Tagliata di tonno con pesto di menta

Secondi piatti
Tagliata di tonno con pesto di menta
28 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 6 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio
  • Nota: + 30 minuti di marinatura

Presentazione

La tagliata di tonno con pesto di menta è un piatto particolarmente sfizioso, di semplice preparazione e adatto agli amanti del pesce; può essere un valido secondo piatto estivo, poiché il pesto di menta rende la preparazione particolarmente fresca e il tonno ben si presta ad essere consumato a temperatura ambiente.

La particolarità della tagliata di tonno è che, dopo una leggera marinatura, viene scottata leggermente da entrambi i lati e lasciata rosata nella parte centrale, un po’ come avviene per la classica tagliata di manzo cotta al sangue; in questo caso però trattandosi di pesce non completamente cotto, come per il sushi, è fondamentale che sia freschissimo, qualità che si riconosce dal colore brillante e rosato delle carne che non deve tendere al marroncino.

Ingredienti
Tonno freschissimo un filetto di circa 600 gr
Ingredienti per la marinata
Olio extravergine di oliva mezzo bicchiere
Aglio 1 spicchio
Erba cipollina tritata (o prezzemolo) 1 cucchiaio
Pepe macinato a piacere
Sale q.b.
Limoni il succo di 1/2
Ingredienti per il pesto di menta
Menta 20 foglie tenere e profumate
Olio extravergine di oliva 200 ml
Pinoli 20 g
Sale q.b.
Pepe macinato a piacere

Preparazione

Tagliata di tonno con pesto di menta

In un contenitore dai bordi alti versate l’olio e aggiungetevi l’aglio tagliato a fettine, il sale, il pepe, l’erba cipollina tritata finemente (o prezzemolo) e il succo di un limone.
Mettete ora a marinare il filetto di tonno per circa una mezz’ora girandolo nel condimento almeno una volta; non esagerate con i tempi di marinatura, altrimenti il limone finirà per cuocere troppo la carne del tonno.
Se per problemi di tempo dovete porre a marinare la carne molto tempo prima, evitate di aggiungere subito il limone; lo metterete solo pochi minuti prima di cuocere il tonno.

Tagliata di tonno con pesto di menta

Preparate nel frattempo il pesto di menta, seguendo la nostra ricetta (clicca qui).

Tagliata di tonno con pesto di menta

Scaldate bene una piastra (o griglia), dove andrete a cuocere il tonno, debitamente sgocciolato dalla marinatura, per circa 3 minuti per lato; regolatevi in base all’altezza del filetto aggiungendo o togliendo qualche secondo per lato.
La cottura ottimale di questa tagliata di tonno si avrà quando la carne si presenta ancora rosata al centro.
Togliete ora il filetto di tonno dalla piastra e, cercando di effettuare un taglio obliquo, tagliatelo in fettine alte circa 1,5/2 cm; disponete le fettine su di un piatto di portata e cospargetele di pesto di menta.

Altre ricette

I commenti (28)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Lisa ha scritto: venerdì 17 ottobre 2014

    Ciao! Ottima questa ricetta, fatta più volte. Un appunto però: trovo discrepanza di proporzioni tra gli ingredienti per il pesto di menta tra quanto scritto qui e nella pagina relativa al pesto in se...cosa devo tener buono per avere un pesto sufficiente per 4 persone? Grazie!

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 17 ottobre 2014

    @Lisa:Ciao, la ricetta del pesto di menta è per 4 persone!

  • Veronica ha scritto: mercoledì 23 luglio 2014

    Ciao Sonia, questa ricetta mi piace molto anche per l'abbinamento con la menta che io adoro.. ma volevo chiederti se si possa fare anche al forno e, in questo caso, quali sarebbero le modalità di cottura usare. Grazie!

  • gianni ha scritto: mercoledì 09 luglio 2014

    @PP: ottimo appunto! bravo

  • PP ha scritto: venerdì 28 marzo 2014

    IMPORTANTE! Se cuocete poco il tonno lasciandolo crudo dentro NON BASTA che sia freschissimo, anzi è assolutamente necessario che sia stato congelato per almeno alcuni giorni! In questo modo si uccidono eventuali larve di Aniakis che sono molto, molto, pericolose; infatti in tutta europa qualsiasi ristorante serva pesce crudo di alcune varietà (tra cui tonno, sardine, per citare i più pericolosi in tal senso), è obbligato per legge a abbatterlo a meno venti gradi per almeno cinque giorni o a meno 40 per 24 ore. Credo sarebbe giusto mettere questa cosa bene in evidenza nella ricetta!

  • chiara ha scritto: sabato 08 marzo 2014

    Ciao Sonia! Quale potrebbe essere un contorno adatto a questo piatto? Grazie per la tua disponibilità

  • silvia ha scritto: domenica 27 ottobre 2013

    Davvero ottima. L'ho accompagnata con patate arrosto.

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 22 agosto 2013

    @andrea: Ciao, certo! smiley

  • andrea ha scritto: mercoledì 21 agosto 2013

    Ciao Sonia,volevo chiederti se in mancanza di reperibilità del tonno,fosse possibile sostituirlo con il pesce spada..grazie mille in anticipo!

  • fantastica .... al di sopra di ogni aspettati ha scritto: mercoledì 15 maggio 2013

    fantastica .... al di sopra di ogni aspettativa grazie GZ

  • Tessa ha scritto: sabato 09 marzo 2013

    Ciao a tutti ...ottima ricetta ...sono rimasta fedele a tutti gli ingredienti e passaggi tranne che x la marinatura non avevo più limoni ed ho un dato le arance ! Ottimoooooo ! Grazie GZ ogni giorno e' una gioia aprire qst applicazione sul mio cellulare e colgo l'occasione per salutare tt i simpatici utenti ! Tessa

10 di 28 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento