primi piatti

Gli strozzapreti al sugo di polipo formano un primo piatto dallo strabiliante sapore di mare: una pietanza molto gustosa e di sicuro…

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 25 min
  • Cottura: 40 min
Strozzapreti al sugo di polpo

Primi piatti

Gli strozzapreti infernali sono un primo piatto dal gusto deciso e piccante dedicato alla festa di Halloween, ottimo anche tutto il…

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 20 min
Strozzapreti infernali

Primi piatti

Gli strozzapreti funghi e gorgonzola sono un primo piatto saporito realizzato con chiodini freschi e una crema al formaggio.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 25 min
Strozzapreti funghi e gorgonzola

Primi piatti

I vermicelli con carne e sugo piccante sono un primo piatto ricco e saporito, dal carattere rustico, con una partiocolare nota piccante.

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 120 min
Vermicelli con carne e sugo piccante

Primi piatti

I nidi di spaghetti al sugo piccante sono pasta lunga al pomodoro ciliegino, concentrato e passata, leggermente piccanti ed…

  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 40 min
Nidi di spaghetti al sugo piccante

Altre ricette correlate

I commenti (24)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • Alessandro ha scritto: domenica 26 novembre 2017

    Per gli strozzapreti: farina di grano tenero 00 e circa metà del peso di acqua, sale (c'è anche chi aggiunge un uovo intero ogni circa mezzo chilo di farina). Si impasta fino ad ottenere un impasto morbido, omogeneo e non appiccicoso; si stende (poco più spesso delle lasagne) e si formano delle strisce di circa 1.5 cm, quindi ci si inumidisce leggermente le mani e si arrotola la strisciolina con un movimento in diagonale, interrompendola ogni 10 cm circa. Pulizia canocchie: si taglia metà della testa, e metà delle chele laterali, quindi le zampette che stanno sotto alla testa, poi si spunta la coda in modo da eliminare gli spuntoni, con le forbici si alzano le zampette sul ventre e si tagliano via, infine si taglia sue due lati (per tutta la lunghezza) eliminando le due (o quattro) chele della coda e le tre zampette per lato; si taglia in tre parti la canocchia. Se c'è del corallo, lo si lascia. Per il sugo: si soffrigge in olio lo scalogno (e aglio in camicia che viene poi rimosso, se piace), si aggiungono le canocchie a pezzetti, si sfuma con aceto o vino bianco, si aggiungono i pomodorini maturi rotti con le mani, sale, pepe ed eventualmente poca passata (se piace più rosso), quindi un mestolino di acqua calda o brodo vegetale o fumetto e si cuoce per circa 10 minuti o finché il pomodoro è cotto. Infine si mantecano gli strozzapreti, cotti per pochi minuti in acqua, e si finisce con del prezzemolo tritato non troppo finemente. Almeno questa è la versione tradizionale della mia zona. Capisco gli sponsor, ma gli strozzapreti della Barilla proprio NO!

  • Mony ha scritto: domenica 01 febbraio 2015

    ciao dove posso trovare le dosi per farli a mano gli strozzapreti ?

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 20 febbraio 2015

    @Mony: Ciao Mony, ecco da un nostro blog la ricetta dei strozzapreti.

Leggi tutti i commenti ( 24 ) Scrivi un commento

Fatte da voi

Aggiungi le foto delle tue ricette e mostra il tuo risultato

Sugo con canocchie
Canocchie ricette
Cicale di mare
Pannocchie di mare
Antipasti
Primi
Secondi
Dolci
Antipasti veloci
Pasta
Biscotti
Pizze e focacce